Gela Le Radici del Futuro

Abbonamento a feed Gela Le Radici del Futuro Gela Le Radici del Futuro
turismo | arte | cultura | storia | natura | mare |
Aggiornato: 26 min 39 sec fa

Da ex caserma a condominio per i meno fortunati

Ven, 03/26/2021 - 22:17

Le associazioni di Gela dimostrano ancora una volta come sia possibile cooperare per il benessere comune, a partire dai meno fortunati. A un anno di distanza dalla prima introduzione del progetto Open Housing, è stato finalmente inaugurato il primo presidio sociale. In piazza Roma, gli interni di quella che un tempo era la caserma dei carabinieri sono stati restaurati e adibiti a bilocali, in cui vi andranno ad abitare le prime famiglie individuate dagli operatori del progetto. D’ora in avanti, soggetti con particolari difficoltà avranno un nuovo punto di riferimento per la loro reintegrazione abitativa e socio-economica.

In origine, il progetto Open Housing è stato sviluppato dall’associazione ARCI – Le Nuvole, con il supporto di Dives in MisericordiaIl Tempio di Apollo,  CAV (Centro di Aiuto alla Vita) e della cooperativa sociale Carpe Diem. A collaborare anche l’Istituto Superiore Statale “Ettore Majorana”, la Rettoria di Sant’Agostino, l’Opera Nazionale per il Mezzogiorno, la Diocesi di Piazza Armerina, il Centro Studio Universitari “Federico II”. Il progetto vede anche la partecipazione del Comune di Gela e del Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta. A renderne possibile l’attuazione sono stati finanziamenti garantiti da Fondazione Per Il Sud.

Le varie restrizioni dovute alla pandemia hanno ritardato lo sviluppo del progetto, ma le realtà aderenti hanno trovato delle vie alternative per portarlo a compimento. Sono più di 26 i nuclei familiari che si sono rivolti al programma. Tra questi, vi sono diversi giovani, donne separate o vedove, ma anche persone rimaste sole e senza lavoro. Con alcuni di loro è già avviato un percorso di accompagnamento e di reinserimento lavorativo, grazie a un protocollo d’intesa con un’azienda locale operante nel settore agroalimentare. Il servizio di housing prevede anche la costruzione di microimprese e attività quali catering sociale, orto sociale, ludoteche ed eventi di vario tipo per favorire i legami relazionali all’interno della comunità.

Nel corso dell’inaugurazione, le abitazioni (quattro in totale) sono state benedette dal vescovo Mons. Gaetano Gisana, alla presenza di don Lino Di Dio e dei vari rappresentanti delle associazioni coinvolte. Durante la conferenza di presentazione online, presenti anche Carlo Borgomeo, presidente di Fondazione Con Il Sud e Maurizio Mumolo, Direttore del Forum Nazionale del Terzo Settore. Come di consuetudine a queste iniziative, presenti anche il sindaco Lucio Greco e l’assessore ai servizi sociali Nadia Gnoffo.

Grande entusiasmo sia tra gli associazionisti e le istituzioni, con l’augurio che questo nuovo presidio sia solo un progetto pilota che verrà esteso con nuove strutture abitative.

L'articolo Da ex caserma a condominio per i meno fortunati proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

“Italia Sicilia Gela”, la web serie vincitrice di festival internazionali, sarà trasmessa da Telegela

Gio, 03/18/2021 - 19:45

“Italia Sicilia Gela”, la web serie vincitrice di festival internazionali, sarà trasmessa da Telegela
Italia Sicilia Gela, la web serie di Gela Le radici Del Futuro approda su Telegela.

A partire da questo 19 marzo, ogni venerdì alle ore 21.15 le prime due stagioni verranno trasmesse su Telegela (canale 647), nel corso del programma Trincee.
La programmazione prevede due episodi a serata (della durata di circa 10’ minuti) per sette settimane consecutive.

Ciascun episodio verrà introdotto da una breve presentazione di Jacopo Fo.

Italia Sicilia Gela è nato come un progetto innovativo e sperimentale, racconta Gela nelle sue bellezze nascoste e nelle sue contraddizioni attraverso gli occhi dei suoi abitanti.

La serie, diretta dal regista Iacopo Patierno, è stata selezionata come finalista in numerosi festival e concorsi nazionali e internazionali, e ha ottenuto cinque volte il riconoscimento come miglior web serie dell’anno: al Sicily Web Fest dove ha vinto per due anni di seguito, al The Next International Short Film Festival di Calcutta, all’International Online Web Fest di Londra e negli Usa al Minnesota WebFest.

La messa in onda su Telegela sarà l’occasione per il pubblico di vivere le prime due stagioni o di rivivere insieme storie di vita della città, in attesa della terza stagione della web serie il cui lancio è previsto a maggio 2021.

L'articolo “Italia Sicilia Gela”, la web serie vincitrice di festival internazionali, sarà trasmessa da Telegela proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Le Mura Timoleontee in un video esclusivo di Visit Sicily

Mar, 03/16/2021 - 22:52

Statue bianche raffiguranti gli dei dell’Olimpo,ninfe e guerrieri ai prendono vita nel parco archeologico di Gela per raccontarci una parte della Magna Grecia. Si tratta del nuovo video intitolato “La grande pietra – Le Mura Timoleontee: rivelazione di una Sicilia unica e misteriosa”, prodotto da Casa Del Musical per le piattaforme social di Visit Sicily. Il girato, scritto e diretto da Marco Savatteri, in 9 minuti racconta la storia del ritrovamento delle antiche fortificazioni, avvenuto casualmente grazie agli scavi di un contadino, ma ripercorre anche le tappe della storia del governo di Timoleonte. Ad arricchire la narrazione una componente mistica e mitologica.

Il progetto è stato realizzato dall’Assessorato Regionale al turismo, allo sport e allo spettacolo, in collaborazione con il Parco Archeologico di Gela e con il patrocinio del Comune di Gela. Questo è il primo risultato raggiunto dalle convenzioni stipulate lo scorso 23 dicembre tra questi tre enti, alla prensenza del direttore del Parco arch. Luigi Gattuso e del dott. Giuseppe Cigna, dirigente del Dipartimento Regionale. Il tutto ha visto la partecipazione attiva del sindaco di Gela Lucio Greco e dell’assessore Cristian Malluzzo.

“Grazie alla volontà, alla tenacia e alla lungimiranza di questa amministrazione, – proseguono Greco e Malluzzo – che ha subito voluto scommettere sugli eventi all’interno dei siti archeologici, e grazie, naturalmente, alla collaborazione col Parco Archeologico di Gela e il suo direttore, siamo riusciti a fare una cosa inedita in città. Mai nessuno aveva pensato di girare un video promozionale alle Mura, l’idea e l’ispirazione sono nate proprio dopo aver acceso i riflettori sul prestigioso sito. Siamo rimasti davvero incantati dalle clip, e siamo sicuri che emozioneranno anche i nostri concittadini. Pertanto,chiediamo loro di condividere sia il trailer che il video per intero, in modo che chiunque possa vederli, in qualunque parte del mondo, e innamorarsene, scegliendo Gela come meta per le proprie vacanze, quando potremo finalmente tornare a viaggiare. Non abbiamo davvero nulla da invidiare a nessun’altra realtà. La nostra terra – concludono gli amministratori – parla una lingua tutta sua, e ci racconta un’avventura straordinaria in cui, per millenni, acqua, aria, terra e fuoco si sono fusi insieme per dar vita a questo angolo di Paradiso”.

Nella clip, la vasta area naturale è sia protagonista che cornice delle rappresentazioni. Gli abitanti di Gela vanno molto orgogliosi di questo sito archeologico, che costituisce una grande attrattiva turistica, sebbene sia poco conosciuta al di fuori della città. Nel corso della scorsa stagione estiva, diversi gli artisti di grande fama ne sono rimasti incantanti, invitando i gelesi a promuovere maggiormente il loro territorio.



L'articolo Le Mura Timoleontee in un video esclusivo di Visit Sicily proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Una Nuova Fase per il progetto “Gela Le Radici Del Futuro”

Ven, 02/19/2021 - 11:27

Il progetto “Gela Le Radici Del Futuro” ha già raggiunto molti importanti risultati: tra gli altri, il successo della web serie “Italia Sicilia Gela” che ha superato 1.000.000 di visualizzazioni ed ha vinto 5 festival internazionali; il progetto “Blog per Gela” realizzato assieme agli Istituti Superiori della città che ha visto la realizzazione di oltre 600 blog da parte di altrettanti giovani gelesi.
Qui un rapporto sulle attività realizzate e i risultati raggiunti finora.

Ora l’esperienza di Gela Le Radici Del Futuro prosegue e si sviluppa in una nuova fase centrata su 3 obiettivi principali:
contribuire alla partecipazione di Enti, Associazioni, Scuole, Cittadini allo sviluppo ecosostenibile di Gela;
accrescere le competenze dei Cittadini di Gela nei campi delle conoscenze digitali,  dell’arte, della cultura, della comunicazione, del turismo;
diffondere l’immagine positiva di Gela nella città, in Italia e nel mondo.

Prossimamente saranno organizzati incontri con Enti, Associazioni, Scuole, Cittadini per presentare le nuove iniziative del progetto e raccogliere suggerimenti e indicazioni.

Stay Tuned!

