Jacopo Fo

Gela Le Radici del Futuro

Abbonamento a feed Gela Le Radici del Futuro Gela Le Radici del Futuro
turismo | arte | cultura | storia | natura | mare |
Aggiornato: 50 min 55 sec fa

“Glamour” il nuovo singolo di BLND targato Kroma Production

Ven, 05/14/2021 - 16:23

Amore, passione e incoscienza. “Glamour” è il titolo del nuovo singolo dell’Artista Siciliano BLND.
Il brano uscito sotto l’etichetta discografica Kroma Production, parla di un amore moderno, pieno di complicazioni, sbagli e litigi che trovano pace soltanto la notte, quando il giorno è ormai lontano e il suono del buio cancella ogni ricordo.

BLND è stato uno dei partecipanti dell’ultima edizione di “Amici di Maria De Filippi”, il talent di punta in Italia dedicato alle giovani promesse della musica, la sua partecipazione gli ha consentito di farsi notare dai grandi della musica, avendo anche la possibilità di farsi notare dal grande pubblico in una delle puntate di day-time.

La community di “Honiro Journal” ha definito il singolo “Fiori di loto” come miglior singolo di un artista emergente nel mese di Settembre 2020, mentre Andrea Damante lo ha definito il ‘’Bieber Italiano’’, descrivendolo come un ragazzo, giovane, talentuoso, bello e carismatico.

Come nasce “Glamour”?
“Avevo già iniziato a scrivere “Glamour” in una stanza di Hotel, dopo una lunga notte insonne” ci racconta BLND, “mi sono subito accorto che questo pezzo aveva un potenziale, così dopo qualche settimana insieme ai produttori musicali Erre & Angio abbiamo deciso di ultimarla”

Da dove nasce la passione per la musica e la scrittura?
“Durante il primo anno di Università ho iniziato a creare i miei primi lavori, così decisi di pubblicare subito il primo singolo da solista “Fiori di loto”, un brano che ha riscosso molto successo, tanto che ad oggi lo definisco uno dei miei pezzi più belli!”

Progetti futuri?
Sicuramente pubblicare un mio album, ma non è ancora tempo, spero di farlo al più presto.
Dopo “Glamour” usciranno nuovi singoli che stiamo già ultimando insieme alla mia squadra.
A breve ci saranno delle collaborazioni importanti, seguitemi sui miei account social Instagram, Facebook e Tik Tok.

Fonte: EDA Communication

L'articolo “Glamour” il nuovo singolo di BLND targato Kroma Production proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

L’Hub alimentare sarà presto realtà

Gio, 05/06/2021 - 14:41

Sta per diventare realtà il progetto dell’hub alimentare della cui realizzazione a Gela si parla dal 2018. Un progetto che l’amministrazione Greco ha seguito con attenzione, fino alla firma, questa mattina al Comune, degli accordi di collaborazione attraverso cui il Comune metterà a disposizione di Eni una parte dei locali dell’ex mattatoio. Della creazione e gestione della struttura si occuperanno Eni, la fondazione Banco Alimentare Onlus e Banco Alimentare della Sicilia Onlus.

In rappresentanza dell’Ente, oltre al Sindaco Lucio Greco e al suo vice Terenziano Di Stefano, c’erano il Presidente del consiglio comunale Totò Sammito, l’assessore ai servizi sociali Nadia Gnoffo, i dirigenti Simonetta Guzzardi e Tonino Collura e Valeria Caci in rappresentanza della commissione bilancio e servizi sociali. A siglare l’accordo per Eni, invece, c’erano il Presidente di Raffineria di Gela, Francesco Franchi, con il suo amministratore delegato Massimo Lo Faso, il presidente e amministratore delegato di Enimed Emiliano Racano e, in videoconferenza, Paolo Grossi, amministratore delegato di Eni Rewind.

L’idea della creazione di un hub alimentare a Gela nasce dall’intento comune di contrastare la povertà e di contribuire ad innalzare il livello della qualità della vita in città, obiettivi divenuti ancora più chiari con l’esplosione della pandemia, che ha generato un allarme sociale ed occupazionale di portata storica. Secondo quanto previsto dall’accordo, il Comune concederà i locali in comodato d’uso per 10 anni, mentre Enimed, Raffineria di Gela ed Eni Rewind si faranno carico dei lavori di ristrutturazione e dell’adeguamento degli impianti per farne un centro di stoccaggio e distribuzione delle derrate alimentari. Il Comune stima, in questo modo, di poter aiutare tra le 5800 e le 7900 unità, stimolando la già spiccata propensione all’associazionismo e alla creazione di reti sociali.

“L’hub alimentare non sarà una semplice struttura materiale, – ha spiegato il Sindaco Greco ma un luogo dalla grande rilevanza sociale in un momento difficile, di forte disagio e con tante famiglie che hanno bisogno di un sostegno concreto. Questa amministrazione ci teneva particolarmente, e ringraziamo Eni per averci permesso di far andare in porto un progetto così ambizioso che ci aiuterà a fornire assistenza ai soggetti bisognosi. E’ un risultato importante, soprattutto per chi crede in certi valori. Come già per Macchitella lab, Comune ed Eni ancora una volta insieme ed in costante collaborazione per il bene comune, a tutela della comunità locale e delle fasce sociali più deboli. Quello di Gela è un territorio che ha dato tanto ad Eni, e, in una logica di dare e avere, la multinazionale ci sta restituendo altrettanto”.

“Come assessore ai servizi sociali – ha aggiunto Nadia Gnoffomi trovo ad affrontare quotidianamente i problemi di soggetti che vivono difficoltà, e viaggiare nella direzione della sicurezza alimentare è positivo sia per la salute pubblica che per la costituzione di una comunità equa in cui le persone vulnerabili abbiano l’occasione di potersi riscattare. Quello di oggi è un esempio di economia collaborativa tra privato, pubblico e associazioni che operano nel territorio, ma è anche l’occasione per dimostrare che, attraverso una collaborazione virtuosa, si possono dare risposte importanti alla collettività”.

“Realizzare una logistica primaria del banco alimentare qui a Gela è un sogno che coltiviamo da alcuni anni e che, grazie alla disponibilità dell’amministrazione comunale e della Fondazione Banco Alimentare, a breve si concretizzerà. Con l’emergenza Covid, la situazione economica di tante famiglie è peggiorata, quindi ben venga ogni iniziativa destinata a loro” ha dichiarato il Presidente Franchi, che ha anche ringraziato Confindustria Caltanissetta che darà una mano nell’allestimento e nella gestione della struttura. “Uno dei nostri pilastri – ha aggiunto – è un rapporto di ampia collaborazione con il territorio che ci ospita, e faremo il possibile per ultimare quanto prima i lavori e consegnare la struttura alla città”.

fonte articolo: comune.gela.cl.it

L'articolo L’Hub alimentare sarà presto realtà proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Santuario di Bitalemi ristrutturato. Tutte le celebrazioni di maggio.

Mar, 05/04/2021 - 17:05

Nella tradizione gelese, il mese di maggio è dedicato alla Vergine Maria e quest’anno vede delle novità. Oltre alle celebrazioni eucaristiche nelle varie chiese, è consuetudine per i fedeli recarsi al santuario della Madonna di Bitalemi per pregare e mostrare la loro devozione. Dopo a essere stato per alcuni anni in stato di abbandono, la cappella  e il piazzale antistante sono stati finalmente restaurati e restituiti alla città.

Il tutto è partito da un accordo, stipulato lo scorso ottobre, tra il Parco Archeologico regionale di Gela diretto da Luigi Maria Gattuso e la Diocesi di Piazza Armerina, per la gestione della cappella mariana. La cappella, insieme ai terreni, sono stati acquisiti dalla Soprintendenza di Caltanissetta dalle famiglie Di Fede – Lo Monaco nel 2002 e integrate nell’area demaniale del Parco Archeologico regionale di Gela.

