editoria

Greenpeace salvaforeste

Presentata al Salone del libro di Torino la nuova classifica “salvaforeste” sulla certificazione della carta utilizzata dagli editori italiani.
Ci sono buone notizie da parte di Bompiani, Fandango, Edizioni Ambiente, e cattive notizie dagli editori piu' grossi, Mondadori, Feltrinelli, RCS Libri.
Ci piacerebbe sapere il nome dell'editore che nel questionario di Greenpeace sull'origine della carta usata per stampare i propri libri ha risposto: “E io che ne posso sapere?”
Qui trovate la classifica completa.
Sempre in tema di alberi e foreste tropicali segnaliamo anche che Nestle' si e' impegnata a identificare ed escludere dalla sua filiera quei fornitori che sono proprietari o gestiscono piantagioni ad alto rischio o legate alla deforestazione.
Merito, ancora una volta, delle campagne di Greenpeace.
Fonte immagine


Firma anche tu!

Da qualche settimana il periodico online Vita ha lanciato una petizione per protestare contro la cancellazione delle tariffe postali agevolate per l'editoria libraria, quotidiana e periodica italiana.
In questo caso il governo ha giocato proprio sporco: il decreto interministeriale non e' mai stato annunciato e discusso. Presentato e approvato il 30 marzo 2010 e' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 31 marzo ed e' entrato in vigore il 1 aprile 2010 e prevede aumenti dal 120% al 500% per ogni singola spedizione.
Per aderire alla raccolta firme http://www.vita.it/news/view/102170

fonte immagine