Indice del blog, argomenti principali Tutto sullo Yoga Demenziale Fumetti, disegni, arte
Le notizie di Cacao I migliori video della rete, teatro, Jacopo Fo, Dario Fo Tutti gli articoli di Jacopo Fo

VACANZE ESTIVE PER BAMBINI E GENITORI ALLA LIBERA UNIVERSITA' DI ALCATRAZ

VACANZE ESTIVE PER BAMBINI E GENITORI ALLA LIBERA UNIVERSITA' DI ALCATRAZ

IN VACANZA GIOCHIAMO INSIEME - DATE 2016

Trascorrere una vacanza con i vostri figli per una settimana nel verde della Libera Università di Alcatraz, esplorare insieme la natura dell’Umbria passeggiando nel bosco e lungo il fiume, condividere le giornate  partecipando ai laboratori creativi e andando in piscina.
Per i bambini e per i ragazzi, insieme alla mamma o al papà, una settimana vacanza unica e indimenticabile, accompagnati da animatori,  guide ambientali,  cuoche dolcissime e artisti clown. Un’esperienza rilassante ed istruttiva sia per i genitori che per i figli. Trascorrere una settimana in campagna, insieme ad altri bambini e ad altri genitori, con attività organizzate per soddisfare necessità e desideri di tutti.
Settimane vacanza suddivise a seconda dell’età dei vostri figli, ogni settimana un tema diverso, dalla scienza al teatro, dalla musica ai videogiochi, per appassionare bambini, ragazzi e genitori e partecipare insieme a tutte le attività senza la paura di annoiarsi!

- Dal 24 giugno al 1° luglio: Come ti plasmo un videogioco (10-13 anni)
Per info sulle attività di questa settimana clicca qui

- Dal 1° all'8 luglio: Arte, Favole e Natura (3-7 anni)
Per info sulle attività di questa settimana clicca qui

- Dall'8 al 15 luglio: Scienza, Natura ed Ecologia (7-13 anni)
Per info sulle attività di questa settimana clicca qui

- Dal 7 al 13 agosto: Giochiamo a suonare? (9-15 anni)
Per info sulle attività di questa settimana clicca qui

Per info e prenotazioni scrivi a info@alcatraz.it

Il Teatro Fa Bene: la web serie

Stanno uscendo settimanalmente le puntate della web serie che racconta la nostra avventura in Mozambico con il progetto Il Teatro Fa Bene (http://www.ilteatrofabene.it/).
L’iniziativa prevede la creazione di uno spettacolo teatrale, con attori mozambicani, che possa aiutare le donne in stato di gravidanza dei villaggi del nord del Paese.

Settima puntata Alcatraz

 

Le altre puntate della web serie de Il Teatro Fa Bene uscite finora

La cultura è faticosa

I bambini del remoto villaggio cinese di Atuler, nella provincia di Sichuan, impiegano circa 90 minuti per andare a scuola. Niente di strano in tempi di grande traffico, se non fosse che in questo caso il tempo dei bimbi è impiegato a scalare una parete rocciosa alta 800 metri arrampicandosi su scalette sospese su un dirupo.
In Cina l’educazione la prendono proprio sul serio.
(Fonte: Repubblica)

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI CACAO DI OGGI

Spolveriamoci: come evitare 54 mila morti per inquinamento

Il 18 maggio 2016 il gruppo di EcoFuturo, all’interno dell’iniziativa “Spolveriamoci”, ha presentato in Senato un decalogo per combattere l’inquinamento delle città.
Di seguito l’intervento di Jacopo Fo e sotto il decalogo.

 

DECALOGO PER MUOVERSI SENZA SOFFOCARE

EcoFuturo SpolveriamociPRIMO: ANDARE A PIEDI E IN BICI
La più bella risposta in città è andare a piedi, poi certamente andare in bicicletta ma il tributo di sangue dei pedoni e dei ciclisti è palese nelle statistiche e nelle cronache, per questo occorre che i soggetti deboli vengano protetti da scelte urbanistiche e di politica dei trasporti coerente. Ovvero bassa velocità di norma a 30 km/h e al massimo 50 km/h escluso le tangenziali veloci, inoltre piste ciclabili in tutte le forme possibili, aree pedonali/ciclabili (anche il ciclista deve dare la precedenza ai pedoni sempre, utilizzando luci e campanelli e una ragionevole velocità) zone a traffico limitato, strade a protezione rafforzata.

