Ecologia e Ambiente

Notizie sull'Ecologia e sulla salvaguardia dell'Ambiente

Petizione contro gli incentivi statali agli inceneritori di rifiuti

Greenpeace ha lanciato una petizione contro gli incentivi statali agli inceneritori di rifiuti.
L'associazione ha raccolto decine di studi e testimonianze di politiche alternative sui rifiuti, piu' ecologiche (gli inceneritori inquinano) e piu' convenienti.
Grazie a raccolta differenziata, riciclaggio, compostaggio e riduzione degli imballaggi, citta' del Canada, Stati Uniti, Australia, hanno raggiunto percentuali di riduzione del 60-70% dei rifiuti che arrivano in discarica.

Per maggiori informazioni http://www.greenpeace.it/new/

Alcune alternative all'incenerimento:

http://www.greenpeace.it/inquinamento/rifiuti/discariche_rifiuti_senza_incenerimento.pdf

http://ambientefuturo.interfree.it/Library/rifiuti_a_freddo.pdf


Un Nobel per Milano (tratto dal Blog di Beppe Grillo)

tratto dal Blog di Beppe Grillo:

Un Nobel per Milano -

Oggi ho deciso di pubblicare la lettera di un premio Nobel, di Dario Fo che si è candidato come sindaco di Milano.
Io mi schiero con lui, un uomo onesto, intelligente e, anche se ha una certa età, con idee nuove sulla mobilità, sull'energia, sull'integrazione, sull'inquinamento.
Dario è un uomo che ci invidia tutto il mondo, per migliorare Milano è perfetto.

Beppe Grillo

"Cari amici,

sono Dario Fo e vengo a dirvi che in un attimo di follia mi sono buttato in questa avventura: concorro alle primarie per essere scelto come sindaco di Milano, insieme ad altri tre candidati.

Da tempo mi sono reso conto che la situazione fisica e umana di Milano è a dir poco tragica.
Qualcuno in seguito al mio gesto mi ha quasi aggredito, chiedendomi: “Ma chi te lo fa fare? Dove vuoi arrivare? Che t’importa di diventar sindaco? Sei un uomo che ha goduto di tutte le fortune: le tue opere sono rappresentate in tutto il mondo, hai ricevuto riconoscimenti straordinari, sei pure Nobel… ma che vuoi ancora!?”.

E io rispondo: “Voglio vedere la mia città un po’ più civile, un po’ più vivibile, meno caotica, con una periferia meno triste, anzi disperata.

Non posso soffrire il proliferare di furbi e incoscienti che pensano solo a far cassa, svendendo palazzi e beni del Comune, comprese l’aria, l’acqua e la terra. Per questo mi sono buttato e mi sto dando da fare come un pazzo.”

Qualche giorno fa c’è stata una grande manifestazione con migliaia di ragazzi delle scuole che protestavano contro i tagli imposti dal Ministro dell’Istruzione, Letizia Moratti, e contro il progetto che li vuole selezionati in cittadini di prima, seconda e terza categoria. Sono andato in mezzo a quei giovani vocianti e giustamente incazzati.
Speravo di trovarci anche il mio antagonista maggiore, l’ex prefetto Bruno Ferrante, ma non c’era.
Ho pensato: “Forse teme le intemperanze dei ragazzi.”

Il giorno appresso mi sono trovato al quartiere Isola fra una folla di cittadini che manifestavano contro le speculazioni edilizie che il Comune sta realizzando in quella zona dove ha in programma di distruggere un parco dal nome poetico, il Bosco di Gioia, abbattendo ogni pianta per farci crescere palazzi enormi e grattacieli.
Ho cercato il mio antagonista appoggiato dai Ds e dalla Margherita… ma lui non c’era.

Mi dicono che è stato visto in un palazzo del centro a conversare con grandi imprenditori del mattone e della calce.

Qualche giorno dopo dei compagni hanno chiamato me e Franca perché ci recassimo subito in Via Lecco, dove dei rifugiati politici, fuggiti da Eritrea, Somalia, Sudan, disperati hanno occupato un palazzo abbandonato da sedici anni. Il Comune ha in progetto di buttarli fuori all’immediata. Anche il mio concorrente Ferrante è stato chiamato per offrire la propria solidarietà a quei 273 diseredati.
Ma lui non c’era. Ha dichiarato che non sarebbe venuto a parlare coi rifugiati politici. E ha aggiunto: “Non è così che si risolvono i problemi. Quel palazzo è di privati, l’occupazione è illegale.”

Ma se c’è qualcuno che è illegale è lo stato e il comune, che non permettono loro, pur avendo il permesso di soggiorno di ottenere un lavoro, una casa e una dignità. Pure il contributo mensile di 400 euro è stato loro da mesi sospeso.

Accidenti! Ma quando riuscirò a vedere il mio antagonista, o almeno qualcuno dei Ds e della Margherita che lo sostengono?!
Al Comune sta passando il progetto per la costruzione di altri grattacieli alla vecchia fiera… un disastro per la popolazione che abita intorno. Il quartiere si ribella al progetto e ha indetto una riunione pubblica per discutere della situazione grave alla quale era invitato anche Ferrante. Io ci vado, ma Ferrante non c’è.

Dov’è Ferrante?

Ieri hanno deciso di vendere a privati, un enorme antico palazzo di proprietà comunale, già casa popolare, invece di restituirlo ai legittimi inquilini che lo abitavano prima della ristrutturazione durata 20 anni, e che oggi vivono in abitazioni fatiscenti.

