Lo stupratore è un perdente!

 

Perché una donna che ha subito violenza se ne vergogna?
È possibile elaborare la violenza subita?
Che tipo di piacere troverà mai un uomo nel sopruso?

Ne parliamo al Salotto Psicologico di Dott. Ilaria Fontana psicoterapia Napoli e Jacopo Fo con Marco Tineri dell’associazione contro la violenza di genere Bon't worry INGO

Evento in collaborazione con la Fondazione Dario Fo e Franca Rame
 

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie


Jacopo Fo presenta il suo libro "La Bibbia Censurata"

Giovedì 18 marzo, alle 19:00, insieme al teologo Vito Mancuso e con la partecipazione della libreria La confraternita dell'uva // Libreria - Cafè - Wine Bar di Bologna, Jacopo Fo presenterà il suo nuovo libro "La Bibbia censurata" (Giulio Perrone Editore). Modera lo scrittore Paolo Di Paolo.
Ne vedremo delle belle!

IMPERDIBILE! -> Chi acquisterà su Bookdealer il libro il giorno della presentazione, riceverà una copia personalizzata con disegno e dedica dell'autore!

CLICCA QUI PER IL LINK DELLA DIRETTA DI GIOVEDì 18 MARZO, ORE 19:00


Arrestate Enrico Deaglio! Ha fatto fuori il compagno Ivan!

C’è stato un tempo in cui noi comunisti eravamo convinti che fosse stato il compagno Ivan a salvare il maggior numero di ebrei dalle camere a gas.

Poi arriva Deaglio con il suo libro La banalità del bene, e ci racconta la storia di un fascista che riesce a evitare che migliaia di ebrei vengano deportati. E lo fa dimostrando un’incredibile capacità di inventiva: nel 1944 si trova a Budapest e spacciandosi per un funzionario spagnolo e imbrogliando i nazisti tedeschi e ungheresi riesce a strappare loro persone che già si trovano sui treni della morte. Raccoglie ebrei in fuga, li nasconde in case sicure e nonostante non abbia denaro riesce a procurare loro cibo organizzando una rete clandestina di aiuti. Poi inizia a falsificare documenti e lasciapassare dell’ambasciata spagnola organizzando la fuga di queste persone. Riesce così a farli scappare.

E questo lo fa un fascista della prima ora, uno che è andato volontario a combattere in Spagna contro i repubblicani.

Non so se rendo l’idea dello shock che ebbe il libro di Deaglio su gente come me: ma come, i fascisti non sono tutti cattivi? Non sono tutti marci? Scoprire che le qualità migliori dell’essere umano possono trovarsi anche in un fascista era per noi inconcepibile! Ma come potevamo non credere a quello che aveva scritto il compagno Deaglio?
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Come lo vuoi il panino?

I gruppi di acquisto per TUTTI i prodotti e i servizi e le banche del tempo sono la sola via possibile per migliorare la qualità dei consumi e della vita e contrastare la disoccupazione che i robot ci stanno portando. Oggi un lavoratore potrebbe risparmiare l’equivalente di 2 mensilità, cioè aumentare il proprio potere d’acquisto, se esistesse un consorzio nazionale che contratta prezzi e condizioni di auto, gas e luce, viaggi, cibo, vestiti, elettrodomesti eccetera eccetera.
Perché così pochi leader progressisti capiscono questo concetto?
Perché così poche persone mi appoggiano quando pubblico questi messaggi? Preferite i gattini? Fra poco, se non ci si dà una mossa molti potranno mangiare solo quelli. Mando al diavolo preventivamente tutti coloro che protesteranno perché ho detto questa battuta, per loro i gattini sono sacri; del resto se ne fottono? Consociando i consumi potremmo determinare le scelte delle grandi multinazionali su inquinamento, armi, sfruttamento dei lavoratori. Ma capisco che i gattini sono più importanti e sul micio non si può scherzare mai!!!!!!!!

Per saperne di più visita la pagina Fb Partito Claun

 


Milano Digital Week - Applichiamo la sostenibilità

 

Milano Digital Week, in versione completamente online, alla sua quarta edizione, vuole ribadire l'importanza di un confronto aperto, inclusivo ed equo su molti tra i temi che sono oggi veicolati e supportati dal digitale: dal lavoro alla formazione, dall'uguaglianza allo sviluppo sostenibile, all’arte, alla cultura.

Il tessuto connettivo e solidale di Milano si riattiva, anche questa volta, nel più grande evento full digital d'Italia.

Giovedì 18 marzo, in occasione della Milano Digital Week, il tema della sostenibilità verrà affrontato sotto 2 differenti punti di vista:

> dalle 10:00 alle 12:00 - Applichiamo la sostenibilità: Istituzioni - REGISTRATI GRATUITAMENTE QUI

> dalle 15:00 alle 17:00 - Applichiamo la sostenibilità: In pratica - REGISTRATI GRATUITAMENTE QUI

L'evento è gratuito, registrati ai link qui sopra!

#MilanoDigitalWeek

 


50 anni: pienamente donna!

 

Celebriamo la femminilità insieme alla dott.ssa Alessandra Graziottin MD, ginecologa e sessuologa in un giorno dedicato alle donne.

Parliamo di uno dei grandi cambiamenti che coinvolge la donna nel corpo e nella psiche: la menopausa.
Insieme vedremo come vivere questo passaggio di vita in un'ottica di salute, di vitalità e di piena femminilità.

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie


Buon 8 marzo!

Quel che dovremmo insegnare nelle scuole è che un uomo che fa violenza a una donna non è un vincente. È un poveraccio.
Perché per fare violenza deve cauterizzare i neuroni a specchio: quando guardi una persona che sorride si attiva la parte del cervello che si accende quando tu sorridi; ma se vedi una persona che soffre si attiva la parte del cervello che si accende quando tu soffri. Quindi per fare violenza e non sentire il dolore della vittima, devi uccidere la tua sensibilità. Ma se perdi la capacità di sentire le emozioni e le sensazioni poi non percepisci il sapore delle ciliegie, non gioisci per un tramonto, non provi piacere ascoltando la musica e non puoi provare vero piacere neanche facendo l’amore. Hai perso le esperienze più belle della vita: sei morto dentro.
I violenti sono i più disgraziati tra gli uomini.

 


Cacao is back!

Era il lontano 2002, eravamo seduti fuori di casa mia, qui nelle colline umbre, con Maria Cristina e Simone a pensare a che cosa fare del nostro futuro. Era un momento come ce ne sono molti nella vita di ognuno, in cui bisogna cambiare: la terra che consideravi solida sotto i tuoi piedi si stava sgretolando e quindi bisognava fare qualche passo o qualche chilometro un po’ più in là; non occorreva allontanarsi troppo, bastava trovare uno spuntone di roccia più alto da cui guardare meglio il panorama.
E l’idea di aprire un e-commerce di prodotti biologici, etici, buoni e utili, che avrebbero migliorato la vita delle persone ci piaceva. Il Catalogo delle Merci Dolci esisteva già ma era un settore laterale all’attività di Alcatraz. Rilevammo il ramo d’azienda e nacque Merci Dolci srl e www.commercioetico.it.
Noi tre, e poi Jacopo come fondatore e promotore, Maria Pia ai conti, un gatto e due cani, tutti insieme in un capannone immerso nel verde a dare vita alla frase di Alex Zanotelli che avevamo fatto nostra: “Voti ogni volta che fai la spesa”.
Insieme al catalogo abbiamo “ereditato” anche “Cacao – il quotidiano delle buone notizie comiche” che abbiamo scritto e inviato a oltre 30mila persone tutti i giorni della settimana per oltre 15 anni.
Cacao… la nostra creatura, la newsletter che la domenica pubblicava anche gli articoli di Dario e Franca, che ci ha permesso di restare in contatto con quanti venivano ad Alcatraz a frequentare i corsi, o semplicemente in vacanza, e con le persone che comperavano i prodotti di Commercioetico. Cacao, che faceva benissimo a noi per primi che lo scrivevamo, perché non c’è niente di meglio che iniziare la giornata con delle buone notizie, una battuta divertente, la storia di qualcuno che vive in modo bello.

Sono passati 18 anni da allora, in mezzo un sacco di cose: il gruppo del fotovoltaico, le trapunte di bambagia di seta comperate dalla Cina quando ancora sembrava di essere Marco Polo, i riduttori di flusso che abbiamo installato in migliaia di rubinetti facendo risparmiare alle famiglie milioni di litri d’acqua, i libri, le stampe d’arte, il gruppo d’acquisto dell’olio Evo e bio…
E poi nuovi progetti, nuove avventure, e la decisione di sospendere Cacao per mancanza di tempo e di risorse per continuare.
Oggi, grazie alle nuove piattaforme – Facebook, Instagram, ecc. – e insieme al nuovo sito di commercioetico.it rivisto e aggiornato, possiamo tornare al nostro “antico amore” e raccontare le cose belle che accadono nel mondo. Perché ce ne sono e tante, e raccontarle oggi ci sembra più importante di sempre, visto il periodo faticoso che stiamo attraversando.
E così eccoci qui! Da un paio di settimane abbiamo ripreso a scrivere Cacao, per ora lo pubblichiamo sulle nostre pagine Facebook, in attesa di nuovi sviluppi. Stiamo cercando – e trovando – nuovi prodotti etici, intelligenti e utili a migliorare la nostra vita e il nostro pianeta.
Hai visto Apepack? Dalle nostre amiche api un modo per risparmiare sulla pellicola per gli alimenti, un prodotto bello, riciclabile ed ecologico. E altre novità sono in arrivo!
Resta conness*, siamo tornati!

 

Categorie: