Gela Le Radici del Futuro

Facebook Instagram TikTok YouTube Twitter Jacopo fo english version blog

RESTIAMO IN CONTATTO!

Abbonamento a feed Gela Le Radici del Futuro Gela Le Radici del Futuro
turismo | arte | cultura | storia | natura | mare |
Aggiornato: 13 min 28 sec fa

Il progetto Gela Le Radici Del Futuro continua anche nel 2023-2024: gli obiettivi

Mer, 01/11/2023 - 21:13

Il progetto Gela Le Radici Del Futuro anche nel biennio 2023-2024 prosegue e si svilupperà su 4 obiettivi principali:

  • Collaborare con Enti, Associazioni, Scuole e Cittadini allo sviluppo ecosostenibile di Gela;
  • Valorizzare le competenze dei Cittadini di Gela nei campi delle conoscenze digitali, dell’arte, della cultura, della comunicazione, del turismo;
  • Diffondere l’immagine positiva di Gela nella città, in Italia e nel mondo, attraverso il web, i social e le testimonianze video nei Festival e nei media internazionali;
  • Contribuire allo sviluppo turistico della città esaltando il suo straordinario patrimonio archeologico, storico e naturalistico.

Prossimamente saranno organizzati incontri con Enti, Associazioni, Scuole, Cittadini per presentare le nuove iniziative del progetto e raccogliere suggerimenti e indicazioni.

Stay Tuned!

Il progetto Gela Le Radici del Futuro ha come obiettivo la riqualificazione urbana a partire da quanto la città offre di tanto grandioso quanto inesplorato. Protagonisti? Gela e i suoi abitanti: enti, scuole, associazioni, studenti, giovani, anziani e professionisti si mettono in gioco per promuovere l’immagine della città.

L’idea nasce dal lavoro di ricerca e sviluppo culturale di Jacopo Fo e Bruno Patierno per Jacopo Fo srl (Gruppo Atlantide)Il progetto è realizzato con il sostegno di Eni e patrocinato dal Comune di Gela.

Per info e contatti: info@gelaleradicidelfuturo.it

L'articolo Il progetto Gela Le Radici Del Futuro continua anche nel 2023-2024: gli obiettivi proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Riqualificazione del quartiere di San Giacomo. Ecco il progetto che ha vinto il bando di Democrazia Partecipata.

Lun, 12/19/2022 - 17:48

Anche quest’anno è stato lanciato il bando di Democrazia Partecipata, il concorso che ogni anno viene promosso dall’amministrazione locale per invitare i cittadini a promuovere le loro idee per il rilancio del territorio. Con un finanziamento di 60.000 euro, i cittadini ogni anno possono presentare delle proposte sui seguenti temi: Ambiente, Ecologia e Sanità, Lavori Pubblici, Sviluppo Economico, Turismo e Promozione del Territorio, Politiche giovanili, Attività sociali, scolastiche, culturali e sportive. Il progetto vincitore dello scorso prevede l’organizzazione del Simposio di Scultura Contemporanea, evento tutt’ora in fase di elaborazione. Ad aver vinto quest’anno invece è la riqualificazione urbana, con la proposta di Massimiliano Giorrannello.

Il fautore della proposta è un rappresentante del comitato del quartiere di San Giacomo. Il progetto prevede proprio il rilancio dell’immagine di quest’ultimo, in particolar modo di corso Salvatore Aldisio e della piazza antistante la chiesa. Le prime idee riguardano l’installazione di nuove panchine, di fioriere e di cestini gettacarte, oltre al miglioramento dell’illuminazione pubblica e della sistemazione dei birilli.

Nel corso della promozione del concorso “Miglioriamo la Città” abbiamo visto come il decoro urbano sia l’interesse più quotato dai gelesi. Sebbene il nostro concorso abbia visto una ventina di partecipanti e altrettante proposte, sembra che quest’anno il bando di Democrazia Partecipato abbia visto calare proprio la partecipazione e il coinvolgimento dei cittadini, nonostante vi siano dei finanziamenti già concordati atti a concretizzare le idee. Su quattro progetti presentati, soltanto due sono stati approvati dalla giunta, a fronte dei diciotto dello scorso anno. Poco più di 250 i cittadini che hanno espresso la loro preferenza, mentre lo scorso anno sono stati oltre 3000. Poco importa finché vincono progetti validi che possono solo giovare al progredire della città e finché questi vengano attuati nel minor tempo possibile.

L'articolo Riqualificazione del quartiere di San Giacomo. Ecco il progetto che ha vinto il bando di Democrazia Partecipata. proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Ho chiesto all’IA come migliorare la città, e le sue risposte sono sorprendenti.

Dom, 12/11/2022 - 18:36

Chi bazzica maggiormente nei social si sarà forse accorto che diversi personaggi famosi stanno postando immagini di sé stessi, rielaborate in versione anime, o in altre versioni pittoresche. Noterete che nelle didascalie parleranno di IA, ma di cosa si tratta di preciso? Non è altro che l’intelligenza artificiale, che attraverso programmi appositi, in base alla vostra richiesta genererà delle immagini inedite e nello stile che preferite. Ho approfittato di questo trend del momento per avere qualche spunto sul futuro di Gela. E no, la risposta non è “42”.

Il sito più famoso che ricorre all’intelligenza artificiale per creare nuove immagini astratte in forma d’opera d’arte è probabilmente DALL-E 2. Per utilizzarlo basta registrarsi gratuitamente, e una volta fatto, si riceveranno dei “crediti” da spendere ogni qualvolta si farà una ricerca. I crediti vengono aggiornati periodicamente, ma è possibile anche acquistarne qualora non si volesse aspettare. È proprio questa la piattaforma a cui mi sono collegata a una settimana dalla premiazione del concorso “Miglioriamo la città”. Nonostante i tanti interessanti elaborati che abbiamo ricevuto e abbiamo menzionato, ero comunque curiosa di sapere cosa potesse uscire fuori dall’algoritmo di un computer che certamente non sarà coinvolto emotivamente quanto una persona reale che vive a Gela.

Nel motore di ricerca, la prima cosa che ho digitato è stata: “Un dipinto realista in cui la la città di Gela sia davvero un bel posto da visitare.”

Il risultato non è certamente perfetto, ma da alcuni dettagli si può ben intendere che l’IA sappia di cosa stiamo parlando. Oltre ad aver da subito individuato Gela come località di mare, richiama elementi come il nostro pontile sbarcatoio nella prima immagine, l’ex dogana nella terza immagine, mentre nella seconda e nella quarta immagine sembra richiamare in particolar modo il centro storico che dal lato belvedere del municipio si estende verso le zone più alte. Nella seconda immagine, la città sembra attorniata da una recinzione che ricorda le mura federiciane. Ad impatto, e analizzando il risultato in base alla mia richiesta, sembra voler suggerire di lavorare sul piano urbano, sulla cura del verde pubblico e sui colori delle facciate degli edifici.

Nel secondo esperimento, ho rielaborato la richiesta: “Mostrami la città di Gela, situata in Sicilia, come un posto migliore.”

Le due immagini più significative venute fuori raffigurano un muro in mattoni con un portale sulla bretella Borsellino, che conduce direttamente al lungomare, e una chiesa somigliante al convento dei Frati Cappuccini, da una prospettiva diversa da quella a cui siamo abituati. Cosa vorranno suggerirci?

Alla terza ricerca, l’IA mi propone nuovamente dei modelli urbani diversi dalla Gela che conosciamo, a vista più caotici, ma in cui lo sviluppo di aree verdi sembra avere un ruolo essenziale.

Alla domanda: “Qual è stato il momento più glorioso di Gela?”, invece, non vi è alcun dubbio. Il nostro mare e i nostri tramonti tolgono il fiato, e magari potremmo partire proprio da lì!

Infine, digitando le parole “Gela: le radici del futuro”, ecco che mi propone un nuovo modello di scultura. Chissà, magari un artista potrebbe prenderne ispirazione per una prossima installazione.

E voi, cosa chiedereste all’intelligenza artificiale riguardo la vostra città?

