Ecologia e Ambiente

Notizie sull'Ecologia e sulla salvaguardia dell'Ambiente

Bronx River

Da oggi in poi quando sentirete nominare il Bronx non vi verranno piu' in mente bande di neri incazzati, strade buie e pericolose, vecchia architettura industriale in disuso ma aironi cenerini, pioppi americani e acque limpide.
Il Bronx conta 1,4 milioni di persone (non esattamente un piccolo quartiere) e vi scorre un fiume. Agli inizi degli anni '80 un gruppo di abitanti ha deciso di risanare il corso d'acqua che ormai era diventato solo un canale di scarico per allevamenti bovini e le fabbriche del quartiere. Oggi 327 ettari di riserva naturale proteggono il Bronx River e si organizzano gite in bicicletta, iniziative di "arte nel parco", gare a chi trova il maggior numero di specie viventi chiamate "bio-blitz".

(Fonte: Geo)

Fonte immagine: www.wcs.org


Infezioni ospedaliere: tutta colpa della cravatta!

La British Medical Association ha stabilito una serie di nuove direttive per proteggere i pazienti dalle infezioni contratte nelle corsie degli ospedali, tra le quali si legge: "I medici devono evitare di indossare indumenti non funzionali come le cravatte, sulle quali si annidano batteri resistenti agli antibiotici".
Tutto e' partito da una ricerca svolta al Medical Center di Queens a New York nel 2004. Un giovane medico, Steven Nurkin, impressionato dal numero di "cravatte dei medici che svolazzavano attorno ai visi dei pazienti durante le visite", si era preso la briga di contare i germi presenti su questo accessorio. Sulla meta' delle 42 cravatte analizzate aveva riscontrato una quantita' di batteri di gran lunga superiore rispetto alle categorie professionali che lavoravano all'esterno delle corsie.
In Italia le infezioni ospedaliere provocano ogni anno una cifra variabile tra i 4.500 e i 7mila morti: l'equivalente delle vittime degli incidenti stradali.


La Cina e' bio!

La Cina in un anno e' diventata il secondo paese al mondo per superfici biologiche, dopo  l'Australia, con 3 milioni e mezzo di ettari recentemente certificati, pari a piu' del 10% del totale mondiale (31 milioni di ettari).
Lo afferma il rapporto 2006 stilato da IFOAM, FiBL (l'Istituto di Ricerca per l'Agricoltura Biologica svizzero) e SOL (StartFragment - Stiftung Okologie & Landbau, fondazione ecologia e agricoltura).
Inoltre, per ridurre i consumi di benzina e per combattere l'inquinamento, la Cina ha varato misure che incentivano l'acquisto di auto di piccola cilindrata che possano funzionare con combustibili alternativi. Sono stati inoltre previsti sconti sui parcheggi.


