Cuba

L'ultimo progetto di cooperazione a cui partecipa Cuba e' la "Operación Milagro", in collaborazione con il governo venezuelano.
I poveri del Venezuela con problemi agli occhi potranno essere gratuitamente visitati e operati (dove necessario) all'Havana. Il governo sta gia' distribuendo i passaporti ai casi piu' gravi, cosi' da velocizzare l'iter burocratico.
La dittatura di Fidel Castro e' un esempio di cooperazione con i paesi poveri. Attualmente 37mila cubani sono in missione, si tratta perlopiu' di medici (24.824 persone) e insegnanti (molto conosciuto il programma cubano di alfabetizzazione degli adulti "Yo, si puedo").
Il personale cubano e' attivo in 800 progetti di cooperazione in 108 Paesi.

(Fonte: misna.org)


Ecologia e solidarieta'

Venerdi', a Torino, la trasmissione radiofonica di RadioRai 2 "Caterpillar" ha ricevuto il premio AICA 2005 (Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale) (lo avevamo annunciato anche nel Cacao di giovedi': http://www.jacopofo.com/?q=node/472).
Il premio consiste in una targa, ribattezzata dai conduttori di Caterpillar, Cirri e Solibello,  "lo specchio" e in un contributo economico, che per tradizione viene devoluto a un progetto di solidarieta' nel campo ambientale. Destinatario del premio quest'anno e' stato il Centro Ghélawé.
Venerdi' mattina ho partecipato alla premiazione. Nota importante: ero l'unico seduto a quel tavolo a indossare  calzini di due colori diversi.
Dietro la porta chiusa della Sala Giunta della Provincia di Torino si parlava di ambiente, ecologia, solidarieta'. Il massimo per un cooperante pacifista ecologista equo e solidale come me (era tanto che sognavo di dirlo!).
Massimo Cirri e Filippo Solibello sono stati premiati per l'iniziativa "M'illumino di meno", la giornata nazionale del risparmio energetico. I radioascoltatori erano invitati a sostituire le normali lampadine a incandescenza con lampadine a risparmio energetico, e a prestare attenzione a non sprecare energia per 24 ore.
Durante la premiazione hanno annunciato che l'iniziativa verra' ripetuta anche quest'anno, visto il successo della prima volta.
Ai ragazzi di Caterpillar va il grande merito di aver coinvolto nel risparmio energetico un grandissimo numero di singoli cittadini e famiglie, dimostrando ancora una volta che la forza dei "consumatori" e' tanta.
Il tutto in chiave ironica e umoristica, come sanno fare a Caterpillar.
Le tecnologie per il risparmio energetico (e idrico) esistono e funzionano, lo dimostrano i risultati  di Caterpillar, del progetto sperimentale di Legambiente a Bagnacavallo (risparmio idrico con i riduttori di flusso) e di tutte le altre amministrazioni e associazioni con cui stiamo collaborando.
Va anche citato l'enorme lavoro che sta facendo l'Associazione Aica per l'ambiente e soprattutto per la gestione sostenibile dei rifiuti.
Roberto Cavallo, il Presidente dell'Aica, mi ha spiegato che operano sulla base di un principio simile a quello delle Esco. Il comune che decide di avviare la raccolta differenziata dei rifiuti fa un contratto con Aica, che organizza il lavoro. I soldi risparmiati dal comune grazie al riciclo dei rifiuti, invece di finire in discarica, vanno a coprire i costi di Aica, senza incidere sul bilancio dell'amministrazione.
La raccolta differenziata a Gubbio e' stata progettata da Aica (http://www.envi.info).
Nel 2006 festeggeranno i 10 anni di vita. 10 anni durante i quali hanno avviato al riciclo l'equivalente di una discarica, la discarica scampata.
Come diceva Thomas Sankara, rivoluzionario africano, ex presidente del Burkina Faso, "abbiamo il dovere di costruire un mondo piu' giusto".
Persone come Roberto, Giacomo, Eliana di Aica, Filippo Solibello e Massimo Cirri, lo fanno, ma in Italia ci sono circa 58 milioni di abitanti.
Sarebbe straordinario un giorno sentire il TG2 che apre con la notizia: "Nelle ultime settimane 50 milioni di italiani hanno comprato lampadine a risparmio energetico".
In queste righe ci siamo fatti pochissima pubblicita' (che signori!), cioe' non abbiamo detto che i riduttori di flusso e le lampadine, li vendiamo anche su http://www.commercioetico.it, dove abbiamo pubblicato le stime economiche di risparmio. Basta fare un po' di clic in Internet, un po' di avvita e svita, e il risparmio ha inizio.


Perugia: ritorna a casa dal lavoro in anticipo e...

Perugia: ritorna a casa dal lavoro in anticipo e si mette a pulire, scoprendo, sotto il talamo nuziale, l'amante del marito (che era in casa). Fra i tre scoppia una lite, placata poi dalla Polizia, chiamata dalla moglie tradita, la quale stava per accendere l'aspirapolvere contro l'amante.
La polizia non prendera' nessun provvedimento (nascondere l'amante sotto il letto non e' reato), ma non finira' cosi'...

(Fonte: tgcom)


Babbo Natale cambia indirizzo

In Italia esiste un Santa Klaus ufficialmente riconosciuto e tutelato dalla legge. Si tratta di Armando Narciso. Nel 1991 ha registrato quale marchio di impresa l'immagine di Babbo Natale presso il Ministero per il commercio e l'industria. Nel 1996 le poste hanno dovuto chiedergli l'autorizzazione  per stampare il suo "logo" sui francobolli, autorizzazione peraltro concessa.
Ora Babbo Natale ha cambiato indirizzo e da Napoli si e' spostato a Nettuno, nel Lazio (Casella postale 102, 00048 Nettuno - Roma).
Attenzione: questo Babbo Natale non porta regali, tuttalpiu' vi potrebbe chiedere le royalties.


La Gioconda e' sostanzialmente felice

A cinquecento anni dalla sua realizzazione, ancora oggi ricercatori ed esperti di tutto il mondo studiano la figura della Monna Lisa di Leonardo da Vinci.
Un software creato da un gruppo di ricercatori dell'Universita' di Amsterdam annuncia ora che la Gioconda e' sostanzialmente felice e la questione potrebbe chiudersi definitivamente.
Il programma informatico ha analizzato gli indici di 4 diversi sentimenti. Il volto dipinto nel quadro esprime gioia (83%), indignazione (9%), paura (6%) disappunto (2%).
Altri 500 anni ci vorranno ora per scoprire il motivo della sua felicita'.
(Lo studio e' stato pubblicato dalla rivista scientifica New Scientist)


Rimpicciolimenti bestiali

Per sfuggire ai bracconieri alcune popolazioni di elefanti africani, indiani e cinesi, avrebbero rimpicciolito le zanne (gli animali con le zanne piu' lunghe sono i piu' ambiti).
Secondo le ultime ricerche, una mutazione genetica avrebbe ridotto la dimensione delle zanne.
Il 5-10% degli esemplari analizzati possiede un gene che previene lo sviluppo delle zanne. Un tempo questo gene compariva nel 2,5-5% dei casi.
I numeri del commercio illegale di avorio sono impressionanti: per il solo mercato africano se ne vanno dai 4 mila ai 12mila elefanti (dovrebbe essere all'anno, ma non e' specificato dalla fonte).
Un fenomeno simile si sta osservando anche in una pianta, il loto delle nevi, un fiore che vive sulle montagne dell'Himalaya. Per tutelarsi dai turisti che lo raccolgono come souvenir si sta rimpicciolendo.

(Fonte: GEO)


Finalmente come il Panettone: il pane a 1 euro.

Circa la notizia dell'altro giorno sul pane a 1 euro, l'iniziativa e' attiva da questa settimana in tutti i punti vendita della COOP Adriatica (Emilia-Romagna, Veneto, Marche e Abruzzo). Cambia solo la forma della pagnotta a seconda della tradizione regionale. Il basso costo si ottiene da un insieme di fattori: essenzialita' della ricetta, alti numeri di produzione, grossa pezzatura delle pagnotte, minimo ricarico da parte della COOP. L'iniziativa e' stata proposta da padre Ottavio Raimondo direttore dell'EMI (Editrice Missionaria Italiana) di Bologna, perche' il pane e' un bene essenziale e come tale deve essere accessibile per chiunque.
Leggete o ascoltate l'intervista che c'e' qui: http://www.emi.it/articolo.asp?id=697

Fonte: Consumatori (periodico per i soci COOP Adriatica)
Luigi Bettazzi


Il Calendario della Città Segreta

Stiamo vivendo una grande rivoluzione della comunicazione. In questo momento particolare internet stà compiendo un ulteriore salto di qualità dovuto all'esplosione dei Blog che lincandosi via RSS hanno costituito una megacreatura digitale. Contemporaneamente internet inizia a essere usato per audio e video coinvolgendo un pubblico nuovo che non ama leggere. E grazie ai sistemi automatici della rete si aprono per tutti spazi e possibilità nuovi. Sono quindi molto contento del successo che sta raccogliendo il Calendario della Città Segreta realizzato da un laboratorio web (http://www.rcmodellismo.it/calendario/kit/) In questo blog sono pubblicati molti commenti a questa iniziativa il che mostra che c'è interesse.... Si tratta di un primo esperimento partorito all'interno della Città Segreta. Che a sua volta è un esperimento di gioco socializzante. Non posso dire tutto perchè è un gioco...Però sappiate che esiste la Sub-rete e che ci si può arrivare percorrendo labirinti e risolvendo indovinelli. Per chi arriva nella Città Segreta c'è la possibilità di leggere alcuni testi alchemici oppure quella di partecipare a un forun che è una specie di "social network" all'interno del quale scambiarsi informazioni utili. Ma la cosa col tempo si è evoluta ed è nato anche un forum incasinatissimo, con migliaia di messaggi e un gruppo di persone che sono incredibilmente riuscite a incontrarsi, collaborare, discutere, litigare e alla fine hanno partorito questa prima opera, il calendario. Altre ne arriveranno, ad esempio un libro sulla situazione di Napoli. Se vuoi una traccia per entrare nel gioco inizia leggendo qui.