Il “Mi Piace” su Facebook protetto dalla Costituzione americana

Mi piace FacebookI fatti risalgono a 4 anni fa: un vice-sceriffo di Hampton (Virginia) viene licenziato per aver cliccato  “Mi piace” sul profilo di un avversario politico del suo capo durante l'orario di servizio. Licenziato in tronco. Daniel Ray Carter passa alle vie legali, primo grado, e perde. Oggi, a distanza di 4 anni, la Corte d'Appello di Richmond gli ha dato ragione, stabilendo che “sostenere un candidato politico con un 'mi piace' sui social network è un diritto protetto dal primo emendamento della Costituzione degli Stati Uniti, la libertà di espressione”.
Zuckerberg for President!

LEGGI QUI LE ALTRE NOTIZIE DI CACAO DI OGGI