Indice del blog, argomenti principali Tutto sullo Yoga Demenziale Fumetti, disegni, arte
Le notizie di Cacao I migliori video della rete, teatro, Jacopo Fo, Dario Fo Tutti gli articoli di Jacopo Fo

OFFERTA LAST MINUTE - AD ALCATRAZ

Offerta Last Minute
Fino all’1 settembre a pranzo, pensione completa a 50 euro al giorno a testa in camera a due letti (o matrimoniale).
La tariffa è per la sola ospitalità e non comprende la partecipazione al Festival sell’Immaginazione con Stefano Benni, Baricco, Paolo Rossi e Co. (è possibile frequentare il seminario con un costo aggiuntivo di 30 euro al giorno).
Info e prenotazioni:
Telefono 0759229939 - 075929911

info@alcatraz.it

Sono compresi nell'offerta: prima colazione, pranzo, cena, pernottamento, ingresso alla piscina estiva e a quella coperta.
 

PROMOZIONE ECOFUTURO FIRST MINUTE - (prenota entro il 28 agosto e risparmi!)

dove dormire

AD ALCATRAZ C’E’ POSTO PER TUTTE LE TASCHE!
 

Le possibilità di alloggio sono molteplici: 

- casette in pietra e bungalow
- tende
- camper
- yurta

Qui il dettaglio con i relativi costi 

Per mangiare

dove mangiare

Qui il dettaglio

 
Ingresso al Festival EcoFuturo
Adulti: 15 € al giorno
Bambini dai 5 ai 12 anni: 6 €
Bambini fino a 5 anni: gratis
 
Promozione per più giorni: l’ingresso per adulti è di 15 € al giorno fino a 3 giorni, oltre sono 50 € complessivi, anche per tutti e 6 i giorni.
 
Sono compresi nell'ingresso e nel soggiorno tutti gli incontri, i dibattiti, i workshop, i laboratori, gli spettacoli serali, le proposte per i bambini con i nostri educatori.
Oltre a questo ci sono poi i servizi che già offre Alcatraz, cioè due piscine (una di acqua calda a 34° ed una estiva di 20×8 metri), campo per calcetto e spazio per la pallavolo, orto sinergico, parco didattico, bazar di prodotti biologici ed ecologici e circa quattro milioni di metri quadrati di verde con 20 km di sentieri nel bosco.
 
Qui i contatti e ulteriori informazioni:
telefono: +39 075.9229914 - 075.9229938 - 075.9229939
fax: +39 075.9228714
 

Il Mozambico fa bene, un cocktail naturista contro droghe e alcol estivi

Qui il video dello spot con Jacopo Fo e Paolo Rossi

Vedere tutto questo sballo chimico ed etilico che danneggia la salute di tanta bella gioventù ci ha amareggiato. Ma che si può dire a questi ragazzi appassionati di sballanza? L’idea c’è venuta parlando con gli attori mozambicani che stanno provando ad Alcatraz una commedia: far girare la ricetta del cocktail più tosto del pianeta: o Moçambique faz bem!

Si tratta di una miscela ecologista, internazionalista, salutista, capace di provocare vampate di esaltazione energetica, voglia di vivere ed esplosioni di creatività relazionale ma è analcolica e innocua. Anzi, come dice il nome, FA BENE!
Nel primo video potete vedere la vera autentica ricetta originale della bevanda taumaturgica, panacea di ogni male fisico e sentimentale. Il secondo video mostra invece gli effetti della bibita sul corpo e sull’anima di Paolo Rossi.
Sperando che questa bibita proveniente dalla più nera Africa Nera sparga benessere in questa estate tormentata vogliamo ringraziare la compagnia teatrale italomozambicana O teatro faz bem che è qui alla Libera Università di Alcatraz a provare uno spettacolo comico di educazione sanitaria che verrà recitato nei villaggi sperduti nella foresta del nord Mozambico.
Si tratta di un progetto basato sullo scambio culturale, il testo l’ho scritto sulla base delle indicazioni di questi attori ed è basato sulle chiavi comiche locali (abbiamo scovato addirittura una specie di Arlecchino mozambicano e una storia che sembra uscire dal Decamerone!). L’obiettivo di questa impresa (www.ilteatrofabene.it) è avvicinare gli abitanti di questi villaggi alla medicina moderna. Attualmente Medici con l’Africa Cuamm in collaborazione con Eni Foundation, offre strutture sanitarie, sale operatorie e medicine gratuitamente, e sta sviluppando un programma di collaborazione con gli sciamani locali (curanderi) depositari di antiche cure naturali. Ma c’è bisogno di diffondere il più possibile la conoscenza delle opportunità a disposizione degli abitanti, in particolare delle donne in attesa di un figlio.
Il diffondersi di semplici pratiche come l’ecografia o le analisi del sangue, possono evitare grossi problemi che è facile prevenire.
La scelta del teatro come strumento di informazione deriva dal fatto che si tratta di aree dove non c’è energia elettrica quindi non ci sono televisori né internet e tanto meno l’abitudine di leggere libri o giornali.
Insomma, si tratta di un progetto che potrebbe rivelarsi molto utile e che ci sta arricchendo grazie allo scambio culturale sul quale è basato.
E ci pare tanto più interessante imparare da questi nostri amici anche un altro modo di bere.
E ci è parso buona cosa impararlo da un gruppo di extraeuropei in un momento di pessimo rigurgito razzista…
Un bicchiere di Mozambico fa Bene ti dà l’energia per ballare tutta la notte! Garantito al limone!

 

Qui il video della ricetta

Seguici anche sui social
Facebook, YouTube, Twitter, Pinterest, Instagram
www.ilteatrofabene.it

Cosa ci manca per cambiare il mondo?

Stefano Benni sta parlando in palestra dell’immaginazione.
Racconta che secondo recenti ricerche neurologiche ogni volta che ti viene in mente un’idea fantastica subito il tuo cervello produce uno sciame di pensieri repressivi che cercano di fermarti: non si può fare; stai con i piedi per terra; non volare alto; già qualcun altro ci avrà pensato; se ci provi fai farai brutta figura; ti daranno addosso, eccetera.
Nella testa abbiamo neuroni atavici che adorano la sicurezza del già visto, del conosciuto. Circuiti neurali che vivono qualunque cambiamento come una minaccia potenziale. Modalità emotive figlie della vita nella foresta primordiale dove qualunque mutamento poteva nascondere l’arrivo della tigre con i denti a sciabola. Per questo siamo così bravi a identificare e incasellare, quando tutto quel che ci circonda è conosciuto il cervello gode e secerne dopamina. Per questo il cambiamento repentino crea reazioni di malessere: il cervello ci nega il piacere della dopamina.
La mente non solo mente, è pure reazionaria!

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO

Guido Catalano e due video pazzeschi

Un video pazzesco: “tu sei Superman, tu hai venduto Peter Pan” di Luca Bassanese, testo di Jacopo Fo. L’hai visto? Imperdibile!
VIDEO

Altro video pazzesco: L'Orage Band: "L'Orage" - Georges Brassens - feat. Erriquez - Bandabardò
VIDEO

Al video partecipa anche Guido Catalano grandissimo poeta.
Di seguito una sua bellissima poesia.

ogni volta
- ogni volta che mi dai un bacio, muore un nazista
– avremmo dovuto conoscerci durante la Seconda Guerra Mondiale, non trovi?

– ogni volta che mi dici che ti manco, un camionista sorride
– cosa c’entra?

– non lo so, mi piaceva l’immagine di un camionista stanco che percorre la sua lunga interminabile strada dall’est all’ovest sul suo gigantesco autoarticolato e a un certo punto sorride, senza sapere neanche lui il perché
– sei strano tu

– ogni volta che facciamo l’amore, ringiovanisco di tre anni
– allora dobbiamo stare attenti, che non vorrei una mattina o l’altra, svegliarmi accanto a un bimbo

– ogni volta che vedo la luna che galleggia piena e gialla sulla mia città penso che anche tu, dalla tua città, se alzi il naso, vedi la mia stessa luna piena e gialla e tutto ciò mi sembra meraviglioso e romantico e bellissimo
– poi capisci che stai rincoglionendo?

– sì
– eh

– ogni volta che penso alla possibilità di perderti, il mio cuore si ferma per cinque secondi
– ho un amico cardiologo, ti do il numero

– ogni volta che mi dici che m’ami divento cintura nera di felicità settimo dan
– io non t’ho mai detto che t’amo

– c’è sempre una prima volta
– sembri molto sicuro di te

– non credi che io abbia un sacco di buoni motivi per esserlo?
– vuoi la verità?

– non so se sono pronto alla verità, baciami
e sia, un nazista in meno.

Guido Catalano

Jacopo Fo: La bellezza brucia


(canzone)

Solo storie apparenti
Sul pianeta dei delinquenti
milioni
di seni siliconati
Miliardi
di capelli trapiantati

rampicanti di cemento e dolore
che tolgono la luce del sole
il cattivo odore
delle città bagnate dal sudore
il portafoglio pieno
di veleno

La bellezza brucia
 
Immensi eserciti di anime asfaltate
Incolonnate
Nelle strade bloccate
Il dito della storia, nel culo della gente
Che guarda la guerra indifferente

Solo storie apparenti
Sul pianeta dei delinquenti
E cervelli trasparenti
Sgorgati coi solventi
dai sentimenti

E’ peccato
l’assenza di significato!

Mille automobili
in coda
sull’asfalto rovente
immobili

Auto sempre più veloci
delirio incontinente
bloccato agli incroci
della mente

(Fraseggio accelerato)
In televisione
Ragazze perfette
Fanno intravedere le tette

Ma come stanno su
I seni in tv?
Ma come stanno su
I seni in tv?

Effetti speciali
Spaziali
nascondono crimini
minimi
subliminali

niente amore
e neanche sesso
solo una sorda, solitaria
brama di possesso

La merda va su
La merda va giù
Ha riempito tutta la tv

Se verrà l’Apocalisse non avrete scuse
Le vostre anime sono chiuse

(Parlato)
No
No
No
Non sei buono
Hai solo fatto il condono

Il vuoto nella testa
brividi e tempesta
non c’è perdono per i tuoi crimini
niente perdono per i tuoi limiti

Ti devi pentire
Lo devi dire

una vita usa e getta
la vivi troppo in fretta
di ogni giorno non ti resta niente
solo la sete dell’inesistente

Guarda sullo schermo panoramico
Il tuo delirio epatico
Prendi una pillola se non vuoi capire
Prendi una pillola se vuoi morire

Schermi sempre accesi
Sui desideri obesi
L’economia del dolore
uccide il sapore

Il panino speciale
fa male
all’anima immortale

Un posto prenotato nel governo
E un attico pronto giù all’inferno

Venditori di vuoto all’ingrosso
Signori del paradosso
sesso senza passione
basso livello di percezione

Continuate a guardare la tv
Prima o poi non ci sarà più

Esplode il cocktail analcolico Mozambico fa bene!

Esplode il cocktail analcolico Mozambico fa bene! Sostieni la campagna!

Sostieni la campagna!

Dopo il successo dei video che ho girato con Paolo Rossi, la nostra risposta analcolica ai pericoli degli sballi estivi sta mietendo successi e i primi festival e discoteche stanno iniziando a offrire la bevanda corroborante, esaltante e salutista. Dopo il successo del cocktail alla discoteca Cielo di Ponte San Giovanni, Perugia altre città stanno aderendo, dall’Emilia Romagna alla Sicilia. Aiutaci a far montare a panna questa iniziativa umanista! L’idea è che ogni locale realizzi un video sulle reazioni degli ospiti a questa bevanda mozambicana e quindi fare un censimento dei locali che aderiscono. Ma accettiamo anche contributi domestici: offri Mozambico fa bene, fa bene alla tua festa di compleanno!

Pubblica il video con l'hashtag #MozambicoFaBene !

Paolo Rossi: “Laboratorio spettacolarizzato” alla Libera Università di Alcatraz


Sabato 22 agosto, alle ore 21.30, Paolo Rossi terrà un “Laboratorio Spettacolarizzato” coinvolgendo gli ospiti dell’agriturismo di Jacopo Fo alla Libera Università di Alcatraz, Gubbio (PG).
“È un metodo che uso con la mia compagnia e quando faccio lezione” racconta Paolo Rossi, “i partecipanti vengono invitati a recitare in piccole scene, esercizi che hanno una resa teatrale, io sono sempre presente e li guido”.
Il risultato è molto divertente sia per chi partecipa attivamente che per chi assiste.
Possibilità di partecipare al laboratorio e di cenare al ristorante di Alcatraz.
Informazioni e prenotazioni: Telefono 0759229938-14 – E-mail info@alcatraz.it
www.alcatraz.it
Libera Università di Alcatraz – Loc. Santa Cristina 53, 06020 Gubbio (PG)

Un Museo per l’Archivio Franca Rame e Dario Fo, in Svezia o in Italia


Il quotidiano svedese “Dagens Nyheter” ha pubblicato un’intervista a Dario e Jacopo Fo nella quale si parla della possibilità di trasferire in Svezia tutto l’archivio di famiglia. Questo articolo è stato ripreso da alcuni periodici italiani dando per definitiva la decisione, il che non risponde al vero, e reputiamo quindi che sia opportuno ristabilire la verità dei fatti.
Da anni cerchiamo un luogo dove realizzare un archivio-museo dinamico multimediale, che raccolga l’enorme quantità di documenti, dipinti, fotografie, video, elementi scenici e costumi che Franca Rame ha raccolto minuziosamente per più di 60 anni.
Nonostante i ripetuti sforzi per trovare una collocazione per questo patrimonio unico nel suo genere, non si è trovato nessun interesse da parte delle istituzioni italiane come non c’è mai stata disponibilità da parte delle autorità culturali verso le nostre innumerevoli proposte nel settore dell'impresa culturale e della formazione.
Visto questo disinteresse, abbiamo iniziato a cercare la possibilità di creare un luogo di esposizione e di produzione culturale in altri paesi europei.
Si è così arrivati ad aprire una trattativa con le istituzioni svedesi che da tempo hanno dimostrato di apprezzare il lavoro di Dario Fo e Franca Rame, tra l’altro con l’attribuzione del Premio Nobel.
Questi contatti hanno come obiettivo la creazione di un museo fisico e di un museo interattivo digitale (la versione web dell’archivio è oggi consultabile in www.archivio.francarame.it e contiene più di mezzo milione di file).
Al momento non è stato concluso un accordo definitivo con le autorità svedesi.
Contemporaneamente, per la prima volta, alcuni mesi fa, il Ministero dei Beni Culturali e la Direzione Generale degli Archivi di Stato, hanno mostrato interesse alla possibilità di trovare una collocazione espositiva in Italia per questi materiali. Ci sono stati diversi incontri e anche alle autorità italiane abbiamo presentato il nostro progetto che mira alla creazione di uno spazio che non sia semplice esposizione ma offra ai visitatori un’esperienza realmente spettacolare, un insieme di racconto, viaggio sulle scene e gioco teatrale. Anche in questo caso siamo solo ai contatti preliminari.
Nei prossimi mesi verificheremo la concretezza delle proposte italiane e svedesi e anche la reale disponibilità di altri paesi europei ai quali ci siamo da tempo rivolti.

Per il Collettivo Teatrale Fo Rame
Jacopo Fo

Lo spirito del Festival Ecofuturo: 1-6 settembre 2015 ad Alcatraz

Dove e quando si tiene il Festival EcoFuturo?
La sede del Festival è la Libera Università di Alcatraz, in Località Santa Cristina, Gubbio (PG).
Il festival aprirà ufficialmente martedì 1 settembre alle 9,00 per concludersi domenica 6 settembre alle 19,00.

Dove posso trovare il programma completo della manifestazione?
A questo link tutte le informazioni utili: il programma e gli ospiti.

Come posso raggiungere Alcatraz?
La Libera Università di Alcatraz è in Umbria, sotto il comune di Gubbio, in una frazione detta Santa Cristina, ma attenzione! da non confondere con Santa Cristina di Gubbio che invece è un paese. Qui tutte le informazioni per arrivare.

CONTINUA A LEGGERE

Condividi contenuti