Adesso, referente per Bitalemi è don Lino Di Dio, vicario foraneo di Gela, che ha annunciato le iniziative previste per il mese nel medesimo luogo. Una parte di queste, vedono ogni giorno alle ore 17.30 la recita del rosario in comunione spirituale con papa Francesco e i fedeli nel resto del mondo. Il 12 maggio, invece, ricorre la vigilia di Nostra Signora di Fatima, che sarà celebrata a partire dalle ore 19.00. Il 31 maggio, la celebrazione per la fine del mese mariano sarà presieduta dal Vescovo della diocesi di Piazza Armerina, Mons. Gaetano Gisana, sempre alle ore 19.00

Nel frattempo, presso la parrocchia di Sant’Agostino,  sono iniziate le celebrazioni in memoria di San Giuseppe Lavoratore. Da giovedì 6 maggio a sabato 8 maggio, prevista la celebrazione alle ore 8.30, mentre dalle ore 18.00 si susseguiranno lo stellario in onore di San Giuseppe e la celebrazione con riflessione omiletica. Alle ore 20.00 di sabato 8 maggio, la celebrazione con benedizione di tutte le mamme. Domenica 9 maggio, giorno della festa di San Giuseppe, le celebrazioni saranno alle ore 9.00 e 11.00. Alle ore 12.00 vi sarà la supplica in onore del Santo. I festeggiamenti riprenderanno alle ore 17.30, con la catechesi  sulla paternità, dettata da padre Angelo Catapano, Direttore del centro studi “San Giuseppe”. Seguiranno lo stellario e la celebrazione presieduta dal novello presbitero don Daniele Nocca.

 

L'articolo Santuario di Bitalemi ristrutturato. Tutte le celebrazioni di maggio. proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Via Di Bartolo: il museo all’aperto sta per aprire

Mar, 04/27/2021 - 13:47

Manca ormai pochissimo all’apertura al pubblico del  museo all’aperto della necropoli in via Di Bartolo. Di fatto, in questi giorni sono in corso i lavori per la musealizzazione dell’area.

Le tombe (una decina in tutto) sono emerse due anni fa, durante i lavori di installazione della fibra ottica condotti dall’azienda Open Fiber, e risalirebbero all’età arcaica compresa tra il VI e il VII secolo a.C. La medesima azienda, in accordo con la Soprintendenza dei Beni Culturali di Caltanissetta, ha deciso di  finanziare il progetto che renderà il sito fruibile agli abitanti di Gela e ad eventuali turisti.

“Con i lavori di musealizzazione di Gela – sottolinea l’assessore dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – la Sicilia si esprime, in senso letterale, come Museo a cielo aperto. La necropoli di Gela, al di là dell’importanza che assume sotto il profilo storico, riveste un grande valore in quanto espressione della collaborazione pubblico privato. L’iniziativa, fortemente voluta dalla Soprintendente dei Beni culturali di Catanissetta, Daniela Vullo, realizza a pieno la volontà del governo regionale di rendere sempre più accessibile e condiviso il patrimonio culturale della Sicilia”.

Il metodo di sepoltura da loro utilizzato viene definito ad Enchytrismòs e consiste nel deporre il corpo dell’infante in posizione rannicchiata dentro a un vaso in terracotta (pithos) o a un’anfora (hydria). Tra i ritrovramenti, una coppa su piede di tipo proto-corinzio, deposta durante un rito funebre che ha previsto la macellazione e la cottura di animali grossa taglia, ed un’olpe, ovvero una brocca con corpo allungato.  Alcune tombe contengono corpi di bambini di tenerissima età.

Nello specifico, i lavori nei cantieri in corso comprendono l’areazione adeguata al mantenimento dei reperti, l’illuminazione e la copertura della superficie con lastre trasparenti per consentire il passaggio ai pedoni. Verrà, inoltre, installato un totem che conterrà tutte le informazioni necessarie sul sito.

Soddisfatta anche la Soprintendente Daniela Vullo che nel ringraziare l’ing. Clara Di Stefano, Regional Manager per la Sicilia di Open Fiber, evidenzia: “sono molto soddisfatta dell’esito della collaborazione con l’Open Fiber che ha accolto con slancio la richiesta di finanziare e realizzare la musealizzazione della necropoli confermando di voler assolvere l’impegno assunto con i cittadini di Gela di rendere fruibile il sito. Una decisione maturata grazie anche alle numerose pressioni della cittadinanza sulla mancata visibilità in loco dei numerosi ritrovamenti archeologici.

L'articolo Via Di Bartolo: il museo all’aperto sta per aprire proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Gela le Radici del Futuro fa conoscere le iniziative di Gela

Gio, 04/22/2021 - 23:49

Salve,
da ormai tre anni il progetto “Gela Le Radici del Futuro” si occupa di far conoscere e promuovere il territorio gelese in Italia e nel mondo. Nato nel 2018 dopo un lavoro di ricerca e sviluppo culturale di Jacopo Fo srl (Gruppo Atlantide) il progetto, con il sostegno di Eni e il patrocinio delComune di Gela, ha come obiettivo il (ri)lancio dell’immagine della città a partire da quanto Gela offre di tanto grandioso quanto inesplorato o poco conosciuto.

Per agevolare il nostro compito chiediamo a tutti i rappresentanti di associazioni, enti e gruppi organizzativi di inserirci nelle rispettive mailing list. Così facendo, potremo informare più rapidamente i lettori del sito e dei social di “Gela Le Radici del Futuro” di news, eventi, rassegne, iniziative culturali, artistiche, ecosostenibili e solidali realizzate a Gela.

Naturalmente siamo aperti a qualsiasi proposta circa contenuti che possano attirare l’attenzione dei nostri lettori.

Cordiali saluti, grazie.

La redazione di Gela Le Radici del Futuro
info@gelaleradicidelfuturo.it

L'articolo Gela le Radici del Futuro fa conoscere le iniziative di Gela proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

La web serie Italia Sicilia Gela finalista in altri 2 festival: Die Seriale (Germania) e Apulia Webfest

Gio, 04/15/2021 - 21:22

La seconda stagione della web serie Italia Sicilia Gela è stata selezionata tra le finaliste anche del festival tedesco Die Seriale che si terrà dal 2 al 7 giugno (unica web serie italiana finalista) e dell’Apulia Webfest che si terrà in Puglia dal 3 al 5 settembre.

Salgono così a 22 i Festival internazionali di tutti i continenti in cui la web serie è stata scelta nelle selezioni ufficiali, portando in giro per il mondo una immagine nuova, originale, positiva della città attraverso il volto, le storie ed i racconti dei suoi protagonisti.

Italia Sicilia Gela ha avuto finora oltre 1.200.000 visualizzazioni.

La presentazione della terza stagione della web serie, come le due precedenti con la regia di Iacopo Patierno, è attesa per il prossimo mese di maggio.

L'articolo La web serie Italia Sicilia Gela finalista in altri 2 festival: Die Seriale (Germania) e Apulia Webfest proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Plastic Free – Gela aderisce al movimento ambientalista.

Mer, 04/14/2021 - 21:20

Plastic Free, la onlus nata nel 2019 per sensibilizzare sulla pericolosità della plastiche gettate nell’ambiente, arriva anche a Gela. Domenica 18 aprile è giornata nazionale per la raccolta rifiuti nelle spiagge. Nella nostra città, il raduno è previsto per le 9:30 di fronte all’ex Lido “La Conchiglia”. Inizialmente, l’appuntamento era previsto per il 21 marzo, poi rimandato a causa maltempo, ma contava già la partecipazione di un centinaio di aderenti. L’attuale referente dell’iniziativa è il giovane Marco Amato, subentrato a Paolo Giordano.

Sono diverse le realtà gelesi che stanno appoggiando la causa di Plastic Free, tra cui le associazioni culturali SMAF, Cambiamenti, Raptus e Fattore CO2. Presenti anche i soci del Leo Club, che nella settimana precedente hanno organizzato un evento simile presso la spiaggia di Manfria con la collaborazione dei sopracitati. L’evento vede anche il patrocinio del comune di Gela. L’obiettivo degli organizzatori sarebbe proprio quello di stipulare un accordo con l’amministrazione per inserire la bandiera Plastic Free a Gela e vietare l’utilizzo delle plastiche nelle spiagge in modo tale da garantire la salvaguardia dell’ambiente e della fauna marina.

Non sarebbe neanche la prima volta che i cittadini attivi (in particolar modo, i giovani) si danno da fare per il ripristino del decoro e della riqualificazione urbana. Anche nello scorso e negli anni precedenti alcune associazioni e comitati di quartiere hanno fatto la loro parte, ma la responsabilità della popolazione non è mai troppa. “Siamo consapevoli che il nostro operato non basterà a preservare la pulizia delle spiagge, ma per noi è importante dare l’esempio. – sostiene Amato – Penso anche che sia essenziale fare campagna di informazione nelle scuole, coinvolgere soprattutto i bambini. Contiamo di organizzare altri raduni, non solo nelle spiagge ma anche in altre zone di degrado. Un esempio sarebbero le free walk, delle passeggiate organizzate per rimuovere i rifiuti gettati in strada.” Lo scorso 14 marzo, gli stessi rappresentanti del movimento a Gela hanno aderito alla pulizia di Bosco Furiano a Caltanissetta.

Oltre alla partecipazione diretta alle raccolte nei vari comuni, vi sono vari modi per supportare Plastic Free a livello nazionale. Dal sito ufficiale è possibile acquistare dei gadget, fare una donazione al 5×1000 o tramite bonifico bancario. Ogni euro di contributo equivale all’impegno nel rimuovere 1 kg di plastica dalle spiagge o dalle città. L’iniziativa è rivolta a tutti gli interessati, nei limiti di quanto consentito dai decreti legislativi in vigore e nel rispetto delle misure anti-Covid. Sarà necessario munirsi di guanti anti-taglio, oltre che di mascherina. Ai partecipati è consigliato registrarsi nell’apposito format che riporta tutte le info e i contatti.

L'articolo Plastic Free – Gela aderisce al movimento ambientalista. proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Da ex caserma a condominio per i meno fortunati

Ven, 03/26/2021 - 22:17

Le associazioni di Gela dimostrano ancora una volta come sia possibile cooperare per il benessere comune, a partire dai meno fortunati. A un anno di distanza dalla prima introduzione del progetto Open Housing, è stato finalmente inaugurato il primo presidio sociale. In piazza Roma, gli interni di quella che un tempo era la caserma dei carabinieri sono stati restaurati e adibiti a bilocali, in cui vi andranno ad abitare le prime famiglie individuate dagli operatori del progetto. D’ora in avanti, soggetti con particolari difficoltà avranno un nuovo punto di riferimento per la loro reintegrazione abitativa e socio-economica.

In origine, il progetto Open Housing è stato sviluppato dall’associazione ARCI – Le Nuvole, con il supporto di Dives in MisericordiaIl Tempio di Apollo,  CAV (Centro di Aiuto alla Vita) e della cooperativa sociale Carpe Diem. A collaborare anche l’Istituto Superiore Statale “Ettore Majorana”, la Rettoria di Sant’Agostino, l’Opera Nazionale per il Mezzogiorno, la Diocesi di Piazza Armerina, il Centro Studio Universitari “Federico II”. Il progetto vede anche la partecipazione del Comune di Gela e del Libero Consorzio Comunale di Caltanissetta. A renderne possibile l’attuazione sono stati finanziamenti garantiti da Fondazione Per Il Sud.

