Altre notizie dai nostri siti

Le Focaccine di patate: una nuova ricetta di Angela Labellarte

People For Planet - Mer, 01/31/2018 - 06:26

Ingredienti per 25 focaccine

Farina 700 gr.
Patate 150 gr.
Lievito di birra 12 gr.
Olio extra vergine di oliva 2 cucchiai
Pomodorini
Origano
Sale
Acqua circa 300 ml.

 

Preparazione

Sbucciare le patate, tagliarle a pezzi e cuocerle in una pentola, coperte di acqua. A cottura ultimata scolare le patate, conservando l’acqua di cottura, e schiacciarle con una forchetta. In una ciotola mettere la farina, le patate schiacciate, due cucchiai di olio e il sale. Sciogliere il lievito di birra in un po’ di acqua tiepida di cottura delle patate e iniziare ad impastare sino a ottenere un impasto molto morbido. Coprire l’impasto e lasciar lievitare per circa un’ora. Spennellare con olio una teglia da forno.
Con un cucchiaio ben oliato disporre sulla teglia a una distanza di circa 4 centimetri una dall’altra le cucchiaiate di impasto lievitato.
Tagliare i pomodorini a metà e disporre un pezzo al centro di ciascuna focaccina. Condire con sale, origano e abbondante olio.
Infornare a 220°C in forno preriscaldato sino a quando risulteranno dorate, circa 15 minuti. Servire le focaccine calde.

Tempo di preparazione: 1h 40 min, compresa la lievitazione.

Ricetta vegetariana: sì

Ricetta vegan: sì

Ph: Angela Prati

The post Le Focaccine di patate: una nuova ricetta di Angela Labellarte appeared first on PeopleForPlanet.

Categorie: Altri blog

Campagna elettorale senza ambiente (o quasi): cosa dicono i partiti sull’ecologia

People For Planet - Mar, 01/30/2018 - 22:22

Qualche anno fa Beppe Grillo diceva di puntare al 100% del parlamento. Non sappiamo se ce la farà ma chi volesse provarci potrebbe iniziare dall’ecologia: secondo un sondaggio recente di Eurobarometro, il 95% degli italiani pensa che proteggere l’ambiente sia importante. I problemi più sentiti sono inquinamento dell’aria e gestione dei rifiuti, poi i cambiamenti climatici.

Le maggiori preoccupazioni degli Italiani

L’interesse per questi temi è confermato da diverse fonti. Dall’annuario Istat presentato a fine 2017 sappiamo che il 52% delle persone sopra i 14 anni è preoccupato per lo smog, e che in un anno la percentuale è salita del 3,7%. Ancora maggiore – quasi cinque punti – l’aumento della quota di chi teme il riscaldamento globale, arrivata al 49%. “Negli ultimi anni le ricerche evidenziano una crescita davvero significativa della sensibilità ambientale – diceva a ottobre il sondaggista Nando Pagnoncelli al sito del suo istituto Ipsos. – C’è una grossa enfasi sul futuro del pianeta e tutto si è accelerato con la crisi, che ha indotto a cambiare i paradigmi di consumo. Oggi sharing economy ed economia circolare sono argomenti che non riguardano una piccola fetta di popolazione”.

I candidati al prossimo parlamento dovrebbero saperlo. In effetti non si può dire che in questa campagna elettorale non si sia mai parlato di questioni legate all’ambiente. È successo almeno due volte: con i sacchetti biodegradabili nei supermercati e con il maiale fotografato tra i rifiuti a Roma. Il livello del dibattito è questo, e in generale i leader non sembrano puntare molto sull’ecologia. Eppure nei programmi il tema c’è, anche se con spazi variabili. Ecco le promesse di liste e coalizioni che hanno messo nero su bianco le loro idee in materia.

Il più sintetico.
È il centrodestra, che inserisce la tutela dell’ambiente nel decimo e ultimo punto dell’accordo firmato dai capi di partito. All’interno solo i titoli, dal “sostegno alle energie rinnovabili” a “risparmio energetico ed efficientamento della rete”. Più specifico il programma di Fratelli d’Italia, una delle liste dell’alleanza, che mette l’ecologia al 13° posto tra 15 “priorità”. Formazione scolastica alla difesa della natura e progressiva messa al bando dei materiali non biodegradabili sono alcune delle proposte.

Il più lungo.
I 5 stelle hanno preparato un documento di 180 pagine sull’ambiente. Innanzi tutto le bonifiche, con la promessa di accelerarle, e una sezione a parte per la “terra dei fuochi”. Poi i rifiuti, e si va dalla detassazione dei prodotti riciclati al blocco della costruzione di nuovi inceneritori. Al punto successivo troviamo l’acqua: tra le idee un fondo da 500 milioni per ridurre le perdite della rete idrica. Dove si affronta il dissesto del territorio si prevede un censimento del patrimonio edilizio, mentre nel capitolo mobilità si annunciano investimenti per favorire gli spostamenti in bici. No alle trivellazioni e in particolare al fracking, la tecnica della fratturazione idraulica che preoccupa gli ambientalisti. Ultima segnalazione sui cambiamenti climatici: anche il Movimento di Grillo parla di formazione nelle scuole, oltre che di fondi alle università che si occupano del problema e di impegno per il riconoscimento dei rifugiati ambientali, che scappano da zone diventate inabitabili.

Il più composito.
È il centrosinistra: alle proposte del Pd si aggiungono quelle dei Verdi e della lista di Emma Bonino, che fanno parte della coalizione. Per il Partito democratico citiamo il manifesto presentato in un’assemblea nazionale a fine ottobre: “sostenibilità ecologica dello sviluppo e della società” è la quarta di otto “idee fondamentali” elencate nel testo. Anche in questo caso si parla di diminuzione delle tasse sui prodotti riciclati, e poi di de-carbonizzazione del paese entro il 2050, di potenziamento dell’ecobonus e di obiettivi più generici, come sostegno alla mobilità elettrica e lotta al dissesto idrogeologico. Dicevamo dei Verdi, che immaginano una “svolta ecologista” in 10 punti: si va dal divieto di circolazione per i mezzi a benzina e diesel dal 2035 a un piano nazionale che porti a usare solo energie alternative. Infine Più Europa, la formazione di Bonino, nel programma parla di sostenibilità come “stella polare” di tutte le decisioni. Tra le proposte la carbon tax (imposta sulle emissioni di CO2) e l’ampliamento delle aree naturali protette.

La più ambiziosa.
Dal punto di vista della creazione di posti di lavoro il primato spetta alla lista Liberi e uguali, che ne promette due milioni e 700mila grazie a investimenti nelle energie rinnovabili. Le linee programmatiche presentate da Rossella Muroni (ex presidente di Legambiente) comprendono un “grande piano verde”, secondo punto dei sette contenuti nel documento. All’interno l’impegno a rilanciare il sistema dei parchi, combattere il consumo di suolo e costruire un’Italia carbon-free entro il 2030.

La più esplicita.
È la lista Potere al popolo, che parla di stop alle “grandi opere” e le cita una per una, a partire da Tav, Tap e Mose. No alle grandi navi nella laguna di Venezia, moratoria sui nuovi progetti di estrazione di combustibili fossili e abbandono del carbone come fonte di energia entro il 2028. All’ambiente è dedicato il 13° punto dei 15 del programma, che parla anche di un piano nazionale di bonifica dei siti inquinati, di finanziamenti alla mobilità sostenibile e di messa al bando degli inceneritori.

 

FONTI:

http://ec.europa.eu/commfrontoffice/publicopinion/index.cfm/Survey/getSurveyDetail/yearFrom/1974/yearTo/2017/surveyKy/2156

https://www.istat.it/it/files/2017/12/Asi-2017.pdf

https://www.ipsos.com/it-it/gli-italiani-e-la-nuova-legge-sui-sacchetti-ultraleggeri

http://www.forzaitalia.it/speciali/Programma_centrodestra_condiviso_10_PUNTI.pdf

http://www.fratelli-italia.it/wp-content/uploads/2018/01/PROGRAMMA_A4def.pdf

https://www.movimento5stelle.it/programma/ambiente.html

https://www.partitodemocratico.it/news/manifesto-italia-2020-costruiamola-insieme/

http://verdi.it/wp-content/uploads/2017/11/proposte-verdi-def.pdf

https://piueuropa.eu/programma/

http://liberieuguali.it/relazione_rossella.pdf

https://poterealpopolo.org/potere-al-popolo/programma/

 

 

 

The post Campagna elettorale senza ambiente (o quasi): cosa dicono i partiti sull’ecologia appeared first on PeopleForPlanet.

