Aggiornamento ecovillaggio solare

Ciao a tutti,
stiamo lavorando alacremente e i risultati iniziano a vedersi.
Innanzi tutto sono state completate le strade interne dell’ecovillaggio, spianate, imbrecciate, ripuliti i bordi dalla vegetazione lussureggiante che restringeva la carreggiata, ricavati i fossetti laterali e i taglia acqua.
Un lavoro che e' costato 60 mila euro circa ma che era indispensabile. Ora si puo' girare per l’ecovillaggio con qualunque auto. Non sara' invece immediato il ripristino completo della strada di collegamento con Alcatraz, abbiamo solo dato una spianata e messo qualche camion di ghiaia nei punti peggiori.
Quindi la via maestra per raggiungere l’ecovillaggio e' da Solfagnana Parlesca, 12 km da Alcatraz.
Abbiamo anche messo cartelli indicatori per l’ecovillaggio e all’interno ogni quartiere ha un cartello con planimetrie e disegni di come diventera'.
In questo modo tagliamo per il futuro il costo di dover accompagnare le persone.
Stiamo concludendo anche la fase di progettazione globale della funzionalita' delle nuove costruzioni.
Dopo lunghe riflessioni si e' valutato di cambiare la locazione dell’Albergo, non piu' dentro il rudere Capuzzola, quello con una torre centrale ma direttamente al centro del quartiere oliveto, con ingresso che dia sulla piazzetta, in modo da riunire in un unico punto i servizi di bar, albergo, ristorante e bazar.
Inoltre questa scelta riduce i costi condominiali in quanto costruire ex novo costa meno di ristrutturare un rudere, potremo quindi dirottare su altre esigenze il sovracosto di un albergo in una casa di pietra di valore storico. Questo anche per la gioia di chi preferisce comprare un appartamento in una millenaria casa di pietra.
A questo proposito va anche detto che ulteriori studi sulla struttura dei muri di Capuzzola hanno convinto gli architetti Loss e Pulitzer che la struttura originaria era un po’ diversa da quella che immaginavamo, a breve pubblicheremo i nuovi disegni.

Si e' anche pensato di semplificare e rendere piu' chiaro il meccanismo di vendita calcolando i prezzi al netto dei muri (metro quadrato calpestabile), l’offerta non cambia ma va riformulata. Questo perche' ci siamo accorti che la metratura lorda fa confusione, d’altra parte usare la metratura commerciale, cioe' calcolare percentuali di scale, terrazzi e giardini come parte dell’appartamento ci sembra non etico e un po’ furbastro.

A giorni scadranno i 30 giorni di attesa per il silenzio assenso per le DIA dei primi appartamenti e siamo quindi in grado di iniziare i lavori di ristrutturazione. Stiamo ultimando preventivi, statuti, contratti. Abbiamo terminato tutte le verifiche preliminari con l’amministrazione pubblica, quindi adesso si parte. Appena possibile metteremo sul sito tutta la proposta commerciale e contrattuale e potrete valutarla con calma.
Da oggi e' comunque possibile segnalare senza impegno quale appartamento si desidera. Una sorta di pre-prenotazione. Ci sembra giusto perche' alcuni da tempo ci chiedono di segnare che loro vogliono proprio quell’appartamento li'. Quindi da oggi ad Alcatraz c’e' una mappa dell’ecovillaggio con i cerchi blu per gli appartamenti bloccati da una mail e i cerchi verdi per quelli acquistati.
Entro 30 giorni saremo in grado di fornire una proposta chiusa, con prezzi e dettagli costruttivi, disegni eccetera e chi vorra' potra' passare dalla prenotazione all’acquisto.
Ricordiamo comunque che prima di un acquisto e' indispensabile la partecipazione a uno dei workshop che si tengono a Alcatraz ogni due mesi circa, e che hanno l’obiettivo di rendere realmente consapevole una persona della proposta dell’Ecovillaggio.
Questi incontri hanno anche lo scopo di far conoscere realmente le persone che si incontreranno poi all’Ecovillaggio. Il prossimo e' dal 21 al 23 maggio. Per informazioni potete telefonare ad Alcatraz allo 075/9229938-39-14

Stiamo anche definendo i dettagli tecnici secondo me molto importanti sui quali vi chiedo di esprimere pareri e consigli.

Esempio

Scheda funzionalita' impianto elettrico, infissi, riscaldamento.
Indicazioni generali, salvo diversa richiesta da parte dell’acquirente, dettagliata nel contratto d’acquisto.
Ogni stanza avra' tasti di accensione-spegnimento delle luci ma anche un tasto, che sara' il primo a sinistra in ogni placca di tasti, che spegnera' tutte le luci.
Non saranno utilizzati tasti che richiedono diversi tempi di pressione per regolare l’intensita' della luce. A richiesta verranno montati tasti con comando dell’intensita' della luce a rondella. (si gira un pomellino per aumentare o diminuire la luce).
Le luci esterne saranno dotate di sistemi automatici di accensione attivati dal movimento di una persona e da sistemi di inibizione del funzionamento durante il giorno.

Le porte NON saranno dotate da meccanismi che richiedono di alzare la maniglia, facendola ruotare verso l’alto, per chiudere a chiave in quanto giudicati macchinosi e superflui.
Gli infissi NON saranno dotati di apertura verticale, con basculamento verso l’esterno della finestra per lo stesso motivo.

Gli appartamenti con metratura di 80 mq o superiore saranno dotati di regolatori del riscaldamento con divisione della casa in 2 aree climatiche. Questo tramite una centralina di controllo elettronica posta in ogni abitazione, che sara' comunque presente negli appartamenti di metratura inferiore.

Ciao a tutti
A presto
Jacopo Fo