Pompini solidali

Anche il maschio ha la clitoride, si trova al di sotto delle chiappette del glande. Il maschio ha pure il punto L, un altro centro dell'orgasmo maschile sconosciuto. Dal punto L dipende il piacere anale maschile.

Avvertenza: Questo articolo contiene alcune spiegazioni esplicite di tecniche sessuali. Se siete minorenni o ritenete che tutto cio' potrebbe offendere la vostra sensibilita' vi preghiamo di non continuare la lettura. Grazie.
La Redazione

Qui si apre un laboratorio per sviluppare collettivamente la Teoria Assoluta della Phellatio Perfetta.
 
Dopo il grande successo di "Emorroidi solidali" apriamo un altro laboratorio web!
 
Sento il bisogno di raccontare per sfogarmi ma le parole incespicano sui tastini del portatile.
Provo a procedere per immagini.
Sono sul treno per Pescara, passata Ancona e il Conero la ferrovia inizia a correre lungo il mare. Si vedono una spiaggia minuscola e una processione di campeggi con le roulotte e i bungalow a 10 metri dalla ferrovia. Come fanno a dormire di notte con i treni che passano?
Perche' non sono andati un po' piu' a nord o a sud dove i camping costano uguale ma non ci sono treni?
E' una scelta che mi mette ansia. Mi fa paura vivere con milioni di persone che dopo un anno passato a sgobbare si fanno una settimana lungo la ferrovia.
Perche' si odiano tanto?
Di quale colpa si devono punire?
 
C'e' un collegamento tra i campeggi ammassati sulla ferrovia e la guerra in Iraq.
Ne sono sicuro.
Non serve sostituire Bush con un altro.
lo Zar con Lenin, Berlusconi con Prodi.
La qualita' della vita dipende dal numero di persone che sono interessate a passare una vacanza vicino a una linea ferroviaria.
Non possono fare a meno del rumore.
E' un fenomeno che colpisce gran parte dei membri di tutte le classi sociali.
Per farti una settimana a Cortina devi avere parecchi soldi. I ricconi si accalcano.
Perche'? Si sentono a casa. Infatti durante le vacanze Cortina, come Porto Rotondo o Rimini sono piene del gas di scarico delle auto come Milano. C'e' lo stesso livello di rumore. E se hai fortuna trovi pure qualche ingorgo.
Come fai senno' a sopravvivere?
 
Passeggiando sulla spiaggia di Santo Janni, a Formia guardo la gente che fa il bagno felice, le ragazze che corrono con le loro forme esplosive e i costumi all'ultima moda e si tuffano in un'acqua cosparsa di spazzatura. E mi chiedo: perche'?
Mi sento diverso. Ma in realta' capisco che anch'io, in altro modo ho fatto per anni azioni altrettanto distruttive verso me stesso e il mio piacere. Anch'io non sono innocente. Ho peccato contro il mio piacere.
Io faccio parte della razza dei maledetti che negli ultimi 30 anni ha compiuto un peccato capitale di superbia e lo ha amaramente scontato: volevamo convincere quelli che dormivano lungo la ferrovia che si sbagliavano.
La pretesa di poter fare proseliti, insegnare la Verita' e' una Grande Cazzata.
Mi pento (oh si', quanto mi pento!!!!).
Si tratta di un errore per due motivi:
1) Pensare di riuscire a convincere qualcuno con parole, discorsi, volantini, comizi, cortei, libri, ecc. e' un tentativo vano. Le persone cambiano idea in seguito a esperienze complesse e prolungate. Le idee, i modi di pensare, sono la proiezione dell'esperienza. Partire dalla critica delle idee non ha senso. Il movimento giovanile degli anni settanta nasceva dalle minigonne, dai capelli lunghi, dalle feste a base di rock&roll, i discorsi ideologici sono arrivati dopo e hanno segnato la fine della spinta rivoluzionaria...
(continua sotto) Non trovavo la clitoride

Dov'è il punto G, dov'è la clitoride

Consigli per le ragazze che gli fa impressione il pene...

Frigidità maschile, eiaculazione senza orgasmo (adenia)

Impotenza del maschio

2) Cercare di convincere gli altri e' una gran rottura di palle. Fai il missionario e non e' divertente. Inoltre la gente (giustamente) ti odia perche' sei presuntuoso, arrogante, supponente, invadente e autoritario come tutti coloro che vogliono imporre la loro verita'.
3) L'unico modo di agire positivamente e' quello di cercare di migliorare la qualita' della TUA vita. Impegnarti per vivere TU esperienze esaltanti e soddisfacenti. Questo migliorera' la TUA vita, i tuoi rapporti con gli altri, la tua fiducia e le tue capacita'. E, forse, qualcuno vedendo che ti diverti da matti a ballare questa nuova musica avra' voglia di vedere come ci si sente a dimenare il bacino facendo movimenti da idiota. E se scopre che e' veramente eccellente magari ci piglia gusto e non gli sembrera' piu' una figata pazzesca andare a combattere in Vietnam.
 
Una serie di fatti mi si affastellano nella testa. Un mio blob personale nel quale scorrono immagini di ragazzine che picchiano una loro coetanea, auto che bruciano nella notte (Parigi? Roma? Gallarate?), attentati a Beirut (o forse e' Israele, il Libano, l'Afghanistan), un pensionato che spara dalla finestra, navi cariche di clandestini, un gruppo di ragazze che in un convitto francese stuprano con un pezzo di legno un'altra adolescente e la torturano per tutta la notte.
Ne parlo con Angese (www.angese.it), il mio filosofo di fiducia. Mi dice: questi che entrano nelle scuole con un fucile in mano ormai si vestono tutti nello stesso modo. Occhiali, neri, cappello nero e cappottone nero lungo  fino ai piedi. E' una moda. Adesso in Usa stanno decidendo di vietare i cappottoni lunghi e neri nelle scuole.
 
E' la logica della clava. Una logica da guerriero primitivo: semplice... elimina quello che ti sta a un palmo dal naso e non stare a fare troppi ragionamenti.
Quando hai ammazzato tutti, i problemi generalmente sono finiti.
 
Ma questa logica sta portando il mondo al collasso perche' esclude e colpisce miliardi di persone facendone impazzire milioni.
Oggi il potere distruttivo di ogni singola persona e' enorme perche' viviamo in un mondo complesso. Oggi qualunque pirla che inietti un po' di inchiostro blu in 4 pompelmi in un supermercato puo' far crollare il consumo di pompelmi in tutta Europa.
 
Questo per l'umanita' e' un momento di svolta. Un grande caos (vedi su questo blog "Le orde del Caos").
Cosa possiamo fare?
Impossibile pensare di far cambiare idea a Bush, i terroristi islamici, gli emarginati delle periferie, quelli diventati pazzi per il dolore e la solitudine...
L'unica possibilita' e' impegnarci sul nostro piacere.
Abbiamo parlato troppo di quanto Berlusconi fosse malvagio e troppo poco di quel che ci porta in paradiso.
Ad esempio nessun leader della sinistra, nessun giornale alternativo, ha espresso una sua posizione chiara sui fondamenti del piacere orale.
E questo e' grave perche' il piacere orale e' una delle esperienze migliori che possiamo vivere su questo pianeta lussureggiante.
Perche' non se ne parla?
Perche' socializzare le conoscenze su questo piacere profondo non e' considerato un obiettivo strategico del movimento?
Vogliamo continuare a farci del male?
(vedi alla voce: campeggi sulla ferrovia).
 
Quindi, fratelli e sorelle, mi rivolgo a voi che con me condividete un sogno diverso per questo mondo. Collaborate a questo laboratorio che ha lo scopo di diffondere le vostre esperienze migliori offrendo ad altri idee da sperimentare. Non siate egoisti.
Per capire le potenzialita' di questa iniziativa di laboratorio popolare dobbiamo tener conto del fatto che una grande parte degli italiani, vittime di millenni di retaggi patriarcali, pensa che un rapporto orale sia un violento scontro tra la dentatura e le parti intime di qualcuno. Una cosa appena appena piu' delicata di una testata di Zidane.
Altri non hanno proprio capito perche' si fa. E la Cultura del Dolore si autoreplica attraverso la diffusione di una visione del sesso orale che sta agli antipodi del piacere.
Per verificare quel che sto affermando puoi andare su un motore di ricerca digitare pompino e vedere quel che vien fuori: scoprirai centinaia di siti che offrono gratuitamente video di eiaculazioni orali. 9 su 10 dopo una serie di acrobazie linguali, labiali e digitali che la femmina investe su di esso, il maschio si stacca dalla femmina (!!!!!) e inizia a masturbarsi (!!!!) e quindi eiacula senza alcun contatto con la patner (!!!!!!).
Questo tipo di onanismo post coito orale ha il quasi monopolio della scena porno perche' e' esattamente questo quel che il pubblico vuole!!! E grazie ai servizi di statistica di internet i produttori del porno ne sono certi. Ed e' chiaro che se la gente fa sesso cosi' poi VUOLE la guerra in Iraq.
Ecco che perfezionare tra di noi (popolo di sperimentatori ribelli) le nobili arti del piacere orale e' un'azione efficace per costruire un'alternativa all'orrore del Porno della Solitudine.
 
 Finiti i preamboli e chiariti gli intenti (dobbiamo giustificarci con le aree di resistenza del moralismo dentro ognuno di noi) apro i lavori proponendo quello che secondo me e' tecnicamente il non plus ultra.
Questo discorso tecnico necessita pero' una premessa (e' l'ultima giustificazione, giuro!).
Alle donne puo' sembrare strana (se non indisponente) questa propensione maschile al tecnicismo. Invero il contrario (nel senso orale) non puo' essere affrontato in egual modo. Infatti  alla donna (che vive in modo piu' emotivo) gli aspetti sentimentali e romantici dell'accoppiamento interessano molto di piu' di quelli tecnici. In questo siamo diversi.
Dovete avere un po' di pieta' per noi maschi. In questo vi siamo decisamente inferiori. Viviamo il sesso mimando spavalderia per difendere la nostra stupida posizione di potere ma in realta' siamo spaventati, ansiosi. Non ci sentiamo accettati nella nostra intimita'. Spesso esibendo orgogliosi il nostro pistolino abbiamo visto sui visi delle ragazze che provocavamo incommensurabile disgusto. Son cose che ci si soffre.
Quindi, abbiate pazienza... Se ci amate aiutateci a lasciarci andare rassicurandoci e mettendoci tecnicamente in grado di raggiungere un orgasmo senza occuparci d'altro che di godere, cosa per noi difficile, tesi come siamo (la frigidita' maschile esiste vedi articolo realtivo su questo blog). Abbiamo bisogno di imparare la lentezza e la tenerezza e questo e' possibile solo se ci sentiamo accolti e accettati e se si tiene conto anche dei meccanismi tecnici del nostro piacere. Clitoride maschile e Punto L sono poco noti e sottostimati e questo per noi e' un problema. Ugualmente la mania dei maschi di "fare tutto con foga esibendo potenza muscolare" e' esattamente il contrario di quel che ci serve per godere appieno. Quindi, per favore, prendete voi il controllo della situazione.
 
La posizione ideale 1:
Il maschio sta disteso sulla schiena, la femmina (o chi per essa) sta accovacciata tra le gambe di lui.
Questa posizione permette a lei di avere pieno accesso all'apparato maschile e a lui di stare completamente rilassato e passivo.
Il che e' importante perche' la contrazione muscolare tende a diminuire la capacita' di percepire sensazioni meravigliose.
La femmina in questa posizione puo' tenere con una mano sull'asta, muovendola in su e in giu'. Contemporaneamente puo' accarezzare il Punto L (tra i testicoli e l'ano) mentre, prendendo in bocca il glande la lingua si trova sulla clitoride del maschio (situato subito al di sotto delle chiappette del glande).
E' molto importante che la bocca non stringa troppo, non vi siano attriti con incisivi e canini (aiah!) e il movimento sia lento. Piu' la situazione e' morbida e scivolosa piu' e' intenso il piacere.
Se poi quando il maschio raggiunge il culmine la donna succhia ritmicamente la punta del pene e quest'azione si trasmette, attraverso il canalino delle orine del membro fino alla base dello stesso dove e' situato il Punto L. E questo e' bene.
Il pompino solidale cecoslovacco. Questa è una tecnica particolarissima. In realtà è un risultato molto complesso ma la trovo un'ipotesi affascinante: il maschio sta sdraiato e rilassato e non fa nulla. La fanciulla (o chi per essa) prende il pene nella mano alla base, senza realizzare nessun movimento. Lo tiene semplicemente. Poi appoggia le labbra sulla punta e, senza muovere la bocca succhia la punta ritmicamente come fosse una cannuccia (in modo che l'aspirazione si trasmetta attraverso il canalino delle orine fino alla base). Per il resto immobile. All'inizio sembra non succeda niente ma se avete pazienza e perseveranza si ottiene, attraverso il succhiamento ritmico, di sollecitare il sopradescritto Punto L che sta alla base del pene. Il difficile è attendere. Il pompino laterale: Questo rapporto orale è all'insegna della pigrizia. Il maschio sta sdraiato sul fianco, la femmina pure, magari con il capo appoggiato sopra un cuscino. Essa pratica la fellazio (o phellatio) prendendo nella propria bocca solo il glande (la punta del pene), in modo che il suo labbro inferiore o la lingua tocchino la clitoride maschile (sotto le chiappette del glande). Entrambi stanno fermi. Lei tiene la bocca morbida e muove solo delicatamente la lingua. Il massimo di morbidezza, calore, accoglienza e scivolosità. L'orgasmo multiplo: Insisto tanto nella pratica del bocchino lento e morbido in cui il maschio sta fermo perchè solo con il massimo del rilassamento perchè è molto più guduriosa. Al contrario trovo avvilenti i bocchini mostrati nei film porno che avvengono a velocità spasmodica con il maschio che si agita brutalmente cercando di soffocare la donna (disgustoso!). Inoltre coltivando la lentezza, la morbidezza e la passività il maschio può ottenere il massimo del piacere e, in condizioni particolari di abbandono mentale, anche l'orgasmo multiplo maschile. Lo so che i sessuologi negano che sia possibile ma si sbagliano. E' possibile. Rara esperienza ma assolutamene scioccante. Succede che sperimenti svariate ondate orgasmiche pazzesche, intervallate da brevi pause, prima e durante l'eiaculazione. Ma può anche succedere di avere una serie di scariche orgasiche con due eventi eiaculatori separati. Ovviamente non vale la pena di intestardirsi per riuscirci ma credo sia utile sapere che è possibile. E molto gudurioso. Ovviamente si ottiene questo se c'è una sollecitazione contemporanea di clitoride maschile e Punto L. E visto che ci siete anche una sollecitazione digitale del punto erettile situato nel retto anale a circa 3 centimetri di profondità (sulla parete verso il pube) non guasta. Nota: Qualcuno potrebbe supportare con la sua testimonianza questa mia affermazione sull'esistenza dell'orgasmo multiplo maschile? Articoli correlati:

Come far impazzire di piacere una donna. Apriamo un laboratorio strategico!!!!
Il desiderio femminile e le vacanze di sogno.
Lo stupratore è frigido! Ecco perché.
Eiaculazione Femminile. Quanto eiaculano le donne? Apriamo il dibattito.
Caro maschio: il tuo è un vero orgasmo o sei frigido? La rivoluzione comincia dal piacere!
Tutto quello che non sai sul sesso su www.sessosublime.it!


Commenti

A volte la mano e la lingua in contemporanea sono eccessivi.
Roteare la lingua attorno al glande quando questi è tutto in bocca può essere molto eccitante.
Anche tenere il glande fra i palmi delle mani e sfregarlo leggermente come se ci stessimo lavando le mani .....
Farlo scivolare fino in gola dopo averla rilassata .....
So molti altri trucchi di questo genere .....
cinzia

visto che sei cosi informata e sai tutto dell' argomento (e questo mi rende molto molto felice) mi mica mi sapresti dire anche il tuo numero di telefono e un pomeriggio della settimana che sei libera ? Grazie e un abbraccio

la vera rivoluzione di questo secolo è l'estasi !! grazie!

Complimenti a cinzia, che ha toccato un tasto importantissimo. Farlo scivolare fino in gola è un talento che poche donne hanno, e che andrebbe coltivato perché è una delle varianti più interessanti. Ho avuto la fortuna di incontrare una sola ragaza capace di tanto, ma confesso che difficilmente dimenticherò mai l'esperinza. Sul cosiddetto deepthroat (gola profonda, per l'appunto) esistono del resto maestre di genere, come la Linda Lovelace dell'omonimo film. Attualmente su internet c'è una ragazza (Heather Brooke) che mette a disposizione di chi si iscrive i filmati che fa con il suo fidanzato, e commercializza anche qualche cassetta con dei corsi su come fare pompini. Non sono mai riuscito a considerarla una cosa porno, visto il trasporto che ha nei filmati e visto che li gira col fidanzato e basta (almeno questo mi risultava fino a un bel po' di tempo fa: ammetto di non essere aggiornato su di lei). Consiglio pertanto a tutte (io l'ho fatto con le mie amiche) di verificare e di cercare di imparare: migliorerete certamente il mondo!!

Dal punto di vista tecnico per me è molto più piacevole che il clitoride maschile sia sulla lingua. Se va più in profondità si perde il piacere che questa può dare.
L'introduzione profonda mi sembra un'esibizione di tecnicismo inutile.
Va forte nei film pornografici come immagine di aberrazione della donna alla base dell'erotismo brutale proposto dalla cultura fallocrate e autoritaria. Non mi interessa il sado maso, non mi interessa l'umiliazione della donna. Adoro il piacere semplice dell'intimità morbida e rilassata. Queste pratiche mi sembrano rivolte a soddisfare viaggi mentali invece che alla celebrazione dela sacralità dell'amore e del corpo. Non vanno cioè nella direzione dell'estasi ma in quella della scarica di endorfine provocata dalla trasgressione. Non mi interessa trasgredire.
Inoltre per la donna è comunque uno sforzo che provoca contrazione e la contrazione riduce la sensibilità e quindi la capacità di ascoltare il piacere che si stà regalando e quindi di aumentarlo essendo in sintonia.
Non voglio stigmatizzare chi lo fa e chi lo apprezza ma non mi sembra proprio una pratica che vada nel senso di un aumento del piacere e del rilasamento.
E' quantitativo, non qualitativo.

