Olimpiadi Torino 2006

Quelle di Torino 2006 dovrebbero essere le Olimpiadi della sostenibilita' ambientale. Invece, secondo quanto riportano le associazioni ambientaliste Pro Natura Torino e Cipra, solo il braciere, fra i piu' grandi mai costruiti, consumera' in 16 giorni il fabbisogno annuale di gas di 1500 famiglie.
Si parla di 8.000 metri cubi all'ora di combustibile bruciato durante la fase di accensione, e al termine dei giochi avranno preso il volo circa 3 milioni di metri cubi di gas. E neanche un incensino...
Si spera che non sia cosi' anche la sostenibilita' ambientale applicata nella realizzazione degli alloggi e degli impianti sportivi.
(Fonte: http://www.arpnet.it/pronto)


Commenti

Il Comitato Olimpico avrebbe fatto sapere che gli 8000 mc/ora di gas bruciati dal braciere olimpico sono solo quelli consumati durante la cerimonia di inaugurazione: durante il resto dei Giochi la "fiammona" verrà abbassata, consumando molto meno.
Ci mancherebbe altro, visto che ci fanno abbassare il gas per riscaldamento in casa (cosa che non sarebbe necessaria se le nostre centrali elettriche non usassero il gas per produrre energia)...

Ad ogni modo si fa presto a dire "olimpiadi a impatto zero": tutta la CO2 buttata al vento per movimentare atleti, giornalisti, spettatori, forze dell'ordine, volontari e quant'altro necessita per organizzare un evento del genere è stata tenuto in conto?

Nel mondo siamo in 6 miliardi. Il turismo aumenterà proporzionalmente alla diminuzione della povertà. Per il momento viaggiano e girano i soliti 10-15mila nipoti di ricche famiglie capitaliste, 2-3 mila vedove di banchieri, 1000-1500 ex regnanti con corte di nobili al seguito, e qualche centinaia di migliaia fra manager, professionisti e vicepresidenti di multinazionali

Infatti per le olimpiadi sono previsti poche decine di migliaia di turisti su un potenziale di centinaia di milioni forse 1-2 miliardi di possibili interessati.

Siamo completamente fuoristrada. senza eliminazione della povertà non c'è nessun possibile sviluppo del turismo di massa e quindi qualsiasi fondo stanziato per iniziative come le olimpiadi invece che nella lotta contro la povertà contribuisce a far diminuire il turismo invece che aumentarlo.

Siccome le risorse sono impegnate nel costruire bracieri, pagare l'inno di Baglioni, ... e costruire TAV invece che aiutare direttamente le persone con il microcredito , il turismo diminuisce perchè aumenta il divario tra ricchi e poveri, diminuiscono i ricchi che diventano sempre più ricchi ed aumentano i poveri che diventano sempre più poveri.

Ogni anno che passa sempre meno persone hanno risorse per viaggiare e perciò diventa tutto inutile e illogico. Come direbbe Fantozzi: le olimpiadi? Una cagata pazzesca! (... speriamo non mi facciano ritrattare facendomi stare una settimana in ginocchio sui ceci).>

Una domandina per i soliti genialoid: Bellissima l'idea delle paraolimpiadi, a quando le gare per gli over 40 e gli over 60 ?

Domenico Schietti
2010: Eliminazione Povertà

Faccio seguito alla notizia delle Olimpiadi di Torino, dicendo che tutta notte rimangono accese le luci delle discese e degli impianti più significativi. Io le ho viste a Sestriere e a Salice d'Ulzio.
Illuminano a giorno e mi chiedo chi paga in euro (non credo che l'elettricità per queste cose sia gratis) e chi paga in salute visto lo spreco e tutto ciò che ne consegue.

E’ iniziata la campagna di boicottaggio alle olimpiadi. Obiettivo: costruire un ospedale in Sudan e mostrare nella pratica che un altro mondo è possibile e basta poco, è sufficiente mettere l’attenzione nella direzione giusta: diritti, salute e felicità!

Diritti al cuore: 48587 Più ospedali - Meno olimpiadi!