Gela Le Radici del Futuro

Abbonamento a feed Gela Le Radici del Futuro Gela Le Radici del Futuro
turismo | arte | cultura | storia | natura | mare |
Aggiornato: 2 ore 21 min fa

Settimo Episodio | Damiano

Dom, 06/28/2020 - 01:16

Ultima puntata: si va al ristorante Rossini “Se non facessi il ristoratore mi piacerebbe fare… il barman.” Benvenuti nel ristorante di Damiano Rossini. Oltre 200 etichette di vini e un sushi che è tutto da scoprire. Così come è da scoprire il rapporto con il mare… Arrivederci alla prossima stagione!

L'articolo Settimo Episodio | Damiano proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Adotta un’area verde!

Ven, 06/26/2020 - 15:24

Non tutti sanno che dallo scorso 24 febbraio è entrata in vigore una delibera del Consiglio comunale che permette ai cittadini di adoperarsi per la tutela del verde pubblico. Attraverso il sito del Comune di Gela è possibile candidarsi per l’adozione di aree verdi, parchi gioco e fontane pubbliche. Tramite una convenzione rinnovabile, per i prossimi tre anni i cittadini avranno la possibilità di contribuire alla cura degli arredi urbani, alla loro tutela e alla loro valorizzazione.

Un’opportunità che era stata quasi dimenticata, complici i mesi di lockdown a causa della pandemia Covid-19 che non ha permesso ai gelesi di dedicarsi in prima persona alla salvaguardia ambientale.  Proprio per questa ragione, in questi giorni il sindaco Lucio Greco e l’assessore all’ambiente Grazia Robilatte sono intervenuti per ricordare la presenza di tale iniziativa, già avviata in altre realtà.

“Questa è un’occasione da cogliere al volo, se si hanno a cuore le sorti della propria città, – affermano il sindaco e l’assessore – e invitiamo tutti ( commercianti e imprese in primis, ma anche associazioni, circoli, comitati, organizzazioni di volontariato, parrocchie ed enti religiosi, soggetti giuridici e scuole) a dare la propria disponibilità. “ In tal modo, si spera di limitare o evitare del tutto i danni dovuti ad eventuali atti vandalici e lassismo.

Secondo la visione dell’Amministrazione, oltre a stimolare il senso di appartenenza, ciò creerebbe percorsi di cittadinanza attiva come occasioni d’aggregazione sociale che favoriscono i rapporti interpersonali e la conoscenza dell’ambiente urbano.

L'articolo Adotta un’area verde! proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Sesto Episodio | Nuccia

Gio, 06/25/2020 - 08:26

Forse i miei dolci sono buoni perché prima di tutto piacciono a me Vi siete lasciati uno spazio per i dolci? Entriamo nella pasticceria di Nuccia Di Liberto, una pasticceria tutta al femminile! “All’inizio mi è stato detto che questa attività non poteva essere gestita da una donna ma io ho dimostrato che siamo in grado di farlo e anche bene.”

L'articolo Sesto Episodio | Nuccia proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Le eccellenze alimentari di Gela diventano una web serie

Mar, 06/23/2020 - 15:07

Da Adnkronos del 17/06/2020

Le tradizioni gastronomiche e le eccellenze alimentari di Gela protagoniste di una web serie. Dopo il successo della prima stagione, torna ‘Italia Sicilia Gela’, regia di Iacopo Patierno, realizzata nell’ambito del progetto ‘Gela Le Radici Del Futuro’. Sette nuove puntate (2 a settimana in onda dal 10 al 28 giugno) dedicate alle eccellenze alimentari e agricole del territorio gelese, raccontate dai protagonisti: la cena di San Giuseppe organizzata da Giusy, il carciofo violetto raccontato da Cristian, il pane di Michael, la ricotta di Emanuele e Giuseppe e tanto altro ancora. (VIDEO)

“Ho scelto di raccontare il cibo perché dal primo giorno che sono arrivato a Gela mi sono accorto che si mangiava veramente bene e soprattutto ho incontrato persone che producono prodotti molto legati alla tradizione che guardano anche all’innovazione” afferma all’Adnkronos, il regista Iacopo Patierno che aggiunge: “Sono ormai 2 anni che sto riprendendo questa città ed è una fortuna che mi è stata concessa. A livello professionale è una sfida quotidiana anche per la prossima stagione, della quale non posso svelare il tema, ma posso dire che sarà divertente”.

