Vacanze estive alla Libera Università di Alcatraz

Le buone notizie di CaCaO

tratte dalla newsletter Cacao Il quotidiano delle buone notizie comiche

Quando girano le pale

Gli Stati Uniti d'America, secondo l'Energy Information Administration, nel mese di marzo hanno raggiunto la pietra miliare del 10% d'energia prodotta da fonti rinnovabili. I passi da gigante degli ultimi 10 anni, calcolando che solo nel 2007 l'energia rinnovabile ammontava in totale all'1%, hanno portato i livelli d'energia pulita al pari di quella ottenuta dal carbone e dal nucleare. E gli Stati di New York e California hanno promesso il 50% entro il 2030, in concorrenza alla maggior fonte attuale, costituita dal gas naturale. Alla facciaccia di Donald Trump.
(Fonte: Popularmechanics.com, segnalata da Davide Calabria, grazie!)

Leggi tutte le notizie di CACAO


Ho perso mia moglie!

Così ha urlato disperato ai carabinieri un uomo di 59 anni quando si è accorto che la moglie non era seduta dietro alla motocicletta. Era convinto che fosse caduta dal sellino durante la corsa e si era accorto della sua mancanza solo quando si è fermato a Chieri.
Mentre raccontava la tragedia ai carabinieri l’uomo ha ricevuto una telefonata dalla moglie: “Sei ripartito senza di me. Mi hai lasciato a Moncalvo d’Asti”. La donna era stata semplicemente dimentica al parcheggio di una fiera che avevano visitato.
La moglie non l’ha presa benissimo: "La prima cosa che ho pensato è che mio marito fosse veramente un cretino".
(Fonte: Repubblica)

Leggi tutte le notizie di CACAO


Viaggio in valigia

Si chiama Modobag ed è la prima valigia motorizzata al mondo, in grado di trasportare il proprietario fino alla velocità di 20 chilometri orari. Compatibile come bagaglio standard delle compagnie aeree perde il 20 percento dello spazio per ospitare motore e batteria, ma è ricaricabile con la presa USB e può portare un passeggero del peso massimo di 118 chilogrammi.
Perché l’importante è il viaggio...
(Fonte: boredpanda.com, segnalata da Davide Calabria, grazie!)

Leggi tutte le notizie di CACAO


Il leone nel pickup

E’ accaduto in Pakistan, ma non nella giungla: per le strade di Karachi si è visto un pickup con sopra un leone al dire il vero molto tranquillo, quasi annoiato.
La gita ha creato un comprensibile sgomento tra gli automobilisti che hanno chiamato la polizia. Il proprietario del felino è stato arrestato. Si è giustificato dicendo che lo stava portando a casa dopo una visita dal veterinario.
E’ ancora vivo, il veterinario. VIDEO
(Fonte: Repubblica)

Leggi tutte le notizie di CACAO


The man who stopped the desert

Yacouba Sawadogo (o Savadogo), agricoltore del Burkina Faso, Africa subsahariana, ha vinto il premio Farmers Friend 2017.
Forse avete già sentito parlare di lui: a metà anni ‘70, durante una gravissima siccità in Burkina Faso, mentre molti giovani lasciavano case e campi, Yacouba Sawadogo, decide di provare a recuperare terreni ormai desertici migliorando l’antica tecnica delle fosse Zai, buche scavate nella stagione secca per trattenere le acque piovane e favorirne l’assorbimento nel terreno.
Yacouba riempie le buche con foglie, escrementi animali e altri concimi che favoriscano la nascita di piante. Costruisce muretti in pietra per trattenere l’acqua.
Le tecniche funzionano e negli anni Yacouba, assistito da un altro agricoltore, Mathieu Ouédraogo, e da 17 figli e 40 nipoti, riesce a creare una vera e propria foresta di 50 acri, visibile dal satellite.
Il governo gliene ha espropriata una parte, tagliando gli alberi e costruendo case ma Yacouba non si è arreso. Ha intentato una battaglia legale ma soprattutto non ha mai smesso di far crescere nuove piante.
Non chiedetegli quanti anni ha… non lo sa. Nel 2016 disse 70, contando i raccolti a cui si ricordava di aver partecipato.
E’ protagonista del film documentario The Man Who Stopped the Desert, realizzato dalla 1080 Films nel 2010 e vincitore di 7 premi cinematografici. Qui il trailer https://www.youtube.com/watch?v=yNRyvhapKGo
E la storia di Jadav Payeng, indiano, detto Forest Man, la conoscete? Per salvare la sua isola natale (Majuli Island, in India) ha piantato una foresta più grande di Central Park a New York.


Vorrei scusarmi per la condotta posta in essere all’epoca dei fatti

Un pensionato di Cassola, Lorenzo Alberton, ha ricevuto una lettera di scuse dal tizio che il 16 marzo 1981, a Bassano del Grappa, gli aveva rubato l’autoradio.
“Per quell’episodio sono stato prima arrestato, - si legge nella missiva - poi condannato alla pena di mesi tre di reclusione e al pagamento di 30 mila lire di multa, oltre al pagamento delle spese processuali.
Vorrei pertanto scusarmi per la condotta posta in essere all’epoca dei fatti e sono pronto, quale piccola azione riparatoria, a corrispondere una somma pari a euro 100”.
La lettera è firmata e ora Alberton spera di riuscire a mettersi in contatto con l’uomo per conoscerlo. E magari riavere l’autoradio…
(Fonte: Corrieredelveneto.corriere.it)

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI CACAO DI OGGI