Mal di schiena solidale

Stare meglio grazie alla ciambella gonfiabile e alla ginnastica al rallentatore.

La ciambella costa infinitamente meno di sedie e poltrone ergonomiche e la puoi portare ovunque!

È ormai opinione condivisa anche negli ambienti scientifici che gran parte (non tutti) i dolori alla schiena abbiano come causa primaria o importante concausa errori posturali: cioè, si sta per troppe ore in posizioni sbagliate.

Un esempio semplice riguarda coloro che passano molto tempo alla scrivania. Stando fermi a lungo si verificano due effetti negativi.
Alcuni muscoli restano contratti per troppo tempo, questa contrazione causa una cattiva circolazione del sangue nei capillari, quindi alla lunga si può verificare un danno per le cellule e quindi infiammazione; inoltre i muscoli contratti possono arrivare a premere sui nervi causando dolori.

Un altro effetto della posizione innaturale è che la pressione lungo la spina dorsale si concentra su alcuni punti delle vertebre, anche qui c’è contrazione, cattiva circolazione e quindi un’infiammazione che provoca dolore.
Continua a leggere... 

 

Categorie: 

Anche quest’anno è arrivato il Columbus Day: si festeggiano massacri e schiavitù

Negli Usa oltre ad avere eletto una persona molto eccentrica e bugiarda come presidente hanno anche una festività immorale. Nel Columbus Day festeggiano l’anniversario della scoperta dell’America. Assurdo! Innanzitutto ormai lo sanno anche i sassi che non fu Cristoforo Colombo a scoprire l’America. Oltre ai nativi americani, che oggettivamente l’avevano già scoperta da migliaia di anni, sono molti i candidati, anche se la discussione è ancora accesa, per non dire furente. C’è chi sostiene che ci arrivarono i polinesiani, i cartaginesi, gruppi di africani (il che spiegherebbe le enormi teste di pietra con sembianze negroidi messicane) e pure i cinesi Shang addirittura nel 1.200 avanti Cristo, e anche più tardi. Per ora pare sicuro che i Vichinghi batterono sul tempo Colombo di parecchio.

Ma al di là del fatto che Colombo non ha scoperto l’America a me continua a sembrare vergognoso che si celebri uno dei più grandi crimini della storia umana: un’orda di predoni spagnoli sbarcò e iniziò a massacrare, stuprare e ridurre in schiavitù gli americani. Sul fatto poi che Cristoforo Colombo si rese responsabile personalmente dei primi trasporti di schiavi dall’America alla Spagna non ci sono dubbi e abbiamo dovizia di testimonianze dirette come quella di Michele da Cuneo, che era con Colombo nella prima spedizione delle tre caravelle e che si vanta di come riuscì ad ammansire a frustate una giovane donna e stuprarla; inoltre descrive la fuga di alcuni Indios ridotti in schiavitù.
Continua a leggere...

 

Categorie: 

Contro l'inquinamento da mascherine nelle scuole

 

Ci rivolgiamo direttamente al Presidente Conte e alla popolazione per uno smaltimento responsabile delle mascherine, soprattutto in vista del nuovo anno scolastico. I numeri sono spaventosi, cerchiamo di limitare i danni attraverso una corretta gestione.

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie


Di là dal fiume 2020: Jacopo Fo

 

"La paura rende, è conveniente. Ci stanno bombardando con tutta una serie di messaggi tragici: il mondo sta finendo, il disastro climatico farà sciogliere i ghiacciai, Venezia sarà annegata sotto metri d’acqua, ecc. Io sono qui questa sera per dirvi che non è vero! (…) Abbiamo tutte le tecnologie per salvare il mondo ma non se ne parla!"

Inizia così lo spettacolo di Jacopo Fo "Ecologia, follia e dintorni" portato in scena a Roma, in occasione Festival Di là dal fiume, il 6 settembre 2020.

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

DI LA' DAL FIUME
il festival fa parte di ROMARAMA 2020, il palinsesto culturale promosso da ROMA CAPITALE ed è realizzato in collaborazione con SIAE.


Domande e risposte sull'Ecobonus 110%

 

Jacopo Fo, Maurizio Fauri e Giancarlo Merlino rispondono alle domande che abbiamo raccolto in questi giorni sull'Ecobonus 110%.

Se volete approfondire abbiamo creato un corso che si chiama 110 Sfumature di Ecobonus e che potete trovare qui!

Abbiamo preparato anche un sistema di consulenze personalizzate, per informazioni scrivete a info@alcatraz.it
 

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Contenuto disponibile solo dopo accettazione dei cookie

Categorie: 

Dagli anni Settanta ad oggi: l'impegno ecologista di Jacopo Fo sul palco di TEDxCoriano

Già sold out i biglietti per partecipare all'evento dal vivo

Dall'esperienza dell'associazione Libera Università di Alcatraz – che negli ultimi decenni si è occupata di diffondere la cultura della pace, dell’arte e dell’ecologia in vari settori con corsi ed iniziative di vario genere – fino al Festival EcoFuturo, settimana di conferenze, laboratori e workshop su ecotecnologie per la pace, i diritti umani e la cooperazione internazionale, autoproduzione e stampa 3D, autocostruzione ed edilizia sostenibile, produzione di energia da fonti rinnovabili, Green Economy, ecotecnologie per il futuro. Jacopo Fo, scrittore, attore, regista, fumettista e attivista, sarà tra i protagonisti dell'edizione 2020 di TEDxCoriano, il format dedicato alla promozione di idee di valore attraverso eventi ispirazionali di interesse internazionale (con oltre un miliardo di visualizzazioni worldwide), in programma il 10 ottobre prossimo a partire dalle 14 in provincia di Rimini. Jacopo Fo inizia ad occuparsi di ecologia e benessere negli anni '70.

Trasferitosi a vivere in campagna nel 1979, inizia a affrontare i problemi pratici relativi a un podere di 4 milioni e mezzo di metri quadrati per lo più boscati. Si occupa quindi di agricoltura biologica e salvaguardia dei boschi. Negli anni '90 questo impegno ecologico si focalizza sulle tecnologie del risparmio energetico. In particolare lavora per far conoscere l'efficienza e la convenienza anche economica, dei pannelli solari termici e del solare di potenza. Lancia una campagna che otterrà un grande successo sui biocarburanti aprendo il primo distributore italiano di biodiesel. Promuove poi l'uso dei riduttori del fusso dell'acqua dei rubinetti e delle docce riuscendo a imporre questo piccolo ritrovato che è stato distribuito in milioni di esemplari, gratuitamente da molte pubbliche amministrazioni. Diventa inoltre promotore di un gruppo di ingegneri specializzati nel risparmio energetico. Insieme a Maurizio Fauri organizza la consulenza per il Comune di Padova grazie alla quale questo risparmia 1 milione e mezzo di euro sostituendo le lampadine dell’illuminazione pubblica e le caldaie. Nel 2007 lancia l’idea di un gruppo d’acquisto di pannelli solari fotovoltaici che coinvolge rapidamente 450 tra famiglie e piccole imprese. E' autore di trasmissioni televisive e di molti articoli sul risparmio energetico. Su questo tema ha scritto: "Olio di colza e altri 30 modi per risparmiare.", “Perché salvare il mondo conviene” e “Pannelli solari gratis”. 
Continua a leggere...

 


Via al Concorso fotografico LA VITA QUOTIDIANA A GELA

Gela è una città con molte meraviglie!
Un patrimonio archeologico unico al mondo, un mare straordinario, chilometri di spiagge, piazze, chiese e scorci bellissimi.
Quale modo migliore di valorizzare tutto questo se non con delle fotografie?

Gela Le Radici Del Futuro organizza un concorso fotografico sul tema “La vita quotidiana a Gela”. Un concorso per far conoscere la città di Gela attraverso lo sguardo di chi ci vive.

Aperto a tutti, ogni partecipante può inviare un massimo di tre fotografie ognuna con titolo e descrizione.

Verrà istituito un premio per le 3 foto prime classificate in base a quanto deciso da una giuria di esperti di comunicazione nominata da Gela Le Radici Del Futuro.

Premio per il primo classificato: 500 euro
Premio per il secondo classificato: 300 euro
Premio per il terzo classificato: 100 euro

Al termine del concorso le fotografie migliori verranno pubblicate in un book digitale sul sito http://www.gelaleradicidelfuturo.it/ e sui social network del progetto.

Formato fotografie
Verranno accettate foto digitali sia a colori che in bianco e nero, e sia in formato portrait (verticale) che landscape (orizzontale). Dimensioni minime: 1080 pixel il lato più piccolo, risoluzione 300 punti.
Formato: jpg.
Ogni fotografia dovrà essere corredata di titolo, breve descrizione e nome dell’autore.

La partecipazione al concorso è gratuita e riservata ai maggiorenni residenti nella città di Gela.

Le fotografie vanno inviate via mail a concorsofoto@gelaleradicidelfuturo.it entro e non oltre il 31 ottobre 2020. 

Nella mail di accompagnamento il partecipante deve indicare anche indirizzo di residenza a Gela e un numero di telefono.

I vincitori verranno comunicati entro il 15 novembre 2020.

Leggi qui il regolamento completo del concorso

 



 

 

Categorie: 

I pazzi salveranno il mondo? Al Festival dell’Arte Irregolare il disturbo mentale come una risorsa

Alcune delle opere d’arte più emozionanti realizzate dall’umanità sono frutto del lavoro di persone che comunemente vengono classificate come matte. Van Gogh, Mantegna, Caravaggio, Munch, non stavano proprio bene di testa… E proprio agli artisti “strani” è dedicato il V Festival dell’Outsider Art e dell’Arte Irregolare da venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 ottobre. Mi sono reso conto delle risorse delle persone cosiddette “mentalmente disturbate” mentre alla Libera Università di Alcatraz ospitavamo un gruppo di pazienti di una Asl. Persone che difficilmente vengono accettate dalle strutture turistiche.

Ci trovammo con una decina di questi pazzerelli che erano proprio difficili da gestire. Tipo che mentre mangiavi spuntava da dietro una mano che faceva la puccia col pane nel tuo piatto. A un certo punto all’ora di pranzo, mentre siamo tutti seduti a una tavolata, arriva la classica famigliola “normale”, padre, madre e due figli, maschio e femmina di 16 e 14 anni. Tutti belli, vestiti firmati, senza un capello fuori posto. Io li guardo e dico a mia figlia Mattea: “Questi fra 20 minuti se ne vanno”. Invece non se ne vanno e stringono rapporti con il gruppo irregolare, ci vanno addirittura in passeggiata.

Dopo una decina di giorni, prima di ripartire vanno a Perugia e tornano carichi di regali costosi per tutti i “disturbati” e i loro accompagnatori. Poi la moglie mi prende da parte e con le lacrime agli occhi mi dice: “Avete salvato la mia famiglia, non riuscivamo più a parlare con i nostri figli e anche con mio marito si era spento tutto… Erano anni che non facevamo l’amore… Qui siamo rinati…”
Continua a leggere...

 

Categorie: