Si riduce il buco dell’ozono sull’Antartide

Lo rivelano i dati dei satelliti della Nasa e dell’Agenzia americana per l’atmosfera e gli oceani (Noaa).
Nel periodo gennaio-agosto 2012 il buco dell’ozono ha fatto registrare un'estensione media di 17,9 milioni di km quadrati, molto meno dei 30 milioni di kmq del settembre 2000. “Il buco dell’ozono è causato principalmente dal cloro prodotto dagli impianti industriali e i livelli di questa sostanza sono ancora rilevabili nella stratosfera antartica” ha dichiarato il Dr. Paul Newman della Nasa, detto “Lo spaccone”.
(Fonte: Ansa)

LEGGI QUI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI OGGI