Cacao della domenica del 25/09/2005

Annunci

- Dal 30 Settembre al 2 Ottobre (unica data del 2005) Imad Zebala presenta L'ESTASI e BENESSERE MUSICANDO PERCUSSIONANDO.
Questo weekend sarà come sempre una grande festa per salutare l'estate immergendoci totalmente nella musica e nella natura. Come diceva Al-Ghasali (1058 - 1111) "Colui che le stagioni con le sue trasformazioni, e il liuto con le sue corde, non riescono a commuovere, è certamente un uomo incompleto."
Faremo musica e concerti, balleremo e giocheremo! Approfondiremo tutti questi argomenti divertendoci, per la gioia della vita e il benessere psicofisico.
Per maggiori informazioni http://www.alcatraz.it/imad.htm
Per prenotazioni contattare Alcatraz telefonando allo 075 922 99 39/38 oppure inviando una e-mail a info@alcatraz.it

- 30 settembre - 2 ottobre Laboratorio per la costruzione del Parco Fantastico di Alcatraz. Lavorare con le mani, il cemento, il ferro e i pennelli. Costruire grandi statue dipinte che formeranno un luogo per stupire le persone e aprire i cuori al divertimento e allo spirito del gioco.
Vieni a darci una mano a realizzare una colossale istallazione artistica contro la guerra e la stupidità.
Alla sera sarai talmente sporco che neanche il tuo commercialista potrà riconoscerti!
Scegli l'arte come strumento di comunicazione. Se pensi di non essere capace di fare arte scoprirai talenti insospettati. Tira fuori la bestia creativa che è dentro di te!!!
Con Jacopo Fo e Eleonora Albanese alla scoperta delle realizzazioni che si possono concretizzare solo nei sogni più smodati e alla Libera Università di Alcatraz.
35 euro al giorno pensione completa in camerata e laboratori.
(Vedi "L'arte è l'unica forza in grado di dare speranza all'umanità" Clicca qui).

- 21 - 23 ottobre Corso di massaggio thailandese e Comicoterapia con Gisella Manganelli e Jacopo fo
Laboratorio per la costruzione del Parco Fantastico di Alcatraz
Corso di CUCINA con Angela Labellarte
Per prenotazioni contattare Alcatraz telefonando allo 075 922 99 39/38 oppure inviando una e-mail a info@alcatraz.it
Per il calendario corsi completo di Alcatraz clicca qui

La storia della settimana

Andai da Dio e gli dissi: "Ma ti sembra il modo di gestire le cose?
Ti rendi conto del livello di casino che c'e' sul pianeta? Gli uragani devastano gli Stati Uniti, in Congo continuano i massacri, l'epidemia aviaria ci minaccia e in piu' Fazio non si dimette, Prodi non vuol mettere il risparmio energetico tra le priorita' dell'Unione... Insomma non mi sembra che tu ti stia impegnando."
Ero un po' incazzato e parlavo a raffica, avevo letto i giornali e non mi erano andati giu'. Cosi' ero arrivato a casa di Dio, a duecento metri dal mio casolare, in mezzo a un bosco. Dio se ne stava seduto nel suo soggiorno in legno grezzo e dipingeva sopra un grande foglio di cotone un volo di gabbiani. Mi guardo' con la sua aria profonda. Ma io continuavo: "Ascoltami, tu devi fare qualche cosa, e' tutto un ruba ruba, un'idiozia collettiva... per non parlare dell'Iraq... E non puoi cavarti dall'impiccio limitandoti a due uragani uno dopo l'altro sugli Usa. Ammetto che sono scenografici ma insomma...Credi veramente che diventeranno buoni se li anneghi un po'? Tra l'altro volevo chiederti: ma com'e' che il secondo uragano l'hai mandato proprio su Houston dove erano finiti i profughi di New Orleans? Ce l'hai con qualcuno in particolare e stai cercando di farlo fuori? Non e' che usi armi di calibro un po' troppo grosso? Se gli sparavi nel sonno non facevi prima?"
Dio mi interruppe: "Ma credi che io abbia tempo da perdere con queste stronzate?
Secondo te io non ho altro da fare che punire qualche milione di statunitensi per i peccati del loro presidente?
Ma non ti rendi conto che dalla mattina alla sera sono qui a far ruotare vorticosamente tutte le palline di luce che compongono questo universo? Lo sai che la materia dentro e' vuota? Sei andato a scuola o eri malato quando hanno spiegato il Big Bang? Se guardi dentro gli atomi vedi qualche cosa di simile a un cielo di stelle! La distanza tra il nucleo e i satelliti di un atomo e', in rapporto, la stessa che c'e' tra i pianeti e il sole. E le particelle sub atomiche sono solo palline di energia che girano molto velocemente! Se si fermano un istante spariscono. Caro Riccardo (Riccardo sono io) la materia non esiste. E io devo creare l'apparenza di un universo dal nulla. Cosa vuoi che mi interessi di cosa fa Bush."
"Ma come? Quello e' un pazzo scatenato! Come fa a non interessarti?"
Dio cambio' tono: "Senti bello, io mi occupo di possibilita'. Io creo nuove possibilita'. L'Universo e' una grande possibilita' che permette a intere galassie di nascere, muoversi, esplodere. L'esistenza delle razze intelligenti e' un altro grande aumento delle possibilita': pensieri, parole, eventi complessi, macchine... Cosi', finalmente ho trovato un aiuto. Le vicissitudini umane producono nuovo movimento, energia per le particelle sub atomiche e forse, chissa', in futuro anche materia vera. Il mio obiettivo e' la consustazione delle emozioni ma ci sto ancora lavorando... Quindi Riccardo non rompere piu' con questi piagnistei soprattutto mentre sto ridisegnando il ritmo del volo dei gabbiani... Dovresti essere contento che il mondo esista e di avere ben dieci dita sulle mani e dieci sui piedi. Il mondo c'e' e migliora e tu sei vivo, cosa vuoi di piu'?"
Mi faceva veramente girare i santissimi: "Scusa Sua Santita', ma dove cavolo lo vedi tu il miglioramento? Ti sembra miglioramento tutta la gente che muore di fame, si scanna, subisce ingiustizie orribili?"
"Senti piccolo ingrato" Disse lui "Vuoi farti un mese nel 1234 a Capalbio?"
Fu cosi' che mi trovai istantaneamente a Capalbio, nel 1234, con addosso soltanto un orribile sacco di juta ispida.
Capalbio, non so come sia oggi perche' non ci sono mai stato. Ma nel 1234 era un vero cesso.
Dopo mezz'ora avrei potuto aprire un supermarket di pulci, cimici, pidocchi e piattole. Poi scoprii anche di essere un cavolo di servo della gleba. Avevo diciotto fratelli analfabeti e violenti e mi toccava badare ai maiali. I maiali pero' non erano i nostri ma del nobilastro della zona. Niente cinema, niente pc, niente di niente. Ragazze tiratissime per altro piuttosto bruttine. Colpa della denutrizione. Per non parlare dei pirati che attaccarono Capalbio dopo dieci giorni che ero li', fecero una decina di morti, parecchi storpi e si portarono via cibo e cinque donne. Poi inizio' a nevicare e scoprii che la nostra casa non aveva i doppi vetri. E neanche quelli singoli. Andavo a letto sotto mezzo metro di fieno ma prima dovevo contenderlo per una mezz'ora agli insetti che lo abitavano.
Sveglia alle 4 di mattina. Vogliamo parlare del cibo? Ve lo risparmio. Niente acqua potabile. Molta diarrea. Insomma dopo quindici giorni mi misi a piangere e mi prostrai nella chiesa di Capalbio urlando: "Dio, Dio, perdonami! Ammetto che il mondo e' migliorato enormemente e anche Capalbio e' migliorata anche se nel 2005 rischi di incontrarci D'Alema in bermuda che e' una visione da incubo."
Dio fece finta di non sentirmi e cosi' passai altri 15 giorni a Capalbio nel 1234. E scoprii che era considerato un anno fortunato. Tutti sostenevano che il 1233 fosse stato una vera merda a causa della siccita', della peste, delle bande di banditi Pisani e della carestia. Dovetti quindi ammettere con me stesso che Dio era stato magnanimo.
Alla fine del mese mi risvegliai in camera mia, sul pavimento, tutto infreddolito ma felice. Mi feci una cuccuma di caffe' forte, mangiai mezzo chilo di muesli biologico ai cereali croccanti e frutta, mi guardai un po' di donne nude su internet mentre Maurizio Costanzo parlava in televisione. Lo adorai.
A Capalbio avevo rimpianto perfino Bruno Vespa. Li' nessuno parlava, solo grugniti.
Poi mi ripromisi di girare il mondo finche' avessi trovato una fanciulla disposta a fare sesso con me. Ma prima dovevo tornare da Dio e ammettere le mie colpe. In fondo sono di estrazione cattolica.
Andai da lui e glielo dissi: "Ok, il mondo migliora." Ma poi aggiunsi per puntiglio: "Ma molto lentamente."
Mi guardo' di traverso e temetti dieci anni nel 321 avanti Cristo a Portorotondo.
Invece era in buona: "Il mulino della provvidenza macina lentamente ma con abbondanza!"
"Cosa stai disegnando?" Gli chiesi notando che sul tavolo era appoggiato un foglio con sopra dipinta una giovane con grandi seni.
"Sto lavorando a un nuovo modello di ragazza, con seni che rimbalzano in modo assolutamente armonico mentre lei corre. Questa diventera' miss Universo, avra' due figlie femmine e scoprira' trentadue nuove leggi naturali che ho scritto ieri sera e che entreranno in funzione la settimana prossima."
"Ma non avevi detto che tu ti occupi solo di grandi problemi e non hai tempo di mettere a posto le sciocchezze come le guerre perche' devi stare dietro alla materia che deve girare costantemente perche' in realta' non esiste ancora e la stiamo producendo noi umani con le nostre disperate emozioni?"
"Vedi mio caro essere inferiore - Mi disse Dio con quella sua aria da primo della classe - gli umani producono piu' materia con le loro emozioni felici. Per questo aumentare la gioia sul pianeta e' un obiettivo strategico. Ad esempio l'esistenza di questa donna produrra' un aumento dello 0,07% dell'eccitazione tra gli adolescenti della sua epoca, con relativo impennarsi dei loro tentativi di approccio erotico, enormi quantita' di delusioni e onanismo che avra' come effetto una spinta mistica nel 2% di questo 0,07%. Ti parra' niente ma alla fine otterremo 14 pittori, 8 santi, 3 musicisti, 15 scienziati, 7 atleti e un regista. E questo solo correggendo del 5% l'elasticita' del tessuto adiposo e la curvatura del capezzolo.
Ovviamente ha anche 94 armonici in piu' nella voce e le pupille hanno una sfumatura ad aureola, che fara' impazzire tutti i daltonici eterosessuali. Ti sembra poco?"
Me ne andai frastornato mentre lui mormorava: "La bellezza allarga il ventaglio delle possibilita'. In un universo che e' solo apparenza e movimento il bello e' il carburante degli eventi."
Ne avevo le scatole piene di filosofia.
Dopo varie peripezie trovai finalmente una risposta fisica, partecipativa e condivisa, tra le braccia di Tatiana, una fanciulla punk di Quarto Oggiaro con 14 piercing tribali. Al di la' che dovevo stare attento a non fare movimenti bruschi per non strapparle via brandelli di corpo, fu un'esperienza travolgente. Sentimenti, abbracci, baci morbidi, carezze, massaggi, e sesso. Molto sesso. Lei era convinta che i rapporti orali fossero una forma di rock and roll spirituale. Io non mi misi a discutere di spiritualita' e materialismo dialettico citando Karl Marx. Fu saggio da parte mia.
Poi una notte, osservando la curvatura del suo seno mentre dormiva mi chiesi se fosse stato migliorabile.
No.
Per me va bene cosi'.

Jacopo Fo