Gaia

Dio benedica l’effetto serra!

Le previsioni del tempo davano sole sul centro Italia. I meteorologi non avevano calcolato l’esplosione del vulcano islandese. Il risultato e' che siamo sotto una nuvola spessa che non fa passare i raggi del sole.
Questa mattina all’alba ho guardato il cielo e mi e' parso di essere capace di comprendere come si sentivano i dinosauri quando, grossomodo in Centroamerica, ci fu un’eruzione spaventosa. E il sole fu oscurato fino alla loro estinzione. O forse fu l’impatto di un meteorite ad alzare tutta quella polvere…
Comunque sparirono, povere bestie. Grossi e stupidi.
Noi per fortuna abbiamo inventato l’effetto serra.
Come abbiamo detto spesso stiamo entrando in un periodo di 10 anni di piccola glaciazione. E’ colpa delle macchie solari.
L’effetto serra ci evitera' dieci anni di gelo spaventoso. Fara' solo un freddo cane.
E abbiamo anche 10 anni per convertire il nostro sistema energetico alle fonti rinnovabili.
Ci hanno graziato. E tu magari non credi in Dio. Errore gravissimo.
Almeno dovresti credere che esista una forza potente, una specie di attrattore degli eventi che contiene nel proprio dna un disegno positivo. I credenti lo chiamano Divina Provvidenza.
Ma possiamo spiegare questo fenomeno anche con argomentazioni scientifiche. La teoria di Gaia ad esempio.

Gaia e la visione Olistica
Asse portante di questa visione e' l’idea che il pianeta stesso (Gaia) sia un sistema capace di autoinformarsi e adeguarsi. La Teoria di Gaia ha portato all’idea della visione Olistica del mondo. Questa idea prese forma inizialmente dall’osservazione degli effetti delle tempeste solari sulla Terra. Alcuni osservarono che le variazioni di calore del sole provocavano sulla Terra effetti minori di quanto avrebbero dovuto. Studiando le sedimentazioni del terreno si e' osservato che in corrispondenza con i periodi di massimo calore irradiato dal sole vi era traccia di una serie complessa di reazioni che avevano coinvolto batteri, situazioni climatiche e reazioni chimiche, su scala planetaria. Tutti questi attori, sinergicamente, avevano provocato l’aumento della capacita' dell’atmosfera di respingere i raggi solari. In parole povere quando c’e' troppo sole la Terra se ne accorge, si fabbrica un paio di occhiali scuri e se li infila.

Semplicemente possiamo allargare il concetto di Gaia.
Anche noi ci siamo dentro. L’intelligenza collettiva del pianeta sapeva che avremmo avuto bisogno di piu' calore e ha indotto la razza umana a dare fondo alle scorte di petrolio per riscaldare l’atmosfera.
E poi, scusate, ma secondo me estrarre petrolio e' la cosa piu' ecologista che si poteva fare. Se non avessero inventato le caldaie e i motori a scoppio avremmo dovuto comunque occuparci di questo disastro dei giacimenti petroliferi.
Eminenti scienziati (tra cui io, ad esempio) hanno studiato a lungo la questione. Si sa che le viscere della terra sono piene di magma incandescente che ogni tanto si apre un tunnel verso la superficie      fondendo chilometri di roccia come se fosse cioccolato. E vengono fuori questi cazzo di vulcani capaci di cuocere e seppellire intere citta'. Questo nel caso si abbia a che fare con una normale eruzione vulcanica.
Ora non so perche' non si sente mai paventare la possibilita' che questa lava incandescente raggiunga un giacimento petrolifero grande come il lago di Como.
Cioe', non so se ti rendi conto. Una bottiglia molotov di proporzioni galattiche con un potere distruttivo pari a decine di bombe atomiche.
Cioe', una cosa che potrebbe causare l’estinzione di qualunque creatura sia piu' grande di un criceto e non sia capace di andare in letargo per sei mesi in un cunicolo scavato sottoterra.
Svuotare i laghi sotterranei di petrolio e le immense bolle di gas infiammabile imprigionate nella crosta terrestre, era un obiettivo essenziale degli ecologisti e degli amanti della natura in genere.
Ma che probabilita' avevamo di convincere l’umanita' a spendere cifre colossali per pompare dalle viscere del pianeta gas e petrolio per un secolo?
Invece per fortuna Gaia, che compenetra i meccanismi evolutivi e ne e' compenetrata, ha reso probabile lo sviluppo di un’economia forsennata basata sullo sfruttamento dell’uomo sull’uomo e sulla rapina e ha motivato in modo forte milioni di individui abbietti a compiere qualunque nefandezza pur di riuscire a estrarre dal sottosuolo tutto il combustibile possibile, 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno. Nessuna teoria giusta avrebbe potuto ottenere niente di simile. L’avidita' e' una forza primaria.