 

 

L'articolo Ho chiesto all’IA come migliorare la città, e le sue risposte sono sorprendenti. proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Comunicato Stampa: Ecco i vincitori del concorso a premi “Miglioriamo la Città”!

Mar, 12/06/2022 - 10:35

Sabato 3 dicembre, al teatro Eschilo di Gela, si è tenuta la premiazione del concorso a premi “Miglioriamo la città”, realizzato nell’ambito del progetto Gela Le Radici del Futuro. L’iniziativa, programmata d’intesa con l’Amministrazione della città di Gela, era stata presentata alla cittadinanza in primavera con l’obiettivo di innescare un dialogo tra e con gli abitanti e promuovere la partecipazione attiva attraverso l’invio di suggerimenti creativi che rispondessero alle domande: come ti piacerebbe rendere Gela più bella e accogliente? Come vorresti contribuire allo sviluppo della tua città?

La premiazione, condotta da Jacopo Fo, Direttore creativo del progetto, ha visto la presenza dei concorrenti che hanno partecipato all’iniziativa inviando i propri elaborati in forma scritta, video, immagini, insieme ad un pubblico curioso che ha contribuito, con l’occasione, a integrare con suggerimenti e spunti il fine ultimo di Miglioriamo la città: contribuire alla crescita e alla bellezza della città di Gela proponendo il proprio pensiero.

Sono stati premiati come vincitori del concorso:

1) Primo premio: Margarita Zharova con la proposta “Installazione modello nave greca su una rotonda della città”: la partecipante, anche studentessa dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Ettore Majorana”, ha proposto di installare una nave greca su una delle rotonde di Gela, per dare il benvenuto a cittadini e visitatori della città.

2) Secondo premio: Emanuele Zervasi con il progetto “Duna go on – I colori che vogliamo”: un progetto di decoro urbano che va a completare il già avviato muretto costeggiante l’altipiano di spiaggia con l’installazione con spezzoni e cocci di piastrelle dai colori variopinti fino all’accesso al mare della rotonda est Macchitella.

3) Terzo premio: Gruppo Scout reparto Rosa dei Venti – Agesci Gela 5 – con la proposta “Adotta un curigghiu”: valorizzare i” Curtigghi”, un tempo anime e cuori pulsanti della città e luoghi di ritrovo, divenuti oggi marginali, lontani dal cuore. Dare un tocco di vita a Gela, abbellirla con fiori, alberi, verde; vestire di colori i suoi muri, le facciate grigio spento.

I primi tre classificati riceveranno, oltre all’attestato di partecipazione, un premio monetario per un totale complessivo di mille euro.

Tra gli elaborati pervenuti la Giuria ha individuato anche alcune idee meritevoli di Menzione Speciale che sono state presentate e commentate con gli autori durante la premiazione.

Sono stati premiati come Menzioni Speciali del concorso:

“Percorso ciclabile per i punti storici della città” di Gaetano Arizzi
“Diario Scolastico” di Giacomo Cascino
“La pace di Gela” di Emanuele Castelletti
“Progetto toponomastica” di Eugenio Catania / Comitato Gela Brainstorming
“La tua biblioteca in un click” di Michel Distefano
“Urbanismo tattico” di Alessandro Greco
“Costruire è sempre un’opera d’amore” di Gabriella Guaia
“Cartoline da Gela” di Salvatore Mendola
“360° di storia” degli alunni dell’istituto “L. Sturzo”: Orazio Infurna, Sofia Pisano e Kevin Ognisanto (preside R. Cardamone, prof. E. Sigona)
“Progetto di riqualificazione” di Sophie Comandatore – 1CS liceo “E. Vittorini”

L'articolo Comunicato Stampa: Ecco i vincitori del concorso a premi “Miglioriamo la Città”! proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Sabato 3 dicembre doppio appuntamento al Teatro Eschilo con Gela Le Radici del Futuro

Lun, 11/21/2022 - 10:52

Sabato 3 dicembre doppio appuntamento al Teatro Eschilo di Gela dalle ore 16.00! Partecipazione libera ai due eventi organizzati da Gela Le Radici del Futuro e dedicati alla città di Gela:

  • Ore 16.30: annuncio dei vincitori del concorso a premi Miglioriamo la città;
  • Ore 19.15: proiezione in anteprima assoluta del documentario animato “Storie di fate e di giganti. Gela crocevia di archetipi e leggende di tutto il mondo” realizzato da Jacopo Fo e Dario Scaramuzza.

 

L’iniziativa “Miglioriamo la città”, programmata d’intesa con l’Amministrazione della città di Gela e presentata al pubblico nel mese di marzo 2022 ha ricevuto ottimo riscontro da parte della cittadinanza che ha inviato idee, proposte ed elaborati originali rispondendo ai quesiti posti dal concorso a premi Miglioriamo la città: Come ti piacerebbe rendere Gela più bella e accogliente? Come vorresti contribuire allo sviluppo della tua città?

Sabato 3 dicembre, alle ore 16.30, saranno annunciati i primi tre classificati vincitori dei premi, inoltre è prevista una menzione speciale per altre idee e proposte meritevoli. Menzione speciale anche per le scuole di Gela che maggiormente hanno partecipato.

 

 

Subito a seguire, alle ore 19.15, ci sarà la proiezione in anteprima assoluta del documentario animato “Storie di fate e di giganti. Gela crocevia di archetipi e leggende di tutto il mondo” realizzato da Jacopo Fo e Dario Scaramuzza che fa seguito all’altro già proiettato nel mese di marzo “Gela Antica. La New York del Mediterraneo” che è già in visione libera online al link: https://www.youtube.com/watch?v=oG26edN3Oag.

Il secondo e inedito documentario animato, “Storie di fate e di giganti. Gela crocevia di archetipi e leggende di tutto il mondo”, racconta invece le leggende di Gela sul gigante di Manfria, sua sorella la bella Castellana e una donna misteriosa e bellissima, capace di paralizzare gli uomini con un semplice gesto. Indagando su queste narrazioni medioevali abbiamo scoperto che sono imparentate con altre, inglesi, sulla Fata Morgana e Mago Merlino. E esiste anche una leggenda a proposito di un castello nelle profondità dello stretto di Messina dove la Fata Morgana ha abitato, circondata da giovani e giovinette di rara bellezza.

 “Storie di fate e di giganti. Gela crocevia di archetipi e leggende di tutto il mondo” porta sul grande schermo storie internazionali che vogliono indagare le origini dei miti più noti, origini che spesso si perdono nella notte dei tempi, ma che hanno connessioni molto più vicine a noi di quanto non ci immaginiamo. In poco più di venti minuti, la voce di Jacopo Fo ci accompagna in un viaggio antico adatto ad adulti e piccini.

 

Sarà presente in sala il regista Jacopo Fo, a seguito della proiezione dibattito e confronto con il pubblico.

Ingresso libero fino a esaurimento posti, gradita prenotazione al link: https://www.eventbrite.com/e/storie-di-fate-e-di-giganti-tickets-464999645457

L'articolo Sabato 3 dicembre doppio appuntamento al Teatro Eschilo con Gela Le Radici del Futuro proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

In farmacia per i bambini. Gela aderisce all’iniziativa a sostegno delle famiglie.

Sab, 11/19/2022 - 15:41

Compie dieci anni l’iniziativa “In farmacia per i bambini”, promossa in tutta Italia dalle Fondazione Francesco Rava. Ogni anno, è possibile recarsi presso le farmacia convenzionate e acquistare dei prodotti da donare alle famiglie in difficoltà. In occasione della Giornata Internazionale dei Diritti dell’Infanzia (20 novembre), anche l’associazione Gela Famiglia ODV aderisce all’iniziativa, per dare un contributo sostanziale ai bambini bisognosi nella nostra città.

Fino al 25 novembre, basterà recarsi presso le farmacie Pintaudi, Campisi, Marchitello o presso la parafarmacia Igea e acquistare dei prodotti sanitari da banco o prodotti ad uso pediatrico da donare ai bambini. I volontari dell’associazione allestiranno un banchetto dove sarà possibile lasciare i prodotti una volta effettuato l’acquisto.

L’iniziativa viene riproposta annualmente con un tema diverso. Il tema scelto per quest’anno è “One Planet, One Health”, poiché mira a sensibilizzare circa la sostenibilità sociale e ambientale per salvaguardare la salute delle nuove generazioni. Per insegnare ai più piccoli il valore del rispetto dell’ecosistema, sui volantini dell’iniziativa è stato una versione esclusiva del gioco dell’oca dove per giocarvi basta procurarsi un oggetto segnaposto e una monetina. In ogni tappa del gioco vi sono illustrate delle piccole istruzione su come poter contribuire, attraverso piccoli gesti, a modificare il proprio impatto ambientale.

Questa è solo una delle tante iniziative che la Fondazione Francesco Rava porta avanti per i bambini italiani e nel mondo. Per avere maggiori informazioni e partecipare alla prossima edizione di “In farmacia per i bambini”, basta collegarsi al sito https://infarmaciaperibambini.nph-italia.org/.

L'articolo In farmacia per i bambini. Gela aderisce all’iniziativa a sostegno delle famiglie. proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Fuori le Mura, l’arteterapia per il riscatto sociale dei detenuti e dei messi alla prova

Ven, 11/11/2022 - 18:40

Un’opera come simbolo di reinserimento e di riscatto sociale per i detenuti e per chi ha delle piccole pene da scontare pur in libertà. Si tratta del progetto “Fuori le Mura” finanziato da Fondazione con il Sud con capofila la cooperativa Prospettiva Futuro in collaborazione con l’Ufficio di Esecuzione Penale Estarna (UEPE). I soggetti coinvolti hanno partecipato a dei lavori di arte sotto la guida dell’artista Luigi Giocolano e dello psicologo e arteterapeuta Giovanni Quadrio. Insieme hanno creato un grande mosaico raffigurante la testa di una gorgone utilizzando esclusivamente materiali di riciclo. L’opera è stata esposta al circolo ARCI – Le Nuvole nel corso di una conferenza intitolata “Al centro del riscatto.”

Questa prima realizzazione ha coinvolto direttamente i detenuti della Casa Circondariale della città. I soggetti della messa alla prova stanno, invece, lavorando all’interno dei locali dell’ARCI alla creazione di un’opera analoga raffigurante la testa di Sileno. Le due opere verranno poi installate all’interno di due punti della città da concordare con l’amministrazione comunale. Giustizia, impegno sociale, sostenibilità e decoro urbano sono i punti chiave del progetto. “Volendo fare un parallelismo con i detenuti in generale, l’opera è stata realizzata con materiale riciclabile, da soggetti che a loro volta devono ‘riciclarsi’ e dopo essere esposti alla visibilità di tutti. – ha detto Cesira Rinaldi, Direttrice della Casa Circondariale – L’opera dà quindi significato alla restituzione alla società di chi l’ha realizzata. Non vediamo l’ora di rivedere quest’opera all’esterno.”

“Il pannello è stato realizzato in 50 ore nel corso dell’estate. – afferma Luigi Giocolano – I ragazzi erano molto presi e c’era molta sintonia tra loro. Erano talmente entusiasti di quello che stavano facendo al punto che mi hanno chiesto se l’attività sarebbe ripresa una volta terminata l’opera.”

Tutto ciò rientra in un progetto molto più ampio, che mira al reinserimento socio-lavorativo dei detenuti. Grazie all’impegno preso con l’azienda Dusty, 60 di questi soggetti possono partecipare a dei tirocini retribuiti mentre per 50 di questi sono previste delle assunzioni. Oltre al carcere di Gerla, il progetto ingloba quelli di Catania “Piazza Lanza”, Barcellona Pozzo di Gotto, San Cataldo, e l’istituto penale per i minorenni etneo e anche gli UEPE di Messina, Catania, Caltanissetta-Enna e Palermo con l’apporto dell’Ufficio del Garante dei Diritti dei Detenuti della Regione Sicilia.

L'articolo Fuori le Mura, l’arteterapia per il riscatto sociale dei detenuti e dei messi alla prova proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

A Casa di Paul Harris. Il Rotary Club di Gela lancia un nuovo ambulatorio solidale.

Dom, 10/30/2022 - 18:01

Le iniziative del Rotary Club di Gela non si fermano mai. Solo qualche giorno fa aveva collaborato con alcuni bar della città in occasione del World Polio Day, ma vi sono altri eventi in pianta stabile. Oggi, 30 ottobre 2022, Il Rotary Club Gela con grande orgoglio, inaugura la Casa di Paul Harris in tema sanità con l’Ambulatorio Solidale presso i locali dell’ Ambulatorio  diocesano “Franco Bennici” in piazza Sant’Agostino a Gela.

Un luogo che nasce dalla necessità di dare un immediato aiuto alle persone in difficoltà socio‐economica e che è stato intitolato al fondatore del Rotary. I soci professionisti rotariani e non, potranno avere un luogo che possa identificare il concetto di “servire al di sopra di ogni interesse personale”. Il Rotary Club di Gela  metterà nella disponibilità dell’utenza dieci figure professionali orbitanti in diverse specializzazioni sanitarie: Ematologia , Medicina Interna, Neurologia, Chirurgia, Colonproctolgia, Psicologia, Odontoiatria, Patologia clinica.

Un progetto sviluppato in collaborazione con la Piccola Casa della Misericordia di Don Lino Di Dio, e con il direttore Sanitario della struttura Dott. Santo Figura e Adriana La Barbera, referente dell’ambulatorio “Franco Bennici” .

L'articolo A Casa di Paul Harris. Il Rotary Club di Gela lancia un nuovo ambulatorio solidale. proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Nasce lo sportello “SOS Disabilità”, un’iniziativa di ADOCES Sicilia

Gio, 10/27/2022 - 18:40

È stato inaugurato uno sportello per accogliere le richieste di anziani e persone diversamente abili nei momenti di difficoltà. Si tratta della nuova iniziativa dell’associazione ADOCES Sicilia ODV, intitolata “SOS Disabilità” che trova luogo all’interno dei locali della Casa del Volontariato, in via Ossidania 27. A curare il progetto saranno il presidente di ADOCES Giacomo Giurato e il dott. Antonio Ventura in sinergia con i volontari della sua associazione.

Un aiuto concreto per i diversamente abili e per le loro famiglie, affinché possano conoscere a pieno i loro diretti e sentirsi maggiormente integrati nel territorio. Le consulenze saranno gratuite e di varia natura e riguarderanno: il diritto all’assistenza e alla previdenza, il diritto alla salute, la Carta Europea della disabilità, il diritto allo studio e il diritto di uguaglianza.

L’idea nasce dall’esigenza di dare una risposta a chi necessita, in seguito ai cambiamenti sociali che vanno a incidere sull’efficienza dei servizi. Molte di queste esigenze derivano anche dalle trasformazioni avvenute nel periodo di pandemia, che non si può ancora definire finito, pertanto è sempre richiesto rispettare le nome igienico-sanitarie. Lo sportello sarà operativo nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

Per fissare un appuntamento, gli organizzatori suggeriscono di mandare una mail all’indirizzo di posta elettronica adoces.sicilia@gmail.com o di chiamare ai seguenti numeri: 391 101 1770 – 349 884 4733.

L'articolo Nasce lo sportello “SOS Disabilità”, un’iniziativa di ADOCES Sicilia proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Un caffè sospeso per la polio. La nuova iniziativa del Rotary.

Dom, 10/23/2022 - 12:41

C’è tempo fino a lunedì 24 ottobre per aiutare il Rotary Club di Gela nella sua nuova mossa benefica, e per farlo, basta solo concedersi un caffè. “Un caffè sospeso per la polio – per proteggere tutti i bambini del mondo” è il titolo della nuova iniziativa promossa Rotary International  “End Polio Now” dedicato, appunto, alla eradicazione della poliomielite. Un’idea lanciata in occasione della Giornata Mondiale della Poliomielite, istituita per dare un’attenzione maggiore a quei paesi in cui questa malattia non è ancora stata debellata.

Per contribuire alla raccolta fondi basta compiere un gesto quotidiano, ovvero andare in uno dei bar dove vi è affissa la locandina dell’iniziativa e ordinare due caffè. L’importo del secondo caffè andrà in un salvadanaio apposito che verrà poi restituito all’associazione.

“Dal 1988, allorché il Rotary International lanciò la campagna per immunizzare tutti i bambini del mondo contro la Polio, abbiamo continuato infaticabilmente a sostenere la causa con un enorme investimento di tempo e di risorse – spiega il Presidente del Rotary Club Valentino Granvillano – obiettivo dell’iniziativa è quello di sensibilizzare, contribuire e coinvolgere nel progetto del Rotary International “End Polio Now a Countdown to Zero” grazie al quale il traguardo dell’eradicazione della poliomielite è ormai vicinissimo.

Questa malattia colpisce di fatto soprattutto i bambini in tenera età e non vi sono cure per sconfiggerla se non i vaccini. I trattamenti farmacologici (antibiotici, analgesici e di altra natura), servono solo a limitarne i sintomi. Nonostante in molti paesi la poliomielite sia stata presumibilmente debellata, è dello scorso luglio la notizia che delle tracce siano state rilevate nelle acque reflue della contea di Rockland a New York.

Il Rotary International risulta essere, da anni, primo nella speciale classifica mondiale dell’efficienza economica degli enti senza scopo di lucro, con un impiego diretto dei finanziamenti ottenuti a favore dei bisognosi, pari al 92%; solo l’8% è destinato a finanziare la struttura organizzativa, formata in maggioranza proprio dai volontari rotariani.

L'articolo Un caffè sospeso per la polio. La nuova iniziativa del Rotary. proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog

Tutti pazzi per la nave! Sempre di più le richieste di proroga della mostra su Ulisse.

Mer, 10/19/2022 - 17:43

Ulisse ne vedrà ancora delle belle prima di tornare in patria.  Dal sindaco di Gela, ai vari partiti politici, a cui si aggiungono ovviamente la cittadinanza e i turisti: sono sempre di più le richieste per un’ulteriore proroga, almeno fino alla fine dell’anno, della mostra che vede al centro dell’attenzione la nave greca di Gela.

L’esposizione del relitto era già stata prorogata al 31 di ottobre, ma il grande successo e impatto culturale che la mostra ha avuto hanno posto Gela al centro dell’attenzione, nonché tra le mete più ambite dai turisti di tutto il mondo. Da tanti anni non si vedeva un tale incremento di richiesto presso le strutture di alloggio. Un dato pubblicato su Facebook dalla Soprintendenza dei Beni Culturali di Caltanissetta vuole che in un mese e mezzo dall’inaugurazione vi sia stato un afflusso complessivo di 17.000 visitatori.

In contemporanea, si sono svolti vari incontri e convegni sulla nave e i reperti di Gela, ma anche sul mare, la storia e i miti del territorio. L’ultimo è stato organizzato nell’ex chiesa di San Giovanni, dall”Ordine degli Architetti P.P.C. di Caltanissetta.

Che l’antica Ghela sia tuttora un territorio pieno di risorse e sorprese archeologiche è risaputo ovunque. Sembra però che la valorizzazione dei propri beni culturali dipenda anche dalla programmazione di grandi eventi come quello della mostra, che servono a suscitare la curiosità degli esterni. Parallelamente, grazie ai lavori di cura e manutenzione dei luoghi e dei servizi, gli spettatori potranno conservare un bel ricordo.  Fino ad oggi, queste piccole (per non dire scontate) mosse sembrano aver recato solo beneficio alla città. Allora, forse è il caso di valutare tali richieste di proroga, insieme all’organizzazione di altri eventi che possano rilanciare l’immagine di Gela e del suo patrimonio storico, artistico e culturale.

L'articolo Tutti pazzi per la nave! Sempre di più le richieste di proroga della mostra su Ulisse. proviene da Gela Le radici del Futuro.

Categorie: Altri blog