Telefonate a maghi e cartomanti

Per le telefonate ai maghi e per i pronostici non si pagheranno piu' di 12,50 Euro. Solo la maga Iva e' esclusa.
Lo ha annunciato il ministro delle Comunicazioni, Mario Landolfi, illustrando i contenuti di un nuovo decreto ministeriale che regolamenta i "servizi a sovrapprezzo". Maghi, cartomanti e assistenti tecnici professionali non potranno costare piu' di 12,50 Euro (a telefonata), mentre i televoti avranno un tetto massimo di 1 euro, Iva sempre esclusa.

(Fonte: Repubblica)


Il matrimonio al microscopio

Una ricerca appena pubblicata sul Journal of Epidemiology and Community Health dal professor Michael King, della University College Medical School, rivela che il matrimonio porta benefici di salute sia agli uomini che alle donne, benefici che scaturiscono piuttosto e anzicheno' anche nelle unioni omosessuali.
Basta guardare Elton John.

(Fonte: Corriere.it)


Sminamento in Angola (Africa)

Grazie a un progetto di un'organizzazione non governativa norvegese, 24 ettari di terra bonificata dalle mine anti-uomo nel comune di Amboim sono stati restituiti a 20mila contadini e allevatori che potranno coltivare i campi e costruire casa.


SMS Consumatori

E' attivo da qualche giorno un nuovo servizio del Ministero delle Politiche Agricole. In pratica inviando un sms ai numeri 48236 per gli abbonati Tim, Wind e Tre e 4312345 per gli abbonati Vodafone, i consumatori possono sapere il prezzo medio nelle tre zone d'Italia, di 45 prodotti ortofrutticoli.
C'e' anche la possibilita' di segnalare eventuali prezzi ritenuti esosi mandando un secondo sms che viene dirottato alla Guardia di Finanza (per maggiori informazioni sul servizio leggi l'articolo di Repubblica).
Sono stati migliaia gli sms fin dalle prime ore di attivazione del servizio, che sembra ben funzionare, anche se non mancano alcune polemiche. Secondo il Movimento Consumatori i dati dei prezzi forniti dal Ministero sono del tutto parziali, perche' sono il risultato di scarse rilevazioni (2-3 punti nelle regioni piccole, 10-12 in quelle piu' grandi).
Il servizio e' anche un tantino demagogico. Per chi non lo sapesse la demagogia e' una tecnica politica per ottenere i favori del popolo suscitando i loro sentimenti piu' irrazionali come la paura e l'odio.


Cambieresti?

Il progetto era stato lanciato un anno fa dal Comune di Venezia, in collaborazione con Coop Adriatica e con un'autorita' nel campo del risparmio energetico, Beppe Grillo.
Lo scopo era convincere il maggior numero di famiglie ad adottare misure per il risparmio idrico ed energetico. Inizialmente aderirono 1250 nuclei familiari, oggi sono realmente attive 550: oltre il 90% ha installato i nostri riduttori di flusso nei rubinetti e nelle docce, ha imparato a privilegiare la doccia al bagno e ad accendere lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico.
Il consumo regolare di alimenti da agricoltura biologica e' aumentato dal 53% al 72%.
Ora inizia la fase "Cambieresti? 2". Da maggio, per 14 mesi, 300 famiglie sottoporranno la propria abitazione a interventi per ridurre (sembra si possa dimezzare!) lo spreco di riscaldamento.
I lavori sono finanziati dalla Mag di Venezia e rimborsati grazie al risparmio ottenuto.

(Fonte: Greenplanet)


Zeljko Tupic

Sta facendo il giro del mondo la triste, ma a lieto fine, storia di Zeljko Tupic, un ragazzo di Belgrado che per non avere problemi di erezione durate una notte di sesso con una ragazza, ha ben pensato di infilarsi una sottile (speriamo) matita nel pene.
Ricoverato in ospedale i medici non hanno potuto fare altro che salvargli la vita.

(Fonte: Tgcom)


Salvare 3 milioni di foche...

Il vice-ministro al Commercio Estero, Adolfo Urso, durante una conferenza stampa con la LAV, ha annunciato che e' stata depositata in Parlamento una proposta di legge "per introdurre il divieto di importazione e commercializzazione di tutte le pelli di foca, cuccioli e adulte".
Per ora il provvedimento vale solo per le pelli di cucciolo, che sono ufficialmente bandite, mentre per le pelli di adulto e' atteso un decreto legge interministeriale.
Lo scopo di tutto questo e' salvare la vita a 3 milioni di foche nei prossimi 5 anni.
Belgio, Olanda e forse l'intera UE, Messico e Groenlandia stanno promuovendo iniziative simili. Negli Usa il bando e' in vigore gia' dal 1972.
Il vero problema e' il carosello di numeri dell'importazione e dell'esportazione di prodotti in pelle di foca.
Secondo Urso (un Urso che vuole salvare foche...?!?) in Italia e Europa questo mercato avrebbe avuto un crollo negli ultimi 20 anni. Il nostro Paese, negli anni '90, era il secondo al mondo per importazione e meno di 10 anni fa il valore del business si aggirava sui 16 miliardi di lire. Ora l'importazione sarebbe irrisoria, per un valore intorno ai 60mila euro.
Un'altra fonte, il sito Focus.it, scrive invece che l'Italia e' tra i maggiori trasformatori al mondo di prodotti di foca (pellicce, articoli di pelletteria, abbigliamento), in Europa siamo secondi solo ai danesi.
Negli ultimi 3 anni l'importazione di questi prodotti e' stata di 8,4 milioni di euro, con un export di circa 16,2 milioni di euro. Chi dice focate?


Le mense biologiche in Italia

Le mense biologiche in Italia sono salite a 647, un aumento del 7% nell'ultimo anno. Erano solo 70 nel 1995.
I dati sono stati diffusi da Bio Bank, una casa editrice che dal 1993 informa sulle tematiche legate al biologico e all'ecologico in genere.

(Fonte: Buonenotizie.it)