(In realtà questo discorso sui giacimenti di petrolio è scientificamente pieno di errori. I giacimenti di petrolio non funzionano così. Vedi a questo proposito i commenti dei nostri meravigliosi lettori. Peccato, dal punto di vista filosofico era un discorso perfetto. Non su questo pianeta però)

Si potrebbe obiettare che questa forza coesiva, questa intelligenza collettiva, che costituisce l’essenza di Gaia, sia una stronza insensibile. La corsa al petrolio ha causato guerre, ingiustizie, massacri, assassinii, torture, distruzioni immani e la morte per inquinamento di un numero spaventoso di esseri umani.
Ma quando sei l’intelligenza collettiva di un pianeta ragioni su scala macroscopica, per obiettivi prioritari.
Il dolore causato dall’economia del petrolio e' niente se paragonato all’estinzione del 90% della specie umana.
Quindi Gaia ha deciso. Il nostro inconscio collettivo ha deciso. E anche quello degli scarafaggi, delle giraffe e dei batteri concordavano. E anche i ricci, povere bestie, che vengono schiacciati a milioni mentre attraversano la strada, per non parlare dei fantasmiliardi di moscerini che ogni giorno spiaccichiamo sui nostri parabrezza correndo con le nostre turbodiesel colorate.
Anche loro, povere creature, hanno deciso di contribuire con milioni di metri cubi di poveri corpi, viscere e liquidi organici dai colori imbarazzanti. Piccoli eroi. Lo hanno fatto per il futuro dei loro bambini.
E allora suvvia! Smettiamola con queste facce da funerale. Va tutto benissimo. La storia avanza seguendo i disegni imperscrutabili della rete neurale planetaria, galattica, universale.
Siamo qui per un motivo. Diamoci da fare a scoprire qual e' e poi realizziamolo. Ognuno faccia la sua parte.
E se accendendo la tv vedi un ex calvo che sembra dominare la nostra nazione facendo i cazzi suoi in maniera imbarazzante, invece di sentirti depresso, arrabbiarti, bestemmiare Dio o Karl Marx, chiediti: in quale modo l’inconscio collettivo interstellare sta operando attraverso questo scarto dell’umanita' per evitare il rischio di dolori supremi?
In che modo Silvio sta facendo del bene all’Universo, suo malgrado? Quale terribile cataclisma sta evitando la sua esistenza? A quale spettacolare salto evolutivo ci sta preparando?

Stamattina aprendo il giornale leggo che i giudici hanno chiesto 11 anni per Dell’Utri per una serie spaventosa di reati.
E mi chiedo: come e' possibile che nonostante tutto quel che hanno fatto, nonostante tutto il loro potere, nonostante tutti i loro soldi non riescono a fermare la macchina giudiziaria italiana?
E non e' che tutti i giudici sono santi o eroi. Ce n’e' anche di stronzi. Ma evidentemente esiste una pressione evolutiva planetaria che impedisce alla macchina della giustizia italiana di crollare. Le hanno provate tutte. E credo che ormai sia evidente che c’e' qualche cosa di soprannaturale che agisce oltre alla caparbieta' di pochi giudici e poliziotti dotati di forza morale sovrumana. Qui e' chiara l’azione di forze superiori.
Per anni ci siamo battuti contro la burocrazia del sistema giudiziario italiano, contro un sistema basato su cavilli, questioni formali, procedure bizantine, poteri e contropoteri che si immobilizzano reciprocamente.
Ora, tutto questo schifo ci sta salvando da Berlusconi Silvio e la sua band. La macchina burocratico legale italiana ha preso a vivere in modo autonomo. Berlusconi, ogni giorno si rende conto che e' al comando di un ingranaggio diabolico che non puo' in nessun modo governare. Un immenso frankenstein di carte bollate, consulte, corti costituzionali, pubblici ministeri, ordini professionali, regolamenti, codici, procedure. Qualche cosa che ha superato i limiti della comprensione umana, qualche cosa che e' andato oltre i confini del possibile. Un’entita' viva, capace di sviluppare una forma subliminale di pensiero, un dipartimento distaccato di Gaia. Un Golem che ha un unico scopo meccanicamente determinato: distruggere il Presidente.
Ammetterai che e' strabiliante quel che sta succedendo in Italia. Qualunque cazzo di inchiesta stia portando avanti un giudice, su qualunque area del crimine, intercettando intercettando, arriva a Berlusconi. Non importa se le indagini partano dalla cocaina di Marrazzo, dalle puttane di lusso pugliesi, da imprenditori che evadono le tasse, da truffe edilizie ai danni della protezione civile.
E spero che converrai che una simile concatenazione di eventi non e' statisticamente possibile!
Questa evidenza da sola dimostra che vi e' un’anomalia: Berlusconi ha una sfiga incredibile!
Ci credo che alla fine si e' convinto di essere vittima di un complotto diabolico di giudici comunisti.
Quel che non ha capito e' che e' Gaia che vuole distruggerlo.
E’ servito a realizzare qualche cosa che non ho ancora capito ma mentre Gaia determina il suo potere e lo sostiene contemporaneamente ne predispone la distruzione.
Quindi non essere triste. Quando non servira' piu' sara' gettato nella pattumiera della storia che e' gia' pronta li' ad attenderlo.
Noi saremo la paletta che aiuta la scopa della storia a buttarlo nel bidone dell’oblio.
Adoro le simbologie criptiche.

Fine Primo capitolo

Poi seguono altri capitoli, prossimamente.
In effetti questo e' l’inizio di un libro nel quale cerchero' di formulare una serie impressionante di nuove teorie scientifiche.
Qualcuno dira' che sto cercando di far ridere.
Vero. Ma questo non toglie che stia anche ponendo le basi per la scienza del terzo millennio.
Se volete eccitarvi un po’ nell’attesa delle prossime puntate vi anticipo l’indice, che da se' solo e' una rivoluzione prospetica.

Capitolo secondo
Ecco la dimostrazione che la data dell’11 settembre, da 2.000 anni, e' veramente un momento cruciale nella storia dell’umanita'.
Cosa nasconde questa coincidenza?

Capitolo terzo
I fatti improbabili avvengono continuamente. Ad esempio su 1300 persone che si sono gettate giu' dal Golden Bridge di San Francisco 20 sono sopravvissute.

Capitolo quarto
I numeri della roulette non escono a caso (ma non illuderti di poter usare questa informazione per vincere)

Capitolo quinto
Innamorarsi e' matematico. Quando sperimenti gli effetti destabilizzanti di un’erezione e' importante che tu sappia che le forze stesse che danno solidita' al concetto di numero stanno operando furiosamente per portarti a un livello frenetico di godimento.

Capitolo sesto
Non siamo soli. Ovunque vai 10 miliardi di batteri vengono con te. Hai appena letto un doppio senso perfetto. I batteri vengono con te nel senso che viaggiano a bordo del tuo corpo. I batteri vengono con te anche nel senso che mentre ti muovi crei immensi terremoti a livello batterico e questo movimento eccita i batteri e contemporaneamente amplifica l’aspetto cinetico dell’amplesso sessuale. In ogni istante, 10 mila batteri stanno raggiungendo l’orgasmo da qualche parte dentro di te. Sei un immane bordello viaggiante irrorato di sperma batterico. E non venirmi a dire che i batteri si moltiplicano scindendosi ogni volta in due individui autonomi. Che schifo. Sono tutte cazzate. I batteri trombano di brutto.

Capitolo settimo
Un nuovo modello mentale del mondo. L’azione perfetta: a prescindere dal numero di persone che sono presenti in una stanza, dalla loro posizione sociale e dal loro livello culturale, dalla quantita' di armi o di avvocati di cui dispongono all’interno della stanza, tutti usciranno velocemente dalla stanza se scoreggi abbastanza forte.
(Piu' restringi il tuo raggio d’azione piu' aumenta il tuo potere)

Capitolo ottavo
Il Dio dei numeri e' un comico. Per questo i matematici hanno difficolta' a vederlo. Nel programma universitario non sono previsti esami di barzellette.
Quindi adesso vorrei spiegare perche' soltanto l’esistenza dello charme puo' mettere insieme la teoria del tutto e chetare finalmente le crisi di ansia dei fisici. Lo charme e' l’attrattore cosmico che rende possibile alle donne distruggere un uomo senza toccarlo.