Intervento sul programma per la salute. Blog di Grillo, Programma dei cittadini

Caro Grillo,
ottime proposte.
Approfondirei però alcuni punti.
1- Dotare il cittadino di una carta sanitaria dove si devono trascrivere i propri dati e dove il medico di base trascriva anche le risposte a un test psicologico-sociale. L'elaborazione di questi dati a livello nazionale sarebbe un risultato per la ricerca scientifica enorme. E permetterebbe sul medio periodo risparmi per la sanità grazie a analisi comparate di sintomi, cure, diagnosi, esiti. E tra l'altro rivelerebbe tutti quegli elementi relativi alle condizioni sociale e alle zone a rischio inquinamento di cui si accenna nel programma.
2- Applicazione di protocolli informatici alla diagnosi (vedi il libro "In un battito di cilia" sui risultati in termini di vite salvate e di denaro risparmiato grazie all'uso di questa strategia in alcuni pronto soccorso in Usa). L'uso di protocolli ricavati da evidenze statistiche è in grado di abbassare l'errore umano e di evidenziare comportamenti assurdi e speculazioni (ad esempio in Campagna i parti cesarei sono molti di più che nel resto d'Italia e in Italia di più del resto d'Europa).
Questa razionalizzazione dei sistemi di diagnosi-intervento evidenzierebbe poi deliri come la sindrome della secchezza delle ghiandole lacrimali, una "malattia" che in realtà si guarisce generalmente solo sbadigliando di più e che è una manna per la case farmaceutiche che vendono collirio (acqua e sale)...
Ma vengono ancora operate le donne per l'incontinenza delle orine! In Francia e Scandinavia viene curata da decenni con la semplice ginnastica (www.sessosublime.it).
Caso analogo la sordità parziale nei bimbi che spesso è causata da catarro nel canale orecchio-gola. Si interviene rimuovendo chirurgicamente le adenoidi mentre fin dal 1940 è noto che è sufficente insegnare al bambino a produrre una specie di risucchio in gola con la radice della lingua (viene fuori un rumore buffo che da bambino mi divertiva).
In molte cliniche Usa sono state ridotte le sofferenze degli infortunati proponendo il "Rilassamento progressivo" (contrazioni di 8 secondi seguite da fasi di rilassamento di 24 secondi, è una tecnica che deriva dal Tai Ci). Questa tecnica, che si insegna in dieci minuti riduce del 20% i tempi di convalescenza dopo una frattura.
Ugualmente il movimento rallentato, il movimento spontaneo, il movimento totale e quello "tremolante" (movimento rigeneratore, tipo tarantolati o danza del ventre) e la meditazione passiva (stato di pigrizia della mente) hanno da secoli mostrato la loro efficenza. Essi stanno al sistema sanitario come i doppi vetri e l'isolamento termico dei tetti stanno al sistema energetico.
(vedi www.clinicaverde.it)
A questo proposito in parecchi paesi si è visto che anche le semplici campagne di controinformazione alimentare si ripagano in pochi anni grazie ai risparmi che si ottengono nella sanità per la diminuzione di alcune sintomatologie e dei costi relativi.
3- I due discorsi accennati fin qui si legano a un terzo strategico: la sanità non potrà migliorare veramente se non coinvolgerà il paziente nella cura e nella conoscenza di sè. La sanità italiana è compromessa non solo dall'inefficenza, dalla corruzione e dai giochi speculativi delle case farmaceutiche ma anche da una iper richiesta di cure, tac, analisi, lastre, inutili e anzi invasive e pericolose. Il diritto per tutti alle cure mediche è diventato il diritto a ingozzarsi di medicine e controlli con effetti disastrosi sulla salute e le casse dello stato. Ma questo è un problema di cultura, dei medici e dei pazienti, e di strumenti nuovi di controllo e conoscenza (vedi punto uno, informatizzazione dei percorsi clinici).


Energie rinnovabili in Italia

Selva di Val Gardena, Cirigliano, Calto e Lagundo, Varese Ligure sono alcuni dei 400 comuni italiani che hanno fatto investimenti nelle energie rinnovabili (eolico, solare, biomasse, geotermia).
I dati sono stati raccolti da Legambiente e presentati a un anno di distanza dall'entrata in vigore del protocollo di Kyoto.
Il censimento di Legambiente ha permesso di fotografare la presenza in Italia di 48.797 metri quadri di pannelli solari termici, mentre 118 comuni hanno installato impianti eolici.
Nel settore delle biomasse la regina d'Italia e' certamente Brunico (BZ), dove un impianto che utilizza legno e biomasse gia' oggi permette di riscaldare l'80% delle abitazioni della citta' e a fine 2006 si arrivera' al 95%, con un risparmio di circa 11 milioni di euro e 35mila tonnellate di CO2.
L'idroelettrico soddisfa il fabbisogno energetico di 14 milioni di famiglie italiane, mentre il geotermico c'e' solo in 5 comuni e "alimenta" circa 1.800.000 famiglie.
Per centinaia di Comuni, conclude Legambiente, investire nelle energie rinnovabili si e' rivelato vincente. Meno inquinamento, meno spese per l'amministrazione e i cittadini, nuovi posti di lavoro e sviluppo. Una controtendenza rispetto al resto del Paese (in Italia ci sono 8000 comuni), dove le emissioni di anidride carbonica sono aumentate del 10-13% rispetto al 1990. Il Protocollo di Kyoto vorrebbe invece una diminuzione dell'6,5%, ma sono particolari insignificanti...

