Risarciti 20 risparmiatori vittime del crac Cirio

35.000 risparmiatori che hanno perso in totale 1 miliardo e 150 milioni di euro. Sono questi i numeri del crac economico dell'industria alimentare Cirio. Una buona notizia arriva pero' da Torino, dove un gruppo di 20 persone ha ottenuto dal Tribunale che il San Paolo Imi restituisca loro i soldi persi nei bond, con tanto di interessi. I risarcimenti assegnati vanno da 5.000 a 60.000 euro. Il giudice ha riconosciuto che nel periodo 2000-2002 la banca non ha adottato alcuna procedura per informare i clienti dell'elevato rischio dell'investimento.
Della stessa questione, riguardo pero' al caso dei bond argentini, parla Grillo nel suo spettacolo e nel blog (http://www.beppegrillo.it/risarcimento_bond_argentini.php )

(Fonte: Buonenotizie.it)


FILM - Lord of War

E' uscito nei cinema il film "Lord of War", diretto da Andrew Niccol e interpretato da Nicolas Cage e Donald Sutherland. Il film, che parla di traffico d'armi ed e' basato su una storia vera, esce a sostegno della campagna Control Arms, lanciata da Amnesty International, Oxfam e Iansa per prevenire, combattere e sradicare il traffico illegale di armi da fuoco.

(Su: http://www.megachip.info/modules.php?name=Sections&op=viewarticle&artid=1143  sono pubblicate le statistiche sul commercio di armi e le morti a esso collegate)


La Forza del Pene

In un parcheggio di Fremont, California, un cinquantenne maestro di arti marziali di Taiwan e' riuscito a spostare un furgone con la sola forza del suo pene.
Una troupe televisiva inglese ha ripreso il tutto e forse ne faranno un film per Channel 4: "L'Invidia del pene".
Il maestro Tu Jin-Sheng e' molto noto in California: riesce ad alzare migliaia di dollari, con un lavoro del cazzo.

(Fonte: ananova)


Berlusconi batte Prodi

Almeno per quanto riguarda i neologismi a lui dedicati nel nuovo dizionario "2006 parole nuove" (Sperling e Kupfer editori).
14 per Berlusconi, contro i 4 di Prodi: berluschese, berluschista, berlusconando, berlusconeide,  Berlusconi boy, berlusconite, berlusconizzante, berlusconizzare, berlusconizzarsi, berlusconizzato, berlusconizzazione, deberlusconizzato, neoberlusconismo e postberlusconiano.
Postprodiano, Prodinotti, prodizzazione e sprodizzare, quelli per Romano. Manca "Prodigarsi".
Da segnalare anche il neologismo della Moratti: demorattizzarsi. In Italia sono milioni.

(Fonte: corriere.it)


Sesso e interruzione di servizio pubblico

Una coppia di ragazzi si e' messa a fare sesso sui binari della Torino-Milano, nel tratto tra Parabiago e Vanzago, bloccando un treno. Il macchinista e' riuscito a fermarsi e pensando a un tentativo di suicidio ha chiamato la Polfer.
I due sono ora accusati di interruzione di servizio pubblico, e non e' l'unica cosa che si e' interrotta...

(Fonte: TiscaliNews)


Record: il volo piu' lungo di un aeroplanino di carta

Fare aeroplani di carta e' certamente un gioco del passato, che ancora oggi attrae pero' migliaia di appassionati che si sfidano in veri e propri campionati e record.
Uno studente inglese di aeronautica della Leeds University e' riuscito a stabilirne uno nuovo: ha costruito un aereo di carta ("Spruce Moose", Alce Elegante), ispirato a un F14 Tomcat, e lo ha fatto volare per 7 secondi (poi e' andato a sbattere contro un cartello, altrimenti avrebbe continuato).
L'aereo e' perfettamente bilanciato ed  e' stato progettato e piegato in modo da aprirsi leggermente durante la fase di discesa, allungando notevolmente la planata. Lo studente si chiama Bond, Steve Bond.
Ufficialmente, secondo il Libro dei Record, il primato di volo per aeroplani di carta risale al 1998 ad Atlanta, negli Stati Uniti. Oltre 27 secondi di volo, ma sembra che il primato sia stato stabilito in condizioni troppo particolari (in una Galleria del Vento e con un aeroplano enorme).

(Fonte: Repubblica)


La prima donna Presidente di un paese africano

La signora Ellen Johnson Sirleaf ha ufficialmente vinto, con il 60% delle preferenze, le elezioni in Liberia, diventando cosi' il primo presidente donna di un paese dell'Africa.
Ex studentessa di Harward ha iniziato la sua carriera politica negli anni '70. Mandata due volte in esilio, per aver criticato il governo e per presunto tradimento, ha lavorato per Programma di Sviluppo dell'Onu, la Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale (organismi questi, specialmente gli ultimi due, che non hanno esattamente lasciato ampi spazi ai popoli africani di autodeterminazione e democrazia).
Adesso stiamo a vedere cosa fara' questa signora nel suo Paese. La prima battaglia che dovra' combattere sara' quella contro la poverta' e la corruzione nel settore pubblico.
La Sirleaf  ha invitato il candidato perdente, l'ex calciatore George Weah, a entrare nel nuovo governo. Weah manca di esperienza politica ma e' certamente una personalita' nel Paese e secondo alcuni addirittura un modello per molti liberiani.

(Fonte: Peacereporter)


Archiviatori del delirio.

di Jacopo Fo

Mentre la campagna elettorale di mio padre inizia a strutturarsi (ricordo a tutti: il 28 novembre sera, alle 20,45 lo spettacolo al Teatro Smeraldo, piazza 25 Aprile) il mondo continua a veleggiare nel delirio.
Pinochet e' stato incriminato per le torture e gli omicidi quando era dittatore in Cile, altre accuse di torture vengono mosse agli Usa in Iraq, il Pentagono, dopo aver ripetutamente negato, ammette l'uso di fosforo a Falluja. Intanto si ammassano le prove che la storia dei rapporti sessuali che provocano l'Aids e' tutta una balla (vedi http://www.cacaonline.it e per gli aggiornamenti piu' recenti: "Tutto in vendita" della Nuovi Mondi Media).
Insomma il quadro e' agghiacciante. E ovviamente noi italiani siamo i primi della classe. Ho fatto un paio di telefonate per sapere a che punto e' la storia di Acerra. Un paio di mesi fa Sandro Ruotolo (un eroe) realizzo' un documentario, incredibilmente mandato in onda da Rai3 che conteneva, tra l'altro, un'accusa incredibile. Ad Acerra, alle porte vicino a Napoli, a causa di discariche abusive della camorra c'e' un'area dove la Asl ha misurato un livello di diossina piu' alto che a Seveso. Ruotolo ha fatto vedere gli effetti terribili che questa sostanza ha provocato su un branco di pecore, immagini scioccanti. Come gia' ho detto piu' volte (vedi audioblog su http://www.jacopofo.com) trovo incredibile che dopo questa denuncia NON ci sia stato nessun intervento ne' per evacuare l'area ne' per rimuovere la discarica abusiva...
E cosa dire dell'assenza di reazione al fatto che il presidente della regione Sicilia, Cuffaro, non solo ha incontrato un capobastone (come ha alla fine ammesso) ma possedeva 100 schede telefoniche, intestate perfino a persone inesistenti, per garantirsi comunicazioni non intercettate? A chi doveva telefonare in segreto? Alla sua mamma?
Un punto d'onore per il genere umano lo hanno assegnato i prodi che, capitanati da Beppe Grillo (lo vogliamo santo, subito!) hanno comprato un'intera pagina sull'Herald Tribune per informare il mondo del fatto che 23 pregiudicati siedono nel nostro parlamento.
Ma nonostante i segnali positivi che vengono dal popolo della rete siamo lontani dalla capacita' di concretizzare il nostro desiderio di cambiamento. Come dice Grillo, girando per l'Italia per recitare si incontrano centinaia di persone e non trovi piu' nessuno che si riconosca minimamente in questa classe politica.
E non e' solo un problema nazionale, anche se noi stiamo particolarmente a bagno negli escrementi.
Il centro del problema e' che abbiamo rifiutato il modo dominante di vivere e ragionare ma ancora non siamo riusciti a elaborare pienamente strategie esistenziali diverse. Stiamo ancora misurando lo spessore delle menzogne che ci hanno raccontato e la constatazione della misura dell'orrore e della stupidita' ci paralizza.
Proprio per questo spero che accoglierete con interesse la seconda puntata del romanzo "Per nessuna ragione al mondo!" (allegata a questo numero di Cacao). Questo romanzo e' il mio contributo a questa riflessione. Fa da sfondo a un'avventura, che spero troverete piena di suspence, il castello di bugie e mistificazioni che soggioga l'Umanita'.
E premetto che tutte le tecniche paranormali e le tecnologie che ho elencato esistono veramente. E il piano diabolico contro il quale i buoni dovranno battersi non e' fantascientifico ma assolutamente alla portata tecnologica delle truppe imperiali. Non vi dico altro (e mi mantengo sul vago) per non rovinarvi la sorpresa.
Aggiungo che siccome credo molto in questo lavoro mi piacerebbe se pubblicaste sul mio blog un commento. Ovviamente anche negativo.
Ringraziandovi per la vostra meravigliosa e preziosa attenzione vi auguro di non accorgervi mai che vostro figlio e' tale e quale all'attuale presidente del consiglio.


Grandi progressi del progetto di risparmio energetico del Comune di Padova

Dei 5 punti da attuare 4 sono già stati messi in cantiere. E' stato chiuso il contratto per la riconversione a metano di tutti i 59 impianti a gasolio e per la solarizzazione di 8 impianti sportivi ( in 12 mesi i lavori saranno finiti).
E' già stato riconvertito a metano gran parte del parco veicolare del Comune.
E' stato avviata la trasformazione dei semafori con la sostituzione delle lampadine che durano 2000 ore con lampadine che durano 80-100 mila ore e risparmiano l'88% dell'energia elettrica.
E' stato messo a bilancio il primo impianto fotovoltaico al parcheggio scambiatore del futuro tram...
Inoltre da questa settimana 70 autobus andranno a Biodiesel e fra sei mesi si avranno i risultati della sperimentazione su banco che su strada. A quel punto, se gli esiti saranno positivi nessuno potrà contrastare lo sviluppo di questo eco carburante. Per inciso la Coldiretti si è dichiarata disponibilissima a mettere a disposizione vaste superfici per la coltivazione della colza. E questo risultato è particolarmente importante perché non era previsto di riuscirci in questa prima fase di intervento.
Ora il Comune di Padova affronterà la partita impegnativa della trasformazione della rete di illuminazione pubblica e poi si potrà dire che, a tempo di record, si è  riusciti a dare una svolta importante alla politica ambientale di questa città pesantemente inguaiata sul fronte urbanistico e
del PM 10.
Siamo particolarmente entusiasti di questi risultati, dovuti in particolare alla perseveranza e decisione dell'assessore Francesco Bicciato e alla capacità tecnica del gruppo di ingegneri diretto da Maurizio Fauri. E' la prova che quando la sinistra sceglie di agire concretamente può fare miracoli.
Peccato che lo spirito di innovazione e efficienza di Padova sia sconosciuto in tante altre città dove a nessuno importa di sostituire lampadine preistoriche con altre che fanno risparmiare. Ricordiamo che solo la prima parte del piano di risparmio di Padova comporta un risparmio di 1 milione e mezzo di euro. Quanto si risparmierebbe in città come Roma o Napoli?
Parla di Padova al tuo sindaco!!!
Padova esiste anche se nessun giornale nazionale ha scritto una riga...

Per leggere tutta la storia del progetto clicca qui