Perchè non fai dei disegnini??? Leggendo il tuo pezzo mi sono resa conto di aver fatto probabilmnte dei gran casini invece che dei bei pompini...e poi che cacchio ne so di cosa è il glande?? e il punto L??? Mio Dio, sono proprio mal messa..ma dovendo essere sincera ti dirò 2 cose:1) finora non ho mai fatto un pompino con allegria: la vivo piuttosto come un regalo al partner poichè io non provo alcun piacere. 2)Solo l'idea che lui (generico, perchè non sono fidanzata) mi riversi il suo sperma in bocca mi fa venire il vomito...è normale???
Jacopo illuminami tu!!!!

vai su http://www.sessosublime.it/uomo/sessualita/comefatto.html e trovi tutti i disegnini che vuoi.

Cara Medeus, è un punto fermo che una donna, come anche un uomo, abbia diritto di considerare gradevole o sgradevole qualsiasi cosa voglia e che le preferenze personali sono un diritto inalienabile dell'individuo.
Inoltre sono milioni le donne che non provano nessun gusto nel praticare giochi orali, quindi sicuramente sei normale.
Detto questo vorrei osservare che il disgusto per gli organi sessuali altrui non è naturale.
Deriva invece dalla cultura della società del dolore che ci ha inculcato la paura del corpo e del piacere.
Separazione alla nascita dalla madre, dormire da soli segregati nella nostra cameretta, divieto di masturbarsi (non toccarti è sporco!!!), la disinformazione sessuale, la censura delle emozioni e il conseguente clima di guerra tra maschi e femmine (e l'odiosa violenza contro le donne e i bambini) sono gli elementi essenziali che ci impediscono strutturalmente di godere quanto potremmo della tenerezza reciproca e dell'esplosiva estasi dell'orgasmo.
In effetti il panorama affettivo-amoroso-sessuale nella nostra società è un deserto apocalittico. L’orgasmo che prova la maggioranza della popolazione è ben poco rispetto alle potenzialità naturali. Addirittura la metà dei maschi e delle femmine NON provano l’orgasmo.

Detto questo, per essere chiaro, ripeto che certamente potrai avere un vita sessuale felice anche se non gradisci lo sperma, non proccuparti. Ma è importante anche sapere che questo disgusto fa parte della particolare forma che il trauma della separazione culturale tra mente e corpo ha provocato.
Intendimi, ognuno ha i suoi traumi particolari, nessuno escluso, quindi averne è normale: tutti siamo vittime di una stortura che ci rende difficile comunicare con amore con l'altro sesso (e anche il proprio).
Figurati che io ho fatto le scuole elementari in classi solo maschili. Segregazione sessuale negli anni essenziali della mia formazione emotivo-sociale.
Criminali!!! Chiaro che qualche problemino di coppia ce l’ho!!!!
Ma tant'è. non è il caso di piangere sul latte versato.
Però questo mi spiega perchè a volte è così difficile per me vivere serenamente l'amore con la donna che amo.. Ad esempio so benissimo che massaggiarsi a lungo con amore è l'anima del rapporto amoroso: la cura per l'altro, la manutenzione dell'intimità...
Ma a volte guardando la tv non mi viene in mente di prendere in mano il piede del mio amore e massaggiarlo...
Perché?
Eppure sarebbe facile e piacevole... Retaggi della cultura del dolore che ancora mi dominano.
Attenzione, non bisogna combatterli. Non sforzarti mai a fare qualche cosa che non gradisci sarebbe terribile e controproducente!!!
La cultura del piacere deve partire innanzi tutto dal rispetto di sé, di come sono fatto, devo imparare innanzi tutto a accettarmi per come sono, ad amare anche i miei limiti e i miei difetti.
Basta alla guerra contro una parte di sé stessi per migliorare. L’unico miglioramento possibile parte dall’accettazione di sé, guardarsi, ascoltarsi, capirsi, farsi i complimenti perché nonostante tutto siamo ancora qui, curiosi per la vita, a scambiarci opinioni sul piacere dentro un blog.
Poi vediamo se c’è qualche piccolo passo da fare per capire come stare un po’ meglio. Adesso, no tra vent’anni…

Per quanto riguarda il glande è la punta del pene che sembra un po’ una fragola, nel suo complesso, sotto il glande (volgarmente cappella) c’è l’asta del pene medesimo. Il punto L si trova tra i testicoli e l’ano all’interno della radice dell’asta del pene. Vedi per approfondimenti www.sessosublime.it… Ne scoprirai parecchie….
Ciao.

Anche per i maschi spesso la femmina è disgustosa, in analoga situazione ribaltata nei ruoli.

E alla stessa maniera la donna avrebbe bisogno di sentirsi accettata e amata e desiderata nella propria apertura, di organo sessuale, di lubrificazione, di tutto, così come l'uomo.
Sono d'accordo con jacopo quando dice che non bisogna sforzarsi: inutile che la donna cui fà schifo lo sperma si sforzi di far finta che le piaccia, e uguale l'uomo che si schifa all'odore al sapore e alla forma del sesso femminile si sforzi oltre ogni sopportazione.
Certamente per amore e desiderio di compiacere l'altro si può spegnere un attimo le proprie difficoltà, e sempre supportati dal desiderio del piacere dell'altro trovare modo di compiacerlo. Ma non insistere, non se fà schifo.
E' meglio secondo me non traumatizzarsi e non traumatizzare l'altro, in fin dei conti il piacere è di tutti e due, se il mio partner si schifa non mi senso tanto accolta e diposta ad aprirmi ancor di più, e viceversa.

Credo che in entrambi i casi niente vi sia di meglio della capacità di godere il gesto, da parte di entrambi, in entrambi i ruoli.
E' uno stato di esaltazione dei sensi e dell'amore per l'atro e per se stessi che difficilmente si riuscirà a spiegare.

jacopo invece sono quasi caduta dalla sedia da stà tua frase °_°

" Alle donne puo' sembrare strana (se non indisponente) questa propensione maschile al tecnicismo. Invero il contrario (nel senso orale) non puo' essere affrontato in egual modo. Infatti alla donna (che vive in modo piu' emotivo) gli aspetti sentimentali e romantici dell'accoppiamento interessano molto di piu' di quelli tecnici. In questo siamo diversi.
Dovete avere un po' di pieta' per noi maschi. In questo vi siamo decisamente inferiori."

Nessuna pietà nè compatimento: a noi donne interessa il romanticismo & la tecnica.
Se a voi maschietti interessa solo la tecnica son cose vostre. Ma questo non significa che a noi basti il romanticismo!

e basta con stè affermazioni mezozoiche , e basta con un laboratorio a senso unico! :ò(
MI OPPONGO

per favore, per par condicio, qualcuna che spieghi qualcosa del cunnilingus che da sondaggi privati pare che ...diciamo la stragrande... maggioranza dei maschi "praticanti" ne abbia un'idea molto vaga e si stupisca poi molto degli scarsi risultati (o pretendereste che le poverette, per compiacervi, fingano l'orgasmo persino con sta pratica???) e già che ci siamo di come si toccano i genitali femminili, con l'intenzione di indurre piacere, senza "massacrarli" (ovviamente leggi sopra fra le parentesi x gli effetti sul di lei piacere) e possibilmente senza che per due settimane restino "scorticati" e non avvicinabili nemmeno dalla "titolare" se non con detergente x neonati e pasta fissan!

Effettivamente se torno indietro con la memoria di episodi traumatici ne ricordo parecchio: innanzitutto la scuola dalle suore , classi miste ma ricreazione rigorosamente separata; poi la paura tremenda del buio che mi faceva sgattaiolare nel letto dei miei (che mi riportavano inesorabilmente nella mia cameretta dopo 10 minuti); infine il mio primo rapporto sessuale...orribile. Intanto avevo solo 14 anni e al di là dell'età, l'ho vissuta quasi come una violenza più che come un dolce piacere. quel bastardo, già plurimaggiorenne, aveva il vizio di deflorare le verginelle per poi mollarle il giorno dopo. Per tanto tempo mi sono chiesta "ma come ho fatto ad essere così stupida?" e sotto sotto mi odiavo per non aver reagito, per non essere scappata da quella casa e per non averlo denunciato. Ma all'epoca mi vergognavo troppo: mi sentivo colpevole.
Sicuramente questa storia mi ha trumatizzato e se ora vivo con qlc difficoltà il sesso non dovrei stupirmi più di tanto....
Ma mi rifiuto di vivere all'ombra del mio passato!!!!

Jacopo hai fatto una statistica? interviste x le città?
ma chi te le racconta quelle cose? non piace ecc.a milioni di donne?
Forse si accompagnano a uomini zozzi(sporchi) o incapaci o boh!
A me quella statistica non risulta.naaaaaaaa.
E' un atto così Freudiano!e Freud col sesso ci ha fatto carriera.Ha creato l'immaginario di un mondo dove regna il totem pisello.E' tutto pisello dal sognare uccelli a sognare di tagliare il pane, mangi un gelato? è pisello, te lo gusti pure è pisellone. ma che vuoi più dalla vita. Peccato che non esiste più herr Freud mi ci sarei divertita da pazzi a raccontargli i miei sogni.
E' così Freudiano, è così biberon, è così francese, fa chic.
Ma vuoi mettere che botta di proteine e vitamine è?
E poi dicono che fa zigomi alti
Non vengono rughe
Fai il collo alla Modigliani
e vogliamo parlare della posizione yoga? fai anche stretching

Insomma fa bene a tutto.
Grazie Dio che hai creato gli uomini palestra.E' allenamento tutto gratis, altro che beauty farm ;-)

sveglia alle due di notte
insonne,
mi aggiro con un disagio forte che non mi lascia dormire
è il dolore, la ferita che sento, forte, pungente,
il plesso solare aggrappato a se stesso e racchiuso come un pugno di sconcerto
per difendersi
dalla incredibile,
insensibilità
di chi non riesce a vedere
mai
la delicatezza del bello tessuto nell' inverno.

Disegni di una vita
che mai viene capita
e sempre di miseria vien tramortita.

***
Messaggi come questo ti fan venire voglia, ancor più ,di scappare lontano
e nasconderti pensando: " tanto lo sapevo già che finiva così"
Il solito peccato.
Ma bisogna pure dormire la notte

Facili, quttro battute facili. Un'altro maschio che non ha voglia di scoprirsi? Non c'è problema sono virile al cento per cento e non ho problemi come quelli virili al cento per cento. Qui ci ritroviamo invece perchè vogliamo far crescere la nostra sessualità. Non ti interessa? Ok.
Osservo solo, per concludere, che comunque sei disinformato.
Che il 50% delle donne soffra di frigidità totale è un dato statistico pubblicato su centinaia di testi. Sono anni che girano a fare interviste e che raccolgono dati clinici.
E che il 50% dei maschi soffra di ipertrofia prostatica dopo i 50 anni è un altro fatto.
Altrettanto drammatico.
E che se soffri di ipertrofia prostatica hai problemi col punto L è un altro fatto.

Perche' quindi non organizzare un bel corso collettivo in materia di rapporti orali?

Gia mi immagino la liberatoria da firmare prima del corso!

una cosa reciproca!

La patatina E' dio incarnato sulla terra

Amen

Ovvio che sono favorevole alle battute, anche se quelle postate mi sembrano un po' facili, ma mi sembra che si stia sfuggendo alla domanda. Il fatto che io abbia parlato in modo leggero non dovrebbe fuorviare: credo veramente che sia un risultato storico riuscire a creare un laboratorio che raccolga i gusti e le esperienze di molti. ROMPIAMO IL SILENZIO MASCHILE SU COSA CI PIACE!!!
Affermare la centralità del piacere (e della ricerca del piacere) non è meno importante e fattivo di partecipare a un corteo... Anzi...
Si tratta di una battaglia culturale strategica.
Questa società è basata sul dolore, per questo è insensibile al dolore che provoca, ai morti di fame e di guerra....
Affermare la cultura del piacere, discutere del piacere, studiare e diffondere le conoscienze e le esperienze piacevoli è lottare contro le Orde del Caos che vogliono far precipitare il mondo nel terrore.
Quindi chiedo ai partecipanti a questo forum di impegnarsi allo stremo per ottenere il miglior risultato.
Credere! Partecipare! Dibattere!!!
Olè!!!

Io parteciperei volentieri al laboratorio, vorrei tanto farlo. Poterlo fare vorrebbe dire...Tante cose...Ma sono completamente ignorante in materia! Non so assolutamente niente. Non per questo evito di leggere i commenti al post.
Come si dice, impara l'arte e mettila da parte, anche se mi sono un pò rotto di imparare, a volte è leggermetne deprimente. :)

POF POF POF !!!
Decidere di ridere, grande libertà. Libertà reale

A me sembra che l' argomento sia complesso: partirei dal fatto che tanta gente vive in situazioni di silenzio sessuale. Voglio dire le coppie fanno poca attività, in genere gli uomini si lamentano della poca disponibilità delle loro mogli salvo non riuscire a suscitare la loro libido per mancanza di fantasia e di approccio mentale. Il mio collega infatti si è dato alla caccia al cinghiale. Quello che dici Jacopo è verissimo. Poi bisognerebbe che anche gli uomini sapessero chiedere cosa vogliono ma direi che la descrizione che hai fatto corrisponde alle migliori reazioni di piacere che posso aver sperimentato. In realtà comunque non è la cosa che mi interessa di più in un rapporto, la fellatio per me è un preliminare per poi passare ad altro. Io trovo che forse a causa della morale cattolica sia un atto che ha un alone negativo, tipo servizietto da farsi fare da quelle a pagamento. Anche se è vero che è una delle cose che voi uomoni preferite.

Bello un laboratorio sul piacere, molto interessante.

elvio elvis

la posizione migliore è il 69 *1. Lei fa godere lui e lui fa godere lei, oppure lei fa godere lei e lui fa godere lui. Va bene per uomo-donna, donna-donna e uomo-uomo. E' politically correct e fa raggiungere l'apice del piacere *2. Stretta la foglia larga la via dite la vostra che io ho detto la mia!

*1= il 69 può essere praticato nella posizione uno/a sopra e l'altro/a sotto oppure nella posizione -entrambi di fianco- che è la più comoda.

*2 =chiaramente se uno/a dei due viene prima e l'orgasmo non si raggiunge contemporaneamente la persona che è venuta prima deve continuare a far godere l'altra persona con la bocca finchè non viene. Visto che si parla di "solidarietà" dovrebbe essere scontato :-) In caso invece vi risulti nuova sottolineate in rosso questa informazione in appendice .

Personalmente non sono un appassionato di pompini, dal mio punto di vista è solo una delle tante cose che si possono fare, spesso solo un preliminare, comunque non una delle cose che più mi piacciono.
In sostanza siccome la cosa che più mi eccita è l'eccitazione della partner il pompino non lo trovo così eccitante in quanto decisamente poco appagante per la donna.
Diverso è il discorso per il 69 appunto per le motivazioni di cui sopra.
A volte è più facile raggiungere insieme l'orgasmo masturbandosi vicendevolmente che con la penetrazione.
In generale comunque per me dipende dal momento e dalla situazione, non c'è una cosa secondo me che è la "migliore" in ogni situazione e in ogni momento, ogni volta che si fa sesso è una cosa diversa e ogni volta ha una sua storia.
Max.

intendevo che è la posizione migliore per quanto riguarda il tema trattato in oggetto , ovvero i rapporti orali.

Da parte mia dico che la fellatio è sicuramente una delle mie fantasie più ricorrenti, ma anche una degli scambi sessuali che
maggiormente desidero; soprattutto quando inizio un rapporto.
Parlo di scambio perchè mi piace molto ricevere ma pure
assaporare il gusto, la consistenza e la spavalderia
della patata adorata.
Per me è importante che quando la mia compagna mi sta praticando una fellatio sappia trattarlo con attenzione e delicatezza. E dimostri
di amarlo in tutta la sua interezza, fino alla base, coinvolgendo anche i gioielli di famiglia e la zona del punto L. Quando sono
molto eccitato i colpetti sotto lo scroto mi fanno impazzire.
La fellatio contemporanea è sì meravigliosa, ma l'abbandono fisico
completo nelle mani e nella bocca della compagna mi permette di assaporare maggiormente il momento perchè riesco a rilassarmi
completamente(o più facilmente... vedete voi!).
Come sottolineato da altri non è semplice per noi ometti lasciarci andare fino in fondo, affidarci in toto all'altra, essere oggetto di attenzione fisica e sessuale,... staccare la mente razionale; abbiamo impressa nel cervello la sindrome del macho che deve far godere pazzamente la donna altrimenti non merita e non vale. Per superare ciò ci facilita molto sapere che chi ci sta amando ci ama per quello che siamo anche in quel momento, fallibili, vulnerabili e sprotetti fisicamente e nelle nostre emozioni, sensazioni e sentimenti.
Bello un laboratorio sul piacere, molto interessante.

elvio elvis

ah caspita questa linea d'onda si che mi piace! mi piace proprio la reciprocità del piacere nel ricevere e nel dare, e condivido appieno quanto detto sul fatto che il piacere è veramente appagante e si riesce a lasciarsi andare se e quando è veramente un gesto d'amore. E per amore non intendo " staremo insieme tutta la vita e sarai l'unico_l'unica per me". Intendo la semplcità di sentire amore, adorazione, per il sesso maschile e il sesso femminile.

Quindi mi sbilancio,
credo questo gesto d'amore essere di una profondità e un' intimità che nemmeno la penetrazione classica ha.
Proprio per la particolarità del gesto, sia nel procurare piacere ed accogliere l'altro ,che nel lasciarsi andare fino ad aprirsi completamente all'altro, aprire totalmente la propria intimità, è l'atto d'amore più grande che esista per me.

A volte ho riflettuto come sia incredibile, che lo stesso gesto mostri due facce della medaglia: può facilmente diventare una pratica deprecabile se fatta con costrizione o disgusto o altro. Allo stesso tempo ( in un modo_sentire completamente diverso ) può essere un ponte verso l'estasi dell' Adorazione e di un qualcosa che non so esprimere.

Io dalla mia parte di donna dico questo : avete a lungo parlato della Maddalena per altri motivi su questo blog. non sono mai intervenuta perchè secondo me la maddalena, indipendentemente dal codice da vinci e mille altre menate, è l'essenza del femminile, che ogni donna ha in sè.
Sentire il femminile profondo, per una donna, per me, è entrare in uno stato di Adorazione Gravido, fecondo, che ti fà, tra le altre cose, sentire onorata di onorare l'uomo, il compagno.
Così come la Maddalena fece con Gesù Cristo ( e osservate come il gesto di lavare i piedi sia simile nella sua accezione negativa al gesto di servire l'uomo facendogli fellatio ) uguale per me ( dico per me se no le vado a prendere ) v'è un'estasi di femminilità incredibile nell'avere la possibilità di " servire" l'amato, mi fà sentire Donna, e mi fà sentire Onorata.
Poi siccome non sono una santa, tali livelli di estasi me li faccio scappare perchè come diceva jacopo in altro post, penso e faccio altro e non mi ci metto con amore tanto quanto potrei..
Però m'è successo, veramente..

Bene, per me il punto focale è questo: un pò di tecnica ci vuole e non si finisce mai di imparare, se no addio.
Ma l'estasi e la bellezza e il gesto d'amore e la capacità di rendere questo atto sublime, viene da altro.

Sono due livelli e due strade diverse, che si incontrano al centro.
E girando la frittata o diciamo pure la patata ;-)
devo dire che l'atto di " abbandonarsi completamente all'altro", in questo gesto e in queste condizioni, è forse ancor più " difficile" del ricevere l'altro,.
E' un gesto d'amore, offrirsi in questo modo.

Per questo non trovo stè grandi differenze tra maschio e femmina : donarsi all'altro o ricevere l'altro, maschio femmina, femmina maschio, dare avere, offrire accogliere, come si fà a contemplare una parte e non l'altra?

arisaluti, bello questo laboratorio

Sono mortificato. Ho spostato tutto. Comunque capisco che tu fossi esterefatto anche perchè condivido il tuo modo di vedere e la mia risposta evidentemente non centrava niente. L'ho spostata.

Ciao Jacopo, mi era venuto qualche dubbio, soprattutto conoscendoti, ma l'emotività istantanea ha prevalso... sorry. Tutto ok, a presto, magari in quel di Padova il 30.

ewwiwa!
adesso che vi siete chiariti, noi donne restiamo in trepidante attesa di ulteriori sviluppi di questo interessante laboratorio.
Coraggio maschi, il mondo aspetta solo voi per essere migliorato.
elvio il tuo intervento era interesssantisssimoooooooooo a dire la verità

Noi si fa finta di fare d'altro ma intanto si aspetta e spera.
Io incontro dal vero alcune persone che scrivono su stò blog e poi mi conoscono in tanti, più di tanto non mi posso sbilanciare,
ma in genere mi sbilancio lo stesso più di quel che sarebbe opportuno ...

attendo ispirazione, ciao ciao

spero di essere stata abbastanza stimolante, posso fare di meglio nel caso :ò)

Non so cosa sta diventando per me l'esperienza vissuta in quel di S.Cristina di Gubbio, così pure come l'esperienza di questi laboratori virtuali. Sta di fatto che entrare in rete ormai vuol dire andare a scoprire i nuovi contributi nel blog jacopofo.com ed aggiornarsi sui nuovi stimoli e le nuove proposte di Alcatraz.
Non è un bisogno, è proprio il desiderio di ritrovarmi in un ambito sempre più familiare e costruttivo, la voglia di arricchirmi delle esperienze altrui e di sentirmi coccolato. E mi piace tutto questo!!!
...
Non so che tipo di contributo sto dando a questo laboratorio con questo mio post, ma voglio condividere una sensazione che ho provato oggi, nel bel mezzo del compimento del mio lavoro quotidiano. Ero in auto e stavo andando in banca; ho acceso l'autoradio e sono stato catturato immediatamente dalla dolcezza di una canzone moderna e melodicamente paciosa. Mi sono sentito coinvolto fisicamente, nel senso che mi ha trasmesso una sorta di rilassamento benevolo; immediatamente il cervello ha associato dolcezza, rilassamento al vivere uno stupendo momento di intimità fisica e profonda con un'AMANTE (non nel senso trasgressivo); un abbandono ed un donarsi reciproci. Non è stata la visione di un fisico mozzafiato, di due occhi meravigliosi o di curve assai pericolose.
"Succede" che è stata una semplice canzone, che in quel momento mi ha rimandato ad emozioni intense ed estremamente dolci e coinvolgenti.

elvis

Sensi

attenti

e silenti

in attesa

di scoprire

e lasciarsi scoprire

dalla meraviglia della vita

che occhieggia in ogni angolo

..

Ad essa abbandonarsi

e lasciarsi carezzare

cullare

amare

..

Rotondità dei gesti e delle persone

Il corpo vibra nell'attesa

dell' Amore

... e risuona ...

*

*

*

è concesso il romanicismo in questo lab?
l'estasi del gesto preso in esame ha radice nella dolcezza e nell'amore.
Cos'ì come dolce e amorevole è , il gesto da poter donare, e ricevere

ele

Secondo me nel sesso è importante abbandonarsi al piacere ma anche alle proprie fantasie…perché durante il sesso c’ è l’ anima,ma volenti o nolenti c’ è anche la mente,con le sue paure ma anche con delle fantasie:qualcuna di queste può anche essere un po’ “sui generis”,ma secondo me,se non è troppo umiliante e piace anche al partner,è giusto provarla…io penso che fra adulti consenzienti vadano espresse anche cose di questo tipo,quando se ne sente il bisogno,anche perché sennò c’ è il rischio che a lungo andare si arrivi a cercarle al di fuori della coppia…comunque,ripeto,
fra adulti consenzienti,perché non c’ è cosa peggiore che soddisfarle per fare contento il partner.
Però non voglio dire che non si debba avere neppure un minimo di freno,perché dall’ altra parte c’è anche il rischio che si finisca per soddisfare solo il bisogno di trasgredire,dimenticando la voglia di abbandonarsi al piacere e alla tenerezza.
Comunque io vedo il sesso come un qualcosa che va al di là del tipo di relazione che abbiamo con il partner,un territorio in cui si può anche giocare a infrangere qualche regola…la cosa fondamentale,secondo me,è che in quella relazione che abbiamo con il partner nella vita di tutti i giorni ci sia un profondo rispetto.

P.S l’intimità morbida e rilassata è una cosa bellissima...

Le fantasie "strane" esprimono quei lati oscuri che probabilmente in diversa misura ci sono in ciascuno di noi.
Nessuna donna vorrebbe essere stuprata, ma può capitarle qualche volta di gradire un approccio un po' più "passionale" quasi di forza.
O magari pur essendo una persona dolce e tranquilla, qualche volta le può venire voglia di legare il suo uomo, e l'idea che lui sia indifeso di fronte a lei potrebbe magari eccitarla.
L'essenziale è che sia un gioco a due, come hai sottolineato, entrambi consenzienti.

Mi chiedo però: se non fossimo i figli di una cultura sessuofobica e amorofobica, dove "non si deve" e si vive isolati e staccati dai sentimenti, ci sarebbe in giro tutta questa passione per la trasgressione? A volte penso che se la nostra cultura fosse di sesso libero e solare, tanti "maniaci" non ci sarebbero. La loro libido si sarebbe sfogata per tempo, prima di incancrenirsi e contorcersi.

Se due persone diventano tanto intime da essere in comunione di anime, da sentirsi uniti come una cosa sola, chissà se avranno davvero voglia di "trasgredire" con pratiche dove ci si debba chiedere se sia troppo umiliante per l'altro/a?
Una tale intimità eliminerà certi desideri perchè donerà in maniera più "naturale" tutto il piacere necessario e sufficiente perchè gli amanti siano completamente appagati, oppure all'opposto renderà certe pratiche, umilianti se ricevute da altri, accettabili o perfino piacevoli (perfino parte dell'intimità medesima) se praticate con "l'altra metà di se stessi"? (Della serie: tu sei talmente "fidato" per me che ti posso consentire anche questo.)

Sto andando fuori tema? Non credo: molte ragazze a scuola raccontavano che il moroso aveva chiesto loro una fellatio, ma avevano rifiutato perchè temevano che lui poi lo andasse a raccontare (dando di loro una immagine negativa nel contesto culturale di cui sopra). Questa è mancanza di fiducia. "Dato che non c'è (ancora?) un vero rapporto non mi posso fidare di te."
Magari molte donne non si fidano davvero del loro partner. Visto che Jacopo afferma che noi donne in questo aspetto emotivo del sesso siamo differenti dagli uomini, e per quanto mi riguarda potrebbe avere ragione, magari ha sfiorato la vera ragione per cui le donne (a detta degli uomini) fanno poco volentieri un pompino, specialmente ad uno che conoscono appena. O al contrario che conoscono e magari per cui provano sentimenti negativi irrisolti e perfino non consapevoli.

Scusate ho un po' divagato e il post si è allungato...
Ciau!

viola
Va beh pompini solidali ,scopate galattiche ma vogliamo parlare anche di masturbazione MENTALE ? Quella che si fa da soli in compagnia della nostra mente ,quella che ti confonde spazza energia ti fotte il cervello e ti rende cieco ???

Lo so già che ci farò la figura della ninfomane,
magari lo sono, chi lo sa

quindiiiiiiiiiiii

una cosa curiosa su questo laboratorio:

visto che quà dentro non se ne parla più
io stò ventilando a tutti i dispersi ( maschi! )per i vari forum, che quà dentro si parla di sesso,
ho persino minacciato un mio amico che se non veniva a partecipare non lo guardavo più °_°

bè proprio per zero

e la conclusione è che eldina e me stiamo discorrendo di sesso in un altro forum, nascosto, nascoste nella stanza di francesco,
intanto che lui non c'è!

ahhhhhhhh mannaggiaaaaaaaaaaa!

omastri!!!!! reticenti silenti e quant'altro enti
poi per forza le femmine sono maldestre e reticenti

vado, ciaooooooo

Aiutare in alcun modo. Ma appena ne so quaalcosa in più mi faccio un giro. Ghghghghghgh! :D :D :D

POF POF POF !!!
Decidere di ridere, grande libertà. Libertà reale

certo che puoi patch!
invece di lasciar quà me tutta sola a fomentare i maschietti tuoi fratelli, ti ci metti tè e ti fai spiegare qualche segreto,
così noi donne spiamo e impariamo
e io mi salvo quel poco di rispettabilità che è concessa per default

o no?

io basta, fomento ogni genere di laboratori da due anni, STOP!

elle corruttrice di giovani! patch, arriverà il momento anche per te prima o poi, ma non ti fare insegnare niente che tanto quello che ti insegnano gli altri è sempre , o meglio spesso, sbagliato. La gente su internet può scrivere qualunque cosa, così come al bar o per strada dice qualunque cosa. Jacopo fo invece ci mette la faccia, quindi già per questo è da apprezzare.Di Jacopo ti posso consigliare -la scopata galattica- c'è qualcosa di interessante. ciao!

ma guarda che voi maschi siete incredibili eh?
silenti come fustini del dixan dal vero, e blindati come barattoli ermetici in internet!

E quando una pazza dotata di santissima pazienza si mette lì a cercare di far muovere un laboratorio che altro che bene non vi può fare ritornare, accorrete in difesa dei santissimi segreti!
Inconcepibileeeeeeee!
Che non è che io personalmene ce ne abbia proprio tantissimo di bisogno di sapere stì presunti segreti eh?

ma guardaaaaaaaaaaaaa!
°-° inviolabili cactus!!!!!!
poi per forza che non vi si fanno delicatezze, con tutte le spine che c'avete!!!!

me ne vado con eldina a parlare di sesso, nella stanza di francesco intanto che lui non c'è, e buonanotte. prrrrrrrrrr!

ps : patchhhhhh? se vuoi imparare qualcosa stai appresso a noi che ti conviene °_° se aspetti che i tuoi fratelli ti diano una mano addio!

Sarà colpa mia (complesso maschile di colpa?) ma su trenta (circa) ragazze con cui ho fatto l'amore solo due, dico due, mi hanno fatto un pompino sensato. Altre tre o quattro ci hanno provato. Le rimanenti non ci hanno neanche pensato. Dev'essere colpa mia.
Eppure, eppure. A tutte ho cunnilinguato con lieto entusiasmo - almeno provare a ricambiare, no? Però devo dire che a un paio di loro neppure questo piaceva, non volevano farsela leccare.
Non so. Davvero tanti blocchi abbiamo. Ma ci si può liberare piano piano. A vent'anni ero una frana, toccarmi provocava scosse elettriche tanto ero teso. Sui trent'anni avevo già due figli ma non avevo ancora mai fatto l'amore decentemente. Poi sì. Poi ci sono arrivato. Il decennio 40-50 è stato il più splendido. Adesso devo ammettere che c'è di nuovo qualche problema, non di tecnica ma di reperimento di donne o fanciulle simpatiche, è un momento un po' di magra. Sarà la crisi dell'Occidente, o un accidente di crisi. Ma passerà. Se poi vi interessa un libro di poesie che parla anche di pompini e molto altro, e se mi è concesso questo autospot, andate a cercare qui: http://digilander.libero.it/molinaro
e poi ditemi, o magari datemi... Baci a tutte (massì, anche a quelle che non fanno pompini - però se provassero...)!

...quando parli di blocchi.
A volte si è bloccate sullo spiegare al maschio che leccare una donna come si vede nei filmini porno (vibrazioni rapide, lingua tesa, massima distanza possibile) è inefficace. A me per esempio piace il cunnilingus languido, come un bacio alla francese. Intuire dai suoi movimenti che a lui assaporarla piace (cosa non sempre vera) è eccitante. I maschietti a volte desiderano essere succhiati, ma non vorrebbero farlo a lei (sai, sa di baccalà! ... se sapessero di che sa il loro membro specie quando si lavano male o affatto... smegma mischiato a resti di sapone, bleah! Quando è pulito invece ha un ottimo sapore, è piacevole, assaporarlo.).
Una cosa che io lamento è che spesso gli uomini fanno l'amore come piloterebbero un jet: tocco una leva qui, schiaccio un bottone là, ... sequenza corretta, perchè non succede nulla? Io invece quando tocco un uomo e a lui piace di solito è perchè piace a me toccarlo, e lui lo sente. Quando un uomo mi ha toccata perchè gli faceva piacere toccarmi, quando anche lui sentiva piacere attraverso la pelle delle mani, di tutto il corpo, la sinfonia si è sempre suonata quasi da sé, ed è stato bellissimo. Perciò penso che il sentimento (tenerezza, amicizia, amore, passione, scegliete un po' voi) sia il primo motore del senso e del sesso. Un po' di buona tecnica è una mano santa, ma se non c'è sentimento non è sufficiente. Io se per un uomo non provo nulla, sono proprio bloccata.

Caro Carlomolinaro, tesoro... ti cito: " su trenta (circa) ragazze con cui ho fatto l'amore solo due, dico due, mi hanno fatto un pompino sensato. (...) Dev'essere colpa mia." ... sai cosa? Forse sì. Nel senso che -non so, non lo specifichi- ma forse ti sei dimenticato di dire loro COME ti piace.
Io, personalmente, amo praticare sesso orale, tanto quanto amo riceverlo. Mi eccita in maniera pazzesca prendermi cura del membro del mio partner sessuale, è anche una delle molte mie fantasie masturbatorie. Si potrebbe obiettare che si tratti di una fissazione orale, ma chissenefrega, dico io ;-)
Nel corso della mia esperienza, ho potuto constatare che a ogni uomo piace essere "fellatiato" in maniera diversa. Elvio Elvis dice, nel suo intervento: "Per me è importante che quando la mia compagna mi sta praticando una fellatio sappia trattarlo con attenzione e delicatezza." A me è capitato che alcuni ragazzi mi chiedessero di morderli o di stringerli molto forte. Non tutti, ovviamente. Ad altri piaceva proprio come lo descrive Elvis. Non so se sono semplicemente fortunata, ma ho sempre "scelto" partners sessuali in grado di descrivere che cosa gli piacesse e, soprattutto, COME gli piacesse. Forse, Carlomolinaro, tu non hai descritto in maniera sufficientemente dettagliata COME avresti voluto essere fellatiato.

Un'altra cosa. Nel tuo commento scrivi: "Eppure, eppure. A tutte ho cunnilinguato con lieto entusiasmo - almeno provare a ricambiare, no? Però devo dire che a un paio di loro neppure questo piaceva, non volevano farsela leccare."... Tesoro! Non è che, anche qui, ti sei dimenticato di chiedere loro COME volevano essere leccate? Se uno non è capace, non è divertente, sai? ;-) Te lo dico con tutto l'affetto e l'umorismo possibile immaginabile, ma -come tu dici: solo due (donne) mi hanno fatto un pompino sensato- probabilmente alcune delle tue partners dicono: "oh, ma neanche uno che la sappia leccare sensatamente! " ;-))
Hai mai chiesto alle tue partners quale tipo di movimento preferivano? Quanta pressione volevano che esercitassi con la lingua? Che velocità avrebbero voluto che raggiungessi? Spero di sì :-) Se no, beh: fallo, ti prego! Non lasciare quelle povere vagine a perire nella fame!! :-)
Concordo perfettamente con quanto scrive Rossana: "leccare una donna come si vede nei filmini porno (vibrazioni rapide, lingua tesa, massima distanza possibile) è inefficace. A me per esempio piace il cunnilingus languido, come un bacio alla francese.", ma ognuna di noi ragazze è diversa! Per questo concordo con quanto dice Jacopo: "Rompiamo il silenzio su cosa ci piace!". Lui lo dice ai ragazzi, io lo dico alle ragazze!! Anche noi, a volte, non diciamo al nostro partner COME vogliamo essere spupazzate, e allora lui, poveretto, che deve fare? Ci prova, poverino, ci prova, ma spesso non ci prende. Bisogna dirglielo chiaro e tondo:-) Per quanto ho potuto constatare, i ragazzi si eccitano se noi gli diciamo cosa vogliamo che ci facciano, e più la nostra descrizione è dettagliata, più la loro eccitazione sale:-)

un'ultima cosa: ilnegro scrive: " il pompino non lo trovo così eccitante in quanto decisamente poco appagante per la donna." Beh... Dài, ma cosa dici? Per me, e sono DONNA, il pompino è molto molto appagante. Certo, tutto dipende dal proprietario del pene che sto "amando oralmente", ma se tale proprietario mi eccita, mi eccita anche il pompino, eccome! È una delle pratiche più divertenti in assoluto, te lo assicuro. Se anche tu, per provare, lo avessi praticato a qualcuno, sapresti di cosa parlo ;-)
Come dicevo, se mi piace il proprietario, allora mi piace anche il suo pene: lo adoro! E mi piace coccolarlo, con le labbra, la lingua , e tutto il resto! :-)
E anche lo sperma mi piace moltissimo (sempre se, per l'appunto, mi piace l'uomo che l'ha prodotto). Può avere un ottimo sapore (a questo proposito: mangiate molta frutta biologica, soprattutto mango, ananas, ma anche i deliziosi frutti nostrani) e NON È AFFATTO "disgustoso", AL CONTRARIO. Credo che molte ragazze siano attratte mentalmente da un uomo, ma non fisicamente. Se "si autocostringono" ad andarci a letto, non mi stupisce che -guardacaso- non abbiano voglia di succhiarglielo, leccarglielo e tutto il resto. Ragazze: non andate a letto con uno solo perché è simpatico, o (molto molto peggio) solo perché ha un conto in banca imponente, o un'automobile costosa... poi per forza non vi va di farci le porcate insieme! ;-)... andate solo con quelli che v'attizzano dalla testa ai piedi, donatevi solo a quelli che vi trasformano l'utero in un vulcano, quelli che vi fanno bagnare solo con uno sguardo. Vedrete che, succhiarglielo (e FARE L'AMORE CON LUI in tutti i i modi possibili immaginabili), diventerà la vostra attività preferita. Io un tizio così me lo sono sposato. E vi assicuro che ne è valsa la pena! :-)))

Zena,
suppongo sei di Genova come me del resto,molti Comply davvero
fai un'OTTIMA considerazione, fra le altre del suo interessante
articolo:

"Credo che molte ragazze siano attratte mentalmente da un uomo, ma non fisicamente. Se "si autocostringono" ad andarci a letto, non mi stupisce che -guardacaso- non abbiano voglia di succhiarglielo, leccarglielo e tutto il resto. "

dunGue,...diciamo che erroneamente a mio avviso dai per scontato
che a tutte piaccia fare sesso orale.
Non sempre e' cosi', alcune volte si vegognano, perche' ad esempio
come una certa mia amica mi diceva,...prendere in bocca un "coso"
che serve per pisciare...ehm,non e' igienico o perlomeno la farebbe
sentire in imbarazzo dopo..pensando a cio' che ha fatto.
Si vergogna, isomma..
Poi tieni conto anche delle differenze culturali che sono molto
importanti e condizionano la vita di ciascuno di noi molto di
piu' di quanto siamo disposti ad ammettere.
La mia prima vera ragazza era albanese e spesso,da maschiaccio
un po' malato di queste robe (come tutti ,penso) ho chiesto
a lei se poteva gentilmente "parlare" con il mio amico. Magari
abbastanza vicino, perche' oltre che essere una testa di cazz e' pure
un po' sordo; insomma le chiesi di farmi quella roba li'.
E lei: "...non ci penso proprio perche' di qua perche' di la' e specialmente perche' al mio paese e' mancanza di rispetto se chiedi
alla moglie o alla fidanzata di far quelle robe li'"
Un po' come chiedere a una mussulmana di darti il didietro. La stessa cosa; per una mussulmana darlo via e' peccato e si finisce all'inferno dritti dritti e senza passare nemmeno dal VIA. Provare x credere, anche magari con qualche prostituta.. Ovviamente vi sono delle eccezioni!
es.. anche la nostra religione ci dice che alcune cose sono peccato mortale ma cio' non ostante vi sono persone che le fanno egualmente....tipo chenneso'..uccidere...etc..rasparsi in maniera
imperterrita e con altezzoso atteggiamento di sfida gettando via il prezioso seme che darebbe figli a Dio.
etc.. etc..
Quindi,fatte le dovute precisazioni e distinzioni, il fattore culturale pesa eccome; per cui nn si puo' dire TOUT-court (o anche tout-long, ..per ki puo'...) che se una viene con te ma non ti da' fino lo sfintere allora e' perche' in realta' non ti vuole e indi saltare alla conclusione arbitraria ke piu' del Kasso vorrebbe succhiarti i soldini e cosi' via...
Non e' mica detto,sai, cara Zena..
Puo' avere delle convinzioni sue,convinzioni autenticissime,che la limitano un po'; eppure volerti lo stesso tantissimo.
Io la penso kosi' senno l'alternativa sarebbe esser obbligato a prender coscienza di esser stato,allora, fino ad oggi un Gran Sfigaz Totale e di non aver mai attizzato granche' come uomo; indi da qui seguirebbe il dover praticare oggi stesso Karakiri in quanto x ovvie ragioni non varrebbe a nulla x me campare oltre.
Avendo fatto,pero', un salvifico quanto fragile atto di negazione di tale eventuale dolorosa realta' spero proprio di trovar conforto in molti di voi che la pensano come me e che mi scriveranno dandomi ragione totale ed incondizionata. Nevvero?

Massimiliano69!!!
mi chiedo come sia possibile che tu scriva una frase del genere:

" Provare x credere, anche magari con qualche prostituta.."

... allora... non credo ai miei occhi... l'hai scritto veramente? Mi chiedo: sono io o sei tu ad avere sbagliato sito? Gente, se sono io ditemelo, per favore! Fatemelo capire! Omioddìo, fai che sia tutto solo un brutto sogno!

Ma passiamo ad altro. Aspetta che mo' ti cito di nuovo:

" a mio avviso dai per scontato
che a tutte piaccia fare sesso orale.".

Beh, non è che lo dia per scontato, quello che volevo esprimere è che, secondo me, il sesso orale può piacere a una donna solo SE È LEI CHE VUOLE FARLO, CIOÈ: SE LE VA.
Se non le va, avrà pure i suoi buoni motivi.
Se la costringi, o cerchi di convincerla con mezzi vari (dall'amore al denaro), o se si "autocostringe" lei da sola, magari lo fa anche, ma di sicuro non le piace. Se invece è a lei che va di farlo, vedrai che le piace. Tutto qui.
Altra citazione dal tuo post:

" una certa mia amica mi diceva,...prendere in bocca un "coso"
che serve per pisciare...ehm,non e' igienico o perlomeno la farebbe
sentire in imbarazzo dopo..pensando a cio' che ha fatto.
Si vergogna, isomma..".

A parte il fatto che un organo pulito dovrebbe essere un MUST nell'ambito del sesso orale, questa tua amica sembra "credere" fermamente in una gerarchia fra le parti del corpo. Non ho capito perché, se il pene è, come dice lei, "un coso che serve per pisciare" è un problema prenderlo in bocca, ma non è un problema accoglierlo nella sua vagina. Come mai? Tralasciando il fatto che ha una visione del pene decisamente negativa, probabilmente, per lei, la sua vagina è meno pura della sua bocca e qui approdiamo in un campo minato, e cioè quello delle "donne che non nutrono una grande opinione nei confronti delle proprie vagine". Ci sono dei motivi per cui una donna arriva a tanto. Ma sono tutti motivi INCULCATI dalla società/religione/famiglia o CAUSATI da esperienze TRAUMATICHE. È una cosa seria. Il rapporto che una donna ha con la propria sessualità, e con la sessualità in genere, è legato a moltissimi fattori. Se una ragazza, per esempio, è stata vittima di abusi o violenze sessuali, non mi sorprende affatto che non le vada di succhiarlo a nessuno! In quel caso, il desiderio di astenersi da pratiche del genere (e altre), è una reazione perfettamente naturale a una cosa estremamente "innaturale" (la violenza).
Passando poi alla tua "prima vera ragazza", guarda che mica bisogna essere albanesi o provenienti da un'altra cultura per pensare che (altra citazione):

"e' mancanza di rispetto se chiedi
alla moglie o alla fidanzata di far quelle robe li'".

Vai in giro per l'Italia e chiedi a caso alla gente. Sai quanti italiani/italiane trovi che sono della stessa opinione? Però non stai assolutamente affrontando il problema: quelle ragazze che dicono "non voglio perché non si fa" oppure "non voglio perché è una cosa sporca/peccaminosa/etc", lo dicono per partito preso: perché sono state educate così. NON PUOI DIRE SERIAMENTE CHE NON TI PIACE UNA COSA SE NON L'HAI MAI PROVATA! Il concetto di peccato legato al piacere fisico è un fardello dal quale moltissime donne, nel mondo, stanno cercando di liberarsi. Non interpretarlo come un segnale di "libero arbitrio".
Se una ragazza o donna AMA o è attizzata fisicamente da un uomo specifico, allora "coccolare" il membro di quell'uomo non ha niente di sporco: è un atto d'amore, un modo in più per trasportare piacere, gioia. La gioia mica è sporca.
Quello che io volevo dire a tutte le ragazze là fuori che hanno voglia di starmi a sentire è: fatelo solo SE LO VOLETE FARE, non fatelo per altri motivi.
E siate selettive :-) ...ma questo va da sé ;-)
Nelle mie righe, ho solo cercato di esprimere una mia teoria, e cioè che molte ragazze, pur non essendo costrette, "decidano" di farlo per motivi diversi da quelli dettati dal piacere.
Non mi è nemmeno passato per l'anticamera del cervello che un uomo che leggesse il mio post potesse trarne la conclusione (e qui ti cito per l'ultima volta)

: "(...)di esser stato,allora, fino ad oggi un Gran Sfigaz Totale e di non aver mai attizzato granche' come uomo; indi da qui seguirebbe il dover praticare oggi stesso Karakiri in quanto x ovvie ragioni non varrebbe a nulla x me campare oltre.".

Chiedo scusa cento volte se sono stata la causa indiretta (e inconsapevole) di tali tristi pensieri!

p.s. non sono di Genova. Gran bella città, fra l'altro.

Che noia.
Ne parlano le riviste.
La televisione.
I giornali.
Hanno organizzato tavole rotonde.
Hanno girato film; anche registi famosi come il mio concittadino Bellocchio. Poi la Chiesa ha tolto l' anatema (e gran parte del gusto ) sostenendo che non era più peccato. Sì insomma sto parlando del pompino o fellatio come viene chiamato nella lingua colta dei topi di biblioteca-latinisti. Amici maschi non so se capita la stessa cosa anche a Voi. Non esiste collega, amica, conoscente, moglie di amici che, entrando nel discorso, non lasci a intendere di ritenersi esperta in tale arte. Arte che a mio parere va, haimè, via via perdendosi o deteriorandosi. L' ultima mia esperienza incisiva in questo campo risale al 1993,(al secolo scorso quindi ). Negli ultimi anni... Che strazio!
Il fatto è che loro, ( le donne intendo ) ci si mettono pure di buzzo buono.
Chi ti assale con battere di ciglia che sembra una sventagliata di mitra, come a dire ."Ora ti faccio vedere io...Aaaaaaaaaaaaaaarrrrggghhh! ( ruggito di pantera ferita ) fiondandosi sull' oggetto del desiderio, inizia una serie di manovre all' inizio interessanti, ma in seguito di una noia meccanica e mortale che rischiano di farti addormentare.
Chi nel mentre ti guarda con uno sguardo da vestale violata che pare dire: " Guarda cosa sto facendo per te!" ad alimentare i tuoi sensi di colpa (casomai ce ne fosse bisogno ).
Chi si ostina a parlare anche in cotal frangente con risultati onomatopeici assai discutibili.
Con alcune sarebbe opportuno stipulare prima un'assicurazione, causa gli effetti devastanti dei loro denti, un viaggio nella loro bocca equivale praticamente ad una passeggiata in un campo minato, delle autentiche mastikakatzi.
Alcune tengono l"argomento" in questione con tre dita e l'aria un po' schifata come in un temporale in cui si spera che la pioggia finisca presto.
Altre scambiano il membro virile, pur uso a battaglie impegnate, con un impasto per pizza da bistrattare a loro piacimento.
Altre ancora quasi ti intimano : "Ragassuolo sciedi lì e lassiami lavorare veh!" dimentiche del fatto che il sesso è pur un affar di testa.
Al momento dell'acme poi...Hiiiiii!!! Te le raccomando. Insomma Sembra di essere a una puntata di Blob.
La settimana scorsa, dal barbiere, alcuni anziani mi raccontavano che nell' immediato dopoguerra, una certa Nora sbarcava il lunario concedendosi in cambio di prodotti alimentari.
Quando arrivava un questuante con delle uova ne rompeva uno quindi, trattenendo il contenuto in bocca e sorbendo, alla fine, tutto quanto praticava una fellatio da antologia . Purtroppo,con tutte quelle uova, pur bevendo l' acqua Boario subentrò una calcolosi epatica e fu costretta a smettere. Una vera gran sacerdotessa del pompino.
Forse in futuro dovremo collocare le poche "artigiane" rimaste, nel parco del Gran Paradiso e considerarle come razza protetta in via di estinzione ...

Previo permesso richiesto ed accordato
di un amico estimatore della fellatio d.o.c.
o d.o.p. o d.o.c.g. che dir si voglia, mi (vi?) diletto e sdilinquisco nella pubblicazione di un pezzo a me caro...

hhhhmmmmmmm..... così a occhio direi che una gran sacerdotessa non sapresti manco dove andartela a cercare,
&
se le capitassi sui piedi, visto lo stato tuo d'animo, ella si scosterebbe.

Forse è per quello che ti capitano le altre

Non puoi trovare una sacerdotessa, se non sei un sacerdote tu

Ispirato da questo sito e da SessoSublime.it ho iniziato a scrivere un elogio dell'amore, di cui appunto, il primo capitolo e` dedicato alla fellatio ed al cunnilingus.
D'accordo con Jacopo ho deciso di postarlo in questa sezione, nella speranza che a qualcuno di voi possa interessare, ve ne riporto alcuni stralci, il testo intero e' disponibile sul mio blog http://legaest.blogspot.com seguendo il link "Elogio della fellatio e cunnilingus" o nella sezione projects del mio sito http://www.alighieri.org.

Qualsiasi commento/proposta/insulto/critica e' ottimamente accettata.

Saluti ed un abbraccio a tutti.

Davide Del Vecchio, "Dante Alighieri".

"La pratica denominata fellatio, meglio conosciuta come "pompino", e' stata considerata un tabu' sin dall'inizio del Medio Evo. Durante il periodo antecedente la pratica era invece ragionevolmente accettata.

Interessante notare la differenza tra la visione romana e quella greca in cui rispettivamente chi praticava sesso orale era visto come attivo e passivo.
In latino infatti abbiamo ben due verbi utilizzati per descrivere la pratica: fellare (essere penetrati oralmente) e irrumare (penetrare oralmente)."

...

Proprio durante la fase orale, che inizia dalla nascita dell'individuo e perdura fino ai due anni circa, il bambino esplora il mondo
circostante con la bocca, portando nel cavo orale gli oggetti per conoscerli e succhiando il latte dal seno materno. Il suo mezzo di comunicazione con il mondo e' quindi proprio la bocca, attraverso la quale lecca, gusta, succhia e morde.

Proprio a causa di un "ritorno" alla fase orale, la fellatio e' quindi
istintivamente causata da un desiderio di esplorazione e di scoperta del corpo del proprio partner."

Il testo e` distribuito sotto licenza Creative Commons 2.5 Non commerciale.

Dante, si scrive Taboo e non tabbù.

Certo se Dante e Beatrice si fossero dati alla fellatio e al cunnilingus forse Dante non avrebbe scritto La Divina Commedia, bensì "l'Estasi". Io ancora mi ricordo quando mi fecero leggere e spiegare il Paradiso all'esame di maturità...Un abbiocco totale, mi stavo addormentando là mentre parlavo, tutta l'adrenalina si assopì improvvisamente. Del resto penso che l'Estasi non sarebbe diventato una pietra miliare della nostra letteratura, sarebbe rimasto un tabbù.

Chiaramente tabù si può scrivere. E' che ieri quando ti ho letto mi è tornato in mente un ragazzo a cui davo ripetizioni di filosofia che in un riassunto su Freud scrisse totem e tabbù con due b e la cosa mi fece ridere (scusate, mi diverto con poco)perchè prima di farmelo leggere mi disse : "questo l'ho fatto bene". Ma non ha niente a che vedere con te, è che io a volte mi diverto tra me e me...Vabbèèè :-)

In coda al testo ho aggiunto altre indicazioni per tecniche orali particolari. E chiedo anche notizizie sull'orgasmo multiplo maschile (esiste!!).

Date le dimensioni del mio membro non ho mai sperimentato un pompino completo a causa dei problemi accusati alla mandibola delle mie compagne . La mia compagna ride dicendo che sono l'unico ad avere il complesso da membro grande ma tantè.L'orgasmo maschile multiplo esiste . Bisogna controllare l'eiaqulazione e si possono avere più orgasmi e a volte orgasmi multipli.