Le Buone Notizie di Cacao

Abbonamento a feed Le Buone Notizie di Cacao
Cacaonline il sito delle buone notizie comiche. In collaborazione con Jacopo Fo
Aggiornato: 4 ore 54 min fa

Le cozze hanno il microchip

Lun, 07/09/2018 - 12:25

E’ una sperimentazione del Cnr di Verbania-Pallanza sul Lago d’Orta, in Piemonte. 2000 cozze hanno un microchip incollato sul guscio per monitorare lo stato di salute del lago.
Spiega Nicoletta Riccardi, scienziata che si occupa dei mitili e del loro rapporto con l’ambiente delle acque dolci: "Le bivalve hanno la straordinaria capacità di essere depuratori naturali: in ambienti ostili, sono in grado grazie a processi biochimici di “imprigionare” acque inquinate anche da sostanze tossiche, cromo, rame, nichel, confinandole nel guscio. Ciò che oggi vogliamo fare è dare la possibilità ai mitili della specie Unio Elongatulus di diventare “guardiane” del Lago d’Orta, segnalandoci in tempo reale lo stato di salute".
La cozza salverà il mondo, sempre detto noi.
(Fonte: La Stampa)

ECOFUTURO 2018 vi aspetta!

Lun, 07/09/2018 - 12:24

Ecofuturo non è una semplice fiera, Ecofuturo è il luogo di incontro tra chi crede in un futuro ecosostenibile. Inventori ed eco invenzioni si distinguono per innovazione e altissima sostenibilità ambientale.
L'edizione di quest'anno è dedicata alla "CIODUE: come rimetterla in equilibrio tra cielo e terra".
I protagonisti hanno tutti una cosa in comune: sono innovatori e appassionati di ecologia proiettati al futuro. Ritroviamo nomi conosciuti come quello di Davide Benedetti, presidente di Decomar, Elly Schlein, europarlamentare, Giuliano Gabbani, professore univeritario, Annalisa Corrado, ingegnere meccanico, Ettore Valzania, presidente della Cooperativa sociale “Fratelli è Possibile", Fabio Brescacin, presidente di NaturaSì, Gianantonio Locatelli, fondatore del Museo della Merda.

Dal 18 al 22 luglio, a Padova, presso il Fenice Green Energy Park.

http://ecofuturo.eu/
http://ecofuturo.eu/programma/
https://www.youtube.com/watch?v=2cKGM-MC6nw

Una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità

Sab, 07/07/2018 - 11:34

Indossare nella giornata di oggi una maglietta rossa, per fermare “l’emorragia di umanità”, per dimostrare simbolicamente che è il momento di fermarci a riflettere sul cinismo che sta pervadendo l’Europa.
Leggi su People For Planet

Una maglietta rossa per fermare l'emorragia di umanità

Sab, 07/07/2018 - 11:32

Una #magliettarossa per #fermarelemorragia di umanità

Sabato 7 luglio indossiamo una maglietta rossa per un’accoglienza capace di coniugare sicurezza e solidarietà
,
Rosso è il colore che ci invita a sostare. Ma c’è un altro rosso, oggi, che ancor più perentoriamente ci chiede di fermarci, di riflettere, e poi d’impegnarci e darci da fare. È quello dei vestiti e delle magliette dei bambini che muoiono in mare e che a volte il mare riversa sulle spiagge del Mediterraneo. Di rosso era vestito il piccolo Aylan, tre anni, la cui foto nel settembre 2015 suscitò la commozione e l’indignazione di mezzo mondo. Di rosso erano vestiti i tre bambini annegati l’altro giorno davanti alle coste libiche. Di rosso ne verranno vestiti altri dalle madri, nella speranza che, in caso di naufragio, quel colore richiami l’attenzione dei soccorritori.

Muoiono, questi bambini, mentre l’Europa gioca allo scaricabarile con il problema dell’immigrazione – cioè con la vita di migliaia di persone – e per non affrontarlo in modo politicamente degno arriva a colpevolizzare chi presta soccorsi o chi auspica un’accoglienza capace di coniugare sicurezza e solidarietà. Bisogna contrastare questa emorragia di umanità, questo cinismo dilagante alimentato dagli imprenditori della paura. L’Europa moderna non è questa. L’Europa moderna è libertà, uguaglianza, fraternità. Fermiamoci allora un giorno, sabato 7 luglio, e indossiamo tutti una maglietta, un indumento rosso, come quei bambini. Perché mettersi nei panni degli altri – cominciando da quelli dei bambini, che sono patrimonio dell’umanità – è il primo passo per costruire un mondo più giusto, dove riconoscersi diversi come persone e uguali come cittadini.

