Una giornata al festival Ecofuturo 2019: la voce di chi crede in un futuro ecosostenibile

EcoFuturo non è una semplice fiera: ma è il luogo di incontro tra chi crede in un futuro ecosostenibile”. Un festival che da voce a chi innova con la certezza che il mondo possa essere migliore. Voce che abbiamo ascoltato durante una delle giornate di questa edizione 2019, dove si è parlato di biogas, biometano e agricoltura rinnovabile.  Il tutto nella cornice del Green Energy Park la Fenice. Ecco il video della giornata con gli interventi dei fondatori del festival. 
 

Categorie: 

“Indovina chi viene a pranzo” al CinemadaMare Film Festival

Contatti: info@cuorebasilicata.it

Dopo la proiezione alle Giornate del Cinema Lucano, il cortometraggio di CuoreBasilicata “Indovina chi viene a pranzo”, progetto realizzato in collaborazione con gli studenti dell’Istituto Agrario di Marsicovetere assieme a coetanei extracomunitari ospitati in un centro di accoglienza limitrofo, verrà presentato anche al CinemadaMare Film Festival.
Appuntamento il 5 agosto 2019, ore 21,30, all’Anfiteatro Totò a Marina di Nova Siri, Matera.

Indovina chi viene a pranzo
Regia di Gianluca Rame
Sceneggiatura di Antonella Marinelli
Coordinamento generale di Bruno Patierno

Prossimamente “Indovina chi viene a pranzo” sarà visibile anche sul sito www.cuorebasilicata.it e sui social collegati.


Categorie: 

Punto G, muscoletti vaginali e piacere femminile

Come trovarli e come trattarli

Sono passati 40 anni da quando l’associazione dei sessuologi Usa ha certificato l’esistenza del punto G scatenando polemiche che ancora non si sono sopite.

Ma ormai le evidenze scientifiche sono indiscutibili.

Negli anni ‘90 il Professor Jannini ha fotografato i tessuti cavernosi dimostrando che c’è e lotta insieme a noi. Questi tessuti sono detti cavernosi perché si gonfiano con l’eccitazione grazie a un aumento dell’afflusso di sangue.

Le ricerche di Jannini hanno però chiarito una questione essenziale: il Punto G non è un punto ma un’area particolarmente sensibile. Si tratta sostanzialmente di terminazioni nervose molto sensibili che potremmo descrivere, per semplificare, come la radice della clitoride (o del clitoride se preferite).

Questa zona del piacere è situata a circa 3 centimetri di profondità sulla parete della vagina anteriore, cioè dietro l’osso pubico. Accarezzare quest’area non è sufficiente, è necessario premere (senza esagerare che è delicata) verso l’osso pubico. Al tatto il centro di quest’area si presenta come una lieve depressione.

Continuare a negare l’esistenza di questa zona del piacere è ormai assurdo perché milioni di donne ne fanno esperienza continuamente. Ma allora perché tante discussioni?

Perché alcune donne, eminenti sessuologhe oltretutto, continuano a sostenere che si tratti di un’illusione?

L’arcano è molto semplice.
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Conte e Salvini divisi al governo, Jacopo Fo: 'Un bel pezzo di teatro, sono stupito dalla capacità di recitazione!

Jacopo Fo: 'Perché il PD non porta in trionfo questi amministratori pubblici capaci, come il sindaco di Modena? Il dramma della sinistra è che comandano gli incapaci, quelli bravi non vengono portati in trionfo. Quelli che sanno fare le cose li picchiano'.

 


Tutti gli appuntamenti di Immaginazione Festival!

Tutti gli appuntamenti di Immaginazione Festival! Dagli spettacoli serali agli incontri, ai laboratori.
Gli amici umbri possono prenotare qualsivoglia attività, basta telefonare o inviare una mail
- 0759229938
- info@alcatraz.it 
IMMAGINAZIONE FESTIVAL - DAL 3 AL 10 AGOSTO!
Per maggiori dettagli clicca qui!


CALENDARIO SPETTACOLI:

CALENDARIO LABORATORI: 

Categorie: 

Scatenare fantasia e creatività durante il pranzo?! Sulle tovaglie di Alcatraz si può!

Scatenare fantasia e creatività durante il pranzo?! 
Sulle tovaglie di Alcatraz si può!!
Tovaglie bianche e cestini di pennarelli sono sempre a disposizione dei nostri ospiti per colorare in libertà.

   

Categorie: 

Uno scontro epocale tra la cultura mansueta e quella aggressiva

E’ difficile capire che anche chi è in contrasto con te può essere prezioso.

La pensiamo diversamente. Siamo una minoranza anche nel movimento progressista ad aver capito che per migliorare il mondo serve calma, lavoro metodico, comprensione del punto di vista degli altri e la diffusione della passione.
Siamo quelli che non credono all’efficacia delle punizioni e dei brutti voti per “far rigare dritto” figli e studenti.
Siamo quelli che quando leggono certe notizie prima di tutto si chiedono: “È vero? È proprio così?”
Siamo quelli che credono di far parte di una collettività solidale anche se a volte non sembra.
Siamo quelli che credono nella sostanziale amorevolezza umana e considerano i criminali persone che hanno perso la loro umanità: sono solo macchine e pure rotte.
Abbiamo capito che la cooperazione è indispensabile anche con chi non la pensa come te. E abbiamo capito che per cooperare serve sviluppare l’elasticità mentale e la comprensione. Nessun matrimonio regge se non si accetta la diversità di chi ami. Nessun grande progetto riesce se non vuoi unire anche chi la pensa diversamente.

E’ difficile capire che anche chi è in contrasto con te può essere prezioso. Ed è difficile cercare di valorizzare gli aspetti positivi anche di un tuo avversario.
Certo quando hai di fronte le armate di Hitler c’è poco da valorizzare…
Però anche quando affronti il male assolto (quello vero) devi saper riconoscere che non sono tutti malvagi alla stessa maniera. 
Clicca qui per continuare a leggere...

 

Categorie: