Ecologia e Ambiente

Notizie sull'Ecologia e sulla salvaguardia dell'Ambiente

"Il campo da golf biologico"

A S. Alessio, Lucca, l'amministrazione comunale vuole costruire un "campo da golf biologico", spacciandolo per parco fluviale a basso impatto ambientale e fruibile dal pubblico.

Cose da pazzi: un campo da golf, per quanto biologico (ne esiste uno in Toscana: invece di effettuare molti interventi con diserbanti (fino a 10 all'anno) ne vengono operati solo due), richiede comunque enormi quantita' d'acqua. Si stima che 18 buche consumino quotidianamente il fabbisogno idrico di un paese di 8mila abitanti.
Gli agricoltori della zona bestemmiano e propongono una soluzione alternativa. Piantare mais e in mezzo metterci qualche panchina...

(Fonte: Greenplanet)


Il paese piu' ecologico d'Italia

E'  Varese Ligure, piccolo paese appenninico tra Parma e La Spezia. Mulini a vento e pannelli solari forniscono  energia pulita e da fonte rinnovabile in quantita' superiore al fabbisogno comunale.
Il 95% delle aziende agricole ha certificazione biologica e oggi Varese Ligure esporta carne e formaggi in tutta Italia (con un aumento dei fatturati e dell'occupazione).
Ora sta per iniziare un progetto di studio da parte dell'Universita' di Bologna. Sembra un miracolo ma a Varese Ligure si vive piu' della media nazionale.
L'iniziatore di questa opera di sostenibilita' ambientale e sociale e' l'ex sindaco Maurizio Caranza, oggi assessore all'ambiente.

(Fonte: BuoneNotizie.it)


Il Comune di Bressanone è amministrato da alieni?

di Marco Boschini

Dunque, il progetto del comune di Bressanone dimostra come sia possibile, e maledettamente semplice, intervenire concretamente per migliorare l'ambiente, risparmiare denaro, e sperimentare politiche di buon senso e innovative.

Pensiamo a cosa accadrebbe se tutti i comuni già oggi amministrati da giunte di centro sinistra si decidessero finalmente a cambiare politica, non limitandosi più ad enunciazioni di principio e dichiarazioni demagogiche sullo sviluppo sostenibile e le agende 21...

Pensiamo a quanta energia risparmieremmo se, da buoni amministratori seriamente impegnati nella tutela del territorio e nel futuro dei nostri figli, seguissimo l'esempio di un comune come quello di Bressanone. Che non è amministrato da alieni, o strani animali a otto zampe... Ma da persone per bene (non so nemmeno di che colore sia la giunta, lo giuro!) che hanno realizzato, senza tante storie o parole, una piccola rivoluzione culturale: la rivoluzione del buon senso.

Interesserà a qualche segretario di partito una cosa tanto semplice da essere vera?!

Se vedete Prodi raccontare a Bruno Vespa che si può risparmiare energia sostituendo le lampadine dei semafori invece di costruire nuove centrali no, non vuol dire che state sognando o che improvvisamente il leader del centro sinistra è diventato pazzo, forse significa che c'è ancora un briciolo di speranza!
 
Il progetto realizzato a Bressanone consiste nella sostituzione di tutte le lampade ad incandescenza installate nelle lanterne semaforiche di tutto il Comune di Bressanone, con speciali lampade semaforiche a led.

L'intervento effettuato, oltre che per le novità di tipo illuminotecnico, si distingue anche per l'impostazione contrattuale: tra Polo Tecnologico e ASM Bressanone è stato stipulato un Energy Performance Contract, che prevede che ogni ricavo del Polo Tecnologico, sia ottenuto dal rendimento o, per meglio dire, grazie al risultato energetico ottenuto.
Il compenso concordato è, infatti, strettamente vincolato all'ammontare della quantità di energia risparmiata dagli impianti semaforici, dunque alla qualità dei risultati conseguiti grazie alla modifica degli impianti.

Pillole dei vantaggi
Essendo costituite da più sorgenti luminose, tecnologia ad Elementi Illuminanti Indipendenti (EII), anziché da un solo filamento, i LED continuano a funzionare regolarmente anche con un elemento danneggiato. Ciò consente di ridurre gli interventi di manutenzione e la riparazione della lampada in caso di guasto.

La luce prodotta con la tecnologia del LED è monocromatica, in qualsiasi colore la si desideri: questo consente di avere una luce più intensa, armoniosa e brillante di quella delle lampade a filamento incandescente. Il singolo led ha una durata media di 100.000 ore e di conseguenza le lampade utilizzate hanno una vita media di 10 anni e sono garantite dalla società produttrice per 6 anni: per questi motivi i costi di manutenzione sono notevolmente ridotti.

Il disco nero sul quale sono posizionati i singoli led copre completamente la parabola riflettente della lanterna semaforica, eliminando il pericoloso "effetto phantom".

In caso di guasto è possibile intervenire riparando la lampada anziché buttarla via.

Le lampade utilizzate sono perfettamente intercambiabili con le tradizionali lampade ad incandescenza.

La possibilità di funzionamento anche a bassissima tensione consente di avere impianti a batteria alimentati da pannelli solari del tutto ecologici e a costo zero.

L'impossibilità di fulminarsi, mantenendo sempre "vivo" il segnale luminoso, aumenta la sicurezza della circolazione ed evita interventi d'emergenza.

Consumi e risparmio
Per determinare gli effettivi consumi delle lampade utilizzate è stato condotto un esperimento in collaborazione con l'Università di Trento su un incrocio semaforico della medesima città.
L'esperimento ha stabilito che le lampade semaforiche a led assorbono l'82% in meno rispetto alle tradizionali lampade ad incandescenza

Situazione pre-intervento

N. lampade diametro 200 mm: 256 (potenza lampade 70 W); N. lampade diametro 300 mm: 70 (potenza lampade 100 W).
Intervallo di sostituzione delle lampade: 6 mesi.
Costo annuo per personale addetto alla manutenzione: € 6.030,00
Costo annuo per acquisto lampade incandescenza: €1.600,00
Consumo annuo di corrente elettrica: 71.437 kWh/anno.
Totale potenza impegnata: 9,0 kW.
Spesa stimata annua per energia elettrica: 7.070,00 €/anno.
Spesa stimata annua per l'impegno di potenza: 470,00 €/anno.
Spesa annua per manutenzione impianti semaforici: 7.630 €/anno.

Situazione post-intervento
Costo annuo manutenzione impianto delle lampade a LED: 1 intervento all'anno per pulizia esterna della lanterna (la lampada non richiede alcuna manutenzione) : € 3.000,00.
Potenza assorbita media di una lampada a LED: n. 256 lampade diametro 200 mm: 10 W per lampada; n. 70 lampade diametro 300 mm: 15,6 W (in media) per lampada.
Consumo annuo di corrente elettrica: 10.443 kWh/anno.
Totale potenza impegnata: 3,64 kW.
Spesa per l'acquisto di lampade a LED: € 40.260,00
Spesa stimata annua per energia elettrica: 1.035,00 €/anno.
Spesa stimata annua per l'impegno di potenza: 190,00 €/anno.
Spesa stimata annua per la manutenzione degli impianti semaforici (1 intervento all'anno per la pulizia delle lanterne e, solamente per il primo anno, per l'installazione delle lampade a LED): 3.000,00 €/anno.

Valutazione economica generale
Costo iniziale dell'intervento: € 40.260,00
Costo energia elettrica: 0,09903 €/kWh
Costo impegno di potenza annuo: 52,128 €/(kW*anno)
Risparmio annuo di energia elettrica: 61.000 kWh/anno
Risparmio economico annuo per en. elettrica: 6.040,00 €/anno
Risparmio annuo per minor impegno di potenza: 280,00 €/anno
Risparmio annuo per minor manutenzione : 4.630,00 €/anno
Risparmio economico annuo totale: 10.950,00 €/anno
Simple payback period: 3,68 anni
Nota: (Simple payback period (anni) = Costo investimento iniziale/ Risparmio annuo ottenuto)


2005 anno record per le nascite di panda

Il 2005 e' stato un anno record per le nascite di panda giganti. Il primato, riferito a nati in cattivita', spetta alla Cina dove su 183 panda giganti allevati, 25 i nuovi nati.
Altri due esemplari sono nati negli USA durante l'estate.
Sono tutti frutto dell'inseminazione artificiale e di film porno d'autore.


Cina: multate aziende per inquinamento

Secondo quanto riporta il Quotidiano della Gioventu' di Pechino, per la prima volta in Cina tre aziende hanno accettato di pagare quasi 300 milioni di dollari di danni per aver inquinato il Fiume Giallo con rifiuti industriali.  Le tre societa' sono tutte nella regione della Mongolia Interna.

(Fonte: Peacereporter.net)


Si potrebbe ricavare energia dal traffico delle auto

L'idea e' di Peter Hughes, cittadino inglese e responsabile della Hughes Research Ltd. Basta applicare lungo le strade delle speciali pedane che si abbassino leggermente al passaggio delle auto, producendo energia elettrica. Da 5 a 10 kw ogni veicolo, a seconda delle dimensioni dell'auto. Il dispositivo e' semplice e robusto e richiede pochissima manutenzione. Non e' pericoloso per i motociclisti. Costa 37mila euro, ma come ogni tecnologia per il risparmio energetico si ripaga. Verra' sperimentato a breve.

(Fonte: Repubblica, segnalata da Luca)


Enciclopedia open source Wikipedia

La rivista scientifica Nature ha affidato ad alcuni lettori esperti il compito di confrontare il livello qualitativo dell' enciclopedia gratuita online Wikipedia (150mila contatti al giorno) con quelle della prestigiosa Enciclopedia Britannica. Dallo studio e' emerso che le voci scientifiche che compaiono in Wikipedia sono altrettanto ben curate.

(Fonte: Unita')
Davide Calabria

PS: per dovere di cronaca va detto che proprio in questi giorni l'enciclopedia open source Wikipedia e' al centro di alcune polemiche proprio per una questione di accuratezza dei contenuti. Un ex assistente di Kennedy, John Seigenthaler, bollato anonimamente come coinvolto nell'omicidio del presidente, ha sporto denuncia. Sembra che Wikipedia stia studiando un sistema di registrazione degli utenti che vogliono inserire contenuti, in modo da avere un maggiore controllo. Wikipedia e' un esperimento di condivisione delle conoscenze nuovo e unico nel suo genere e quindi soggetto a contestazioni.