Categorie: Altri blog

L’abito che fa il monaco

Le Buone Notizie di Cacao - Mar, 01/30/2018 - 14:24

Era il 2005 quando vi raccontavamo la storia di Kate Miner, una donna che aveva mollato il suo lavoro nell’alta moda, aveva comperato un camper e con quello andava in giro per strada a raccogliere le barbone, vestirle con abiti eleganti, faceva loro la messa in piega e le mandava a un colloquio di lavoro. E così in pochi anni aveva tolto dalla strada 5000 donne ridando loro una casa, un lavoro, una vita.
Lo stesso lavoro lo fa Carren Gear, un’associazione statunitense che da 19 anni aiuta i senzatetto fornendo abiti per i colloqui di lavoro e facendoli seguire da una persona per i primi mesi del nuovo percorso di vita. Fino a oggi sono 40mila le persone aiutate dalla Carren Gear: homeless, ex detenuti, persone che si stanno disintossicando.
L’abito elegante serve a fare buona impressione ma anche a risollevare l’autostima di chi lo indossa. Uno studio del 2015 della California State University conferma che un abito elegante, in cui crediamo di apparire al meglio, fa sentire più sicuri.

Una scarpa di carpa

Le Buone Notizie di Cacao - Mar, 01/30/2018 - 14:23

O di salmone. Due fratelli artigiani bavaresi fabbricano scarpe di pelle di pesce, ecosostenibili perché prodotte con gli scarti del pesce, e fatte a mano. Costano 1.000 euro al paio.
Non propriamente economiche ma se può consolare sono praticamente esclusive: i fratelli ne fanno solo 45 paia all’anno.
(Fonte: Corriere.it)

Il rigore non c’è e io non lo tiro

Le Buone Notizie di Cacao - Mar, 01/30/2018 - 14:14

Partita tra due squadre turche under 16, l'Altinordu FK e il Balikesirspor Baltok.
L’arbitro fischia un rigore inesistente contro il Balikesirspor e il calciatore dell’Altinordu butta la palla dalla parte opposta della porta. Le immagini del rigore “buttato via” hanno fatto il giro del mondo.
“Non capisco tutto questo clamore” ha dichiarato il giovane rigorista. Beata gioventù!
(Fonte: Repubblica)

People For Planet è online! E’ nato il giornale per il pianeta!

Le Buone Notizie di Cacao - Mar, 01/30/2018 - 14:08

Grande, grande, grande successo ieri a Napoli per la conferenza stampa di lancio di People For Planet, il nostro nuovo progetto editoriale dedicato a ecologia, benessere e solidarietà.
Qui potete vedere il video della conferenza a cui hanno partecipato Jacopo Fo, Bruno Patierno e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris.
La prima campagna di People For Planet riguarda tre semplici leggi che andrebbero approvate: ente di controllo dei contratti collettivi, distribuzione dei farmaci sfusi e filtri per le lavatrici contro le microplastiche. Qui tutte le info sulla campagna, con gli articoli di approfondimento.
Fate un giro sul sito, c’è un sacco di roba interessante! :-)
peopleforplanet.it

Seguici anche sui social:
Facebook > Twitter > Linkedin > Instagram > YouTube > Pinterest

Conferenza stampa di lancio di People For Planet

People For Planet - Mar, 01/30/2018 - 09:33

flowplayer.conf.analytics = "UA-11693000-17"; flowplayer('#player_43', { splash: 'http://cdn.peopleforplanet.it/v/video/43/output/thumb.jpg', aspectRatio: "16:9", key: '$995340359991288', clip: { sources: [ { type: 'application/x-mpegurl', src: 'http://cdn.peopleforplanet.it/v/video/43/output/conferenza-stampa-p4p.mp4_master.m3u8' }, { type: 'video/mp4', src: 'http://cdn.peopleforplanet.it/v/video/43/conferenza-stampa-p4p.mp4' } ] } })

FOTO DELLA CONFERENZA

RASSEGNA STAMPA

Secolo d’Italia http://www.secoloditalia.it/2018/01/people-for-planet-un-magazine-per-proteggere-lambiente-e-azzoppare-bufale/

Pupia Tv http://www.pupia.tv/2018/01/canali/societa/people-for-planet-jacopo-fo-presenta-napoli-magazine/407473

Napolitoday http://www.napolitoday.it/green/people-for-planet-nuovo-giornale-video.html

Napolimagazine http://www.napolimagazine.com/cultura-gossip/articolo/il-progetto-parte-da-napoli-people-for-planet

Comune di Napoli https://m.youtube.com/watch?v=c_Vld3rBVAQ

Il Mattino http://video.ilmattino.it/primopiano/elezioni_de_magistris_l_unica_novita_e_potere_al_popolo-3514824.html

Napoliartmagazine http://www.napoliartmagazine.it/pianeta-suo-giornale-parte-napoli-people-for-planet-progetto-editoriale-jacopo-fo-bruno-patierno/

Repubblica.it https://video.repubblica.it/edizione/napoli/napoli-jacopo-fo-annuncia-la-nascita-della-rivista-people-for-planet-e-lancia-tre-proposte-di-legge/295736/296352

Repubblica Napoli http://napoli.repubblica.it/cronaca/2018/01/29/news/online_people_for_planet_giornale_di_bruno_patierno_e_jacopo_fo-187589140/?refresh_ce

Corriere http://video.corrieredelmezzogiorno.corriere.it/people-for-planet-jacopo-fo-anticipa-futuro/e138c0f6-051c-11e8-a6bb-34b6e3c1d201

Terroniamagazine http://www.terronianmagazine.com/parte-da-napoli-un-nuovo-progetto-editoriale-people-for-planet/

Lo Strillo http://www.lostrillo.it/showDocuments.php?pgCode=G20I200R24924&id_tema=12

Redacon http://www.redacon.it/2018/01/29/anche-un-poco-redacon-nel-portale-people-for-planet-della-famiglia-fo/

Radionofrontiere https://ranofrontiere.blogspot.it/2018/01/parte-da-napoli-people-for-planet-il.html

Corriere del Mezzogiorno

 

The post Conferenza stampa di lancio di People For Planet appeared first on PeopleForPlanet.

Categorie: Altri blog

Ci sono giornali che ti dicono che cosa è successo ieri. People For Planet ti racconta cosa succederà domani

People For Planet - Lun, 01/29/2018 - 16:41

L’informazione del futuro
Forse una premessa è necessaria: noi vogliamo cose buone… pace nel mondo, allegria, tecnologie simpatiche, volersi bene e fare arte. Questo è meglio dirlo subito.
E siamo preoccupati per quel che sta succedendo alla terra che ci dà la vita.
In questo momento molto delicato dell’evoluzione umana abbiamo visto la possibilità di creare qualcosa di nuovo e di utile. E oggi possiamo mostrarti queste pagine di People for Planet, un giornale digitale ben informato e anche un sistema di connessione e cooperazione: uno strumento per far nascere iniziative, per fare incontrare ricercatori, tecnici, scienziati, gruppi solidali, amanti del verde e degli animali, imprenditori illuminati, buongustai, comici e artisti, coltivatori sinergici, operatori sociali, formatori, sportivi.
Vogliamo contribuire a far incontrare le persone che in questo momento stanno costruendo il pianeta di domani e sostenerli, dare visibilità ai loro risultati.
Non facciamo solo informazione documentata. A noi piace essere insieme a migliaia di persone a fare il surf sulle onde della storia.
E vogliamo farlo con te e con altre persone che stanno rendendo più giusto e più moderno questo pianeta. Una sorprendente moltitudine che si dedica alla solidarietà e all’arte e che ha capito che la tecnologia buona è un possente strumento per generare il cambiamento.
Vogliamo rafforzare le connessioni tra le persone che stanno lavorando concretamente a questa trasformazione epocale: la rivoluzione digitale è appena iniziata e contemporaneamente il movimento solidale sta fiorendo in tutto il mondo.
E questo avviene mentre gli analisti delle tendenze si sono accorti che la domanda di arte sta esplodendo. Dopo gli anni del cibo è l’arte il prossimo trend dominante.

Ti piace?
Tanto per iniziare questo portale lo costruiremo insieme. I commenti agli articoli sono sempre stati per noi fonte di miglioramento e approfondimento. Quello che ci scriverai nei commenti sarà valutato attentamente e ti risponderemo.
Noi scriviamo per aprire il dibattito.
E questo portale è strutturalmente uno strumento per fare social network 4.0.
Espanderemo progressivamente la nostra rete creando un circuito capace di dare visibilità a centinaia di iniziative locali e nazionali.
Offriamo una voce e un sistema per connettere e creare flussi informativi. Innanzi tutto ci serve un indice: vuoi segnalarci quelli che per te sono i 5 migliori siti della galassia arcobaleno? (scrivilo a info@peopleforplanet.it).
Pensiamo alla rete dei siti che amano questo pianeta rigoglioso e ha una capacità di influenza culturale enorme perché nell’insieme raggiunge milioni di persone, e che però è ancora frammentata.
Il primo passo per noi è quello di individuare i siti di qualità e linkarli aumentando così la loro visibilità e la circolazione di notizie.
L’informazione è di per sé una forma di connessione.