Le varie restrizioni dovute alla pandemia hanno ritardato lo sviluppo del progetto, ma le realtà aderenti hanno trovato delle vie alternative per portarlo a compimento. Sono più di 26 i nuclei familiari che si sono rivolti al programma. Tra questi, vi sono diversi giovani, donne separate o vedove, ma anche persone rimaste sole e senza lavoro. Con alcuni di loro è già avviato un percorso di accompagnamento e di reinserimento lavorativo, grazie a un protocollo d’intesa con un’azienda locale operante nel settore agroalimentare. Il servizio di housing prevede anche la costruzione di microimprese e attività quali catering sociale, orto sociale, ludoteche ed eventi di vario tipo per favorire i legami relazionali all’interno della comunità.

Nel corso dell’inaugurazione, le abitazioni (quattro in totale) sono state benedette dal vescovo Mons. Gaetano Gisana, alla presenza di don Lino Di Dio e dei vari rappresentanti delle associazioni coinvolte. Durante la conferenza di presentazione online, presenti anche Carlo Borgomeo, presidente di Fondazione Con Il Sud e Maurizio Mumolo, Direttore del Forum Nazionale del Terzo Settore. Come di consuetudine a queste iniziative, presenti anche il sindaco Lucio Greco e l’assessore ai servizi sociali Nadia Gnoffo.

Grande entusiasmo sia tra gli associazionisti e le istituzioni, con l’augurio che questo nuovo presidio sia solo un progetto pilota che verrà esteso con nuove strutture abitative.

L'articolo Da ex caserma a condominio per i meno fortunati proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

“Italia Sicilia Gela”, la web serie vincitrice di festival internazionali, sarà trasmessa da Telegela

Gio, 03/18/2021 - 19:45

“Italia Sicilia Gela”, la web serie vincitrice di festival internazionali, sarà trasmessa da Telegela
Italia Sicilia Gela, la web serie di Gela Le radici Del Futuro approda su Telegela.

A partire da questo 19 marzo, ogni venerdì alle ore 21.15 le prime due stagioni verranno trasmesse su Telegela (canale 647), nel corso del programma Trincee.
La programmazione prevede due episodi a serata (della durata di circa 10’ minuti) per sette settimane consecutive.

Ciascun episodio verrà introdotto da una breve presentazione di Jacopo Fo.

Italia Sicilia Gela è nato come un progetto innovativo e sperimentale, racconta Gela nelle sue bellezze nascoste e nelle sue contraddizioni attraverso gli occhi dei suoi abitanti.

La serie, diretta dal regista Iacopo Patierno, è stata selezionata come finalista in numerosi festival e concorsi nazionali e internazionali, e ha ottenuto cinque volte il riconoscimento come miglior web serie dell’anno: al Sicily Web Fest dove ha vinto per due anni di seguito, al The Next International Short Film Festival di Calcutta, all’International Online Web Fest di Londra e negli Usa al Minnesota WebFest.

La messa in onda su Telegela sarà l’occasione per il pubblico di vivere le prime due stagioni o di rivivere insieme storie di vita della città, in attesa della terza stagione della web serie il cui lancio è previsto a maggio 2021.

L'articolo “Italia Sicilia Gela”, la web serie vincitrice di festival internazionali, sarà trasmessa da Telegela proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Le Mura Timoleontee in un video esclusivo di Visit Sicily

Mar, 03/16/2021 - 22:52

Statue bianche raffiguranti gli dei dell’Olimpo,ninfe e guerrieri ai prendono vita nel parco archeologico di Gela per raccontarci una parte della Magna Grecia. Si tratta del nuovo video intitolato “La grande pietra – Le Mura Timoleontee: rivelazione di una Sicilia unica e misteriosa”, prodotto da Casa Del Musical per le piattaforme social di Visit Sicily. Il girato, scritto e diretto da Marco Savatteri, in 9 minuti racconta la storia del ritrovamento delle antiche fortificazioni, avvenuto casualmente grazie agli scavi di un contadino, ma ripercorre anche le tappe della storia del governo di Timoleonte. Ad arricchire la narrazione una componente mistica e mitologica.