SECONDO: ANDARE ELETTRICI
L'uso dei mezzi elettrici a partire da biciclette, motorini, veicoli senza patente a due posti, auto, furgoni, autobus è la madre di tutte le battaglie e subito le zone a traffico limitato devono essere aperte solo ai mezzi interamente elettrici sempre e con la semplice comunicazione inoltre devono essere autorizzate senza complicazioni, il montaggio di colonnine o prese di ricarica privata e pubblica in ogni dove, con concessione di spazio parcheggio dedicato solo ai veicoli elettrici davanti alla colonnina. La colonnina privata deve essere messa a disposizione di tutti obbligatoriamente, previo accordo oneroso ma regolato da accordo pubblico. Favorire in ogni modo lo sviluppo della riconversione delle vecchie auto endotermiche con il kit a motore elettrico.

TERZO :MEZZI PUBBLICI E CAMION PRIVATI SOLO A BIO GNL
La maggior parte delle polveri sottili deriva dai motori pesanti a gasolio, oggi sono in commercio Autobus e Camion a GNL che riducono di oltre il 70% le polveri sottili senza perdere potenza e consentendo autonomie di percorrenza molto importanti.Sono da tempo in uso anche gli autobus a metano compresso (CNG) occorre un provvedimento del governo centrale che escluda dalle gare di acquisto di nuovi mezzi il motore a gasolio e benzina in maniera definitiva. I tempi di una simile rivoluzione sarebbero però lunghissimi a causa dei problemi finanziari ma finalmente abbiamo a disposizione tecnologie tutte italiane per la trasformazione dei motori a gasolio in circolazione in motori bi-fuel (metano GNL e gasolio) e per la sostituzione dell'intero motore da gasolio a gas. Grazie al costo inferiore del metano rispetto al gasolio una riconversione di tutti i motori con questi sistemi si ripaga con il risparmio indotto sul consumo di gasolio. Il gas metano può essere prelevato dalla rete ma la vera svolta è la produzione di biometano liquido rinnovabile dal compostaggio dei rifiuti umidi urbani e dalla filiera del #biogasfattobene che, in una nuova alleanza città campagna, senza uso di chimica e mantenendo lo stesso livello di produzione food, è in condizione di autoprodurre gran parte del fabbisogno di biometano liquido necessario alla mobilità. (Km percorribili per ettaro).

QUARTO: CONDIVIDERE
Car sharing elettrico, noleggio elettrico per entrare in città e comunque condivisione su ogni uso anche periferico delle automobili. Bike sharing e Bike sharing elettrico. Ridurre l'occupazione di suolo pubblico da autovetture private è fondamentale per restituire l'uso facile e non pericoloso della città agli esseri umani e agli animali. Bla Bla Car e tutte le altre app per muoversi insieme saranno alleati per un futuro in cui la mobilità non sia assolutamente inefficiente dal punto di vista energetico.

QUINTO : ASFALTI DRENANTI E SENZA PETROLIO
Un asfalto senza bitume e drenante non aumenta la temperatura a terra, ingloba le polveri sottili e le dilava con le piogge, sottraendole al rilancio fatto dai pneumatici che generano deleteri fenomeni di risospensione.
Un asfalto senza petrolio ci aiuta a combattere le isole di calore urbano anche con la variazione di colore, evitando che per la gran parte degli acquazzoni non avvengano fenomeni di allagamento immediato.

SESTO: RISCALDARE E RAFFRESCARE CON LA GEOTERMIA
Gli impianti di riscaldamento possono essere riconvertiti con le pompe di calore e se ci sono gli spazi per fare sonde (oppure pozzi in aree in eccesso idrico come Milano) la riconversione regina è costituita dallo scambio geotermico. La geotermia a bassa temperatura ci dà sia calore d'inverno che fresco d'estate, combattendo l'isola di calore all'esterno degli edifici, determinata oggi dagli impianti di condizionamento tradizionali.

SETTIMO: TELERISCALDARE E COGENERARE
L'uso dei combustibili fossili o bio per il semplice riscaldamento è una bestemmia ecologica e economica. Cogenerazione e trigenerazione devono essere resi obbligatori per tutte le strutture pubbliche e per tutte le istituzioni come banche, ospedali ecc. Occorre una linea finanziaria di prestito che svincoli gli enti pubblici dal patto di stabilità per questa riconversione, capace di portare immediati benefici economici ed infiniti benefici per la lotta alle polveri sottili e agli inquinanti cittadini.

OTTAVO: RINVERDIRE
Il verde in ogni spazio disponibile è un alleato fondamentale per ombreggiare, per assorbire CO2, per riprodurre ossigeno. Il verde va ripiantumato in ogni spazio residuale cittadino,vanno ricoperti tutti i muri di scarso valore come vanno inerbiti tutti i tetti che ne abbiano la giusta conformazione. Il riequilibrio cromatico, l'effetto barriera su rumore ed inquinante oltre alle caratteristiche di Carbon Captur rendono la presenza intensiva in ogni micro o grande spazio urbano una delle strategie basilari per la rinascita ecologica delle città .

NONO: ABBANDONARE GLI EQUIVOCI
Chiedere auto euro 6 e autorizzando nel contempo le minicar diesel superinquinanti.
Incentivare con i fondi del trasporto pubblico locale gli autobus scoperti per i tour turistici nei centri storici a gasolio.
Consentire ancora l'acquisto di Taxi non elettrici a metano o ibridi.
Dare nuove licenze di taxi anche a chi non ha una auto elettrica.
Consentire le consegne con mezzi a gasolio nelle zone a traffico limitato

DECIMO: POTENZIARE I TRASPORTI PUBBLICI
“Last but not least”, potenziare i trasporti pubblici ovviamente senza motorizzazioni a gasolio e renderli flessibili alle esigenze orarie e territoriali. Far girare autobus vuoti è un contributo all'inquinamento e non la sua soluzione. Integrare l'offerta di pubblico trasporto con le offerte dei taxi (solo con i possessori di taxi eco) con i siti di condivisione come Bla Bla Car, My Cicero e le numerose altre esperienze di condivisione di veicoli.

Fonte: Ecquologia

Clicca qui per vedere gli altri video di Spolveriamoci

Salvati a migliaia grazie al trapianto di feci!

Non è uno scherzo! Il trapianto di feci è una terapia formidabile che sta portando alla guarigione da svariati malanni migliaia di persone.

Abbiamo più volte parlato dell’importanza dei batteri nella nostra vita e di quanto siano pericolose le imprese che pubblicizzano prodotti che sterminano i batteri che vivono nella nostra casa.

Miliardi di batteri amici vivono intorno a noi, sul nostro corpo e dentro di noi. Senza questi miliardi di miliardi di amici saremmo molto soli e soprattutto vivremmo pochissimo. Sono i batteri amici che ci difendono dai batteri nocivi.

Un esercito che a confronto le legioni romane sono quattro gatti (vedi)

Recentemente si è scoperto che, siccome ognuno di noi ha una diversa composizione della popolazione batterica, si può scoprire se una persona è entrata in una stanza analizzando le diverse percentuali di razze batteriche che ha lasciato. Cioè, esiste la possibilità di leggere la /traccia batterica /di una persona… Persiste in una stanza per almeno 4 ore… (Criminali tremate! Le impronte digitali sono superate!).

Ma la composizione della popolazione batterica è importante anche per la salute. Si è scoperto che alcune malattie sono causate dall’assenza di specifiche razze batteriche dentro il nostro organismo.

In particolare si è sperimentato che alcune malattie scompaiono se si diversifica la multietnicità dei batteri che vivono nell’ultimo tratto dell’intestino. Insomma, ci servono batteri extracomunitari (biodiversità è bello). Questi batteri non si possono però introdurre nell’organismo per via orale perché non sono adatti a superare la barriera costituita dagli acidi tremendi che produciamo nello stomaco. La soluzione è stata quella di andarli a prendere nelle feci di individui batteriodotati e infilarli in una comoda supposta (suppongo che si usi una supposta, cioè, spero che sia così… Sennò che schifo infilare la cacca di uno nel culo di un altro!) Comunque fa un sacco bene.
 

CONTINUA A LEGGERE CACAO DELLA DOMENICA

La scatola delle meraviglie

Cara Franca,
domani, 29 maggio sono tre anni che ci hai fatto il brutto scherzo di andartene.
Sono accadute un po’ di cose in questi tre anni. Pensa, quest’anno a marzo si è aperto uno spazio tutto tuo e di Dario all’Archivio di Stato di Verona.
Ne saresti fiera, tu che sei stata una grande archivista, oltre a tutto il resto.
Bellissimo lo spazio a Verona, all’inaugurazione c’erano un sacco di amici, tra i quali anche Donato Sartori, l’artigiano delle maschere che dopo poche settimane ti avrebbe raggiunto lì nel Paradiso degli artisti.
E pensare che la tua passione per la conservazione è partita dalle carte delle arance...
La scatola delle meraviglie - Una vita all’improvvisa

Da anni tutto ciò che mi passa per le mani, lo conservo. Iniziai da piccola. A cinque anni?…Bho.
Avete in mente le arance? Una volta le comperavi avvolte in carta velina, dipinta con disegni magnifici. Le scartavo con delicatezza… le lisciavo con le mani…e una…e due…e dieci…e…Le tenevo gelosamente, erano le prime cose mie della mia vita. Non ne buttavo nemmeno una. Ogni tanto me le rimiravo. La grande felicità l’ho avuta quando ho mostrato il mio tesoro alla cara amica Luisa Caccivio. Sbalordita era! S’è messa a collezionarle pure lei…Ci scambiavamo le doppie, come fossero preziosi francobolli.
Ora le vendono nude e crude le arance, in sacchetti di rete rossa…orrendi. (...)

