Le buone notizie di CaCaO

tratte dalla newsletter Cacao Il quotidiano delle buone notizie comiche

Elezioni presidenziali in Liberia

Lo spoglio dei due terzi dei voti del ballottaggio in Liberia sembrano dare per vincente l'economista ed ex-ministro delle Finanze Ellen Johnson-Sirleaf. L'altro candidato, l'ex calciatore George Weah, e' poco distante. La Commissione elettorale organizzata dalle Nazioni Unite, gli osservatori internazionali (anche dell'Unione Africana) e le Organizzazioni non governative che hanno monitorato il voto in tutto il Paese, hanno fatto sapere che la competizione elettorale e' stata corretta e regolare
La Johnson-Sirleaf potrebbe presto diventare la prima donna presidente di un paese africano.

(Fonte: misna.org e corriere.it)


New Scientist: ogni giorno nel mondo 50 pedoni muoiono investiti da un'auto

www.commercioetico.itOgni giorno nel mondo industrializzato, scrive il New Scientist, 50 pedoni muoiono investiti da un'auto. Non tutti insieme.
E' comunque un problema che finora non e' mai stato affrontato: le case automobilistiche sostengono sia gia' difficile convincere chi compra un'auto a fare investimenti per la propria sicurezza (airbag interni, sistemi frenanti controllati...). Chiedere loro di spendere da 250 a 450 dollari in piu' per aumentare la sicurezza "esterna" dell'auto e' impossibile.
La buona notizia sarebbe una direttiva europea entrata in vigore il primo ottobre scorso, che prevede paraurti piu' bassi e piu' spessi, in grado di attutire meglio l'impatto, obbligatori in tutte le nuove auto.
Ma ci sono altre soluzioni, ad esempio aumentare lo spazio tra cofano e motore. Il pedone investito viene infatti colpito alle gambe e poi proiettato verso il cofano o il parabrezza dell'auto. Una distanza di 10 cm tra cofano e motore permetterebbe al cofano stesso di piegarsi piu' facilmente in caso di incidente, riducendo notevolmente la violenza dello scontro. Il problema, rispondono le case automobilistiche, e' che si dovrebbe abbassare il motore, e in molte delle auto di oggi (soprattutto quelle con assetto piu' sportivo) non e' possibile.
Diversa invece la questione degli airbag esterni. Gli attivisti della sicurezza stradale avevano chiesto che l'airbag esterno diventasse obbligatorio con la direttiva europea, ma sono stati ignorati (nella convinzione che l'abs sarebbe piu' che sufficiente). Questo nonostante sia stato dimostrato che un airbag esterno, installato sul cofano, riduce del 90% le ferite alla testa e del 50% quelle al torace (lo studio e' di Ian Simmons, capo del reparto tecnologico della TRL, 1999).
Purtroppo, pero', sembra che non piaccia agli automobilisti: non e' bello e rovina la vernice dell'auto.
Il New Scientist conclude la sua inchiesta dicendo che il numero dei pedoni che si salvera' in un incidente stradale in futuro dipende dall'esito dello "scontro" tra istituzioni e produttori di auto, ma anche dalla capacita' di capire, da parte dei consumatori, che la sicurezza dei pedoni e' importante quanto la loro.
Potremmo anche aggiungere che c'e' notevole differenza tra il dover ridipingere il cofano e il dover disincastrare il pedone dall'auto.


Armadi e messaggi divini

L'immagine di Gesu' e di due apostoli e' comparsa sulle ante dell'armadio di una famiglia romena. Chiarissimo il messaggio: e' ora di fare lo stagionale cambio dei vestiti.
(Fonte: Mediablob di dagospia.it)
Per la cronaca, dalla stessa fonte, nel Texas un prete e' rimasto fulminato perche', mentre celebrava un battesimo, il microfono gli e' caduto nell'acqua benedetta.
In quel momento Gesu' era impegnato nell'armadio, ma Dio che stava facendo?


Medaglia agli inventori del TCP/IP

USA: Robert Kahn e Vint Cerf riceveranno una medaglia. Questi due signori nel 1973 hanno creato i  protocolli di trasmissione TCP/IP, una parte della programmazione informatica che oggi permette di connettersi a internet, scaricare e inviare posta elettronica e navigare in rete.
La medaglia verra' consegnata da Bush in persona. Lui non conosce i protocolli TCP/IP, ma Condoleeza Rice si'.


Il tedoforo Coca Cola

Il sindaco di Roma Veltroni ha annunciato in conferenza stampa che la questione del boicottaggio del passaggio della fiaccola olimpica (perche' sponsorizzata Coca Cola) da parte di alcuni municipi della capitale, e' stata risolta, e la fiaccola potra' circolare.
E bravo, Veltroni, che ha organizzato tutto: alla conferenza stampa era presente il consigliere delegato di Coca Cola Italia, il quale ha annunciato alcune iniziative che la multinazionale intende adottare per risolvere la storia delle violazioni dei diritti dei lavoratori in Colombia. Se il tribunale di Miami che sta valutando il caso stabilira' che ci sono state queste violazioni di diritti, la Coca Cola e' pronta a recidere il contratto con l'aziende di imbottigliamento.
Inoltre una delegazione italiana interistituzionale e con rappresentanti della societa' civile potra' visitare l'impianto nel marzo 2006.