Bisogna protestare, muoversi: Ferrante vieni anche tu? Ferranteeee!… Non mi risponde…
Finisce che mi toccherà andarci da solo."

Dario Fo
[Il Blog di Dario Fo]
[Il Blog di Beppe Grillo]


Pesticidi e agricoltura biologica

Al Comune di Toronto, in Canada, e' stato riconosciuto il diritto di legiferare autonomamente in materia di uso di pesticidi, diritto a cui si era opposta l'associazione dei produttori di diserbanti, che ha voluto portare il caso fino alla Corte Suprema, perdendo.
Il Comune ha percio' deciso che dalla prossima primavera i cittadini proprietari di giardini e orti privati non potranno usare pesticidi, tranne il caso in cui sia in atto una grave infestazione di piante parassite. Da settembre 2007 l'uso improprio di erbicidi sara' punito con ammende.

C'e' anche chi del Non uso di pesticidi ha fatto una ragione di vita. Sono i membri della neonata Associazione poeti biologici lucani (CON.PRO.BIO LUCANO). Secondo quanto riporta Greenplanet si tratta di menestrelli dell'agricoltura biologica e del mangiare come Dio comanda.
L'obbiettivo dell'Associazione e' raggruppare gli agricoltori bio lucani sotto un proprio marchio e regolamento, promuovendo la vendita diretta dei prodotti al pubblico.
Alla base di questa, e di altre iniziative simili, vi e' la consapevolezza che il prezzo di un prodotto diminuisce riducendo i vari passaggi tra produttore e consumatore.
Cosi' un formaggio si puo' comprare direttamente dal Consorzio che lo produce. In questo modo si promuove anche il turismo locale.

(Fonte: Greenplanet)


La FAO apre all'agricoltura biologica

Dopo due anni di richieste la FAO, organismo internazionale per la lotta contro la fame nel mondo, ha finalmente deciso di creare un gruppo di lavoro, formato da 15 esperti di agricoltura biologica.
Avranno il compito di raccogliere e divulgare informazioni sul "biologico" e lanciare programmi di agricoltura naturale nei paesi in via di sviluppo.

(Fonte: Greenplanet)


Classifica mondiale dei parlamenti con maggior presenza femminile

In testa alla classifica mondiale dei parlamenti con maggior presenza femminile non c'e' un paese occidentale o industrializzato, ma un paese africano, il Rwanda.
Un altro paese africano, il Mozambico, e' al nono posto con circa il 35% di presenza femminile in parlamento. Un terzo dei rappresentanti politici del Sudafrica e' di sesso femminile, il Burundi ha il 30% di deputate e il 32% di senatrici.
In tutto sono 24 le nazioni africane che hanno introdotto le cosiddette "quote rosa" nella politica. Altri Paesi, tra cui il Burkina Faso e il Senegal, non hanno in vigore leggi sulle quote rosa ma invitano i partiti a candidare donne per almeno il 50% del totale.
Il Liberia una donna e' diventata Presidente.
Quella africana e' una lezione di democrazia e parita' data agli Stati Uniti (al sessantasettesimo posto nella classifica, col 15% di donne in Parlamento) e all'Europa (19%).
In Europa fanno eccezione solo i paesi scandinavi.

(Fonte: Barbara Fabiani per Misna.org, segnalata da Daniele)


Salvate gli alberi europei

La Commissione dell'ONU per i Diritti Umani ha intimato alla Finlandia di fermare il taglio delle foreste primarie nella regione di Nellim, nella Lapponia settentrionale. Queste foreste sono l'habitat di molte tribu' (come i Sami) e delle renne. Sono le ultime foreste europee esistenti e vengono tagliate per la produzione di carta.

(Fonte: lifegate)


Il vento e l'energia eolica

Tecnologie per il risaprmio energetico - www.commerciotico.it

Una delle argomentazioni utilizzate dai critici dello sfruttamento dell'energia eolica e' che il vento e' scarso, intermittente e insufficiente per giustificare gli investimenti necessari.
Ora, un'indagine condotta in Gran Bretagna rivela che si tratta di una falsita'. I dati rilevati in 66 stazioni meteorologiche dal 1970 a oggi mostrano che il vento avrebbe potuto soddisfare il fabbisogno energetico di molte zone del paese, per tutto l'anno.
E c'e' di piu': i venti, dati alla mano, soffiano piu' forte proprio quando c'e' piu' richiesta di energia, cioe' durante il giorno e nei mesi invernali.
(Fonte: Lifegate.it)


Il peggio non e' mai morto

Secondo un sondaggio pubblicato da Usa-Today, Bill Clinton e' piu' degno di fede di Bush junior: sembra che la popolarita' dell'attuale presidente sia ai minimi storici. L'insofferenza crescente dell'America per la guerra in Iraq si e' concretizzata anche ieri al Congresso con l'approvazione al Senato di un emendamento che impegna Bush a presentare ogni tre mesi un rapporto sull'andamento delle operazioni militari in Iraq. L'emendamento, approvato a grande maggioranza (79 voti a 19), impegna l'amministrazione Bush a "non restare in Iraq un solo giorno in piu' del necessario" e a fare del 2006 "un periodo di significativa transizione a una piena sovranita' irachena".
Gli va proprio male a Giorgino...