Don Luigi Ciotti, presidente nazionale Libera e Gruppo Abele

People For Planet - 6 luglio 2018

Ven, 07/06/2018 - 13:06

Stati Uniti, l’FDA approva il primo farmaco derivato dalla cannabis
E’ efficace nel trattamento di due forme rare e gravi di epilessia, la sindrome di Lennox-Gastaut e la sindrome di Dravet
Continua su People For Planet

Chi è pronto a sparare al lupo?
Trento e Bolzano sfruttano la paura del lupo a scopo elettorale: la proposta – già approvata – di aprire il fuoco fuori dalle regole nazionali e comunitarie non è applicabile ma fa comunque “politica”
Continua su People For Planet

Da discount a mercato

Ven, 07/06/2018 - 13:05

In Alsazia un collettivo di 35 agricoltori ha comprato un supermercato della catena Lidl trasformandolo in un mercato di vendita diretta.
Il supermercato è stato ribattezzato Coeur Paysan (Cuore contadino). È un luogo di vendita diretta dal produttore al consumatore, dove gli agricoltori vendono regolarmente.
Il prossimo passo prevede l’acquisto di un Mc Donald’s da trasformare in un ristorante vegano.
(Fonte: Italiachecambia.org)

Un villaggio per gli homeless

Ven, 07/06/2018 - 13:02

E’ sorto a Edimburgo a giugno. Il progetto è di Social Bite, un’impresa scozzese che ai senzatetto dà anche lavoro donando poi i profitti di questo lavoro a vari istituti di beneficenza.
Il villaggio prevede l’ospitalità per 20 persone alla volta che oltre alla casa ricevono anche supporto e consulenza al fine di “rompere il ciclo dell’homelessness” dando agli ospiti percorsi di inserimento professionale e alloggio permanente.
(Fonte: Vita.it)

Energia a cacao

Ven, 07/06/2018 - 13:01

In Costa d’Avorio sorgerà la prima centrale elettrica a cacao del pianeta. L’impianto utilizzerà le biomasse di scarto ottenute dalla lavorazione di semi e frutti della pianta, di cui il Paese africano è uno dei primi produttori al mondo.
Siamo orgogliosi come se l’avessimo costruita noi
(Fonte: Rinnovabili.it)

Oggi è la giornata mondiale del Bacio!

Ven, 07/06/2018 - 12:49

Il 6 luglio è il World Kiss Day che dal 1990 celebra un gesto che è simbolo universale di amore.
Nel video 5 baci che hanno fatto la storia…

People For Planet - 5 luglio 2018

Gio, 07/05/2018 - 11:47

Spendi 500 euro all’anno in bombe e armi. Lo sapevi?
E se la tua famiglia è composta da quattro persone spendete 2.000 euro all’anno.
Continua su People For Planet

Le Ricette di Angela Labellarte: fiori fritti in pastella
Fiori commestibili impastellati e fritti, veloci e buonissimi!
Continua su People For Planet

Semplice e diretto

Gio, 07/05/2018 - 11:46

Un cartello affisso in due lingue in un negozio di pelletteria a Sidges in Spagna recita:
“Se non ti piacciono i gay, non ti sposare con un gay
Se non ti piace l’aborto, non abortire
Se non ti piace il sesso, non lo fare
Se non ti piace il porno, non lo guardare
Se non ti piace che ti tolgano i tuoi diritti non toglierli agli altri”
(Grazie a Barbara per averci mandato la foto)

La tana del giaguaro

Gio, 07/05/2018 - 11:45

Grazie all'ultimo ampliamento, il Parco nazionale Serranìa de Chiribiquete è arrivato a coprire 4,3 milioni di ettari, ed è divenuto il parco più esteso a protezione di una foresta pluviale tropicale. Si tratta di un'area patrimonio mondiale dell'Unesco, soprannominata "la casa ancestrale del giaguaro", e proteggerà parte dell'Amazzonia colombiana, gli indigeni che ci vivono, e le sue specie in estinzione, come il tapiro di pianura, la lontra e il formichiere gigante, la scimmia lanosa e il giaguaro, nonché il più grande e antico complesso di pittogrammi archeologici americano, composto da 50 murales e 70.000 rappresentazioni.
(Fonte: AdnKronos, segnalata da Davide Calabria, grazie!)

Sabato 7 luglio tutti con la maglietta rossa

Gio, 07/05/2018 - 11:44

E’ una campagna lanciata da Libera e da Don Ciotti. Per un’accoglienza capace di coniugare sicurezza e solidarietà sabato 7 indossiamo tutti una maglietta rossa, come i vestiti dei piccoli migranti morti in mare.
Scrive Don Ciotti: “Bisogna contrastare questa emorragia di umanità, questo cinismo dilagante alimentato dagli imprenditori della paura. L’Europa moderna non è questa. L’Europa moderna è libertà, uguaglianza, fraternità. Fermiamoci allora un giorno, sabato 7 luglio, e indossiamo tutti una maglietta, un indumento rosso, come quei bambini. Perché mettersi nei panni degli altri – cominciando da quelli dei bambini, che sono patrimonio dell’umanità – è il primo passo per costruire un mondo più giusto, dove riconoscersi diversi come persone e uguali come cittadini”.
Clicca qui
#qualcunoglielotelefoniasalvini

People For Planet - 4 luglio 2018

Mer, 07/04/2018 - 11:10

L’Ue detta legge, l’Italia non legge e Wikipedia si oscura
Dove si racconta di paradossi all’italiana
Continua su People For Planet

La mia (straordinaria) casa ecologica (VIDEO)
E’ vero che le case ecologiche in legno sono poco sicure?
Continua su People For Planet

La vacanza in convento

Mer, 07/04/2018 - 11:08

Relax, silenzio e meditazione. "Sfatato ormai il mito di conventi e monasteri chiusi in loro stessi, quest'estate saranno oltre 1.600 le strutture religiose italiane in cui i turisti potranno trascorrere le loro vacanze", spiega Fabio Rocchi, presidente dell'Associazione Ospitalità Religiosa Italiana. "Non vige l'obbligo della partecipazione alla vita comunitaria di frati o suore, ma l'indubbia particolarità di questi luoghi darà la possibilità anche al semplice turista di sperimentare, se lo vorrà, un approccio ambientale di certo diverso dalla classica vacanza commerciale".
Secondo noi ad Alcatraz (www.alcatraz.it ) ci si diverte di più.
(Fonte: Ansa.it)

Gli ulivi sono un patrimonio

Mer, 07/04/2018 - 11:07

E in particolare quelli di Assisi e Spoleto sono stati dichiarati Sistemi del Patrimonio Agricolo di rilevanza mondiale (GIAHS) nella lista FAO.
''Una decisione che riconosce l'importanza culturale, economica e ambientale di questa antica zona di produzione dell'olio'', afferma Yoshihide Endo, Coordinatore del progetto GIAHS della FAO.
Qui si gongola.
(Fonte: Ansa.it)

Gli anziani occupano il centro anziani

Mer, 07/04/2018 - 11:05

E ci sembra pure logico, mica potevano occupare un asilo.
Si tratta del centro per anziani in zona Tomba di Nerone a Roma. I pensionati avevano pagato di tasca loro alcuni lavori come l’installazione di un nuovo impianto elettrico e di un condizionatore ma malgrado questo il Comune ha dichiarato inagibile la struttura. E allora si è deciso per l’occupazione.
Adelante compagneros!
(Fonte: Il Post)

People For Planet - 3 luglio 2018

Mar, 07/03/2018 - 11:47

Ludopatia e il Decreto Dignità, una bella notizia
E’ stato approvato ieri dal Consiglio dei Ministri il Decreto Dignità che si occupa anche del contrasto al gioco d’azzardo.
Un risultato di civiltà
Nelle settimane scorse abbiamo pubblicato un’inchiesta sulla situazione della ludopatia in Italia (…)
Continua su People For Planet

Il ministro dell’Ambiente Costa: «Vietare bottiglie di plastica negli edifici pubblici»
Stop alle confezioni di plastica negli uffici e palazzi pubblici, l’acqua come bene accessibile per diritto a tutti. (...)
Continua su People For Planet

Diranno di noi ciò che diciamo dei nazisti
Di Alex Zanotelli!
«Se gli altri tacciono, se noi anziani e responsabili – tante volte corrotti – stiamo zitti, se il mondo tace, vi domando: “Voi griderete?”. Per favore, decidetevi prima che gridino le pietre». È con queste parole che papa Francesco ha sfidato i giovani presenti in Piazza San Pietro il 26 marzo, per la Giornata Mondiale dei giovani. [ … ] Mentre noi  italiani “anziani e responsabili” stiamo in silenzio davanti alla follia degli armamenti, delle guerre, del razzismo e della distruzione del Pianeta. Almeno voi giovani italiani avrete il coraggio di urlare e di gridare? [ … ] Il nostro paese, l’anno scorso ha speso in armi 26 miliardi di euro, pari a circa 70 milioni di euro al giorno. E nel 2017 l’Italia ha esportato armi pesanti per oltre dieci miliardi di euro. (…)
Continua su People For Planet

Il concerto metal e l’interprete

Mar, 07/03/2018 - 11:46

Fare l’interprete della lingua dei segni per un concerto metal non deve essere un’impresa semplice ma la ragazza che vedete nel video ci è riuscita in pieno.
(Fonte: Repubblica)
Video

Il bradipo corridore

Mar, 07/03/2018 - 11:45

Pare, si mormora, si dice che nel Pleistocene il bradipo terrestre raggiungesse le tre tonnellate di peso e non fosse poi così lento vista la stazza, si muoveva più come un rinoceronte che come il suo pronipote moderno.
Lo afferma uno studio coordinato dal Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università La Sapienza di Roma, in collaborazione con il Consiglio nazionale di ricerca argentino Conicet e pubblicato su Journal of Mammalian Evolution.
Poi qualcuno qualche millennio fa gli deve aver detto “ma ‘ndo corri?” e lui ha rallentato.
(Fonte: Ansa.it)