Fonte: https://www.adnkronos.com/2020/06/17/eccellenze-alimentari-gela-diventano-una-web-serie_6q1nh6KJoPMmnLpCXY6G5N.html?refresh_ce

L'articolo Le eccellenze alimentari di Gela diventano una web serie proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Quinta Puntata | Graziano

Lun, 06/22/2020 - 19:40

Nel piatto dei gelesi l’arancino non deve mancare mai Io di solito parlo sempre con gli arancini e gli dico: “Tu sei più bello di quello che verrà dopo”, così non si ingelosiscono. Benvenuti nella rosticceria di Graziano Di Dio!

 

L'articolo Quinta Puntata | Graziano proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Quarta Puntata | I Pisanos

Gio, 06/18/2020 - 22:14

Emanuele e Giuseppe Pisano sono padre e figlio e insieme gestiscono una piccola azienda agricola che produce ricotta di pecora. “La prima cosa che ho mangiato da bambino è stata la ricotta… mi è sempre piaciuta tanto!”

L'articolo Quarta Puntata | I Pisanos proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Terza Puntata | Michael

Lun, 06/15/2020 - 22:50

Entriamo nel panificio di Michael Cassarino e scopriamo l’arte di preparare il pane, un’altra delle specialità di Gela. “Siccome da piccolo ero un po’ monello mio papà mi mandava a lavorare dal nostro panettiere di fiducia e così mi sono appassionato a questo lavoro”. Ma come mai il pane di Gela è così buono?

L'articolo Terza Puntata | Michael proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Seconda Puntata | Cristian

Ven, 06/12/2020 - 23:18

Cristian Capizzello è un agronomo gelese e nell’azienda di famiglia coltiva carciofi e cereali. Non usa intermediari, vende solo al dettaglio e ha imparato il rapporto con la terra dagli insegnamenti del nonno. In questa puntata Cristian ci guida in un viaggio nel mondo dell’agricoltura gelese. In un supermercato ha trovato delle fave essiccate provenienti dall’Australia: “Ma che in Sicilia mancano fave?!?”

L'articolo Seconda Puntata | Cristian proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Primo Episodio | Giusy

Mar, 06/09/2020 - 22:35

Bentornati a Gela! Nuovo ciclo di sette puntate per scoprire questo territorio attraverso le sue tradizioni gastronomiche ed eccellenze alimentari.
Si inizia con Giusy Caci che ci racconta la tradizionale Cena di San Giuseppe, dove si offre cibo ai bisognosi. (https://www.gelaleradicidelfuturo.com/feste-e-tradizioni/cene-di-san-giuseppe/)
“Vorrei che Gela fosse un piatto che tutti vogliono gustare”.

L'articolo Primo Episodio | Giusy proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Italia Sicilia Gela: il trailer della seconda stagione

Mar, 06/09/2020 - 22:27

Regia di Iacopo Patierno e prodotta all’interno del progetto Gela Le Radici Del Futuro da Jacopo Fo srl – Gruppo Atlantide con il sostegno di Eni, anche la seconda stagione della webserie Italia Sicilia Gela si articola in 7 episodi, tutti visibili gratuitamente e disponibili anche sottotitolati in inglese.

Nella prima stagione abbiamo iniziato a conoscere le meraviglie di Gela, un territorio ricco di storia e con un potenziale turistico enorme.
Oltre a tutto questo a Gela si mangia benissimo!

E’ proprio al cibo, alle tradizioni gastronomiche di Gela, alle eccellenze alimentari e a chi le produce è dedicato il secondo ciclo di puntate della web serie Italia Sicilia Gela.

La cena di San Giuseppe raccontata da Giusy, il carciofo violetto raccontato da Cristian, il pane di Michael, la ricotta di Emanuele e Giuseppe… e non possiamo svelarvi tutto!!!

L'articolo Italia Sicilia Gela: il trailer della seconda stagione proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

“Bab Al Bahr”, la porta della pace

Ven, 06/05/2020 - 19:16

Era luglio del 2004 quando furono ultimati i lavori della Bab Al Bahr, ossia la Porta della Pace sita sull’estremità del lungomare (lato rotonda ad est di Macchitella). L’installazione, realizzata dall’artista Nunzio Pino, rappresenta un portale che guarda verso il mare in direzione di Gerusalemme, Città Santa simbolo delle religioni monoteistiche, e più genericamente, verso l’Oriente.

L’opera, di colore di base bianco, è stata realizzata in cemento armato, costituita da due muri-pilastro posti frontalmente l’uno rispetto all’altro e collegati da un piano orizzontale posizionato in altezza. Su quest’ultimo la scritta che recita: “la terra è  un solo  paese e l’umanità i suoi cittadini”. Le due pareti laterali sono state interamente ornate con formelle in maiolica, sulla base dei disegni a tema pacifista realizzati dai bambini delle scuole elementari e medie del periodo. Il piano orizzontale invece illustra altre ceramiche dipinte dall’artista stesso, che raffigurano in totale ventotto simboli religiosi. Questi sono visibili nella parte interna dell’opera, su una base inclinata che secondo alcuni simboleggerebbe “l’irrazionalità dell’uomo che dalla materia si eleva verso lo spirito.” Una struttura piuttosto semplice ma altrettanto pregna di significato. A reggersi su di essa vi è una piena rete aggrovigliata e spigolosa.

Il progetto, iniziato nel 2001, è stato fortemente voluto da Rosario Crocetta, quando ricopriva ancora la figura di Assessore ai Beni Culturali. Lo storico ex sindaco della città (in seguito capo della regione), è sempre stato legato alla storia, alle tradizioni che ci legano agli altri popoli che stanno sull’altra sponda del Mediterraneo. La Porta della Pace (definita talvolta anche come “porta del Mediterraneo”) è un emblema di apertura, un portale di accesso per i popoli migranti che varcano il muro astratto del divario culturale. In una delle due pareti è posta una piastrella firmata dall’autore, che spiega di aver tratto ispirazione dagli scritti della fede Bahà’ì.Inoltre, lo stesso piazzale dove adesso è presente il playground un tempo era luogo di assembramento per il mercatino multietnico domenicale. Ciò dimostra come la collocazione dell’opera non sia avvenuta in un luogo casuale, ma a sua volta simbolico per le usanze e i costumi dell’ambiente gelese.

Il progetto è stato appoggiato  dalla Soprintendenza ai Beni Culturali di Caltanissetta, dalla Capitaneria di Porto di Porto Empedocle, e del nulla osta del Genio Civile di Caltanissetta.

L’installazione, in aggiunta alle due panchine architettoniche poste di fronte ai due lidi sulla strada perpendicolare, ha fatto sì che in toponomastica il luogo prendesse il nome di “Piazza delle Tre Porte – Pace, Uguaglianza, Fraternità”.  Nella loro semplicità, oltre al messaggio umanitario, queste strutture hanno contribuito a modernizzare l’area, luogo di ritrovo della movida e talvolta di eventi pubblici a stampo cittadino.

L'articolo “Bab Al Bahr”, la porta della pace proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Smaf e Kids Basket: decoro in Piazza delle Tre Porte

Ven, 06/05/2020 - 19:07

Sempre più i cittadini e le associazioni che si attivano per il ripristino del decoro urbano e la riappropriazione degli spazi all’aperto. Stavolta si sono attivati i giovani dell’Associazione Culturale Smaf e il gruppo sportivo Kids Basket Gela diretto da Oscar Camilleri e Antonio Giordano e i ragazzi del playground rappresentati da Michele Guarnaccia.  Le tre realtà si sono incontrate nella giornata del 4 giugno, in Piazza delle Tre Porte (rotonda ad est di Macchitella), armati di vernice per rimettere a nuovo il posto.

