Perche' la storia di Riace non finira'

di Chiara Sasso (“Riace terra di accoglienza”) Tiziana Barillà (“Mimì Capatosta”)
comune-info.net

“Gridatelo dai tetti” scriveva Bartolomeo Vanzetti in una lettera al padre il 1° ottobre 1920.
“Non tenete celato il mio arresto. No, non tacete, io sono innocente e voi non dovete vergognarvi. Non tacete ma gridatelo dai tetti, del delitto che si trama al mio danno… No, non tacete che il silenzio sarebbe vergogna”.
(...) Continua a leggere CACAO del Sabato