L'articolo Una Nuova Fase per il progetto “Gela Le Radici Del Futuro” proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

A Gela, il Natale è luci e solidarietà

Gio, 12/24/2020 - 16:49

Tante luci e bagliori di speranza nelle festività natalizie di questo 2020 a Gela. Anche se l’anno costringe tutti a rallentare un po’, nessuno ha intenzione di fermarsi. Il Natale ha illuminato la città, tra addobbi e iniziative solidali per il prossimo.

In Piazza Umberto I, anche quest’anno la statua di Cerere si ritrova all’interno del magnifico albero di luci. Novità di quest’anno sono due installazioni sferiche che simboleggiano le decorazioni dell’albero. L’intero centro storico, inoltre, è stato acceso dalle caratteristiche luminarie.

Oltre a questo, e ai vari balconi negli edifici, tanti gli allestimenti nei vari quartieri.  Presso l’istituto don Minozzi, ad esempio, tante associazioni hanno aderito all’accensione di un abete di 30 metri addobbato con materiali riciclati. Sotto l’albero una raffigurazione della natività che bambini e famiglie potranno visitare durante le festività per lasciare  un messaggio di speranza. L’evento ha visto la benedizione del vescovo Mons. Gaetano Gisana, della diocesi di Piazza Armerina.

Nel quartiere Canalazzo, invece, l’associazione SMAF ha allestito un presepe artistico.

Ma il vero spirito natalizio, al di là della preghiera e delle buone intenzioni, è nell’aiuto concreto verso i più bisognosi. A questo ci stanno pensando diverse realtà, che attraverso donazioni e raccolte fondi stanno dando una mano a chi è in difficoltà. Come sempre, una di queste è la Piccola Casa della Misericordia che ha lanciato l’iniziativa “Natale di carità”, per invitare la comunità a donare alimenti a lunga conservazione e prodotti per l’infanzia da depositare nelle ceste poste davanti agli altari delle chiese di San Francesco d’Assisi e Sant’Agostino.  Un contributo sostanziale viene dal Rotaract Club con l’attività “Carrello sospeso” a cui ha aderito il supermercato Todis. Inoltre, il 6 gennaio, il Rotaract provvederà a distribuire le calze della Befana presso le case-famiglia della città.

Un’altra lodevole iniziativa proviene da una collaborazione tra la Casa del Volontariato, i banchi alimentari Gioia Nel Dare e Servirti, la Protezione Civile e l’associazione Un Balocco Per Amico. Queste realtà, insieme, stanno collaborando alla distribuzione della “scatole scaldacuore”. Ogni cittadino ha avuto possibilità di inserire in una scatola di scarpe i seguenti contenuti: una coperta o un indumento per scaldarsi (guanti, sciarpe, cappelli ecc.), una cosa golosa (cioccolato, caramelle, confetture ecc.), un passatempo (libro, carte, colori ecc.) e un biglietto con parole di gentilezza per sollevare gli animi. Le scatole sono state raccolte in Piazza Umberto I e nel piazzale dei “muretti” di Macchitella. I volontari delle associazioni si sono occupati personalmente di consegnare le scatole alle famiglie che ne necessitano. Sono oltre sessanta le scatole consegnate dalla cittadinanza.

Ad occuparsi delle famiglie anche il club service del Kiwanis, con le iniziative “Spesa Sospesa” e “A Natale bisogna donare”. Presso il punto vendita Todis in via Manzoni, si è potuto effettuare la spesa o una donazione da destinare a chi ne necessita. Inoltre, per chi volesse contribuire, vi è la possibilità di lasciare dei pacchi dono presso la cartolibreria Moscato in via Palazzi, che successivamente saranno stati distribuiti a loro volta alle parrocchie di San Giacomo, Sant’Antonio e San Giovanni Evangelista e in fine consegnati alle famiglie disagiate.

Simile anche l’approccio del Lions Club, in collaborazione con le parrocchie di San Sebastiano e San Giacomo, che hanno organizzato una colletta alimentare presso Penny Market ed Eurospin. Acquistando una gift card da 2, 5 o 10 euro è stato possibile aiutare i bisognosi. Una cinquantina le famiglie che hanno usufruito dei buoni spesa.

Anche le scuole, come ogni anno, aderito a diverse raccolte solidali. Tuttavia, non è mai tardi per fare la propria parte donando, per stare bene con sé stessi facendo del bene agli altri.

L'articolo A Gela, il Natale è luci e solidarietà proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Sostieni le piccole attività locali e le loro storie

Lun, 12/21/2020 - 18:32

Il Natale è alle porte e, nonostante tutte le misure di sicurezza in questo 2020, si fa sentire più che mai. Tuttavia, magari non potrete passare le feste accanto a molti dei vostri amici e parenti, e al tempo stesso non sapete cosa regalare per mostrare la vostra vicinanza. Nel caso abbiate dei cari che non vivono in città e abbiate in mente di donare qualcosa che ricordi Gela e la Sicilia in generale, sappiate che in città vi sono diversi punti vendita dove trovare delle idee regalo, per riempire le vostre ceste natalizie o semplicemente da mettere sotto l’albero.

Oltre al pandoro e al panettone, dolci tipici della tradizione gelese sono le pasta di mandorla e i “rami che ficu”, immancabili nelle mangiate festive. Se non avete tempo o voglia di cimentarvi in cucina e seguire le ricette passo passo, potrete scegliere tra le tante pasticcerie e panifici sparse per i quartieri della città, in cui li troverete già pronti e incartati. Allo stesso modo, tantissime le enoteche dove acquistare dell’ottimo vino a prezzi modici, e potrete scegliere tra questi secondo la vostra discrezione.

Non solo! Se al posto dei vari supermercati, confetterie, erboristerie vorreste recarvi in luoghi più mirati per i prodotti locali a km 0, le opzioni non mancano di certo. Un esempio è La Bottega, in via Belgio nel quartiere di Caposoprano. Lì troverete una vasta gamma di prodotti tra torroncini di varie tipologie, confetture, caramelle, cioccolato, vini e tanto altro proveniente da ogni parte dell’isola, oltre alle pietanze già citate in precedenza. Se invece volete andare più nello specifico per i vostri amici vegani o intolleranti al glutine, sappiate che recentemente c’è anche chi si è lanciato su questa scommessa. Anche a Gela ha da poco aperto Sicilia In, un franchise in cui il bio è un must, sia in cucina che nella cosmesi. Il punto vendita  si trova in via Venezia all’altezza del commissariato.

Un altro esempio (di cui vi abbiamo parlato nello specifico in un articolo a parte) è Passioni di Sicilia, sito in centro storico di fronte alla Chiesa del Rosario. Anche qui troverete prodotti unici nel loro genere, assieme una selezione di liquori siciliani, ma la vera peculiarità di questo piccolo negozio sono i souvenir. Troverete calamite e T-Shirt tematiche, ma anche ceramiche di ogni tipo tra teste di Moro, trinacrie, modelli in miniatura dei nostri monumenti, posaceneri ecc. Molti di questi sono stati realizzati dal noto scultore e ceramista Roberto Tascone che gestisce uno studio personale a pochi passi dal museo archeologico. Nella produzione di Tascone troverete varie creazioni ispirati ai nostri reperti, alle chiese e ai monumenti, assieme alle riproduzioni di personaggi illustri o appartenenti alla tradizione artistico-letteraria. Un idea regalo, oltre alle riproduzioni in scala sono anche i caratteristici ciondoli con delle copie delle monete greche.

Parlando sempre di manualità, in centro storico vi sono altri luoghi dove trovare delle creazioni a tutto tondo e di cui molti non sono a conoscenza. Uno di questi è il laboratorio artigianale Terra Russa di Gaetano Arizzi, che è anche sede dell’associazione culturale SMAF. In via Marconi, a due passi da Porta Marina, troverete questo posto che avvicina i giovani all’arte. Tantissimi oggetti realizzati in argilla, talvolta contornati da legno, lana e altri materiali. Oltre alle classiche teste di Moro troverete anche statuette di animali, modellini, ciondoli e non solo. In questo periodo particolare, l’artista si sta cimentando nella creazione di addobbi natalizi, come piccoli alberi di Natal e decorazioni. Nei presepi, in particolar modo, in cui alle spalle della natalità vi troverete la torre di Mafria, il Castelluccio o la pietra calendario, come a simboleggiare la luce divina che veglia sulla nostra terra.

In alternativa,  in piazza Sant’Agostino vi è Bottega di Nazareth, una start-up fondata dalla Cooperativa Sociale Raphael e associata alla Piccola Casa della Misericordia. Anche qui vi troverete manufatti di ceramica, falegnameria, sartoria e cucina. Acquistando i loro prodotti, aiuterete la missione della cooperativa di aiutare i fratelli più bisognosi a recuperare la propria dignità, anche grazie al lavoro che svolgono all’interno dei laboratori.

Vale la pena di visitare tutti questi shop, anche solo per rendersi conto delle risorse agro-alimentari e del grande potenziale degli artigiani del nostro territorio. In un periodo storico così difficile, è necessario aiutare le economie locali a crescere.  Oltre a questi esempi sono tanti i gelesi che su commissione si danno alle arti creative per poi esporre le loro realizzazione nei grandi eventi, a cui prima o poi torneremo ad assistere. Buono shopping e buone feste!

L'articolo Sostieni le piccole attività locali e le loro storie proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog