Ecologia e Ambiente

Notizie sull'Ecologia e sulla salvaguardia dell'Ambiente

Dal 2022 la Germania non produrrà più energia nucleare

Centrali nucleari Germania“E' una decisione irreversibile” ha dichiarato il ministro dell'Ambiente Norbert Rottgen. Otto dei 17 reattori del Paese non saranno più riattivati, mentre gli altri verranno progressivamente spenti da qui al 2022. Il nuovo piano energetico prevede lo sviluppo dell'eolico.
(Fonte: Repubblica)


La Grande Muraglia Verde

Anche il Ciad è entrato a far parte del progetto “Great Green Wall”, una linea di alberi lunga oltre 7mila km che attraversa tutto il continente africano. Obiettivo: fermare l'avanzata del deserto e rendere fertili i terreni. Il Ciad ha già coperto un'area di 200 metri di larghezza e 40 km di lunghezza.
(Fonte: LaStampa)


Quarto Conto Energia per il fotovoltaico: le novità

Gruppo d'acquisto Pannelli Solari Fotovoltaici

Chi ha seguito le alterne vicende degli incentivi per gli impianti fotovoltaici sa che 20 giorni fa, tra mille polemiche, e a soli 4 mesi dall'entrata in vigore del terzo Conto Energia, è stato approvato il "Quarto Conto Energia" (Decreto Ministeriale 5 maggio 2011, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 12 maggio).

Vediamone insieme le novità più importanti.

Anzitutto tempi e obiettivi: il decreto si applica agli impianti che entrano in esercizio dal 1 giugno 2011 (fino al 31 dicembre 2016), mentre l'obiettivo nazionale di potenza installata è fissato in 23.000 MW, che corrisponde a un costo annuo di circa 6-7 miliardi di euro destinati agli incentivi da assegnare ai proprietari degli impianti fotovoltaici.

Nuova è la divisione tra piccoli impianti e grandi impianti: rientrano nella prima categoria quelli sotto il MW se realizzati su edifici, quelli fino a 200 kW se operano in regime di scambio sul posto e infine quelli realizzati su edifici o aree di proprietà delle Pubbliche Amministrazioni senza alcuna limitazione di potenza installata.

La suddivisione introdotta ha conseguenze importanti:  mentre i piccoli impianti non hanno limiti massimi di spesa per tutto il 2011 e il 2012 (cioè non c'è un tetto massimo di potenza incentivabile), i grandi impianti devono iscriversi in un apposito registro del GSE e certificare la fine lavori entro 7 mesi (9 mesi per quelli superiori a un MW) dalla pubblicazione della graduatoria che il GSE avrà provveduto a pubblicare su internet. In realtà la procedura è molto più complessa... Ma qui ci accontentiamo di sapere che per gli impianti "piccoli" (si fa per dire...) per questo e per il prossimo anno non vi è la minaccia di limiti di potenza o di spesa!

A partire dal 2013 vi sarà invece un sistema di riduzioni semestrali degli incentivi in relazione alla potenza installata nell’ultimo periodo rilevato e del progressivo decremento dei costi di sistema conseguente all’aumento quantitativo delle installazioni (e quindi della produzione mondiale). E questo avverrà anche per gli impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative e per gli impianti a concentrazione: in caso di superamento dei costi indicativi, ci sarà una riduzione delle tariffe incentivate nel semestre successivo.

A proposito di incentivi: Anche il "Quarto Conto Energia" stabilisce che questi vengano riconosciuti per 20 anni, a decorrere dalla data di entrata in esercizio dell'impianto.
Il decreto distingue anzitutto l'entità a seconda della potenza e del tipo (come negli anni scorsi sono più alte le tariffe per gli impianti piccoli e per quelli su edifici) e anche a seconda del periodo di entrata in esercizio: da giugno a dicembre l'incentivo cala infatti ogni mese, mentre le tariffe per il 2012 dipendono dal semestre di entrata in esercizio.

La seconda importante distinzione attiene alla categoria di impianto: ritroviamo quindi le tariffe per gli impianti su edifici e per quelli a terra, mentre tariffe specifiche sono poi indicate per gli impianti installati su serre e pensiline, nonché per quelli con caratteristiche innovative integrati negli edifici (in pratica, vetri fotovoltaici, moduli per facciate, tegole fotovoltaiche, coperture in film sottile, etc.) e per gli impianti a concentrazione.

Alle installazioni che prevedono la rimozione dell’amianto è assegnato un premio di 5 €cent/kWh, mentre un premio del 10% è destinato - altra grande novità! - a chi installa pannelli fotovoltaici italiani o europei (più esattamente: il premio va agli impianti che presentano un costo di investimento – esclusa la parte relativa al lavoro - riconducibile per almeno il 60% a una produzione realizzata all'interno dell'Unione Europea).

Conclusioni? Luci e ombre... giusto per rimanere in tema! Tra le "ombre" basterà ricordare che ben 150 aziende del settore hanno già presentato ricorso alla Corte di Giustizia UE ritenendo che il decreto Romani e il conseguente decreto del Quarto Conto Energia, invece che recepire la direttiva europea che prevede lo sviluppo delle rinnovabili, limiti la crescita delle energie sfruttabili dal sole. E dubbi permangono anche circa gli ancora attuali rischi di forti investimenti stranieri e del massiccio sfruttamento di zone agricole.

Ma le "luci" ci sono: e sono da vedersi nella ancora totale e perdurante convenienza economica dell'installazione di un impianto fotovoltaico anche (anzi: soprattutto) per chi desidera semplicemente diventare, nel suo piccolo, un produttore di energia elettrica pulita e rinnovabile. Per chi ne volesse la riprova, grazie alla collaborazione con Co2online, mettiamo a disposizione una consulenza on-line che permette il check del proprio tetto solare: provare per credere!
 

Gruppo d'acquisto Pannelli Solari Fotovoltaici


Acqua nel motore

Dopo Eolo, la macchina ad aria compressa, arriva dal Giappone la macchina ad acqua.
Presentato ad Osaka dalla Genepax, il prototipo è equipaggiato con un motore in grado di marciare per 1 ora, alla velocità di 80 km/h, utilizzando qualsiasi tipo d'acqua (di rubinetto, mare o fiume).
Basta versarla nel serbatoio collegato a un generatore, che la scompone e la utilizza per creare energia in grado di far girare il motore.
(Fonte: educambiente.tv)


Un'altra puntata del video corso sulle ecotecnologie: SCIACQUONE DEL WC

Ecco come risparmiare denaro razionalizzando il consumo di acqua del tuo sciacquone del wc. Altri video li trovi su www.ecoshow.it

 

Tutti i video di Ecoshow

Watch live streaming video from ecoshow at livestream.com

VotivA+

VotivA+Il Comune di Aosta aderisce al progetto. Sostituirà 2.000 lumini votivi con lampade a Led a basso consumo e lunga durata, con un risparmio per le casse comunali di 5.000 euro all'anno. Chi aveva parenti solari potrà anche installare i pannelli.
(Fonte: Greenme)


La turbina eolica omnidirezionale

Implux turbina eolica omnidirezionaleSi chiama Implux, è stata messa a punto dalla Katru Eco-energy, società con sede a Singapore, è ad asse verticale ed è stata appositamente progettata per sfruttare le correnti cittadine. La sua caratteristica principale è la capacità di catturare venti omnidirezionali. Sarà onnipresente sul mercato dal 2012.


E' boom di “agri-asili”

A Rivarolo, in frazione Argentera, ha aperto l’agri-asilo nido “Cascina Torrione”. E' la quinta struttura di questo tipo nella sola provincia di Torino. In un agri-asilo i bambini possono crescere a diretto contatto della natura ed essere innaffiati tutti i giorni.
(Fonte: LaStampa)