CONTINUA A LEGGERE CACAO DI OGGI

Alcatraz Channel: il Teatro di Dario Fo e Franca Rame, La signora è da buttare

“Commedia per soli clown” la definì Dario Fo all’epoca del debutto, nel 1967. E, in effetti, per chi conosce l’origine e il carattere della sua immaginazione, era inevitabile che prima o poi egli approdasse al circo, caro ai surrealisti degli anni Venti e Trenta.

Clicca qui per vedere tutti i video di Alcatraz Channel

Per acquistare il dvd dello spettacolo
 

Un’opera d’arte straordinaria

Un po’ ce lo siamo detti tutti davanti a un’opera d’arte contemporanea, specie davanti a certe istallazioni: e che ci vuole? Se lo è detto anche il 17enne TJ Khayatan, in visita con alcuni amici al Moma di San Francisco.
E allora ha pensato bene di fare uno scherzo: si è sfilato gli occhiali e li ha appoggiati a terra. E dopo pochi minuti un bel po’ di visitatori si sono fermati davanti al capolavoro.
Sono ancora lì che si chiedono che cosa volesse rappresentare l’autore: la decisione di abbandonare la visione miope del mondo?
(Fonte: Adn Kronos)

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI CACAO DI OGGI

Una App gratuita di Jacopo Fo: Godolo, la Macchina Narrante

Una App gratuita di Jacopo Fo: Godolo, la Macchina NarranteUn assistente olistico, un trainer filosofico, una sfida alla tua fantasia: connettere significati, simboli e parole per regalarti un tempo di riflessione sul momento che stai vivendo.
Esplora la magia dell’antica saggezza, in versione digitale!

Dopo anni di lavoro e incredibili esperimenti i Laboratori Segreti di Alcatraz hanno finalmente editato per Apple e Android, Godolo l’Oracolo: un consigliere indispensabile per gli abitanti del pianeta all’alba del terzo millennio! (sempre a portata di mano sul tuo smartphone)
Entri nella app e ti viene chiesto di soffiare per far suonare il corno e far volare una farfalla che sceglie per te una carta. Appare così una prima carta che contiene un racconto e un disegno. Chi consulta può ottenere ogni volta 4 carte che insieme costituiscono un viaggio, un motivo di riflessione, un racconto appassionante.
Nessuna pretesa di magia mistica ma uno straordinario gioco letterario basato sul potere della casualità e delle coincidenze.
Jung affermò la legge fisica della sincronicità: in qualunque momento, qualunque azione noi si compia, qualunque particolare di ciò che ci circonda, sono interconnessi con l’attimo che stiamo vivendo. Affidandoci alla fantasia, alle associazioni mentali, alle suggestioni e alle evocazioni, possiamo mettere in moto un processo inconscio che trova connessioni tra un testo estratto casualmente da una sterminata biblioteca e la direzione della nostra vita.
Un linguaggio basato su testo e immagine. Un testo che può essere un racconto di un’impresa impossibile, un’informazione scientifica, il titolo e la trama di un film comico, un aforisma, una massima di inossidabile saggezza.
Un’immagine che affonda il proprio significato negli archetipi delle forme e dei colori.
Un gioco, che come tutti i giochi contiene la magia del mondo, un gioco fatto di parole e di simboli disegnati, altre fonti di magie.

Questa app è stata realizzata con la collaborazione degli allievi del corso di formazione professionale per la realizzazione di animazioni e app, docenti Fabio Folla e Davide Arcinotti. Il finissaggio, la revisione e l’edizione on line sono stati realizzati da Stefano Pietra.

Link per scaricare l'app Godolo

IOS
https://itunes.apple.com/us/app/godolo-oracolo-virtuale/id1074737472

 

ANDROID
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.crifano.godolo

Il gatto è una spia

"Può assicurare alla Camera che il suo gatto non è una spia al servizio della Commissione europea?". Questa la domanda che il parlamentare conservatore Keith Simpson (un nome, un destino…) ha rivolto al ministro degli Esteri inglese Philip Hammond.
Palmerstone, questo il nome del gatto, vive nella sede del Foreign Office e lavora come cacciatore di topi: da qui la perplessità di Simpson che si chiede: "Palmerstone è stato controllato dai servizi di sicurezza e dal controspionaggio?".
Il ministro ha rassicurato tutti, mentre il gatto chiedeva al bar un Martini agitato, non mescolato.
(Fonte: Ansa.it)

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI CACAO DI OGGI

Condividi contenuti