E se ti piace l’idea di sviluppare connessioni e collaborazioni, scrivici a info@peopleforplanet.it.
E se vuoi essere un nostro cacciatore di notizie mandaci i link alle news più interessanti che trovi in rete. Non tutte, solo quelle veramente interessanti.
E buona giornata!

Una rivista digitale per sapere e per fare
Questo giornale serve per lavorare
Avere idee pazzesche
Conoscere persone interessanti
Incontrarsi per collaborare o passare il tempo
Prevedere il futuro
Ed è pure gratis.
Anzi vorremmo farti dei regali.
Dico veramente.
In realtà vorremmo anche approfittare di te, della tua collaborazione… Col tuo consenso ovviamente…

Attenzione: questo giornale è destinato a esplodere rapidamente

Due parole su di noi
Forse starai pensando che siamo i soliti esagerati con il marketing al posto del cervello. Invece io mi attengo ai fatti.
Sono 35 anni che precediamo l’onda e anzi collaboriamo a rafforzarla (collaborando con tanti altri).
Nel 1982 abbiamo creato la Libera Università di Alcatraz, un centro culturale che è anche un agriturismo, un ristorante biologico, autoproduce energia elettrica con un impianto fotovoltaico, acqua calda dal sole e ha persino un orto biologico.
Tutte cose che se allora andavi in giro a chiedere cosa fossero ti guardavano stile: “Ho visto un alieno!”
La lista delle novità che abbiamo contribuito a far arrivare al successo è lunga: commercio etico, parto dolce, informazione sessuale, comicoterapia negli ospedali, Cacao il quotidiano delle buone notizie, gruppi di acquisto, biodiesel, riduttori del flusso dell’acqua dei rubinetti, lampadine a led (e sostituzione dell’illuminazione stradale, realizzata a Padova nel 2005!)…
Non è magia, è ragionamento, tant’è che a certe idee ci siamo arrivati non da soli ma insieme a un “gruppetto” di migliaia di persone con le quali abbiamo discusso e studiato e soprattutto ci siamo scambiati informazioni. La Libera Università di Alcatraz è stata per 35 anni anche un grandioso punto di incontro e di scambio. Nel frattempo è anche arrivato internet e le nostre opzioni hanno fatto un salto di qualità verticale. E’ nato il Gruppo Atlantide, lanciamo e partecipiamo a iniziative internazionali di sviluppo sociale, abbiamo istituito il Premio Natura…
E ora eccoci qui, con People For Planet, a chiederti ancora una volta: giochiamo insieme?

The post Ci sono giornali che ti dicono che cosa è successo ieri. People For Planet ti racconta cosa succederà domani appeared first on PeopleForPlanet.

Categorie: Altri blog

People For Planet è nato!

Le Buone Notizie di Cacao - Sab, 01/27/2018 - 12:24

Questa mattina a Napoli, a Castel dell’Ovo, si è tenuta la presentazione del nuovo sito People For Planet, che potete ammirare qui.
La conferenza stampa è stata trasmessa in diretta Facebook, la trovate qui.
People For Planet è un nuovo magazine online dove si parla di ecologia, ambiente, benessere e solidarietà, con molti contributi video. Insieme a Jacopo Fo e Bruno Patierno, ideatori e project manager del progetto anche Sergio Ferraris, giornalista scientifico e direttore responsabile della testata e Sergio Parini, direttore editoriale.
Un grande sito, un grande progetto, ci sarà da divertirsi!
peopleforplanet.it

(..) Continua a leggere CACAO di oggi.

Cos’hai di meglio da fare che metterti nei guai?