(Fonte: Vita)


Ladri di batteri

In Africa, oltre ai diamanti e alle risorse naturali, le multinazionali si rubano addirittura i batteri.
Alcuni esempi: in Kenya un batterio recuperato dalla diga di Ruiru e' stato trasformato in una medicina antidiabete che ha fatto guadagnare 379 milioni di dollari alla societa' farmaceutica tedesca Bayer.
Nel 1992 alcuni microbi scoperti da un ricercatore inglese nei laghi della Rift Valley sono stati brevettati da un'azienda californiana (Genercor International) che li ha poi utilizzati nell'industria tessile come colorante per i jeans, guadagnando circa 3,4 miliardi di dollari all'anno.
Altri enzimi sono stati brevettati dalla multinazionale Procter & Gamble, con risultati simili.
Il problema non riguarda solo il Kenya, ma anche il Sudafrica, il Marocco, lo Zimbabwe, l'Egitto.
In nessun caso i profitti hanno avuto ricadute economiche sulle comunita' locali.

(Fonte: misna.org)


Dibattito sul programma (viva Grillo!)

Trovo eccellente la costruzione di un programma (Primarie dei Cittadini) proposto da Grillo.
Anche io ho postato un contributo. Eccolo.

Caro Grillo, posto qui questo messaggio perchè Pannella
ha allargato il discorso.. Io credo che oltre alle soluzioni specifiche dei problemi (essenziali e sempre trascurate dai
nostri politici) sia oggi necessario mettere in campo una strategia d'insieme.
Ad esempio il risparmio energetico fa parte di un approccio
di razionalizzazione globale. Va di pari passo al risparmio e all'efficenza nell'amministrazione pubblica (taglio drastico
delle lungaggini e follie burocratiche) che è inscindibile
dalla lotta alla corruzione e all'evasione fiscale.
E questa riforma deve saldarsi con nuove leggi
antifurbi (l'Italia manca di una legislatura su truffa, manipolazione del mercato finanziario, debiti non pagati,
falso in bilancio ecc.) e con l'efficenza dei controlli e la
rapidità dei processi.
Attenzione qui c'è una questione di strategia. Io sono per
la soluzione adottata dalla Florida che ha semplificato i regolamenti, cancellato decine di migliaia di codici
e codicilli e dato ai controllori la responsabilità di giudicare.
E' una questione essenziale.
La cucina di un ristorante deve essere a norma di legge
quando è pulita, ben tenuta e produce buoni cibi o quando
le piastrelle sono esattamente alte 180 centimetri? Dietro la lettera asettica dei regolamenti si cela la possibilità del burocrate di "chiudere un occhio". Lo stesso per quanto
riguarda le leggi in generale. Oggi puoi uccidere dieci
persone o truffarne diecimila e non farti la prigione perchè
il tuo abile avvocato è riuscito a invalidare il processo per
un vizio di forma. Questa storia deve finire.
La lentezza burocratica e le truffe costano alle imprese
qualche cosa come il 20% del fatturato. E un'altra tassa
nascosta è rappresentata dalle inefficenze e dai cartelli corporativi: costi bancari, assicurativi, legali, telefonici,
notarili ecc. in Italia sono i più alti d'Europa.
Se si vuol rilanciare l'economia e tagliare i costi per le
imprese (e i cittadini) si cominci da qui.