Alcatraz sulla stampa danese

Articolo pubblicato sul giornale danese Politiken dopo la visita della Stampa Estera ad Alcatraz...

Articolo pubblicato sul giornale danese Politiken dopo la visita della Stampa Estera ad Alcatraz...

Traduzione

Alcatraz negli USA era una prigione in un’isola. Alcatraz, in Italia, è una libera località per le ferie che attira molta gente.
Se si ha difficoltà a vivere nell’ingiusta e squilibrata società italiana, si può creare una società costruita secondo il proprio gusto. Questo è quello che Jacopo Fo ha fatto con l’aiuto di suo padre, lo scrittore, l’attore della Commedia dell’Arte, il premio nobel, ed altro, Dario Fo.
Il risultato è stato la Libera Repubblica di Alcatraz, situata nella bella regione dell’Umbria a circa 200 chilometri da Roma.
La Repubblica non ha né parlamento né esercito, ma semplici cittadini o visitatori a cui piace vivere in maniera sana e piacevole una vita semplice. Le casa sono dotate al cento per cento dell’energia prodotta da biomasse e pannelli solari. La  piscina interna, ad esempio, è riscaldata completamente dal lavorio di batteri attivi.
Riciclaggio è la parola d’ordine. Si può partecipare al dibattito quotidiano del dopopranzo, oppure farsi i fatti propri. Si può seguire un corso di recitazione col papà Dario (quando c’è), oppure esercitarsi a suonare l’ukulele all’ombra di un albero.
In realtà la Repubblica è una curiosità attraente, un posto di vacanze alternativo per quelli che hanno bisogno di rilassarsi lontano dalla normale vita italiana. Alcatraz è una società registrata che paga regolarmente gli stipendi ai dipendenti e paga le tasse puntualmente, come solo poche società della penisola italiana sono abituate a fare.
Al cinquantottenne Jacopo Fo piace molto la Danimarca, dove ha abitato per un breve periodo. È un artista eclettico, filosofo e, a suo modo, anche un filantropo.
Alcatraz ha, per principio, prezzi fissi e ragionevoli, ma i visitatori o le visitatrici che non se lo possono permettere, possono decidere loro stessi il prezzo di un trattamento completo. La Repubblica ti offre un passaporto che ti da la possibilità di seguire una serie di corsi "alternativi" e sopratutto consumare eccellenti pasti ecologici innaffiati da ottimi vini dai nomi attraenti come ”Sesso Selvaggio” o ”Amore Cosmico”.
La filantropia è sicuramente un’usanza di famiglia. Tutta la somma di denaro del premio nobel è stata usata a suo tempo da Dario Fo per comprare sedie a rotelle ed altri attrezzi destinati agli invalidi. Nella Repubblica si possono seguire dei corsi che non esistono da altre parti, come corsi sul sesso per gli anziani, yoga demenziale, gastronomia elementare, coltivazioni dinamiche per il giardino di casa, risate per tutti i giorni, comicità ecc. Senza considerare corsi e conferenze di famosi artisti che amano frequentare la Repubblica.
Nella Repubblica sono presenti molti degli elementi che hanno caratterizzato il teatro della famiglia Fo, che hanno fatto il giro del mondo.
La fondazione di Alcatraz risale agli anni ’80, in un’atmosfera di ribellione e di lotta per salvare il mondo dal capitalismo e dalle società multinazionali. Oggi invece si tratta sopratutto di pace e fratellanza. Da qui parte un messaggio sociale, dice Jacopo Fo, ma anche  mostrare e praticare uno stile di vita basato su cose semplici e poco costose nel rispetto dell’ambiente: un esempio da seguire per gli altri italiani.
Il posto non è facile da trovare, ma se si vuole arrivare in macchina da quelle parti si deve chiedere la strada per Casa del Diavolo. Tutti sanno dove si trova. Visitate il sito www.alcatraz.it.

Alfredo Tesio abita a Roma, e si occupa di cose italiane per la nostra rubrica di ”curiosità”.

Traduzione di Salvatore Carboni (con tanti saluti a Jacopo e a suo padre).