Le Buone Notizie di Cacao - Sab, 01/27/2018 - 12:22

di Jacopo Fo

Non sta soffiando il vento della rivolta
Il mare è calmo e gli squali la fanno da padroni
E sembra proprio che i piccoli pesci non abbiano molte possibilità
Ma abbiamo intenzione di uscire lo stesso
Non faremo grandi cortei per le strade perché siamo maledettamente pochi
E abbiamo visto che gridare e marciare non serve a un granché
E quelli che potrebbero venire sono a casa a leccarsi le ferite
O sono troppo stanchi perché il lavoro è stato massacrante
Ma qualche cosa possiamo fare anche in pochi
Se ci connettiamo e non perdiamo tempo a discutere di quello che non va
E progettiamo azioni concrete da mettere in campo domani
Abbiamo qualche probabilità

(..) Continua a leggere CACAO della Domenica.

Oriana Fallaci ha ragione? Terza puntata

Le Buone Notizie di Cacao - Ven, 01/26/2018 - 18:20

di Jacopo Fo

La storia del Mediterraneo è la storia delle migrazioni guerriere.
Iniziano i mercanti semiti, poi gli invasori Dori che conquistarono la Grecia e poi la magnifica Creta. Poi attaccano i Troiani, poi sono i Persiani a attaccare i greci. Intanto i Romani, cugini dei Dori, spodestano i post-matriarcali etruschi e poi si gettano contro i Cartaginesi, di origine mediorientale sterminandoli e arrivano a dominare tutto il Mediterraneo spingendosi per terra fino a Alessandria d'Egitto.
La caratteristica comune a tutti gli invasori, allevatori guerrieri, era la brutalità che andava oltre il sadismo più malato.
I Romani quando presero Cartagine e la distrussero definitivamente, uccisero 500mila tra uomini donne e bambini. Non ne uccisero di più solo perché non ce n'erano più. Erano finiti.
E potremmo proseguire per ore narrando come Giulio Cesare sterminò gli Eburoni, nobile popolo gallico, fino all'ultimo bambino. E se ne vantò nel suo De Bello Gallico, raccogliendo il plauso dei concittadini. Traiano si dilettò a massacrare al Colosseo quarantamila prigionieri di guerra, in un mese di spettacoli sanguinosi che avevano lo scopo di allietare un popolo privo di ogni senso di pietà.
Giusto per restare in tema cristiano potremmo ricordare come i crociati diretti in Palestina si siano fermati a sterminare gli abitanti di Costantinopoli ammazzandoli a decine di migliaia dimenticandosi che erano loro stessi cristiani.

(..) Continua a leggere CACAO del Sabato.

AFFORDABLE ART FAIR

Le Buone Notizie di Cacao - Ven, 01/26/2018 - 11:25

Se siete dalle parti di Milano non perdetevi la mostra “Visioni irregolari” della galleria Maroncelli 12 che si tiene fino a domenica a Superstudio Più, in via Tortona 27.
Dal comunicato stampa: “La galleria Maroncelli 12 partecipa all’ottava edizione di Affordable Art Fair Milano con una mostra dal titolo “Visioni irregolari”. Perché irregolari? Perché dall’anno della sua nascita, il 2014, Maroncelli 12 si è impegnata nella ricerca e valorizzazione di artisti che lavorano al di fuori del circuito ufficiale dell’arte, spinti più da una necessità interiore che dalle regole del mercato. Anche in questa occasione la galleria punta a esaltare la qualità e l’autonomia del lavoro artistico di autori autodidatti che si distinguono per l’originalità delle proprie scelte estetiche. In mostra, un piccolo spaccato di mondo: dal californiano Dan Miller, reduce dall’ultima Biennale di Venezia al bulgaro Stefan Todorov che dipinge la musica; dal dripping involontario di Paolo Baroggi (Como, Italia) alla “improbabile tribù” del francese Pierre Soufflet al desiderio di umanità e di pace nelle tele animate di Shaul Knaz (Israele)”.

I fondali dell’Oceano antartico

Le Buone Notizie di Cacao - Ven, 01/26/2018 - 11:23

Per la prima volta sono stati esplorati e documentati i fondali nel mare di Wadell visti da un sottomarino di Greenpeace.
"La nostra prima immersione nell'Oceano Antartico è stata davvero sorprendente", afferma John Hocevar, biologo marino di Greenpeace e pilota del sottomarino. "Non sapevamo cosa aspettarci e abbiamo trovato una ricca biodiversità fatta di spugne, coralli, stelle di mare, gigli di mare e altri echinodermi. Davvero incredibile trovare un tappeto di specie viventi così diverse tra loro. Spero che il nostro lavoro aiuti a mostrare perché dobbiamo proteggere questo ecosistema"
(Fonte: Repubblica.it)
VIDEO

La Svizzera è la più green

Le Buone Notizie di Cacao - Ven, 01/26/2018 - 11:23

Secondo quanto afferma l’Environmental Performance Index, EPI stilato dagli atenei di Yale e Columbia e presentato al World Economic Forum di Davos, la Svizzera è il Paese più green.
La classifica viene stilata in base all’indice di sostenibilità ambientale e vede l’Italia al 16esimo posto per la cattiva qualità dell’aria urbana e dei trasporti. Vanno molto peggio Cina e India, rispettivamente al 120esimo e al 177esimo posto.
(Fonte: Ansa.it)

Arriva il raggio traente

Le Buone Notizie di Cacao - Ven, 01/26/2018 - 11:22

La tecnologia di Star Trek è sempre più vicina a noi. Dopo le cuffie traduttrici ora arriva anche il raggio traente. Uno studio dell’Università di Bristol e pubblicato su Physical Review Letters  racconta che il segreto di questa nuova invenzione sarebbero gli ultrasuoni. "I principi su cui si basa l'esperimento sono ben consolidati e dimostrati. Tuttavia la ricerca introduce una strategia particolarmente efficace per intrappolare oggetti di dimensioni macroscopiche, in particolare sulla scala di qualche centimetro", ha dichiarato il fisico Roberto Di Leonardo, dell'università Sapienza di Roma. Finora il raggio cattura insetti e può manipolare farmaci e strumenti chirurgici nel corpo umano.
Attenti, se sentite una particolare attrazione, potrebbero essere i Romulani.
(Fonte: Corriere.it)

SAVE THE DATE 29 gennaio: People for Planet è online!

FrancaRame.it - Gio, 01/25/2018 - 16:49

Ci sono giornali che ti dicono che cosa è successo ieri. People For Planet ti racconta cosa succederà domani”, così Jacopo Fo sintetizza ciò che leggeremo sul nuovo magazine del Gruppo Atlantide, on line dal 29 gennaio.

Un giornale digitale rivolto ai cittadini interessati ai temi dell’ambiente, della sostenibilità, del corretto rapporto tra gli individui e il pianeta.

People For Planet, come spiega ancora Jacopo Fo, direttore creativo del magazine, sarà: “Uno strumento per far nascere iniziative, per fare incontrare ricercatori, tecnici, scienziati, gruppi solidali, amanti del verde e degli animali, imprenditori illuminati, buongustai, comici e artisti, coltivatori sinergici, operatori sociali, formatori, sportivi. Vogliamo contribuire a far incontrare le persone che in questo momento stanno costruendo il pianeta di domani e sostenerle, dare visibilità ai loro risultati”.

Per il lancio del progetto promosso dal Gruppo Atlantide, coordinato da Jacopo Fo e Bruno Patierno, è stata scelta la città di Napoli. L’appuntamento è per lunedì 29 gennaio alle ore 11.00 a Castel dell’Ovo per la conferenza stampa organizzata in collaborazione con il Comune di Napoli.

La presentazione del magazine sarà anche l’occasione per scoprire il Manifesto di People For Planet. Il giornale, infatti, vuole farsi promotore di azioni concrete e portare avanti tre proposte di legge per il benessere dell’ambiente e delle persone.

Chi siamo: Il Gruppo Atlantide, promotore di People For Planet, coordinato da Jacopo Fo e Bruno Patierno, è una rete di organizzazioni e professionisti che collaborano con imprese ed enti in iniziative a favore della società e dell’ambiente.

Dal 29 gennaio, People For Planet: www.peopleforplanet.it

Qualche anticipazione è già sui social:
Facebook> @peoplexplanet
Twitter > @peoplexplanet
Linkedin > People For Planet
Instagram > people_for_planet

Gruppo Atlantide: www.gruppoatlantide.it

Ufficio Stampa:
Margherita Aina, Erika Scafuro
Mail: press@peopleforplanet.it
Tel: 3204042404

Argomento: people for planetAnno: 2018
Categorie: Altri blog

SAVE THE DATE 29 gennaio: People for Planet è online!

Il blog di Dario Fo - Gio, 01/25/2018 - 16:42

Ci sono giornali che ti dicono che cosa è successo ieri. People For Planet ti racconta cosa succederà domani”, così Jacopo Fo sintetizza ciò che leggeremo sul nuovo magazine del Gruppo Atlantide, on line dal 29 gennaio.

Un giornale digitale rivolto ai cittadini interessati ai temi dell’ambiente, della sostenibilità, del corretto rapporto tra gli individui e il pianeta.

People For Planet, come spiega ancora Jacopo Fo, direttore creativo del magazine, sarà: “Uno strumento per far nascere iniziative, per fare incontrare ricercatori, tecnici, scienziati, gruppi solidali, amanti del verde e degli animali, imprenditori illuminati, buongustai, comici e artisti, coltivatori sinergici, operatori sociali, formatori, sportivi. Vogliamo contribuire a far incontrare le persone che in questo momento stanno costruendo il pianeta di domani e sostenerle, dare visibilità ai loro risultati”.

Per il lancio del progetto promosso dal Gruppo Atlantide, coordinato da Jacopo Fo e Bruno Patierno, è stata scelta la città di Napoli. L’appuntamento è per lunedì 29 gennaio alle ore 11.00 a Castel dell’Ovo per la conferenza stampa organizzata in collaborazione con il Comune di Napoli.

La presentazione del magazine sarà anche l’occasione per scoprire il Manifesto di People For Planet. Il giornale, infatti, vuole farsi promotore di azioni concrete e portare avanti tre proposte di legge per il benessere dell’ambiente e delle persone.

Chi siamo: Il Gruppo Atlantide, promotore di People For Planet, coordinato da Jacopo Fo e Bruno Patierno, è una rete di organizzazioni e professionisti che collaborano con imprese ed enti in iniziative a favore della società e dell’ambiente.

Dal 29 gennaio, People For Planet: www.peopleforplanet.it

Qualche anticipazione è già sui social:
Facebook> @peoplexplanet
Twitter > @peoplexplanet
Linkedin > People For Planet
Instagram > people_for_planet

Gruppo Atlantide: www.gruppoatlantide.it

Ufficio Stampa:
Margherita Aina, Erika Scafuro
Mail: press@peopleforplanet.it
Tel: 3204042404

Categorie: Altri blog

Anche i cammelli si fanno di botox

Le Buone Notizie di Cacao - Gio, 01/25/2018 - 11:27

Il montepremi del King Abdulaziz Camel Festival, in programma vicino a Riad, è di tutto rispetto: 57 milioni di dollari. Ecco spiegato perché i proprietari dei 30mila cammelli in mostra sono disposti a tutto pur di vincere. Ma nulla sfugge agli occhi attenti dei giurati, che si sono accorti che una dozzina di cammelli aveva le labbra decisamente troppo pronunciate e così hanno scoperto che ai poveri animali era stato iniettato il botox.
I criteri di bellezza di questi maestosi animali sono l’altezza, la forma, il posizionamento della gobba e, appunto, le labbra grandi e carnose.
Ok, ma il canotto anche no.
(Fonte: Ansa:it)

Pagare una bottiglia 34mila euro e non bere

Le Buone Notizie di Cacao - Gio, 01/25/2018 - 11:25

Una magnum di champagne dal costo di 34mila euro doveva servire festeggiare un compleanno in un locale esclusivo di Ibiza. Tutto bene se non fosse che la bottiglia è scivolata di mano al festeggiato ed è finita a terra. Rompendosi.
Si è brindato a gazzosa e lacrime.
(Fonte: Repubblica)

Guarire creando

Le Buone Notizie di Cacao - Gio, 01/25/2018 - 11:23

Dal 2012, nell'Ospedale dei Bambini di Brescia si sperimentano con successo creatività e fantasia nella guarigione: quest'anno 99 pazienti dai 4 ai 21 anni, ricoverati in 6 reparti pediatrici, impegnati in un lavoro collettivo di 250 ore, hanno realizzato 11 cortometraggi d'animazione che verranno proiettati oggi al cinema Nuovo Eden. "Cartoni animati in corsia" è divenuto un progetto permanente, da due anni volto anche a colmare il divario tra ospedale e scuola, con il concorso di scrittura "Cartoni animati dall'Aula alla Corsia", a premiare le migliori storie degli scolari bresciani con la realizzazione dei cartoni animati da parte dei pazienti. E' un progetto di Avisco (http://www.avisco.org), in collaborazione con l'Ufficio scolastico territoriale di Brescia.
(Fonte Bresciaoggi, segnalata da Davide Calabria, grazie!)