Il progetto è stato realizzato dall’Assessorato Regionale al turismo, allo sport e allo spettacolo, in collaborazione con il Parco Archeologico di Gela e con il patrocinio del Comune di Gela. Questo è il primo risultato raggiunto dalle convenzioni stipulate lo scorso 23 dicembre tra questi tre enti, alla prensenza del direttore del Parco arch. Luigi Gattuso e del dott. Giuseppe Cigna, dirigente del Dipartimento Regionale. Il tutto ha visto la partecipazione attiva del sindaco di Gela Lucio Greco e dell’assessore Cristian Malluzzo.

“Grazie alla volontà, alla tenacia e alla lungimiranza di questa amministrazione, – proseguono Greco e Malluzzo – che ha subito voluto scommettere sugli eventi all’interno dei siti archeologici, e grazie, naturalmente, alla collaborazione col Parco Archeologico di Gela e il suo direttore, siamo riusciti a fare una cosa inedita in città. Mai nessuno aveva pensato di girare un video promozionale alle Mura, l’idea e l’ispirazione sono nate proprio dopo aver acceso i riflettori sul prestigioso sito. Siamo rimasti davvero incantati dalle clip, e siamo sicuri che emozioneranno anche i nostri concittadini. Pertanto,chiediamo loro di condividere sia il trailer che il video per intero, in modo che chiunque possa vederli, in qualunque parte del mondo, e innamorarsene, scegliendo Gela come meta per le proprie vacanze, quando potremo finalmente tornare a viaggiare. Non abbiamo davvero nulla da invidiare a nessun’altra realtà. La nostra terra – concludono gli amministratori – parla una lingua tutta sua, e ci racconta un’avventura straordinaria in cui, per millenni, acqua, aria, terra e fuoco si sono fusi insieme per dar vita a questo angolo di Paradiso”.

Nella clip, la vasta area naturale è sia protagonista che cornice delle rappresentazioni. Gli abitanti di Gela vanno molto orgogliosi di questo sito archeologico, che costituisce una grande attrattiva turistica, sebbene sia poco conosciuta al di fuori della città. Nel corso della scorsa stagione estiva, diversi gli artisti di grande fama ne sono rimasti incantanti, invitando i gelesi a promuovere maggiormente il loro territorio.



L'articolo Le Mura Timoleontee in un video esclusivo di Visit Sicily proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Una Nuova Fase per il progetto “Gela Le Radici Del Futuro”

Ven, 02/19/2021 - 11:27

Il progetto “Gela Le Radici Del Futuro” ha già raggiunto molti importanti risultati: tra gli altri, il successo della web serie “Italia Sicilia Gela” che ha superato 1.000.000 di visualizzazioni ed ha vinto 5 festival internazionali; il progetto “Blog per Gela” realizzato assieme agli Istituti Superiori della città che ha visto la realizzazione di oltre 600 blog da parte di altrettanti giovani gelesi.
Qui un rapporto sulle attività realizzate e i risultati raggiunti finora.

Ora l’esperienza di Gela Le Radici Del Futuro prosegue e si sviluppa in una nuova fase centrata su 3 obiettivi principali:
contribuire alla partecipazione di Enti, Associazioni, Scuole, Cittadini allo sviluppo ecosostenibile di Gela;
accrescere le competenze dei Cittadini di Gela nei campi delle conoscenze digitali,  dell’arte, della cultura, della comunicazione, del turismo;
diffondere l’immagine positiva di Gela nella città, in Italia e nel mondo.

Prossimamente saranno organizzati incontri con Enti, Associazioni, Scuole, Cittadini per presentare le nuove iniziative del progetto e raccogliere suggerimenti e indicazioni.

Stay Tuned!

L'articolo Una Nuova Fase per il progetto “Gela Le Radici Del Futuro” proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog