IL CACAO DEI LETTORI

Contrassegno di parcheggio per disabili
Questa notizia ci e' stata segnalata dal dottor Luca Faccio che personalmente sta combattendo una battaglia affinche' l'Italia adotti il contrassegno europeo di parcheggio per i disabili. Questo contrassegno permetterebbe alle persone con disabilita' che si recano all'estero di poter parcheggiare l'auto nelle zone riservate. Il contrassegno attualmente in vigore in Italia varrebbe infatti solo nei confini nazionali.
Nel 1998 l'Unione europea ha inviato a tutti gli Stati membri una Calda Raccomandazione per istituire entro il 2000 il contrassegno unico e comunitario, ma da noi non se ne e' fatto nulla.
Luca ha inviato anche una lettera al Ministro dei Trasporti Lunardi e attende una risposta.
Per maggiori informazioni http://lucafaccio.blogspot.com/

----------------------------------------------------------------

Ruggero Valsecchi, da Turku, in Finlandia, ci segnala invece che e' in corso (ormai e' forse gia' finita) la "Settimana della sensibilizzazione sull'importanza dell'utilizzo della luce durante gli spostamenti in bicicletta". In pratica la Polizia controlla e sanziona chi non utilizza le luci mentre pedala. Sembra inoltre che in commercio siano arrivati catarifrangenti per i pedoni: hanno forme particolari e divertenti e si attaccano sulla giacca o sullo zaino mentre si cammina. Triplicano la distanza a cui si e' visibili.


Commenti

claudio da fermo

Molto utile, soprattutto per evitare incidenti ai bimbi, un dispositivo che si può comprare nei negozi del TCS (Touring Club Svizzero) e consistente in una bretella a "V" al cui vertice (sia davanti che dietro) pende un grosso catarifrangente, assolutamente visibile, anche da lontano. Mi pare costi solo una ventina di franchi svizzeri.