I ragazzi di Smaf e del playground, in particolar modo, si sono occupati di ritinteggiare le parti sfigurate della Porta della Pace.
L’opera è stata realizzata per la città nel 2004 dall’artista Nunzio Pino in collaborazione con tantissimi bambini delle scuole. Negli anni, però, alcuni vandali avevano imbrattato l’opera mediante scritte con vernice spray.  Con estrema cura e dedizione, i ragazzi si sono occupati di rimbiancare le parti violate da questi atti.

Oltre a questo, i ragazzi di Kids Basket Gela, si sono invece occupati di riverniciare le linee del campo di pallacanestro, dopo essersi occupati già nei giorni scorsi della sistemazione delle retine dei canestri.

L’iniziativa ha visto ore di lavoro sotto il sole e ha visto anche il sostegno dell’assessore allo sport Cristian Malluzzo, mentre la Ghelas ha fornito parte dei materiali.

Già nei giorni scorsi, lo stesso luogo di ritrovo è stato oggetto di interesse di altre associazioni giovanili, che si sono occupate di ripulire strada, aiuola e spiaggia dai rifiuti urbani.

L'articolo Smaf e Kids Basket: decoro in Piazza delle Tre Porte proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Gela candidata al Fondo Ambiente Italiano

Ven, 06/05/2020 - 15:56

Giunge alla decima edizione il contest I Luoghi Del Cuore promosso dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) in collaborazione Intesa Sanpaolo, la campagna di sensibilizzazione del patrimonio territoriale e culturale, che permette agli italiani di segnalare e votare dei luoghi a scelta da non dimenticare. Dopo il censimento, il FAI provvederà a selezionare quei progetti promossi dai territori che hanno raggiunto una soglia minima di 2.000 voti.

Già nelle edizioni scorse, tra i tanti luoghi della nostra amata Sicilia, qualcuno ha pensato di censire anche le ricchezze di Gela che necessitano di ulteriore valorizzazione. Attualmente, i luoghi gelesi più votati sono rispettivamente la Torre di Manfria, il Parco Archeologico di Caposoprano, l’area del Golfo, il Castelluccio e l’ex chiesa di San Giovanni Battista. Tra gli altri luoghi proposti vi figurano il Museo Archeologico, l’Acropoli, Poggio Arena e non solo. Non viene dimenticata neppure la famosissima Conchiglia, che ultimamente tanto fa discutere in quanto uno dei simboli della contemporaneità della nostra città, amato tantissimo dagli abitanti e di fama nazionale.

È possibile aggiungere altri luoghi tra quelli già citati nel sito dell’iniziativa. Sarà possibile votare più luoghi ma una volta soltanto fino al 15 dicembre di quest’anno, data di scadenza del contest. Per votare e al tempo basta iscriversi gratuitamente al sito tramite il proprio account di Facebook o tramite indirizzo e-mail.  Per sostenere il nostro territorio e accedere a maggiori informazioni circa il bando della campagna, collegarsi al link: https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/i-luoghi-del-cuore/cerca-un-luogo?search=gela,%20caltanissetta

L'articolo Gela candidata al Fondo Ambiente Italiano proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Una città pulita

Ven, 06/05/2020 - 15:37

In vista dell’imminente stagione balneare, sono già diverse le operazioni avviate nel territorio gelese per la pulizia delle spiagge e delle aree verdi. Alcune di queste sono frutto delle iniziative spontanee degli abitanti, che si sono armati di palette e rastrelli per bonificare alcune zone di interesse collettivo. Altri sono invece regolari provvedimenti amministrativi.

Già lo scorso 24 maggio si ha assistito all’iniziativa #Gelapulita  promossa da Cambiamenti e altre associazioni, rivolta a bonificare l’area circostante al playground della rotonda est di Macchitella.

Un altro grande esempio di cittadinanza attiva arriva da alcuni residenti di Montelungo appartenenti a diverse categorie sociali. Lo scorso 31 maggio, anche loro hanno deciso di rimboccarsi le maniche e dare una grande dimostrazione di senso civico con un’operazione di pulizia del parco naturale e del litorale adiacente. Nel corso dell’operazione sono stati riempiti oltre trenta sacchi contenenti plastica, vetro e metallo. Per la rimozione di rifiuti ingombranti (pneumatici, paraurti ecc.) è stata contattata una ditta di autodemolizione. Nel lavoro di squadra sono stati coinvolti anche dei bambini che ne hanno tratto una lezione di educazione ambientale.

Nel frattempo, anche l’amministrazione comunale sta svolgendo il suo compito. Oltre ad intervenire sulla pulizia delle spiagge, le imprese incaricate stanno decespugliando marciapiedi e aiuole in diversi quartieri della città, estendendosi al di là del centro urbano.

Non vengono chiuse le porte a eventuali collaborazioni con cittadini, associazioni, commercianti e imprenditori che vorranno presentare domanda in municipio per l’adozione e la manutenzione di alcune aree verdi della città.

L'articolo Una città pulita proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Ci siamo! Il 10 giugno online la seconda stagione di Italia Sicilia Gela

Ven, 06/05/2020 - 14:11

Il 10 giugno sarà online su Gela Le Radici Del Futuro e sui suoi canali social la prima puntata della seconda stagione della web serie Italia Sicilia Gela, regia di Iacopo Patierno e prodotta da Jacopo Fo srl.
La web serie, in questa seconda stagione, è un omaggio alle eccellenze alimentari del territorio gelese e a chi le produce, ed è già stata selezionata per partecipare al Seoul Webfest 2020.

La web serie in formato “film” andrà in anteprima assoluta su Rete Chiara il 9 giugno, ore 21:30!

Di seguito il calendario di uscita di tutte le puntate su Gela Le Radici Del Futuro e sui suoi canali social, in italiano e sottotitolate in inglese

Puntata 1: 10 giugno in italiano, 11 giugno inglese
Puntata 2: 13 giugno in italiano, 14 giugno inglese
Puntata 3: 16 giugno in italiano, 17 giugno inglese
Puntata 4: 19 giugno in italiano, 20 giugno inglese
Puntata 5: 22 giugno in italiano, 23 giugno inglese
Puntata 6: 25 giugno in italiano, 26 giugno inglese
Puntata 7: 28 giugno in italiano, 29 giugno inglese

Italia Sicilia Gela Seconda Stagione
Regia: Iacopo Patierno
Produzione: Jacopo Fo srl
Fotografia: Nunzio Gringeri
Montaggio: Serena Pighi
Suono: Daniele Cutrufo

La prima stagione della web serie Italia Sicilia Gela ha avuto un enorme successo con 600mila visualizzazioni sul web, 3 primi premi al The Next International Film Festival di Calcutta, al Sicily Web Fest di Ustica e all’International Online Web Fest di Londra, 9 volte official selection a Hollywood, Seoul, Copenhagen, Bilbao, Miami, Bogotà, Giessen, Bellaria, Bari.

L'articolo Ci siamo! Il 10 giugno online la seconda stagione di Italia Sicilia Gela proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Monumenti gelesi in miniatura: le realizzazioni di Davide

Gio, 05/28/2020 - 14:33

Trentacinque anni e una passione per il modellismo. Si tratta di Davide, originario di Gela che nonostante viva da anni nell’isola di Lampedusa, attraverso i suoi lavori esprime l’amore per la sua città natale. Grazie a lui si aggiunge un’altra tappa tra quelli rappresentati nel parco tematico “Gela in Miniatura”: ai vari monumenti emblematici della città rappresentata in scala si aggiunge anche lo storico lido “La Conchiglia”, emblema moderno della città.

Si tratta di una riproduzione lunga 160 cm e larga 95 cm e alta mezzo metro, realizzata con scarti di legno di falegnameria che la ritrae nella sua versione originale in cui erano presenti le ali laterali. Per realizzarla ci sono voluti venti giorni di lavoro non-stop. Verrà esposta tra gli altri monumenti del parco sito in contrada Piano Notaro assieme alla targhetta che riporta il nome dell’autore, che nonostante la distanza rimane affezionato alla terrà natia.  “Nessuno è più gelese di me a Gela.  Nonostante la distanza dovuta alla quarantena da Coronavirus è rimasta nei miei pensieri. – racconta Davide – Della gente ha chiesto in vendita la mia opera, ma ho voluto donarla e fare in modo che chiunque possa andare a visitarla.”

Oltre alla Conchiglia, l’autore ha riprodotto anche la Torre di Manfria che custodisce gelosamente e un ritaglio con le forme delle isole di Lampedusa e di Linosa viste dall’alto.

È facendo questi lavori che l’artista ha trascorso il lockdown, in un piccolo spazio fai-da-te che si è creato. “Si può trarre ispirazione da ogni cosa, da un simbolo che sta a cuore a gelesi, dal bellissimo mare di Lampedusa o da un bel volto.”

 

L'articolo Monumenti gelesi in miniatura: le realizzazioni di Davide proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Gela Pulita: i giovani che danno esempio

Mar, 05/26/2020 - 15:42

Basta poco per abbandonare le aree al degrado, ma basta anche meno per attivarsi e dare il buon esempio. È quello che ha dimostrato la nuova associazione culturale Cambiamenti, nata con lo scopo di realizzare eventi ed attività socio-culturali “diverse” sul territorio gelese. La prima iniziativa è stata nominata con l’hashtag #gelapulita e ha coinvolto una cinquantina di giovani che si sono adoperati per ripulire l’area della rotonda est di Macchitella, a partire dal playground e scovando tra i dintorni. All’iniziativa hanno collaborato anche l’associazione Raptus, i tifosi Vecchio Stile ’87 e i volontari della Croce Rossa. Presente anche il supporto degli Assessori Danilo Giordano, Grazia Robilatte e Cristian Malluzzo.

Armati di scope, palette, rastrelli e tosaerba, i ragazzi si sono incontrati a metà mattinata di domenica 24 maggio e  hanno dimostrato un grande senso di decoro e rispetto, ripulendo non solo il campetto da basket, ma anche le aiuole e la spiaggia adiacente. Quest’opera di sensibilizzazione ha coinvolto con grande orgoglio anche i passanti  di età maggiore che casualmente si trovavano a passeggiare sul posto e hanno spontaneamente deciso di prestare una mano d’aiuto.

Il playground è uno dei maggiori punti di incontro della movida giovanile gelese, luogo di condivisione, conoscenze, sport talvolta anche di intrattenimento quando viene montato il palco per eventi di grossa portata. È lecito dunque dire che per i giovani sia una casa a cielo aperto e in quanto tale l’hanno rispettata e messa in ordine.

L'articolo Gela Pulita: i giovani che danno esempio proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Dopo il grande successo della prima stagione della web-serie “Italia Sicilia Gela” arriva dal 10 giugno la seconda stagione!

Mer, 05/20/2020 - 16:22
Comunicato stampa: Dopo il grande successo della prima stagione della web-serie “Italia Sicilia Gela” arriva dal 10 giugno la seconda stagione!Oltre 600mila visualizzazioni sul web

, 3 primi premi al The Next International Film Festival di Calcutta, al Sicily Web Fest di Ustica e all’International Online Web Fest di Londra, 9 volte official selection a Hollywood, Seoul, Copenhagen, Bilbao, Miami, Bogotà, Giessen, Bellaria, Bari.Sono questi i numeri della prima stagione della web serie Italia Sicilia Gela, regia di Iacopo Patierno, realizzata nell’ambito del progetto Gela Le Radici Del Futuro. La prima stagione racconta la città di Gela attraverso gli occhi di 7 abitanti, imprenditori e appartenenti al mondo dell’associazionismo.

Il 10 giugno arriverà su gelaleradicidelfuturo.it e sui canali Facebook e Youtube del progetto la prima delle 7 puntate della Seconda Stagione!
Sette nuovi racconti: la cena di San Giuseppe organizzata da Giusy, il carciofo violetto raccontato da Cristian, il pane di Michael, la ricotta di Emanuele e Giuseppe… e non possiamo svelarvi tutto!!!

2 puntate a settimana, nella doppia versione, in italiano e con sottotitoli in inglese per l’estero.

Sette puntate dedicate alle eccellenze alimentari e agricole del territorio gelese, raccontate dai protagonisti.

Regia: Iacopo Patierno
Produzione: Jacopo Fo srl
Fotografia: Nunzio Gringeri
Montaggio: Serena Pighi
Suono: Daniele Cutrufo

E prossimamente a Gela organizzeremo la presentazione ufficiale della web serie alla città con il regista ed i protagonisti dei vari episodi.

Clicca qui per vedere il trailer della seconda stagione

Gela Le Radici Del Futuro è un progetto di promozione e valorizzazione del territorio gelese realizzato da Jacopo Fo srl (Gruppo Atlantide) con il sostegno di Eni e il patrocinio del Comune di Gela.

Per info:
Email info@gelaleradicidelfuturo.it
Telefono (+39) 075.9229776

L'articolo Dopo il grande successo della prima stagione della web-serie “Italia Sicilia Gela” arriva dal 10 giugno la seconda stagione! proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Gela ciclabile: le associazioni lanciano una nuova petizione online

Gio, 05/14/2020 - 09:17

Meno auto e più biciclette: è questo il nuovo obbiettivo che alcune associazioni di Gela cercano di raggiungere tramite una petizione online sulla piattaforma di Change.org. Una sfida impegnativa che riemerge durante la Fase 2 dell’emergenza Covid e mira a un vero e proprio cambiamento culturale in un territorio in cui l’utilizzo dei veicoli ha nettamente limitato le aree pedonali. A lanciare l’appello per l’ampliamento delle piste ciclabili è nuovamente la Fiab, che ha presentato un nuovo piano per la mobilità all’amministrazione comunale. L’idea di ridurre nettamente il traffico in favore dei pedali non è mossa dal semplice bisogno di svago ma da una necessità ecologica. Gli studi scientifici hanno infatti dimostrato come l’epidemia del Coronavirus si sia diffusa più velocemente a causa del particolato derivante dal traffico.

Alla campagna aderiscono anche altre associazioni che da sempre si occupano di riqualificazione urbana e sviluppo sociale e non solo. Fanno parte di questa rete l’Orto Sociale “Laudato Si”, le assozioni del MoVI, della Casa del Volontariato, l’associazione culturale SMAF, il Comitato di Gela della Via Francigena Fabaria, l’Unicef e Gela Famiglia.  Presenti anche associazioni sportive come la Green Sport e la Special Olympics, e associazioni educative storiche come l’Agesci e la Sez. Scout Fabio Rampulla. Associazioni che si occupano di salute come quella dei diabetici e e l’ADAS. Presente anche  Cantiere Gela, il comitato locale della Pro Loco, l’associazione Futuramente e  la Croce Rossa.

L’obbiettivo della petizione è raggiungere almeno mille firme per sensibilizzare le amministrazioni nella realizzazione dei nuovi percorsi ciclabili e promuovere così la prima pedalata collettiva con distanziamento sociale con mille biciclette in fila indiana. In poche ore sono già stante raggiunte metà delle firme.  Il tragitto partirebbe dal quartiere Macchitella, passando per il lungomare e per il centro storico.

Nella pagina della petizione il progetto viene descritto nel dettaglio. Per firma basta accedere al seguente link: http://chng.it/Znr8hDhSyx

L'articolo Gela ciclabile: le associazioni lanciano una nuova petizione online proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Le associazioni del territorio lanciano una petizione per fare di Gela una città ciclabile

Lun, 05/11/2020 - 21:47

In programma a luglio la prima biciclettata di 1000 bici con distanziamento sociale per sostenere l’iniziativa.

Gela (CL) – Gela senza auto, per bambini e famiglie. Al via da oggi 7 maggio il lancio ufficiale della raccolta di firme on line per realizzare anche nella città di Gela come sta già avvenendo in tutto il resto d’Italia, percorsi dedicati alle biciclette. Sono le associazoni del territorio di Gela a chiedere interventi in questo senso e chiedono che la Fase 2 dell’emergenza Covid sia gestita con meno auto e più biciclette.  Gela senza auto, per bambini e famiglie. Una campagna che lancia una sfida impegnativa ad un territorio non facile ai cambiamenti culturali in cui spesso si passeggia in auto e con una delle più basse percentuali di zone pedonali della Sicilia. Si sono riunite nei giorni scorse le associazioni del territorio tramite una piattaforma digitale su invito del MoVI e  Comunità Laudato Si per sostenere la proposta dalla Fiab di Gela che ha già presentato un piano per la mobilità all’Amministrazione. Una rete vasta ed eterogenea che si è messa in rete e cresce di giorno in giorno per proporre una visione di città evoluta in cui si chiede a gran voce più spazio per i bambini e per le famiglie. Sostengono la petizione associazioni che si occupano da tempo di sviluppo urbano e sociale ma anche realtà storiche che si occupano di salute. Si sono confrontati sulla mobilità della città i donatori dell’Adas, i giovani di Smaf che stanno rianimando il centro storico, e anche il Comitato di Gela della Via Francigena Fabaria e Unicef solo per citarne alcuni insieme all’associazione Gela famiglia.  Presenti anche associazioni sportive come la Green Sport, la Croce Rossa e associazioni educative storiche come l’Agesci e la Sez. Scout Fabio Rampulla. Associazioni che si occupano di salute come quella dei diabetici e associazioni culturali. Presente la  rete della Casa del Volontariato, del MoVI, di Cantiere Gela, il comitato locale della Pro Loco, l’associazione Futuramente, l’associazione Special Olympics, la nuova  realtà dell’associazione Orti Sociali Condivisi “Laudato SI” ed altre associazioni che stanno aderendo. In questi giorni la petizione è stata fatta circolare sui social  tra i alcuni simpatizzanti, non è ancora stata lanciata ed è ha già raccolto 500 firme. L’obiettivo dei promotori per sensibilizzare l’Amministrazione Comunale e velocizzare la risposta nella realizzazione di percorsi dedicati è di arrivare a 1000 firme e promuovere la prima pedalata con distanziamento sociale con 1000 biciclette in fila indiana, distanti un metro l’uno dall’altra, con partenza dal quartiere di Macchitella, passando dal centro storico per arrivare al lungomare. Ecco in sintesi cosa prevede la proposta elaborata dalla FIAB e sostenuta dalle associazioni del territorio. 1) Predisposizione secondo Codice della Strada di strade condivise a preferenza di pedoni e ciclisti con limite di velocità non superiore a 30 km/h; la trasformazione dell’intero centro storico federiciano in ZTL esclusi i residenti, la pedonalizzazione integrale e h24 del corso Vittorio Emanuele nel tratto interno al centro storico federiciano; la creazione di corsie ciclabili nelle direttrici principali della città; l’utilizzo dei parcheggi scambiatori (Caposoprano e Arena) e punti noleggio bici a pedalata assistita in prossimità degli stessi. Una delle proposte più interessanti è la destinazione dello spazio pubblico recuperato, anche direttamente in strada, alle attività commerciali.

Chiediamo ai siti di informazione on line di diffondere il link per firmare la petizione http://chng.it/Znr8hDhSyx

Per eventuali interviste è possibile contattare:

Simone Morgana FIAB – 349 618 5661

Enzo Emmuello ADAS – 338 239 6225

Gaetano Arizzi SMAF – 342 574 5567

Cristoforo Cocchiara (Pediatra)/UNICEF – 340 932 3709

L'articolo Le associazioni del territorio lanciano una petizione per fare di Gela una città ciclabile proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog