Vacanze estive alla Libera Università di Alcatraz

napoli

In bocca al lupo

Napoli: borseggia una donna e fugge. Finisce nel viale che costeggia il tribunale e salta all’interno del Palazzo di Giustizia. Lo hanno preso in 10mila, è accusato di furto e invasione di ufficio pubblico.
(Fonte: Ansa.it, segnalata da Marina Tondo)

Leggi CACAO ESTATE


La maledizione di San Gennaro e i comunisti

Dopo che alcuni disgraziati hanno rubato le offerte a San Gennaro (13mila euro), il sindaco Luigi De Magistris ha dichiarato che è meglio che i ladri restituiscano il malloppo perché “porta male rubare al Santo”.
Questa dichiarazione mi ha fatto molto pensare. Non so se De Magistris sia credente, ateo o addirittura comunista, fatto sta che ha usato parole molto precise. Non ha detto: “Se non restituite i soldi Dio vi punirà!”, ha detto “porta male“.
C’è una differenza enorme! Minacciare la punizione divina sarebbe cosa logica per un cristiano mentre dire “porta male” è una dichiarazione che va bene anche per atei, comunisti e mangiapreti. Con le parole “porta male” infatti non si fa riferimento a una punizione divina ma alla ben più terribile e terrena punizione della sfiga. Non siamo sul terreno della religione ma della scaramanzia.
Incredibilmente in Italia, dopo duemila anni di cattolicesimo dominante (e spesso cattivo con gli eretici) sopravvive in modo potente l’antico retaggio dello sciamanesimo animista delle culture matriarcali.

CONTINUA SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO

Categorie: