Vacanze estive alla Libera Università di Alcatraz

Le buone notizie di CaCaO

tratte dalla newsletter Cacao Il quotidiano delle buone notizie comiche

L'Accademia di rifiuti zero

Si tratta di un'organizzazione nata a Kamikatsu-Cho, piccolo paese di 2.140 abitanti nell'isola di Shikoku, in Giappone. Due anni fa il comune annuncio' che avrebbe azzerato i rifiuti entro il 2020.
A quattro anni di distanza, dopo che l'amministrazione ha introdotto la raccolta differenziata di 34 materiali (7 diversi tipi di vetro) e fatto campagne informative, la quantita' di rifiuti inviati all'incenerimento e' dimezzata e il riciclaggio e' arrivato all'80%.
Il prossimo passo, spiega un giornale locale che segue l'evolversi del progetto, sara' obbligare i produttori di elettrodomestici e computer a recuperare, smontare e riciclare l'usato.
Il paesino e' diventato meta di studio e l'Accademia di rifiuti zero si occupa di divulgare negli altri comuni le esperienze e i risultati ottenuti. Quando i Giapponesi si mettono in testa una cosa...

(Fonte: Internazionale n. 614)


Cellulari e frittate

In un prossimo futuro potremo ricaricare il telefono cellulare infilando lo spinotto in una frittata. Ci stanno lavorando alcuni ricercatori dell'Universita' del Texas, secondo cui una proteina contenuta nelle uova, la Sprouty2, emette carica elettrica, che potrebbe essere raccolta e utilizzata.
L'ideale e' la frittata di uova di struzzo.

(Fonte: News2000)


Nuovi guai per Bush

Batik dal Burkina Faso - www.commercioetico.it

Nuovi guai per Bush: a Washington le autorita' hanno circondato e addormentato con una siringa sparata da un fucile un cerbiatto che stava bloccando il traffico cittadino.
La gente non ha gradito e ha iniziato a gridare "Free Bambi" (Liberate Bambi).
A Parigi invece 12 pompieri sono stati occupati per catturare un pitone che si era infilato in un negozio. I pitoni, che possono raggiungere e superare i tre metri, si cibano di uccelli, piccoli mammiferi e pane in cassetta.


La scuola solare

Giancarlo D'Alessandro, assessore comunale ai Lavori pubblici di Roma, ha annunciato che entro marzo 2006 50 asili nido della capitale saranno dotati di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda.Ogni singolo impianto sara' in grado, in base alle stime, di fornire 1.500 litri di acqua calda al giorno (potrebbero essere molti meno installando anche i riduttori di flusso!).In 5 scuole di Roma sono stati invece installati pannelli fotovoltaici, in grado di creare fino a 86 kilowatt di energia elettrica.(Fonte: verdi.it)