comitato nobel disabili

Regalati un disegno di Jacopo Fo e finanzia il Nuovo Comitato Nobel per i disabili!

Disegno di Jacopo Fo su carta

Quando Jacopo fa una riunione, un incontro o anche solo quando pensa, lui disegna!
Abbiamo un archivio quasi sterminato e ora proveremo, sì proveremo perché sarà durissima :-), a mettere in vendita tutto questo patrimonio.

I soldi raccolti con la vendita di questi disegni di Jacopo andranno a finanziare le future attività del Nuovo Comitato Il Nobel per i disabili Onlus.
Per acquistare manda una mail a gabriella@alcatraz.it.

CODICE QUADRO: 002 - Disegno su cartoncino 300 gr/mq - 30,5x45,5 cm. - 70,00 euro (77,90 con spese di spedizione)
 

Coordinate bancarie

BONIFICO BANCARIO intestato a Nuovo Comitato il Nobel per i Disabili Onlus
BANCA POPOLARE ETICA Iban IT15L0501803000000000137020
Codice Bic CCRTIT2T84A

VAGLIA POSTALE: Beneficiario Nuovo Comitato il Nobel per i Disabili
Indirizzo Località Santa Cristina, 53 - 06024 Gubbio (Perugia)

PAYPAL clicca qui

Clicca qui per vedere tutti i disegni in vendita


Le nostre buone notizie: Ecovillaggio Solare, Comitato Nobel Disabili, Alcatraz...

Ecovillaggio Solare, Comitato Nobel Disabili, Alcatraz...

Carissimi,
questo Cacao del sabato è dedicato alle nostre buone notizie e alle nostre iniziative che sono mille e più di mille. 
E, come dice il nostro premio Nobel: iniziamo senz’altro!

Ecovillaggio Solare
Ragazzi miei, che periodo!
Come già sapete i primi abitanti sono arrivati a Casa Solare nei primi giorni di settembre e i bimbi hanno iniziato ad andare a scuola, uno si è iscritto a rugby, un altro dopo il primo allenamento ha deciso di darsi alla danza classica.
Ma non è finita qui, agli abitanti si è aggiunto al primo piano sempre di Casa Solare, Alessandro, esperto di permacultura e nell’appartamento in fianco arriveranno Giulia e Nino, lei appassionata di giardinaggio e orti, una combinazione esplosiva.
E poi arriva anche Federica, e anche lei non vede l’ora di avere a che fare con la terra e le piante.
Wow!
Entro un mese inizieranno i lavori a Capuzzola, e avanti così!

Comitato Nobel per i Disabili
Come diceva il poeta brasiliano Vinicius de Moraes che cito sempre: “La vita è l’arte dell’incontro” e noi di incontri belli ne abbiamo fatti parecchi; l’ultimo è davvero eccezionale, si chiama Paola e vive a Roma, ha un bel cuore grande, e mani straordinarie che fanno mille lavoretti bellissimi.
Ha creato dei segnalibro-portafortuna, tantissimi ciondoli, e poi gatti di pezza...


Un Sacco di Vita 2014

Un Sacco di Vita Clochard alla Riscossa

Anche per questo inverno l'Associazione Clochard alla Riscossa, guidata da Wainer Molteni, rilancia la campagna “Un sacco di vita” per distribuire gratuitamente sacchi a pelo ai senzatetto che dormono per le strade delle città. L'anno scorso ne sono stati regalati 1.866 di cui 200 finanziati dal Nuovo Comitato Il Nobel per i disabili Onlus e da voi!
Quest'anno proviamo a fare meglio? 300? 3000?
Per finanziare un sacco a pelo bastano 20 euro, 17,70 per l'acquisto del sacco, il resto per pagare parte delle spese di distribuzione (gli spostamenti in macchina ad esempio).
Potete fare una donazione direttamente sui conti del Comitato, qui tutte le coordinate.


Lo sviluppo attraverso l'istruzione: i kit scuola di Fratelli Dimenticati

Lo sviluppo attraverso l'istruzione: i kit scuola di Fratelli Dimenticati

Carissimi,
questa settimana lasciamo la parola alla Fondazione Fratelli Dimenticati per un progetto che prevede la possibilità di regalare un kit scuola a un bambino che vive in estrema povertà, consentendogli di studiare e di migliorare le proprie condizioni di vita. 
Se pensi che l’istruzione sia costosa non conosci il prezzo dell’ignoranza. 

Ci parla Padre James Vadakeyil della Diocesi di Bongaigaon
La storia che abbiamo deciso di raccontarvi oggi è quella di Arothi Narzary, una ragazzina indiana di 11 anni. Una bambina che ha conosciuto la brutalità della guerra, ma che ha avuto la possibilità di cambiare la propria vita grazie al programma di Sostegno a Distanza della Fondazione Fratelli Dimenticati Onlus. 
Arothi Narzary vive in Assam, uno stato situato nell'estremo Nord-Est dell'India. In questa zona la gran parte della popolazione è costituita da indigeni, appartenenti a moltissime etnie differenti. Arothi Narzary appartiene alla popolazione Bodo, l'etnia più numerosa di tutto l'Assam.  
Vive nel villaggio di Nazaribil, nella parrocchia di Soraibil, distretto di Kokrajhar. Da più di 30 anni questa zona è teatro di violenti scontri etnici fra i Bodo e altre tribù indigene, in lotta fra loro per rivendicazioni territoriali. Questa guerra ha causato negli anni migliaia di vittime e innumerevoli sfollati. Il villaggio di Nazaribil si trova in un'area militarizzata, in cui chi viene da fuori ha paura a mettere piede. Rapimenti, estorsioni e omicidi sono all'ordine del giorno. Non ci sono attività di sviluppo e la maggior parte della popolazione vive in estrema povertà.
I genitori di Arothi Narzary avevano la fortuna di possedere un piccolo appezzamento di terra e lavoravano come agricoltori. Non guadagnavano molto, ma riuscivano a produrre quel tanto che bastava per non dover patire la fame. Arothi viveva con loro e con i suoi due fratelli maggiori. Erano una famiglia felice finché...

CONTINUA A LEGGERE CACAO DEL SABATO


Tanti orsetti e tartarughe colorati! E' un'iniziativa del Nuovo Comitato Nobel per i Disabili!

Tanti orsetti e tartarughe colorati! E' un'iniziativa del Nuovo Comitato Nobel per i Disabili!

Guardate questi orsi, quello in primo piano in lana è lungo quasi 80 cm, grande!
Ed è fatto tutto a mano, all'uncinetto per la precisione, assemblando tante piccole piastrelle esagonali che si chiamano “African Flowers”.
L'orso della foto ha un nome, si chiama Arturo ed è di proprietà di Ornella, maga dell'uncinetto e persona bella.
Mesi fa ha regalato uno di questi orsi a Eleonora e Jacopo, l'animale in questione era di cotone e ipercolorato.
Jacopo allora ha avuto un'idea: perché non far conoscere questi magnifici manufatti a tutti? E magari qualcuno avrebbe potuto anche farne un lavoro... Ornella avrebbe potuto insegnare ad altre donne a fare questi orsi magnifici e poi potevamo proporre di venderli così da farne un guadagno per alcune persone che volessero integrare il bilancio familiare, potevamo anche creare dei gruppi di lavoro...
Jacopo sogna sempre in grande, già vede decine e decine di persone con l'uncinetto in mano e decine di gomitoli colorati, tutte insieme, intanto che si raccontano storie, si canta e quant'altro. Vede il mondo invaso da questi orsi e tartarughe colorati e simpatici. Vede centinaia di bambini dormire sereni abbracciati al loro orso. Vede centinaia di donne uscire dalla miseria facendo felici i bambini.
Adoro questo magnifico ragazzo, Jacopo, che non può tenere per sé una cosa, la deve condividere e crearne una storia bella per tutti. Altri avrebbero ringraziato Ornella e tenuto per sé questa magnifica opera d'arte, lui no, lui immagina di farne qualcosa di grande. E come non dargli retta? I sogni vanno realizzati e noi non abbiamo il problema che poi quando si realizza non sappiamo cosa fare... di sogni ne abbiamo a centinaia!
Poi stava per nascere Ottilia, la bimba di Vania e Andrea, e allora tutti a fare la colletta per regalare alla nuova nata un orsone che le tenesse compagnia. Ed è arrivato un magnifico orso arcobaleno, imbottito di lana, bellissimo.
E ancora una volta Jacopo insiste: facciamone un lavoro!

CONTINUA A LEGGERE

 

PER ACQUISTARE GLI ORSETTI E LE TARTARUGHE CLICCA QUI

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUL CORSO CLICCA QUI


Un Doblò per Totò: grazie a tutti!

Un Doblò per Totò: grazie a tutti!

Grazie a Luca Faccio, grazie a Beppe Grillo, grazie alla redazione del Fatto Quotidiano, grazie a tutti voi! Con un rilancio della campagna di crowdfunding del Comitato Nobel Disabili per finanziare l'acquisto di un Doblò attrezzato per il trasporto dei disabili da destinare a un ragazzo della provincia di Perugia, abbiamo raccolto oltre 3.700 euro.
L'obiettivo è 10mila e possiamo farcela entro settembre!
Per tutte le informazioni sulla campagna clicca qui.

LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI


5 per mille al Nuovo Comitato Il Nobel per i disabili Onlus

5 per mille al Nuovo Comitato Il Nobel per i disabili Onlus

Hai già deciso a chi devolvere il 5x1000 della tua dichiarazione dei redditi?
Puoi sostenere il Nuovo Comitato Il Nobel per i disabili Onlus, fondato da Franca Rame, Dario e Jacopo Fo segnando il codice fiscale 92014460544 e mettendo una firma nell'apposita sezione (Scelta per la destinazione del cinque per mille dell'IRPEF). Nessun costo per il contribuente, il 5x1000 non è un’imposta aggiuntiva e non si somma all’ammontare dell’IRPEF.
I fondi raccolti saranno utilizzati per le campagne a sostegno dei disabili, per organizzare corsi di formazione al lavoro, per l'acquisto di ausili, per aiutare la ricerca... e tanto altro.
Grazie!!!
http://www.comitatonobeldisabili.it/


Un Doblò per Totò

Un Doblò per Totò

 

Attraverso il sito del Nuovo Comitato il Nobel per i disabili Onlus abbiamo lanciato un esperimento, una campagna di raccolta fondi per finanziare l'acquisto di un mezzo di trasporto per un ragazzo disabile della provincia di Perugia, Totò.
Fino a che l'età di Totò lo permetteva, il trasporto era possibile grazie all'intervento dei genitori che sollevavano di peso il ragazzo dalla sua carrozzina per farlo accomodare sui sedili di una normale autovettura. Ora Totò è cresciuto e alzarlo di peso non è pensabile per ogni spostamento familiare. Il trasporto verso la scuola è agevolato per 3 giorni a settimana da un servizio offerto dal Comune ma la vita normale di tutti i giorni è limitata agli spostamenti a piedi.
Hanno chiesto l'aiuto del Comitato e puntiamo a raccogliere 10mila euro per acquistare un Doblò o qualcosa di simile opportunamente attrezzato per ospitare all'interno una carrozzina.
Per partecipare alla campagna di crowdfunding basta fare una donazione al Comitato e a chi versa più di 50,00 euro regaliamo una stampa d'arte di Dario Fo.
Per maggiori informazioni


Un pulmino per Casa Arcobaleno

Un pulmino per Casa Arcobaleno

Con il Nuovo Comitato il Nobel per i disabili Onlus abbiamo deciso di sostenere la campagna “Un pulmino per Casa Arcobaleno”, una raccolta fondi per finanziare l'acquisto di un nuovo mezzo di trasporto per la Casa famiglia Arcobaleno di Roma.
La struttura, gestita dall'Associazione Italiana Persone Down sez. Roma ONLUS, ospita 10 adulti con sindrome di Down di età compresa tra i 29 e i 52 anni alle quali, fuori dal ciclo scolastico e formativo, lontane da ipotesi di avviamento al lavoro, non è oggettivamente possibile offrire altre alternative sul territorio romano.
Queste persone partecipano, con l'aiuto di operatori qualificati, a un percorso di “avviamento alla residenzialità” nel quale si prendono cura di se stessi e dell'abitazione, entrano a far parte della comunità, coltivano nuovi interessi e passioni.
Un pulmino permetterebbe loro di spostarsi in città per svolgere le normali commissioni quotidiane, dalla spesa alle attività ricreative. Il pulmino attuale è ormai usurato e necessita di essere sostituito.
L'Aipd ha lanciato una raccolta fondi tramite il sito di crowdfunding Buonacausa.org.
Il Comitato ha contribuito con una donazione di 500 euro ma ogni contributo è ben accetto. Diamo loro una mano!
Grazie! - VIDEO

LEGGI QUI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI OGGI


Seminario Volontari Coraggiosi, 11-13 aprile 2014 Libera Università di Alcatraz

Volontari coraggiosi Dall’aiuto alla persona fino alla responsabilità socialeIl Nuovo Comitato Nobel per i Disabili Onlus fondato da Franca Rame, Dario Fo e Jacopo Fo
Organizza dall’11 al 13 aprile 2014 alla Libera Università di Alcatraz un seminario esperienziale dal titolo:

Volontari Coraggiosi
Dall’aiuto alla persona fino alla responsabilità sociale.

Programma (di massima)
Il movimento che non si ferma: Networketico e Comitato Nobel per i Disabili.
Sono un volontario: la relazione di aiuto a partire da noi.
L’ansia del fare: Ascolto attivo e fiducia. I ferri del mestiere.
Collaborazioni e connessioni: Coltivare le relazioni e la cultura del contesto in cui la persona vive. Esperienze e intuizioni.
C’è bisogno di tutti e di tutto: Il rapporto con le Istituzioni e i progetti condivisi, esperienze e intuizioni.
Buone pratiche già in atto. Per non ricominciare sempre da capo.
Come si fa un’associazione: Aspetti amministrativi e contabili.

Costo: 150 euro a persona pensione completa per due giorni.
Sconti e gratuità da definirsi in fase di prenotazione.

Per qualsiasi informazione e per prenotare scrivi a info@alcatraz.it