sicilia

Acqua pubblica in Sicilia

Dopo una breve e fallimentare sperimentazione della semi-privatizzazione del servizio idrico, la Sicilia torna sui suoi passi.
La Finanziaria regionale appena approvata abolisce le ATO (societa' d’Ambito Territoriale Ottimale) e stabilisce che si torni a legiferare sulla materia, riportando l'acqua alla gestione pubblica.
L'emendamento, presentato dal Pd, e' stato approvato con 53 si' e 25 no.
(Fonte: Livesicilia.it)

fonte immagine


Anche la Sicilia dice NO al nucleare

Mentre il sottosegretario allo Sviluppo economico Stefano Saglia annunciava che entro un anno verranno resi noti i siti di costruzione delle nuove centrali nucleari italiane e che saranno scelti d'intesa con le Regioni, alla maggioranza di quelle contrarie (15 Regioni su 20), si aggiungeva anche la Sicilia.
Il voto contro la costruzione di una centrale nucleare nell'isola e' stato unanime.
E chiara sembra essere la posizione del presidente Raffaele Lombardo: “Ci batteremo perche' in Sicilia non si parli piu' nemmeno lontanamente di nucleare”.
Scartata anche l'ipotesi di un referendum sul tema.

fonte immagine