Un gol: un bambino

E' partito il progetto "Un gol: un bambino", con il quale lo sponsor del Bologna calcio, Europonteggi, adotta a distanza un bambino povero a ogni gol segnato dalla squadra rossoblu. Valgono anche traverse e incroci dei pali.
L'iniziativa si svolge in collaborazione con Solidaria, onlus di Genova, che ha comunita' in Haiti, Santo Domingo, Filippine e Corno d'Africa: qui sono presenti operatori locali, seguiti da personale italiano; sono stati costruiti rifugi, scuole e altri servizi. Un motivo in piu' per sperare nei gol del Bologna.

Fonte: Bolognafc.it
Davide Calabria

Tutti contro la Coca Cola

Il Presidente dell'XI Municipio di Roma Massimiliano Smeriglio (lo stesso che quanche tempo fa vieto' la bevanda gassata nei distributori automatici degli uffici pubblici del Municipio) ha annunciato che se il tedoforo (che tra poche settimane portera' la fiamma olimpica in Piemonte) sara' accompagnato dalla pubblicita' della Coca Cola vietera' l'occupazione del suolo pubblico. In pratica ne vietera' il passaggio nel Municipio, costringendolo a un percorso alternativo.
Ma c'e' di piu': secondo quanto riporta il Corriere della Sera sarebbero 300 le amministrazioni comunali pronte a iniziative simili.
Le Olimpiadi di Torino 2006 sono gia' iniziate, con il salto dei comuni del tedoforo.

(Fonte: Repubblica e Corriere)

Mai piu' la colla li'...


Lui la lascia per un'altra. Lei lo invita per un'ultima notte d'amore, lui accetta. Fanno sesso, lei aspetta che lui si addormenti e gli incolla il pene all'addome.
E' avvenuto a Murrysville, in Pennsylvania. Il giovane e' stato poi svegliato e cacciato di casa. Solo dopo un po' si e' accorto del fattaccio e si e' recato in un Pronto Soccorso, dove l'hanno aiutato ma non e' stato divertente.
Ora la parola passa agli avvocati: quello del ragazzo chiede milioni di dollari di risarcimento danni, quello della ragazza risponde che la colla era una pratica sessuale frequente e il ragazzo era pienamente consenziente.

(Fonte: Tgcom)

Siamo la coppia piu' bella del mondo


Il principe Carlo d'Inghilterra e' stato insignito a Washington del premio Vincent Scully, uno dei piu' importanti riconoscimenti in materia di tutela dei beni architettonici. Perche' in fin dei conti Carlo e' un'opera d'arte.
La stampa americana non ha pero' pieta' di Camilla e definisce il suo look "un disastro malinconico".

(Fonte: Repubblica e Tgcom)

L'amplesso piu' lungo della storia


Archeologi indiani hanno rinvenuto nella zona di Madhya Pradesh, al centro dell'India, due fossili 'mixomiceti' (classificati da alcuni come funghi, da altri come protozoi) in fase di accoppiamento. Sono in quella posizione, si stima, da 65 milioni di anni.
E non hanno ancora finito...

Economia: inquinare non conviene


E' quanto sostiene l'ultimo rapporto pubblicato dall'Agenzia europea per l'Ambiente (European Environment Agency - Eea) secondo cui evitare l'inquinamento delle acque costa molto meno che doverle depurare.
Il principio adottato dell'Unione Europea del "chi inquina paga" dovrebbe quindi dare esiti positivi, costringendo le aziende ad adottare politiche ambientali di conservazione e non di risanamento del danno.

(Fonte: Metamorfosi.info)

Cartoniadi


Iniziano oggi a Palermo le Olimpiadi del riciclo. 8 circoscrizioni cittadine si sfideranno per un mese nella raccolta differenziata di carta e cartone e nel lancio del cassonetto.
La Circoscrizione che a fine mese avra' raccolto e avviato al riciclo piu' carta e cartone "vincera'" 50mila euro da destinare a un'opera di riqualificazione ambientale proposta dai cittadini stessi.
Le Cartoniadi sono organizzate da Comieco, Consorzio nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi, dall'assessorato all'Ambiente del Comune di Palermo e dall' Amia, l'Azienda comunale di Igiene ambientale.

La Benetton restituisce le terre ai Mapuche

Il prossimo gennaio la Benetton donera' (ma la parola giusta e' "restituira'") 7.500 ettari di terra (in Patagonia, Argentina) al popolo Mapuche. La transazione passera' attraverso il governo della provincia di Chubut, che poi ridistribuira' l'appezzamento alle comunita'.
Questa vicenda va avanti da anni e questa e' la prima "vittoria" della battaglia dei Mapuche. Qualche mese fa una famiglia tento' anche le vie legali, ma invano. Il governo argentino non riconosce il diritto di proprieta' al popolo Mapuche e quindi autorizza la vendita dei terreni in cui si sono installate, da secoli, le tribu'. I Mapuche vengono portati nelle "riserve".
Benetton in Argentina possiede 900mila ettari, su cui pascolano 260 mila tra pecore e montoni.

(Fonte: Peacereporter.net)